Un saluto all’estate

[AdSense-A]

 

La festa della Madonna del Rosario di Bonassola (SP) è l’arrivederci alla stagione delle vacanze, un’occasione da celebrare a La Francesca Resort 30 settembre – 2 ottobre 2016

Senza-titolo-22

Un appuntamento che ogni anno si arricchisce ma rimane fedele a se stesso per intensità, per tradizione che va al di là dello spettacolo e della festa. Il primo fine settimana di ottobre si celebra a Bonassola (SP) la festa della Madonna del Rosario, ricorrenza molto sentita nel borgo marinaro, che ancora oggi mette in primo piano le radici familiari e territoriali, e porta molti degli emigranti a ritornare a casa proprio in questa occasione. Da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre 2016 si intrecciano, sull’incantevole costa adiacente al Parco Nazionale delle Cinque Terre, manifestazioni religiose e mercatini, che hanno il loro culmine nella processione verso il mare, con la posa dei lumini e lo spettacolo pirotecnico. La Francesca Resort propone unweekend speciale, per salutare come si deve la stagione estiva, approfittando di giornate spettacolari e di un luogo che l’estate sembra proprio non volere abbandonare mai.. L’atmosfera di gioia tradizionale che permea ogni cosa in queste giornate è un valore aggiunto all’attenzione che da sempre al territorio riservano i proprietari de La Francesca Resort. La festa della Madonna del Rosario è insieme ringraziamento e speranza per il futuro, memoria storica di un mondo affacciato su un mare, a volte generoso a volte minaccioso, che affascina chiunque vi posi lo sguardo. Idealmente, coincidendo con la ripresa delle scuole e l’accorciarsi delle giornate, il primo fine settimana di ottobre rappresentava la conclusione della stagione balneare, ma complice il microclima straordinario delle Cinque Terre qui ci si può senz’altro concedere uno splendido weekend marittimo!! Il prezzo per due notti di soggiorno, con trattamento di mezza pensione, parte da 370 euro per una casetta da due persone.

Settembre, il bello dell’estate

[AdSense-A]

 

Sconti speciali a La Francesca Resort di Bonassola (SP) per chi sceglie il mese più dolce per la sua vacanza

Senza-titolo-60

La vacanza è (o dovrebbe essere) sempre un momento da dedicare al relax, al distacco dalle abitudini stressanti. Chi sceglie La Francesca Resort di Bonassola (SP) lo sa. Qui le casette sono posizionate in modo da avere – tutte quante – la vista sullo splendido mare delle Cinque Terre, il sovraffollamento è qualcosa che non esiste, la disponibilità di verde privato pro capite regalata dal parco privato è la più alta di tutta la Liguria. E questa oasi verde è quindi il luogo perfetto per trascorrere un periodo lontano dallo smog, dall’inquinamento acustico e luminoso, e ricaricare le energie attraverso il contatto con la natura. Scegliere il mese di settembre 2016 per farlo significa aumentare a potenza tutto questo. Godendosi giornate limpide e servizi d’eccellenza, con la tranquillità di chi può concedersi una vacanza da vero intenditore. Per i bambini La Francesca Resort è un vero paradiso: possono sbizzarrirsi con un “mare” di attività create apposta per loro. C’è il grande campo giochi attrezzato con altalene, scivoli, giostre ed il misterioso “castello della rosa” con ponte levatoio e torri: uno spazio protetto in cui trascorrere le vacanze con nuovi amici. Possono cimentarsi in attività sportive: pallavolo, ping-pong, minigolf, calcetto, tennis ed escursioni naturalistiche per imparare a conoscere la flora della macchia mediterranea ed osservare da vicino la vita dei piccoli animali che abitano il bosco. Bambini e ragazzi sono ospiti di riguardo anche a tavola, nel ristorante “Rosadimare”, che prepara per loro il baby menu, piatto unico “under 12” con le pietanze da loro più amate. Le settimane scontate offrono un’occasione di vita all’aria aperta, di sole, di giochi  per nonni e nipotini. Il prezzo parte da 1100 euro a settimana con trattamento di mezza pensione per due adulti (bambini 0-4 anni gratis, dai 5 agli 11 anni 100 euro a settimana), l’offerta è valida per il mese di settembre.

