Berta celebra la corporazione degli Acquavitieri Italiani

L’evento si è tenuto lo scorso 27 Maggio nella sede dell’azienda a Casalotto di Mombaruzzo

Senza-titolo-5

Roma, 30 Maggio – È un evento che celebra le radici e la storia di un prodotto italiano per eccellenza, la grappa, ma è anche un momento che rende omaggio a uomini e donne che rappresentano nel mondo il meglio del nostro Paese. Si tratta dell’annuale appuntamento dedicato alla Corporazione degli Acquavitieri Italiani organizzato da Distillerie Berta e tenutosi lo scorso 27 maggio nella sede dell’azienda a Casalotto di Mombaruzzo, in provincia di Asti. Durante la cerimonia di venerdì scorso, denominata Capitolo Solenne, la Corporazione ha assegnato l’investitura a nuovi Cavalieri e Dame d’Onore della Confraternita, premiando così coloro che hanno saputo distinguersi nel loro ambito professionale e chiedendo al contempo un impegno nel promuovere la conoscenza del nobile mestiere della distillazione. A ricevere questo prestigioso riconoscimento sono stati quest’anno: Pietro Lacàita; Davide Paganini; Camilla Nata; Enrico Valobra; Luigi Chiamenti; Carlo Pizzigoni; Daniele Adani; Pietro Supparo; Pinuccia Boatti; Alessandro Campi; Francesco Calvi Parisetti; Domenico Rossi; Michele Boccardi; Carlo Romano; Vitaliano Maccario; Roberto Capelli; Luciano Uras; Mario Caruso; Dario Stefàno; Federico Cavozza; Antonella Dragotto. L’investitura è avvenuta in un’atmosfera suggestiva, capace di rievocare la storia secolare di questo distillato, alla presenza di rappresentanti dell’imprenditoria italiana, della moda, del giornalismo e dell’arte. La Corporazione degli Acquavitieri Italiani è nata nel 2004 dall’idea di sette soci fondatori, tra cui Gianfranco Berta. Essa si ispira alle confraternite che nel XVII secolo raccoglievano i distillatori con l’intento di preservare l’arte della grappa e i suoi segreti. Tra le Dame e i Cavalieri si contano numerosi volti noti della televisione, dell’informazione e dello sport come Marisa Laurito, Luciana Littizzetto, Stefano Masciarelli, i giornalisti Sergio Rizzo e Gianantonio Stella, gli ex-calciatori Roberto Bettega e Antonio Comi. Partita da una serie di incontri conviviali tra amici che condividevano l’amore per la grappa, la Corporazione è divenuta il portabandiera di una importante eredità ma anche un’associazione con un ruolo sociale e culturale, capace di dare vita a occasioni di dibattito e confronto su tematiche che spaziano dall’economia all’attualità.

Eventi Gheusis da Giugno a Settembre

TERENZI: COW BOY TRA I VIGNETI DA GIUGNO A SETTEMBRE

Senza-titolo-1

Roma, 29 Maggio – Diventare cowboy per un giorno, passeggiando a cavallo tra i vigneti oppure vivere l’esperienza di salire in sella ai magnifici purosangue maremmani, accompagnando i famosi Butteri del grossetano in una tipica giornata di lavoro a cavallo tra gli affascinanti panorami della Toscana. Sono queste alcune delle proposte di Terenzi, cantina con wine resort di Scansano che invita turisti e wine lovers a scoprire un mestiere antico come quello dei Butteri, sperimentandolo in prima persona. L’iniziativa si protrarrà, su prenotazione, da giugno a settembre, e sarà anche un modo inedito per scoprire uno degli angoli incontaminati della Toscana e un momento affascinante come quello della vendemmia. Il wineshop dell’azienda offre una vista splendida sui vigneti dove vivono in libertà caprioli e cinghiali. Un rifugio lontano dal caos, in cui assaporare sfavillanti tramonti e (su prenotazione) piatti semplici e prodotti della tradizione (tortelli, pappardelle al ragù di cinghiale, salumi locali e bruschette con olio di propria produzione).

