Il cibo è sinonimo di gioia di vivere a Oberaudorf

Assaporare attivamente o ritemprare semplicemente lo spirito

{dab257ea-ee10-c6e3-5aab-4fd7785e1de2}1 Maggio – Arrosto di maiale e birra – buoni cibi e buone bevande non possono mancare in una vacanza a Oberaudorf, nella valle dell’Inn bavarese. Circa 40 ristoranti e trattorie alpine propongono delizie locali e specialità internazionali. La località turistica di Oberaudorf si trova nell’idilliaca zona prealpina nella valle dell’Inn bavarese, direttamente al confine con il Tirolo. Nella valle circondata dal Wildbarren, dal Brünnstein, dai Monti del Kaiser e dal Kranzhorn, il territorio comunale si estende fino al comparto sciistico Sudelfeld e fin quasi alla cima del Wendelstein. Assaporare attivamente o lasciare semplicemente che lo spirito si ristori – l’ambiente da sogno permette di fare questo e molto altro ancora.

Il cibo è sinonimo di gioia di vivere
La gioia di vivere di Oberaudorf si esprime attraverso il mangiare e il bere bene. Proprio come nella nostra musica per strumenti a fiato tradizionale, nel grandioso ambiente montano o nelle nostre feste. Circa 40 ristoranti, trattorie e rifugi montani attendono con una ricca offerta che spazia dalle prelibatezze locali alle specialità internazionali.
Ciò che dovreste assolutamente assaporare è l’arrosto di maiale bavarese con la crosta croccante o le salsicce bianche accompagnate da un Brezel fragrante.

Prodotti regionali
Formaggio fatto in casa, miele dall’alveare o liquore distillato in proprio: i prodotti regionali godono di grande popolarità e offrono una gioia per il palato regionale tipica della regione turistica.

Ricetta per l’arrosto di maiale

Arrosto di maiale con cotenna, sale, pepe, verdure (cipolle, carote, sedano rapa, porro), brodo di carne, eventualmente birra scura o burro. Riscaldare il forno a circa 220 °C. Incidere prima di tutto con un coltello la cotenna con tagli forma di losanga (o farla incidere al macellaio). Frizionare la carne di maiale con sale e pepe. Rosolare quindi a fuoco vivo tutti i lati. Collocare la carne con la cotenna verso il basso in una teglia o in una placca e lasciare cuocere a vapore con un po’ di brodo per circa un quarto d’ora. Questo fa sì che la cotenna si ammorbidisca adeguatamente e che diventi infine croccante al momento della cottura in forno. Girare l’arrosto, irrorare di brodo di carne bollente e rimettere in forno assieme alle verdure tagliate grossolanamente. Lasciare brasare in forno, irrorando frequentemente con il brodo di carne o con il sugo dell’arrosto stesso, in modo che l’arrosto non si secchi. Per fare in modo che la crosta sia croccante, spalmare più volte con birra o burro poco prima della fine della cottura (dipendente dalle dimensioni dell’arrosto) e gratinare brevemente nel forno caldo. Quale contorno servire a piacere degli gnocchi di pane o di patata.

Bayreuth – cultura birraia da secoli

Nella gita birraia di Bayreuth conoscerete e scoprirete i segreti dell’arte birraia, potendo apprezzare tre visite guidate tematiche, le birre franconi e due spuntini tipici.

