Il sogno di Billy Elliot a Milano

Teatro Nuovo dal 10 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016

BILLY ELLIOT FOTO ANTONIO AGOSTINI 3754

FOTO DI ANTONIO AGOSTINI

Milano, 30 novembre – A Milano il sogno straordinario di Billy Elliot si avvera nella magica atmosfera del Natale: il 10 dicembre arriva al Teatro Nuovo “Billy Elliot il Musical”, una grande produzione di Massimo Romeo Piparo che firma, oltre alla Regia originale, anche l’adattamento italiano, completando così una trilogia di cui ha parlato tutta la stampa europea, iniziata con “The Full Monty” e proseguita con “Jesus Christ Superstar“. Con le musiche pluripremiate di Elton John in un allestimento dal respiro internazionale realizzato dalla Peep Arrow Entertainment e Il Sistina, “Billy Elliot, il Musical” resterà in scena nel capoluogo lombardo fino al 10 gennaio accompagnando con il suo entusiasmo contagioso tutte le festività natalizie. Lo spettacolo vedrà Luca Biagini nel ruolo del padre Jackie Elliot; Sabrina Marciano in quello di Mrs. Wilkinson (la maestra di danza che scopre il grande talento di Billy); Cristina Noci nel ruolo della nonna, Donato Altomare ed Elisabetta Tulli, il fratello Tony e la mamma di Billy. Nel cast anche 30 straordinari performer coreografati da Roberto Croce. La direzione musicale è del Maestro Emanuele Friello, le scene sono di Teresa Caruso, i costumi di Cecilia Betona, l’impianto luci di Umile Vanieri. A dare vita a una delle storie più amate del cinema europeo è Alessandro Frola. Il Billy Elliot italiano è nato a Parma: occhi chiari, sguardo timido e doti straordinarie, con il suo talento ha subito colpito il regista Massimo Romeo Piparo, che l’ha scelto tra oltre milleduecento aspiranti Billy. Alessandro muove i primi passi nella scuola di Danza diretta dalla madre Lucia Giuffrida e ancora piccolissimo si guadagna una borsa di studio e un biglietto per due destinazioni top nel mondo della danza: l’American Ballet di New York e il Royal Ballet di Londra. Un palmares da campione che l’ha portato a danzare anche a Parigi e a Berlino, in Europa come in Messico e negli Stati Uniti. Insieme ad Alessandro Frola, una vera e propria schiera di piccoli talenti: Christian Roberto è Michael l’amichetto di Billy, Arcangelo Ciulla è Kevin e Billy del secondo cast. Sul palcoscenico del Teatro Nuovo anche le piccole ballerine della scuola “Settimo Ballet School” diretta da Elisa ed Eleonora Pravettoni, le allieve della classe di danza dove Billy scopre la sua passione: “Io non ho bisogno della mia adolescenza. Ho bisogno di ballare!”. Finalmente in Italia la storia del ballerino che fa sognare intere generazioni di talenti: il giovane Billy ama la danza e in una Inghilterra bigotta targata Thatcher, l’Inghilterra delle miniere che chiudono e dei lavoratori in rivolta, deve tristemente fare i conti con un padre e un fratello che vorrebbero diventasse pugile. L’amore, la passione, la voglia di farcela trionfano, così come l’amicizia tra adolescenti riesce a far superare ogni discriminazione di orientamento sessuale. Basato sull’omonimo film di Stephen Daldry del 2000, Billy Elliot The Musical ha debuttato nel West End (Victoria Palace Theatre, Londra) nel 2005 ed è stato nominato per nove Laurence Olivier Awards – il massimo riconoscimento europeo per i Musical – vincendone ben quattro. L’incredibile successo conseguito ha fatto sì che lo spettacolo approdasse anche a Broadway nel 2008 dove ha vinto dieci Tony Awards – gli Oscar del Musical – e dieci Drama Desk Awards.