Per informazioni: http://www.terenzi.eu 

Immagini e video: http://www.terenzi.eu/#!immagini-e-video/cq9nk 

 CUVAGE

CUVAGE DES ARTISTES: IL METODO CLASSICO PER TELETHON

Nata sotto il segno dell’amore per l’arte e del metodo classico di qualità, la cantina Cuvage intraprende un viaggio che fa della solidarietà per Telethon la sua destinazione più ambita. Il metodo classico firmato dall’azienda di Acqui Terme sposa infatti l’arte internazionale di Sergi Barnils, dando vita a Cuvage des Artistes, un progetto che quest’anno sostiene Telethon, per la ricerca impegnata nella lotta contro l’Osteogenesi imperfetta, conosciuta anche come “Malattia delle Ossa di Vetro”, da tre anni sotto la guida dalla dott.ssa Antonella Forlino, dell’Università di Pavia. L’unione tra questo raffinato spumante e l’arte si esprime in una veste ricca di colori, che accompagna 1.500 bottiglie di metodo classico Cuvage de Cuvage Pas Dosè e Nebbiolo d’Alba Doc Rosè Metodo Classico Cuvage: due delle prestigiose opere prodotte dall’artista catalano sono state infatti riprodotte sui rivestimenti con uno sliver, in un’edizione speciale e limitata. Vere e proprie opere d’arte, acquistabili presso la cantina di Acqui Terme (AL) oppure in occasione degli eventi organizzati da Cuvage e attraverso le quattro aste benefiche che avranno luogo a Milano, Forte dei Marmi, Torino e Verona. Un piccolo gesto per contribuire al sostegno di una ricerca vitale.

Per maggiori informazioni sull’azienda: http://cuvage.com

 IL METODO CLASSICO CUVAGE ESALTA IL GENIO DI SALVADOR DALÌ

Dal 16 luglio al 4 settembre 2016, i riflettori della cantina Cuvage e dei suoi spumanti metodo classico si accenderanno sulle opere ed il talento di Salvador Dalì, nell’ambito di “Materie dialoganti”, la mostra allestita all’interno del Palazzo Liceo Saracco di Acqui Terme (AL), in occasione della 45° edizione dell’Antologica acquese. L’unione tra la prestigiosa cantina di Acqui Terme e l’arte eterogenea di Dalì pennellerà i tratti dello spumante Metodo Classico in una cornice onirica, durante l’inaugurazione della mostra venerdì 15 luglio, alle ore 18.30, all’interno del Palazzo Liceo Saracco di Acqui Terme. Cuvage regalerà inoltre un’esperienza unica: l’abbinamento tra la visita alla sua “cattedrale delle bollicine” e quella alla mostra dedicata a Dalì. La proposta dell’azienda piemontese è un tour che porta alla scoperta dei segreti dello spumante Metodo Classico e allo stesso tempo invita ad ammirare le tele del maestro spagnolo. A coloro che visiteranno la cantina, per tutta la durata della mostra, Cuvage offrirà infatti l’ingresso omaggio all’esposizione di Palazzo Liceo Saracco ad Acqui Terme, che continuerà fino al 4 settembre 2016.

Per maggiori informazioni sull’azienda: http://cuvage.com

 BERTA

IL RELAIS VILLA PRATO APRE LE PORTE : BENESSERE CON LA GRAPPATERAPIA

 A maggio, la storica residenza settecentesca Villa Prato, trasformata dalla famiglia Berta in un esclusivo relais, apre le sue porte a coloro che vorranno rigenerare mente e corpo tra il silenzio delle colline e il profumo delle varietà di piante aromatiche e officinali.  Sei suite dotate di ogni confort e 800 metri quadri di relais de charme immersi nel verde, racchiudono un concentrato di benessere che saprà conquistare ogni visitatore, offrendo viste mozzafiato sullo scenario naturalistico di Langhe, Roero e Monferrato. Esperienze come la sauna, il bagno turco, la fontana del ghiaccio, il percorso Kneipp, l’idromassaggio, la palestra e la piscina termale doneranno un’energia positiva rigenerante a chi cederà il passo alle emozioni. Un’esperienza del tutto esclusiva renderà inoltre il soggiorno davvero indimenticabile: si tratta della grappaterapia, un trattamento di bellezza che nasce dal cuore della distillazione. A base di estratti di uva, ricchi delle proprietà antiossidanti dei polifenoli e dei flavonoidi contenuti nelle vinacce, questi prodotti di bellezza aiuteranno a contrastare l’invecchiamento cellulare, a purificare la pelle, tonificare la microcircolazione periferica, ad idratare e donare nutrizione proteica, lipidica, vitaminica e minerale. Bagni, fanghi e massaggi, creme e impacchi: una vera e propria terapia innovativa dai principi attivi esclusivamente naturali, nata nel relais de charme Villa Prato.