Una delle prime donne medico della Storia rivive nel racconto di Mario Moiraghi

[AdSense-A]

Appuntamento con l’autore: si parla di Trotula de Ruggiero a La Francesca Resort di Bonassola (SP). Martedì 2 agosto 2016 ore 21.30

Senza-titolo-2

Le chiacchierate con l’autore de La Francesca Resort di Bonassola (SP) si arricchiscono della presenza di Mario Moiraghi, ingegnere, docente universitario e autore di testi storici, che affronta martedì 2 agosto 2016 alle 21.30 la storia di Trotula de Ruggiero. Moiraghi parte da personaggi minori per approfondire episodi meno noti della storiografia ufficiale, tracciando squarci di luce in un periodo oscuro come è stato il Medioevo. Trotula, vissuta nell’undicesimo secolo, è l’esempio di come sia stato marginalizzato il ruolo della donna nella cultura dominante degli ultimi secoli. Fu medico della celebre Scuola Salernitana, la prima e più importante istituzione medica d’Europa nel Medioevo (quasi il prototipo di ciò che sarebbero state le moderna Università) e che per prima ha posto l’accento sull’importanza della prevenzione delle malattie fondata su una vita sana e una corretta alimentazione, e si interessò in particolare della condizione femminile. A lei sono stati attribuiti, pur con qualche controversia, diversi testi di medicina fra cui il trattato De passionibus mulierum ante in et post partum, cioè Le sofferenze delle donne prima, durante e dopo il parto, edito a stampa postumo, solo nel 1544. Questo libro è considerato il simbolo della nascita dell’ostetricia e della ginecologia come scienze mediche. Come Trotula, altre donne erano attive all’interno della Scuola Salernitana, ma i loro nomi sono stati sempre oscurati da quelli dei colleghi maschi. L’attenzione particolare alla salute femminile è una conquista fatta grazie a donne come Trotula, e Moiraghi con questo studio parla di quella che è una condizione culturale di sudditanza, che a tratti sopravvive anche oggi. Parlare del Medioevo per parlare di noi, è la cifra che contraddistingue il lavoro di Moiraghi. Autore di testi storici come La scoperta del vero sacro Graal eL’enigma di San Galgano (e la sua Spada nella Roccia) e promotore di convegni e dibattiti legati a personaggi e temi controversi del Medioevo, Moiraghi accompagna chi l’ascolta in un mondo antico del quale ancora molto resta da scoprire. Il soggiorno settimanale in questo periodo aLa Francesca Resort è proposto a partire da 1120 euro per un appartamento da due persone, con un buono omaggio da utilizzare al Ristorante Rosadimare.

Giugno e settembre, il bello dell’estate

Sconti speciali a La Francesca Resort di Bonassola (SP) per chi sceglie i mesi di inizio e fine stagione per la sua vacanza

