1° Festival dei Cortei Storici Borgiani

Cortei storici della Città di Subiaco e della Città di Ferrara: “Comunitas Sublacensis” e “Ente Palio Città di Ferrara”

CB1Ferrara, 13 ottobre-  Dopo la nascita, all’inizio dell’anno, del Corteo Storico della città di Subiaco, “Comunitas Sublacensis”, viene ora presentato un altro progetto che lo vede protagonista. Nasce infatti il 1° Festival dei Cortei Storici Borgiani con l’obiettivo di fare di Subiaco un crocevia di cultura, storia, tradizioni e appunto cortei storici che da tanti parti d’Italia e non, sono ad essa legati attraverso le figure della casata dei Borgia e dei loro affiliati. Di anno in anno, lo scopo è quello di far crescere la manifestazione creando occasioni di incontro con le altre città e con i loro cortei storici, facendo del centro storico di Subiaco e della splendida Rocca dei Borgia un congeniale scenario di eventi. Per il Primo Festival dei Cortei Storici Borgiani, l’amministrazione comunale ha voluto coinvolgere e rendere protagonista, oltre alla Comunitas Sublacensis, l’Ente Palio Città di Ferrara che naturalmente vanta una ricchissima storia, quella appunto del celebre Duca Alfonso d’Este, secondo marito di Lucrezia Borgia. L’evento si svolgerà sabato 17 ottobre e inizierà alle ore 16.00 con l’esibizione dei cortei storici e la sfilata da Piazza S. Andrea. Proseguirà poi per le strade del centro storico, sostando presso Piazza Palma, Piazza Pietra Sprecata e Piazza Santa Maria della Valle dove i due cortei si esibiranno con danze rinascimentali e medioevali, sbandieratori, musici e giullari. I cortei poi giungeranno presso la Rocca Abbaziale, intorno alle ore 17.30 e si disporranno nelle varie stanze del castello dove si potranno rivivere tipiche scene rinascimentali nonché le rievocazione dei Giuramenti dell’Abate, del Contestabile, della Militia e delle stampe a caratteri mobili di alcuni documenti della Commenda. Una manifestazione, dunque, dal forte carattere storico ed identitario che nasce nel solco del lavoro che l’Amministrazione sta facendo da un lato per promuovere la città sotto il profilo turistico, dall’altro per ricreare nei sublacensi quel senso comunitario che per tantissimo tempo è stato smarrito.

Programma:

Ore 16

  • Inizio sfilata ed esibizione dei cortei storici presso piazza S. Andrea

  • Sfilata dei cortei lungo le strade del centro storico con esibizioni di:

sbandieratori, musici, danze rinascimentali e danze medievali, giullari e sbandieratori,

presso Piazza Palma, Piazza Pietra Sprecata e Piazza Santa Maria della Valle

  • Sfilata dei cortei storici fino alla Rocca Abbaziale

(arrivo ore 17,30) e esibizione all’interno elle stanze del Castello: giuramento dell’Abbate Commendatario, giuramento della Militia, giuramento del Contestabile, rievocazione della stampa a caratteri mobili dei documenti della Commenda, danze e rievocazioni di tipiche scene castellane. In caso di pioggia, l’intera manifestazione si svolgerà all’interno della Rocca Abbaziale.

La Rocca di Subiaco: Il recupero di un bene culturale che parte dal basso

Avviata la campagna di sensibilizzazione, aperta a tutti, sulla rinascita dello storico monumento ​entrato nella disponibilità del Comune dopo 950 anni

ImageProxy (1)Roma-25 aprile. Parte dal basso, e dalla stessa popolazione sublacense, la voglia di tornare a far risplendere uno dei più preziosi e storici monumenti della cittadina laziale: ​la Rocca di Subiaco, nota anche come Rocca dei Borgia.
Entrata nella disponibilità del Comune di Subiaco il 21 marzo scorso, giorno di S. Benedetto patrono della città – per la prima volta da quel lontano 1070 in cui l’abate guerriero Giovanni V la eresse per controllare e governare la comunità di Subiaco – la Rocca Abbaziale necessita ora di urgenti lavori di recupero e valorizzazione.
Oltre al coinvolgimento istituzionale per il quale l’amministrazione comunale si sta operando (è stato infatti formalmente richiesto il supporto della Regione Lazio e del MIBACT), sarà possibile contribuire liberamente alla sua rinascita: da qualche giorno è iniziata infatti una grande campagna di donazione #salviamolaroccadisubiaco, con l’apertura di un apposito conto corrente postale (nr. 1025430362 intestato Comune di Subiaco).
A dare un primo grande esempio di solidarietà sociale lo scorso 19 aprile, 100 cittadini hanno partecipato ad una intensa giornata di lavoro e condivisione incentrata su pulizia e piccole manutenzioni, riportando alla luce parte di quel tesoro.
E’ tornato anche a risuonare, dopo moltissimi anni e per l’occasione, lo storico orologio della Rocca: le campane hanno ricominciato a scandire il tempo come hanno fatto per secoli, dal 1779. Fu infatti Papa Pio VI che già Abate Commendatario di Subiaco, eletto al soglio di Pietro, volle regalare a Subiaco una serie di opere e interventi tra cui il civico orologio che ha segnato la vita della comunità sublacense per 200 anni.
Un primo atto di un coraggioso piano di recupero e valorizzazione per l’imponente maniero che vide i natali di Cesare e Lucrezia Borgia, un grande patrimonio che non appartiene solo alla comunità di Subiaco, ma rappresenta una risorsa nazionale da salvaguardare e far rivivere.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]