E-mail: [email protected] •••   www.distillerieberta.it

 AIS VENETO

AIS VENETO BRINDA AL VINCITORE DEL PREMIO DEDALO MINOSSE CINEMA

 

Nella città del Palladio, sarà infatti una quattro giorni all’insegna del connubio fra cinematografia e architettura, quella promossa dalla delegazione vicentina di Ais Veneto, in occasione della prima edizione del Premio Dedalo Minosse Cinema. La manifestazione, in programma dalle ore 21.00 di tutte le sere comprese fra l’8 e l’11 giugno, presso il Palladio Museum di Vicenza, porterà sul grande schermo una selezione di film italiani, usciti nel biennio 2014-2016, che vedono come protagonista la figura dell’architetto. Per l’occasione, i prestigiosi vini prodotti dai Consorzi di Gambellara, Colli Berici, Breganze e Durello, legati ad Ais Veneto, partner dell’iniziativa, brinderanno all’inaugurazione durante la prima serata. Ciascun film sarà impreziosito dall’intervento di studiosi, registi, scrittori, critici, sceneggiatori, produttori e architetti, che prenderanno parte all’evento, all’interno del cortile di Palazzo Barbarano e della sala delle conferenze (Palladio Museum, contrà Porti 11, Vicenza) e al termine della programmazione, una giuria internazionale proclamerà l’opera che meglio ha espresso la complessità di questo mestiere. La partecipazione alla manifestazione è gratuita ed è resa possibile dalla collaborazione di ALA-Assorchitetti con la Regione del Veneto, il Comune di Vicenza e l’Ordine degli Architetti di Vicenza.

 

Per informazioni: [email protected]

Il Relais Villa Prato apre le porte: benessere con la grappaterapia

Dopo Villa Castelletto, Distillerie Berta inaugura un nuovo hotel con vista sul Monferrato. Da maggio sarà possibile concedersi una fuga dalla routine in una storica dimora del ‘700

museoRoma 11 Maggio – Il cuore di Mombaruzzo batte in un’oasi di relax all’insegna della grappaterapia, fra gli affascinanti paesaggi delle Langhe, Roero e Monferrato, divenuti Patrimonio dell’Unesco. A maggio, la storica residenza settecentesca Villa Prato, trasformata dalla famiglia Berta in un esclusivo relais, apre le sue porte a coloro che vorranno rigenerare mente e corpo tra il silenzio delle colline e il profumo delle varietà di piante aromatiche e officinali. Sei suite dotate di ogni confort e 800 metri quadri di relais de charme immersi nel verde, racchiudono un concentrato di benessere che saprà conquistare ogni visitatore, offrendo viste mozzafiato sullo scenario naturalistico di Langhe, Roero e Monferrato. Esperienze come la sauna, il bagno turco, la fontana del ghiaccio, il percorso Kneipp, l’idromassaggio, la palestra e la piscina termale doneranno un’energia positiva rigenerante a chi cederà il passo alle emozioni. Un’esperienza del tutto esclusiva renderà inoltre il soggiorno davvero indimenticabile: si tratta della grappaterapia, un trattamento di bellezza che nasce dal cuore della distillazione. A base di estratti di uva, ricchi delle proprietà antiossidanti dei polifenoli e dei flavonoidi contenuti nelle vinacce, questi prodotti di bellezza aiuteranno a contrastare l’invecchiamento cellulare, a purificare la pelle, tonificare la microcircolazione periferica, ad idratare e donare nutrizione proteica, lipidica, vitaminica e minerale. La pelle non potrà che guadagnarne in salute e splendore, assumendo un aspetto più luminoso e levigato grazie alle riconosciute proprietà rigeneranti e idratanti degli acini e dell’olio di vinacciolo. Bagni, fanghi e massaggi, creme e impacchi: una vera e propria terapia innovativa dai principi attivi esclusivamente naturali, nata nel relais de charme Villa Prato. Le grotte sotterranee ospiteranno infine l’aromaterapia: un’avventura sensoriale unica, che trae origine dai profumi ricavati dagli oli essenziali, dalle spezie e dagli aromi dei pregiati distillati di casa Berta. Tante le esperienze da ricercare in questo angolo del Piemonte e offerte da Distillerie Berta: Villa Castelletto, il Castello di Monteu Roero, oltre alla storica distilleria a Casalotto di Mombaruzzo, dove è possibile degustare le grappe d’invecchiamento, i distillati e il tradizionale amaretto morbido di Mombaruzzo, prodotto da Berta con il marchio Carlo Moriondo (http://www.moriondocarlo.it/) e visitare ilMuseo degli alambicchi e bottiglie d’epoca e la Fondazione per SoloPerGian che ospita anche le opere di Elisi per il Sociale, realizzate dai ragazzi con disabilità psico-intellettive e relazionali della cooperativa milanese Fraternità e Amicizia Onlus.