LaFrancescaResort10Roma, 15 Marzo – La vacanza è (o dovrebbe essere) sempre un momento da dedicare al relax, al distacco dalle abitudini stressanti. Chi sceglie La Francesca Resort di Bonassola (SP) lo sa. Qui le casette sono posizionate in modo da avere – tutte quante – la vista sullo splendido mare delle Cinque Terre, il sovraffollamento è qualcosa che non esiste, la disponibilità di verde privato pro capite regalata dal parco privato è la più alta di tutta la Liguria. E questa oasi verde è quindi il luogo perfetto per trascorrere un periodo lontano dallo smog, dall’inquinamento acustico e luminoso, e ricaricare le energie attraverso il contatto con la natura. Scegliere i mesi di giugno e settembre 2016 per farlo significa aumentare a potenza tutto questo. Godendosi giornate limpide e servizi d’eccellenza, con la tranquillità di chi può concedersi una vacanza da vero intenditore. Per i bambini La Francesca Resort è un vero paradiso: possono sbizzarrirsi con un “mare” di attività create apposta per loro. C’è il grande campo giochi attrezzato con altalene, scivoli, giostre ed il misterioso “castello della rosa” con ponte levatoio e torri: uno spazio protetto in cui trascorrere le vacanze con nuovi amici. Possono cimentarsi in attività sportive: pallavolo, ping-pong, minigolf, calcetto, tennis ed escursioni naturalistiche per imparare a conoscere la flora della macchia mediterranea ed osservare da vicino la vita dei piccoli animali che abitano il bosco. Bambini e ragazzi sono ospiti di riguardo anche a tavola, nel ristorante “Rosadimare”, che prepara per loro il baby menu, piatto unico “under 12” con le pietanze da loro più amate. Le settimane scontate offrono un’occasione di vita all’aria aperta, di sole, di giochi  per nonni e nipotini. Il prezzo parte da 1100 euro a settimana con trattamento di mezza pensione per due adulti (bambini 0-4 anni gratis, dai 5 agli 11 anni 100 euro a settimana), l’offerta è valida per i mesi di giugno e settembre.

Per informazioni:

La Francesca Resort

Bonassola (La Spezia)

Tel. 0187.813911

Ufficio Centrale: via San Marco 24 – 20121 Milano

Tel. 02.6575639  Fax 02.6599301

www.villaggilafrancesca.it

[email protected]

Poesia in cammino, sui luoghi cari a Montale

La Francesca Resort di Bonassola (SP) propone la “passeggiata montaliana” all’interno del suo grande parco privato affacciato sul mare delle Cinque Terre

Francesca_panoramicaRoma, 1 Marzo – Sono itinerari tra natura e poesia, passeggiate che assumono il sapore della memoria, lasciando correre lo sguardo sul mare delle Cinque Terre. Tra letteratura e romanticismo La Francesca Resort di Bonassola (SP) propone la passeggiata montaliana, anche all’interno del suo grande parco privato, che si estende per 15 ettari sul tratto di mare tra Levanto e Bonassola. L’idea nasce dalla collaborazione tra il proprietario de La Francesca Marco De Poli, grande ammiratore di Eugenio Montale, e il naturalista Carlo Torricelli, che già propone itinerari guidati nella vicina Monterosso del poeta. Il percorso interno a La Francesca si snoda seguendo l’ispirazione del premio Nobel, accarezzando scorci e intervallando riferimenti all’opera dell’artista. Attento alla natura e innamorato della sua terra, Montale fa riferimento a questi luoghi in tantissime sue poesie, e passeggiando tra i viottoli e tra gli alberi de La Francesca Resort Torricelli guida gli ospiti a poter vedere con gli occhi di Montale ciò che ha ispirato alcuni dei versi più belli che siano mai stati scritti. Proprio da La Francesca Resort si possono infatti ammirare, in piena intimità, vedute come la Punta del Mesco, citata nelle opere, e tutto il panorama è assolutamente “montaliano”. Nelle pause vengono letti anche alcuni versi, mentre Torricelli illustrare l’agrifauna spesso al centro delle liriche montaliane: l’agave, i limoni, la ginestra, il leccio, ma anche l’upupa e il passero solitario. Un’idea in più per trascorrere un periodo di vacanza in un luogo riservato e romantico, capace di regalare emozioni uniche come La Francesca Resort.

