Apre in Italia Santafixie.it, il primo negozio online di biciclette a scatto fisso

[AdSense-A]

 Xavier Claveria: “L’Italia è un mercato molto importante per noi.”

Senza-titolo-8

Santafixie (www.santafixie.it), il negozio online specializzato nella vendita di biciclette fixie, componenti ed accessori per il ciclismo urbano apre un negozio online anche in Italia per poter offrire agli italiani la possibilità di poter acquistare online biciclette a scatto fisso e poter così consolidare la sua espansione in tutta Europa. Dopo essere nata a Barcellona (Spagna) ed essersi allargata in Francia, Paesi Bassi e Regno Unito quest’anno Santafixie festeggia i suoi primi 5 anni di attività. Lo scorso anno il fatturato ha superato i 2 milioni di euro con la vendita di biciclette e componenti fixie per gli amanti dello scatto fisso e le sue bici sono state inviate in più di 30 paesinel mondo, con circa il 60% delle vendite provenienti dall’estero. “L’Italia è un mercato molto importante per noi. Un paese con grande tradizione ciclistica, con molti marchi storici che producono biciclette ed accessori, con un sacco di fan, e con grandi ciclisti. Sapevamo che il nostro prossimo paese sarebbe stato l’Italia” dice il fondatore Xavier Claveria. Solo pochi mesi fa Santafixie ha aperto un nuovo centro logistico a Barcellona, di oltre 1.100 metri quadrati. “Questo cambiamento è stato fondamentale per affrontare l’espansione internazionale ed il consolidamento dei prossimi anni”, dice Txampa, CTO della società. Un negozio in crescita che scommette sull’Italia Quando Santafixie ha chiesto ai propri partner riguardo le loro aspettative sul mercato italiano gli è stato risposto che sarebbe piaciuto anche a loro riuscire a soddisfare i clienti italiani, così come stanno già facendo con gli altri paesi dove sono già presenti. Le premesse del negozio online italiano sono più che buone grazie a costi di spedizione molto bassi ed a tempi di consegna molto brevi, che vanno dai 2 ai 3 giorni lavorativi. Poi l’offerta del miglior catalogo di biciclette fixie e componenti per lo scatto fisso in tutta Europa, un eccellente servizio di post-vendita ed assistenza al cliente in italiano sia via telefono che via e-mail faranno tutto il resto. Santafixie non è solo un negozio di bici e componenti, ma una vera e propria scommessa per una mobilità urbana alternativa, pulita, sana e, perché no, più audace ed entusiasmante. Santafixie è passione per la bicicletta, è l’idea romantica di iniziare l’attività usando un garage come magazzino per le prime bici che vendute via internet. Ed è voler essere sempre dove girano i pneumatici, sull’asfalto, grazie alle sponsorizzazioni di gare eteam di scatto fisso italiani, come l’Ursus Criterium di Trieste, il Santafixie Tremens Criterium di Milano, ed il team di ciclisti Raw Santafixie Team, che ha già partecipato al Red Hook Criterium di  Milano.

SMOG: in risposta al voto dell’Europarlamento che alza il tetto limite per le polveri sottili delle auto.

FIAB invita i cittadini a prendersi cura della propria salute adottando comportamenti sani e spostandosi sempre in bicicletta.

bici-invernoMilano, 8 febbraio 2015 – E’ sempre più accesa nelle ultime ore la protesta di tutto il mondo ambientalista contro il voto dell’Europarlamento che ha approvato, ieri, l’innalzamento del tetto limite delle emissioni degli NOx (ossidi di azoto) del 110%, a partire dal settembre 2017, permettendo così alle auto di inquinare il doppio. Invece che gli attuali 80 mg di NOx per ogni chilometro percorso da una vettura, l’anno prossimo se ne respireranno 168 milligrammi. “La salute dei cittadini non è evidentemente tra le priorità dei nostri politici e purtroppo non è un’esclusiva di quelli Italiani”, commenta anche Giulietta Pagliaccio, presidente nazionale di FIAB, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta che, con oltre 150 associazioni sparse in tutta Italia e ventimila soci, promuove attivamente da quasi trent’anni l’uso della bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico e salutare, in un quadro di riqualificazione dell’ambiente urbano ed extraurbano.  “Questo provvedimento stride pesantemente – prosegue Giulietta Pagliaccio – se si considera che arriva a pochi mesi dalla COP 21 di Parigi e dalle grida manzoniane di tutti durante il massimo picco di inquinamento degli ultimi giorni dello scorso anno. Ecco perché è ancor più necessario che siano gli stessi cittadini a prendersi cura della propria salute e quella dei propri figli, esattamente come ognuno di noi fa quando adotta comportamenti sani a titolo preventivo, quali una dieta particolare o l’attività fisica”. E aggiunge con fermezza: “Mi sento di affermare che dove non arriva il legislatore arriverà il cittadino: aumenti i limiti (di decenza) degli inquinanti per le auto? E IO non la compro o non la uso!  Certo, occorre uno scatto di consapevolezza da parte di tutti noi: ne saremo capaci? FIAB è, ancora di più, dalla parte di chi #pedalaognigiorno e, soprattutto, dalla parte di chi decide che sia giunto finalmente il momento di scendere dall’auto e di salire in bicicletta, almeno per gli spostamenti all’interno delle nostre città.”

Milano, ‘Mobilita’: da domani 3 nuove stazioni, BikeMi raggiunge quota 205

Maran: “Il bike sharing si espande sempre di più fuori dal centro città” 
di Ram
bike miMilano, 29 gennaio  – Saranno attive dalle 7.00 di domani, venerdì 30 gennaio, tre nuove stazioni di BikeMi, collocate tra via Farini e via Quadrio, in piazza Bonomelli e tra viale Brianza e via Venini. Tutte e tre saranno di tipo monofacciale e metteranno a disposizione 36 stalli. Il servizio di bike sharing raggiungerà così quota 205 stazioni attive in città, con 3.600 bici gialle in circolazione.
“La rete di BikeMi continua ad espandersi fuori dal centro e a raggiungere nuovi quartieri della città – dichiara l’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran -.  I 2 milioni e mezzo di prelievi nel 2014 dimostrano come i milanesi ormai utilizzino la bici abitualmente per spostarsi in città. Con l’arrivo della bella stagione, inoltre, arriveranno nuove stazioni e le biciclette elettriche, e i ciclisti potranno riscoprire alcuni itinerari straordinari di Milano anche grazie alla realizzazione delle Zone 30”.
Sono 70 le nuove stazioni in arrivo nei prossimi mesi. In particolare, per l’Esposizione Universale saranno installate 44 stazioni sull’asse di corso Sempione e nelle aree di Mac Mahon, Bovisa, Villapizzone, Lotto, Gattamelata, Castelli. Inoltre al gate di ingresso all’Esposizione Universale di Merlata verranno posizionate 7 stazioni che, alla fine dell’evento, saranno ricollocate in altre zone della città. Altre 26 stazioni saranno poste nei mesi successivi in zona Bicocca, Lancetti, Maciachini, Fulvio Testi e F.N. Domodossola. Tutte le stazioni saranno attrezzate per ospitare le 1.000 biciclette elettriche in arrivo per Expo.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]