I particolari trattamenti proposti a base di grappaterapia sono:

 

  • Trattamento viso alla vinaccia Berta (50 minuti)                                  

Grazie ai polifenoli presenti nelle vinacce, dalla forte azione antiossidante, svolge un’azione antinfiammatoria e di contrasto dei radicali liberi, rallentando i processi di invecchiamento. Una vera vacanza per la vostra pelle!

 

  • Peeling corpo antiossidante ai Vinaccioli & Zucchero (50 minuti)

Delicato trattamento esfoliante ed antiossidante, che favorisce il rinnovamento cellulare e rallenta il processo di invecchiamento cutaneo.

 

  • Fango avvolgente corpo alla vinaccia (50 minuti)                                           

Impacco totale, che, grazie alla presenza di vinacce ed alghe, svolge un’azione antiossidante, drenate e snellente.

 

  • Massaggio al cuoio capelluto (25 minuti)                                                           

Muscoli cranici e cuoio capelluto saranno i primi a beneficiare di questo massaggio, che oltre a rinforzare i capelli, dona un effetto rilassante a tutto il corpo, allentando la tensione nervosa.

 

  • Trattamento mani con crema alla vinaccia e paraffina

Trattamento fortemente emolliente ed idratante. Grazie ad una piccola sauna di calore, regala una pelle soffice e priva di imperfezioni. La paraffina è un’alleata preziosa per la bellezza delle mani: idrata l’epidermide e la rende morbidissima al tatto.

 

  • Trattamento piedi con crema alla  vinaccia e paraffina

Trattamento fortemente emolliente ed idratante. Grazie ad una piccola sauna di calore, regala una pelle soffice e priva di imperfezioni. La paraffina è un’alleata preziosa per la bellezza dei piedi: idrata l’epidermide e la rende morbidissima al tatto.

 

  • Massaggio all’uva e olio di vinaccioli (50 minuti)

Massaggio rilassante con olio derivante dalle vinacce Berta.

Berta: relax nel Monferrato tra grappa, castelli e Amaretti

Grazie alla storica Distilleria piemontese, un percorso guida i turisti tra manieri, visite al museo della distillazione e degustazioni d’eccellenza in un’oasi immersa nel verde.

su1-580x333Roma, 18 gennaio – Chi vuole immergersi nelle eccellenze dell’affascinante paesaggio delle Langhe, Roero e Monferrato, ha a sua disposizione un’oasi immersa nel verde, tra i saliscendi divenuti Patrimonio Unesco. Si tratta di Distillerie Berta (www.distillerieberta.it), non solo una delle aziende storiche di questo angolo del Piemonte, non solo la prima realtà a dare vita a grappe d’invecchiamento bensì un microcosmo dedicato ai distillati, dove è possibile degustare anche l’amaretto morbido di Mombaruzzo, prodotto da Berta con il marchio Carlo Moriondo (http://www.moriondocarlo.it/), visitare il museo della  grappa, passeggiare in oltre 8 ettari di verde, tra il silenzio delle colline e le numerose specie di alberi, anche da frutto, piantati nel corso degli anni. Berta offre ai turisti tutto questo ma anche Villa Castelletto, un resort in cui si uniscono camere arredate con charme e un ristorante che propone in chiave moderna i sapori del territorio. A chi vuole spingersi ancora oltre, concedendosi una visita unica, Berta apre le porte del proprio castello, quello di Monteu Roero, che ha accolto anche Federico II e Federico Barbarossa. L’azienda offre dunque un’esperienza unica, un itinerario che unisce la storia della distillazione a quella con la “S” maiuscola. Una ricca offerta a cui l’anno prossimo si aggiungerà un esclusivo relais-centro benessere dove, tra i vari trattamenti, sarà possibile effettuare delle sedute dell’innovativa grappa-terapia.