{445e98e6-f3f1-4265-c246-838fa41da18d}1 Maggio – Bayreuth gode di un’ottima fama di città birraia. La cronaca cittadina del 1623 nomina non meno di 83 impianti di produzione di birra. La birra scura di Bayreuth tanto amata dal poeta e scrittore Jean Paul – prodotta ancora oggi da Becher Bräu – e la Maisel’s Weisse – una delle marche di birra di frumento più amate della Germania – provengono entrambe da Bayreuth. Nella gita birraia di Bayreuth, che potete effettuare individualmente in qualsiasi momento, conoscerete Bayreuth e scoprirete i segreti dell’arte birraia, potendo apprezzare tre visite guidate tematiche, le birre franconi e due spuntini tipici. Tutte le stazioni della gita birraia sono raggiungibili comodamente a piedi – in un solo giorno o in più giorni a piacere. In alternativa potete visitare le catacombe sotto la Bayreuther Bierbrauerei AG, un sistema di cantine scavato nella roccia antico di secoli, usato in passato per conservare al fresco la birra. Una tappa indimenticabile legata al tema della birra è rappresentata dal “Maisel’s Bier-Erlebnis-Welt”. In questa visita guidata attraverso il museo – citato nel Guinness dei primati quale museo della birra più completo del mondo – scoprirete la storia della birra nella vecchia sala macchine, nella sala caldaie e nella bottega del bottaio. Al termine è prevista una degustazione nell’affascinante mondo di esperienze “Liebesbier” di Maisel & Friends. Qui, i visitatori troveranno ad attenderli la cultura birraia in una nuova dimensione, con vista libera sulla caldaia. Sarà possibile ammirare i birrai al lavoro e assaporare la birra che producono. In una panetteria e in una distilleria aperte potrete assistere in diretta al funzionamento del buon artigianato francone: qui si distillano i liquori e si produce il pane. Nel “Liebesbier” si trova la birra adatta a tutti gusti. Oltre a 21 birre artigianali spillate fresche vi sono altre 80 birre in bottiglia alla mescita: birre pregiate e artigianali tipicamente franconi, classicamente bavaresi e moderne – non solo creazioni proprie, ma anche specialità di amici birrai. Il tutto abbinato a ricette di tutto il mondo, preparate con ingredienti franconi freschi.

Eccellente arte birraia tra il Chiemsee e il Königssee

I birrai locali privati offrono circa 120 birre prodotte artigianalmente e in modo innovativo, che potete assaporare assieme a un tipico spuntino bavarese nelle birrerie, nei Biergarten e negli alpeggi.

{807098cd-cba1-f173-64ac-09ebd676a971}1 Maggio – Undici birrifici gestiti dai titolari tra Chiemsee e Königssee sono sinonimo di amore e passione per l’artigianato tradizionale e per la massima qualità. Il risultato di questa passione sono circa 120 birre prodotte in modo artigianale e innovativo, premiate per la loro qualità eccellente a livello nazionale e internazionale. Così, nei dintorni del Chiemsee e del Königssee, potrete assaporare la miglior birra chiara e la miglior birra di frumento bavarese. Approfondite i segreti dei birrai locali privati e scoprite le diversissime storie dei birrifici e le innumerevoli caratterizzazioni del sapore della birra. Ovviamente potrete apprezzare la tipica ospitalità bavarese solo in loco, presso una delle birrerie dove la birra proviene spesso direttamente dalla cantina del birrificio. Assaporate e provate le birre dei birrai locali privati assieme a uno spuntino bavarese in uno splendido Biergarten o nelle tradizionali birrerie e scoprite le tipiche ricette birraie della regione, come ad esempio il gulasch alla birra o l’arrosto di maiale bavarese in salsa di birra scura. In alto sugli alpeggi assaporerete la birra con un panorama degno di un re nelle Alpi del Chiemgau e di Berchtesgaden. Se desiderate percorrere personalmente i passi dell’arte della birrificazione, i nostri mastri birrai vi inizieranno a (quasi) tutti i segreti della produzione birraia nel corso di una visita guidata al birrificio con degustazione finale. Se desiderate produrre la vostra birra personalmente, non perdete l’occasione di seguire un seminario sulla birra. Nello spaccio del birrificio o nel negozio specializzato troverete ogni genere di specialità birraia e numerosi regali e ricordi “birrai”.

Per ulteriori informazioni sui birrifici e sul tema “Vivere la birra” consultate la mappa dei birrifici, ordinabile alla pagina www.heimatbrauer.de

