Fiumi di Champagne a Corte

Giovedì 19 maggio 2016: “La cucina di Corte incontra i vini dei grandi produttori” porta all’Antica Corte Pallavicina di Polesine (PR) Madame Sophie Gonet e i suoi Champagne

image006Roma 10 Maggio – Nel 1802, quando i Dragoni di Maria Luigia, duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla, nonché moglie di Napoleone, montavano la guardia a quella che in seguito sarebbe diventata l’Antica Corte Pallavicina, a molti chilometri di distanza, Charles Gonet fondava, nel villaggio Gran Cruz di Avize la cantina che, tra varie vicissitudini ha dato origine all’etichetta conosciuta oggi in tutto il mondo come Gonet Michel, sinonimo stesso di Champagne di classe, venerato dagli amanti delle bollicine. Si prospetta dunque come un incontro storico quello che andrà in scena giovedì 19 maggio, in una serata che, resa ancora più speciale dalla presenza di Madame Sophie Gonet, porterà a Polesine (PR) le bottiglie leggendarie dell’azienda Michel Gonet, in occasione dell’ennesimo appuntamento di  “La cucina di Corte incontra i vini dei grandi produttori”, festa di sapori che combina le punte di diamante dell’enogastronomia mondiale sulle rive del Fiume Po. All’Antica Corte Pallavicina dei Fratelli Spigaroli, il menu si apre con il Culatello Platinum di 40 mesi, al quale si abbina un Blanc de Blancs Grand Cru Brut 2009, sulla tavola anche per accompagnare L’uovo a guscio bianco poché su crema di patate, fonduta di rossa di Urzano e asparagi. Il Blanc de Blancs Grand Cru Extra Brut 2008 si candida invece come partner ideale del Risotto al Parmigiano Reggiano Gran Riserva 2005, piccole regaglie e riduzione di zafferano, nonché dello storione intramezzato di spinacine in riduzione di Blanc de Blanc Grand Cru Extra Brut 2008 e caviale italiano. Si prosegue con Blanc de Blancs Grand Cru Brut Cuvée Authentique 2005 ad accompagnare la faraona ricoperta di culatello, salsa Champagne e cipolline borettane all’aceto tradizionale di Modena, e si viaggia come galleggiando verso la conclusione, tra Spuma di gorgonzola e pera caramellata, dolci, i sorbetti al buffet, e le frutte alla lampada di Davide Finardi, piccola pasticceria, caffè, tisane, infusi di bacche e frutta sotto spirito. La serata, con prenotazione obbligatoria,  si apre alle 20.00 con un aperitivo d’eccezione – che vede un Blanc de Blancs Grand Cru Brut Nature 2011 esaltare tante piccole raffinatezze – durante il quale sarà possibile visitare le storiche cantine di stagionatura dell’Antica Corte Pallavicina, le più vecchie al mondo ancora attive, con aneddoti e curiosità sulla produzione del Culatello.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com