Ecco in sintesi il percorso che il visitatore può effettuare:

IL MUSEO: TRA ALAMBICCHI E BOTTIGLIE D’EPOCA –  Nel museo interno alla sede di Mombaruzzo, ideato da Annacarla Berta e dalla designer Jessica Koba, sono raccolti gli strumenti per la produzione della grappa e per il lavoro nei campi, dal 1800 ai primi del 1900. Tra questi, anche una parte dell’impianto originale del 1947. Un percorso lungo il quale si vede in maniera chiara l’excursus dalla grappa “grezza” delle origini al distillato di oggi, parallelamente all’evoluzione della vita nei campi e nelle botteghe artigiane. Alambicchi, bolle di concentrazione, distillatori e la collezione di bottiglie Berta dal primo modello a oggi, raccontano la storia della distilleria e del contesto in cui si è sviluppata.

UN’OASI TRA LE COLLINE – Il parco naturalistico si estende per circa 8 ettari intorno allo stabilimento di Mombaruzzo. Lungo i saliscendi immersi nel verde e nel silenzio delle colline, si incontrano querce, ulivi secolari, mandorli, noccioli, pioppi e alberi da frutta. A fare da contorno, il profumo di una sessantina di varietà diverse di piante aromatiche e officinali che diventano gli ingredienti base dei liquori prodotti da Distillerie Berta, come la sambuca Dianisè, l’Amaretto Di Mombaruzzo, l’amaro d’erbe DiBerta, l’assenzio la Favola Mia. Al centro del parco, sono state installate tre cornici in legno che inquadrano altrettanti punti chiave dell’azienda: l’abitato di Casalotto da cui proviene la famiglia, le incantevoli colline tutelate dall’Unesco che caratterizzano tutto il paesaggio circostante e la sede dell’azienda, punto di incontro fra questi elementi.

VILLA CASTELLETTO – È il luogo ideale per godersi una vacanza in completo relax tra le colline del Monferrato (http://www.bertadimore.it/it/villacastelletto/home). Una moderna struttura alberghiera dotata di tutti i comfort necessari a rendere unica la permanenza: la piscina immersa nel verde, le stanze curate in ogni dettaglio, il ristorante in cui poter degustare i piatti tipici della tradizione piemontese, accompagnati dalle grappe invecchiate Berta.

CASTELLO DI MONTEU ROERO – Il Castello di Monteu Roero (http://www.castellomonteuroero.it/), recentemente acquistato dalla famiglia Berta e reso fruibile per il pubblico permetterà ai visitatori di ammirare uno dei gioielli del Roero, abitato da Federico Barbarossa e da Federico II. Il castello contiene una ricca collezione di affreschi mentre la biblioteca presenta una raccolta di testi molto antichi, in gran parte relativi alle discipline farmacologiche e mediche. Le visite guidate sono organizzate dall’Associazione Culturale Bel Monteu:  è consigliata la prenotazione, chiamando il 333 7678652.

RELAX E GRAPPATERAPIA  – A maggio 2016 l’offerta si arricchirà con l’inaugurazione di Villa Prato, una storica dimora settecentesca situata nel cuore di Mombaruzzo acquistata dalla famiglia Berta e trasformata in un esclusivo centro benessere da 800 metri quadri. Un relais de charme con sei suite dotate di ogni confort. Sauna, bagno turco, fontana del ghiaccio, percorso Kneipp, idromassaggio, palestra e piscina termale saranno a disposizione dei visitatori, che potranno usufruire anche di un trattamento molto particolare: la grappa terapia. Gli estratti dell’uva diventeranno infatti prodotti cosmetici naturali dalle proprietà antiossidanti, grazie ai polifenoli e ai flavonoidi contenuti negli acini, con cui effettuare bagni, massaggi e impacchi. Inoltre, nelle grotte sotterranee gli ospiti potranno dedicarsi all’aromaterapia, arricchita dai profumi degli oli essenziali, delle spezie e degli aromi dei pregiati distillati di casa Berta.

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]