La Francesca Resort

Bonassola (La Spezia)

Tel. 0187.813911

Ufficio Centrale: via San Marco 24 – 20121 Milano

Tel. 02.6575639  Fax 02.6599301

www.villaggilafrancesca.it

[email protected]

 

Buon anno nuovo sul mare delle Cinque Terre

A La Francesca Resort di Bonassola (SP) la natura è protagonista

LaFrancesca_CapodannoLa Spezia, 4 novembre- Voglia di un Capodanno davvero alternativo? La Francesca Resort di Bonassola (SP) è la destinazione perfetta. Le luci scintillanti qui sono quelle delle stelle, che grazie ad un inquinamento luminoso pressoché assente illuminano la notte di mille fuochi; la musica che accompagna la sera è il rifrangersi delle onde del mare sugli scogli e sulla sabbia della piccola spiaggia privata; la fortuna è abbracciare chi si ama al momento della mezzanotte, immersi nell’intimità del bosco privato che circonda da ogni lato (tranne quello verso il mare!!) le casette del villaggio. Chi sceglie La Francesca Resort ha il privilegio di celebrare l’arrivo del nuovo anno circondato da una natura speciale, lontana dalla pazza folla e accarezzata dal microclima mediterraneo della Liguria. Qui il termometro non scende mai sotto lo zero, e le piacevoli giornate invernali sono frizzanti e piene di luce. L’ideale per passeggiare tra i sentieri che si inerpicano tra le colline o dirigersi, partendo direttamente dal percorso interno del villaggio, ai vicini borghi di Bonassola, splendida e colorata, o Levanto, ricca di negozietti, ristoranti e vicoli suggestivi. La proposta di La Francesca Resort include un soggiorno di tre notti (minimo richiesto nel periodo del Capodanno) in appartamento con terrazzo vista mare al prezzo speciale di 300 euro per due persone, oltre a un biglietto omaggio del treno per le Cinque Terre. In inverno si possono visitare con calma queste meraviglie: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. Romantiche e inaspettate, avvolte dal fascino dell’inverno, mostrano il loro volto più autentico agli intenditori, che scelgono appunto di godersele fuori stagione!

Giornalismo d’inchiesta e anni di piombo, ecco la nuova versione aggiornata di Fausto e Iaio di Daniele Biacchessi

Incontro con l’autore a La Francesca Resort di Bonassola (SP) Sabato 3 ottobre 2015, ore 18

Copertina_Fausto_e_IaioLa Spezia, 11 settembre, 2015- Appuntamento con il giornalismo d’inchiesta a La Francesca Resort di Bonassola (SP) sabato 3 ottobre 2015 alle ore 18, grazie all’incontro con Daniele Biacchessi, che presenta agli ospiti la nuova edizione del suo libro Fausto e Iaio. A quattordici anni dalla prima stesura il volume, che narra le indagini ufficiali e quelle parallele relative alla fine di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci detto Iaio, uccisi a 18 anni il 18 marzo 1978, due giorni dopo il rapimento di Aldo Moro, formula nella nuova edizione alcune ipotesi investigative ancora attuali, dopo le recenti inchieste su Massimo Carminati e Mafia Capitale. I due giovani vennero uccisi a Milano, in via Mancinelli, da otto colpi di pistola sparati da un commando di tre killer professionisti rimasti a oggi ignoti. In questo libro, diventato ormai un punto di riferimento per la controinformazione e il giornalismo d’inchiesta in Italia, Biacchessi racconta la storia di ragazzi uccisi per le loro idee, in una città plumbea e violenta come la Milano di allora. “Quello di Fausto e Iaio fu un omicidio organizzato da neofascisti e da uomini della banda della Magliana – sostiene l’autore -, e questa è la verità che non si potrà archiviare. E che ci dice molto su quegli intrecci fra criminalità e servizi segreti che ancora affliggono il nostro Paese”. Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore, è caporedattore di Radio24-Il Sole24 ore, ha vinto il Premio Cronista 2004 e 2005 per il programma Giallo e nero, il Premio Raffaele Ciriello 2009 per il libro Passione reporter (2009) e il Premio Unesco 2011 per lo spettacolo Aquae Mundi. Ha pubblicato venticinque libri tra inchiesta e ricostruzione storica. È anche autore, regista e interprete di teatro civile e presidente dell’associazione Arci Ponti di memoria. Ed è disponibile durante la chiacchierata con l’autore al baretto de La Francesca Resort a rispondere alle domande e alle curiosità degli ospiti.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]