Riapre il Teatro Sistina: al via da giovedì 1 ottobre una nuova grande Stagione

Giovedì 1 Ottobre riapre il sipario con Billy Elliot: una festa che celebra i 500 mila spettatori della direzione di Massimo Romeo Piparo

imageRoma, 28 settembre, 2015- Sarà il sogno di Billy Elliot il Musical a inaugurare la nuova stagione del Teatro Sistina: il prossimo 1 ottobre il sipario del Teatro più amato della Capitale si aprirà sul grande allestimento dal respiro internazionale realizzato dalla Peep Arrow Entertainment e Il Sistina, con le musiche di Elton John e la regia originale di Massimo Romeo Piparo, che firma anche l’adattamento italiano. A dare vita alla storia del ballerino che appassiona intere generazioni di talenti è Alessandro Frola, quattordici anni e un curriculum da piccola étoile, insieme con Luca Biagini (Jackie Elliot) e Sabrina Marciano (Mrs. Wilkinson). Inoltre, Cristina Noci nel ruolo della nonna, Donato Altomare ed Elisabetta Tulli, il fratello Tony e la mamma di Billy. Sul palco l’Orchestra dal vivo diretta dal Maestro Emanuele Friello e 30 straordinari performer coreografati da Roberto Croce. Una riapertura che avrà il sapore di una festa per celebrare i 500 mila spettatori raggiunti dalla direzione Piparo, dopo due anni intensi di lavoro, tra scommesse vinte e incredibili soddisfazioni. “La stagione 2015/2016 chiude un triennio di grande rilancio del Teatro Sistina. Oggi diciamo “Puoi crederci… è il Sistina!”, proprio perché la missione di rendere il Sistina il palcoscenico naturale per i grandi interpreti e i grandi classici è compiuta”, ha commentato Massimo Romeo Piparo, “il Sistina premia la tradizione ma lancia la novità. Un palcoscenico che riesce ad offrire una proposta che alterna spettacoli di grande respiro popolare a proposte di innovazione e contaminazione di generi, mettendo insieme interpreti di assoluta garanzia e nuove proposte. Il grande risultato, riportato in appena due stagioni, è quello di aver coinvolto la generazione dei giovanissimi, portandoli ad amare già il Teatro musicale, avviando quel processo di ricambio generazionale del pubblico che un luogo come il Sistina deve porsi come obiettivo primario”. Per il pubblico che sceglierà il Sistina la certezza di un cartellone pieno di emozioni e sorprese. Dal 21 ottobre, la scena sarà tutta di Serena Autieri e Paolo Conticini protagonisti di Vacanze romane, nell’ultima testimonianza teatrale del monumentale sodalizio artistico tra Pietro Garinei e Armando Trovajoli. E dopo il grande successo della prima e della seconda stagione arriva Penso che un sogno così…, con Giuseppe Fiorello che interpreta Domenico Modugno, in un viaggio allegro e nostalgico (dal 24 novembre). L’omaggio alla Capitale continua con l’attesissimo Il Marchese del Grillo (dal 9 dicembre), un grande allestimento firmato da Piparo, prodotto da Il Sistina e con le musiche originali scritte dal maestro Emanuele Friello. Dal film “cult” di Mario Monicelli, la prima versione assoluta in forma di Commedia Musicale che racconta della Roma papalina con la sottile ironia, il sarcasmo e il divertimento del Marchese Onofrio del Grillo, interpretato da un grande Enrico Montesano. Dopo il Tour Europeo, l’attore americano Ted Neeley, storico Gesù dell’omonimo film, torna (dal 20 gennaio 2016) ad incantare il pubblico romano con la sua indimenticabile interpretazione in Jesus Christ Superstar, nella straordinaria edizione firmata Massimo Romeo Piparo. Sabrina Ferilli rinnova la sua presenza al Sistina con l’ironica e sorprendente opera francese Signori… Le Pate’ de la Maison, diretta da Maurizio Micheli, al suo fianco anche sul palco con Pino Quartullo (dal 3 febbraio). E poi l’imperdibile occasione di vivere le magiche e sfavillanti atmosfere e vedere il palcoscenico del Teatro Sistina incredibilmente trasformato in una grande pista di pattinaggio con The Imperial Stars ne Il Lago dei Cigni On Ice (dal 17 febbraio). La formidabile coppia formata da Alessandro Siani e Christian De Sica farà sorridere il pubblico con Il Principe Abusivo (dal 2 marzo), mentre continuerà la nuova edizione del viaggio musicale, tra sorrisi e ricordi, di Massimo Ranieri, in Sogno o son desto 3(dal 13 aprile). Dal 28 aprile, torna anche Renzo Arbore, lo showman italiano più famoso nel mondo, con la sua Orchestra Italiana. Sul palcoscenico del Sistina anche la follia e la creatività dei cinque cialtroni più irriverenti del teatro e della Rete, gli Oblivion, che presentano The Human Juke-box (dal 4 maggio). E dal 24 maggio, Carlotta Proietti e Marco Morandi portano in scena la divertente commedia Non c’è due senza… te, con la supervisione artistica di Gigi Proietti.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]