Franconia – Nella terra dell’oro liquido

Un viaggio di esperienze nella cultura birraia della Franconia

{6acbf746-a226-29cb-e433-57bbe303dfec}1 Maggio – I circa 300 birrifici della Franconia garantiscono la maggior densità di birrifici del mondo e una straordinaria varietà di birre – apprezzabile nelle locande dei birrifici, nei sentieri escursionistici birrai o nei seminari dedicati alla birra. L’anno 2016, in Franconia, è nel segno di un gustoso anniversario: i 500 anni del decreto di purezza verranno festeggiati degnamente nella “patria della birra”. La Franconia è un paese di Cuccagna per gli amanti della birra, con la maggior densità di birrifici al mondo, con i suoi innumerevoli piccoli birrifici e le relative locande, con le sue specialità uniche – come la birra affumicata di Bamberga o la birra a bassa effervescenza “Ungespundet” – e con le sue sontuose cantine birraie sotto antichissimi alberi. I birrai franconi danno particolare valore alla qualità della loro birra, che comincia già dalle materie prime – come l’acqua pura di fonte dei monti Rhön, il fine luppolo aromatico di Spalt o l’orzo da birra francone di prima qualità. Grazie a una gamma di offerte sfaccettata dedicata a “tutte le birre di Franconia”, in questa terra è possibile vivere il tema della “birra con tutti i sensi”. Questo è possibile grazie ai sentieri escursionistici e alle piste ciclabili tematiche, ad esempio la via dei birrifici di Ahorntal, Heiligenstadt o Aufsess. Nei musei della birra e dei birrifici – come il museo del birrificio e della bottega del bottaio Maisel’s di Bayreuth o il museo del birrificio bavarese di Kulmbach – la conoscenza non si limita alla sola teoria della birrificazione. Nelle numerose feste della birra franconi è possibile vivere con particolare intensità la cultura birraia francone. Di esse fanno parte, ad esempio, la Bergkirchweih di Erlangen, la festa di Sant’Anna di Forchheim, la Michaeliskirchweih di Fürth o lo Schlappentag di Hof. Suggerimenti per passeggiate birraie, pedalate birraie, trattorie dei birrifici dal fascino particolare, musei dei birrifici, Biergarten ovvero cantine birraie sono reperibili alla paginawww.franken-bierland.de, al pari di seminari birrai, feste della birra o tradizioni “birraie”.

Milano Beer Week 2015

Ritorna, dal 21 al 27 settembre, la settimana dedicata alle birre d’autore nei migliori locali della città

 

10928-beerweekMilano, 26 Giugno – Dopo il grande quanto imprevedibile successo ottenuto dalla prima edizione organizzata a settembre 2014, ritorna la Milano Beer Week! La seconda edizione di quello che è il primo festival birrario diffuso in città andrà in scena dal 21 al 27 settembre. Come lo scorso anno, la Milano Beer Week vuole celebrare la straordinaria ricchezza e varietà del mondo birrario insieme al talento e alla competenza dei migliori publican e chef. Quali saranno i protagonisti di quest’anno? Sicuramente ci saranno delle new entry, locali che sono stati osservati nel corso di questi mesi e che si sono meritati i riflettori della Milano Beer Week, ma l’elenco sarà svelato a poco a poco su www.milanobeerweek.it. «Alla Milano Beer Week non ci si può semplicemente iscrivere», spiega l’ideatore Maurizio Maestrelli, giornalista e beer writer, «ma ci si sceglie a vicenda. Noi facciamo una selezione e, successivamente, una proposta. Il locale decide liberamente se entrare in questa specie di club oppure no. L’importante è condividere la filosofia del progetto». La filosofia è presto detta: avvicinare al mondo delle birre il pubblico milanese senza distinzioni. «Le buone birre non appartengono solo a una certa generazione o una specifica tipologia di persone», sottolinea Maestrelli. «Noi pensiamo, anzi siamo sicuri di questa cosa, che le buone birre siano la bevanda più interclassista e trasversale esistente al mondo. La Milano Beer Week è per tutti e per ciascuno, perché si potranno assaggiare birre diversissime le une dalle altre in locali che, a loro volta, offrono atmosfera e ambientazione differenti». I preparativi per la seconda edizione della Milano Beer Week dunque fervono, sul sito www.milanobeerweek.it (completamente rinnovato) andranno online tutti gli aggiornamenti e saranno svelati un po’ alla volta i nuovi protagonisti della settimana più birraria del calendario milanese. Poi verrà il momento degli appuntamenti nei diversi locali e come lo scorso anno sarà un tripudio d’iniziative differenti: dalle degustazioni guidate dai massimi esperti italiani agli incontri con i birrai che saranno a Milano per l’occasione, dalle cene con abbinamento alle serate di musica live, dalle mostre fotografiche agli imperdibili tap takeover…

Segnate dunque le date nel vostro calendario:

Milano Beer Week 2015 – dal 21 al 27 Settembre

Keep on drinkin’ good beer!

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]