Siria, più del 50% dei cattolici italiani aderisce al digiuno chiesto dal Papa per la pace

banners-jornada-orac-siria-ITAAlle 18,30 il via alla ‘Giornata di preghiera e digiuno per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero’. Dalle 19  la veglia e, subito dopo la meditazione del Santo Padre, l’adorazione eucaristica in cinque tappe

 Roma, 7 settembre- “La pace è un bene che supera ogni barriera, perché è un bene di tutta l’umanità”. Con questo tweet dall’account @Pontifex, il Papa ieri aveva ribadito l’invito alla giornata odierna di preghiera per la pace in Siria, rivolto a cattolici e non, comunque a tutti gli uomini di buona volontà. In Italia l’invito è stato raccolto dal 55% dei cattolici praticanti, circa un cittadino su quattro. Il via alle 18.30 quando verrà letto il testo dell’Angelus con cui domenica il Papa aveva convocato la giornata. Alle 19 in punto inizierà la veglia vera e propria preceduta dall’intronizzazione della Madonna ‘salus populi romani’, cui seguirà la recita del rosario. Questa prima parte si concluderà con la meditazione del Papa, prevista per le 20.30. A questo punto avrà inizio l’adorazione eucaristica scandita in cinque tempi, ognuno dei quali precede una lettura biblica sul tema della pace, una preghiera di Pio XII sul tema della pace, invocazioni in forma responsoriale per chiedere la pace, il canto, l’offerta dell’incenso, il silenzio per l’adorazione personale. Al termine di ognuno dei cinque tempi dell’adorazione cinque coppie di persone – in rappresentanza di Siria, Egitto, Terra Santa, Stati Uniti e Russia – faranno l’offerta dell’incenso. Continue Reading

Vaticano, Italia e Argentina in udienza. Il Papa: “siete uomini prima che campioni”

papa_francesco1In attesa dell’incontro amichevole di domani all’Olimpico  le squadre incontrano Francesco.

Roma, 13 agosto – ”Prima di essere campioni siete uomini, con i vostri problemi e le vostre aspirazioni”, lo ha detto papa Francesco ricevendo in Vaticano in udienza le delegazioni delle squadre nazionali di calcio Italia e Argentina. Il calcio, sport molto amato dal Pontefice, non deve perdere ”il carattere sportivo” che viene espresso in campo da “bellezza, gratuità e cameratismo, non c’è posto per individualismi” sottolinea Bergoglio. Continue Reading

Brasile. Il saluto del Papa a Copacabana non placa la protesta

Papa Francesco a Rio de JaneiroBergoglio a Copacabana con un milione di giovani. Ma dietro l’angolo si agita la protesta contro gli sperperi del governo

Roma, 26 luglio – La quarta giornata di papa Francesco in Brasile  è stata dedicata  alla festa dell’accoglienza dei giovani della Gmg. Più di un milione di ragazzi hanno accolto Bergoglio che ha sfilato sul lungomare di Copacabana a Rio de Janeiro in papa mobile. “Grati a Benedetto XVI che ci ha convocati qui” ha detto il papa salutando i giovani al suo arrivo, omaggiando il predecessore sempre presente nelle sue parole. Continue Reading

Rio de Janeiro in attesa del Papa tra proteste e repressione della polizia

Brasile: il Papa atteso per lunedì ma la gente è esasperata e grida contro le troppe spese sostenute

BRASILE-PROTESTE-2Roma, 20 luglio – Il 21 luglio Papa Bergoglio toccherà il suolo brasiliano per la celebrazione della Giornata Mondiale della Gioventù,  che terminerà dopo 7 giorni di messe, visite a favelas, santuari, ospedali, e incontri con i giovani.

Ma dopo gli scontri delle scorse settimane, in seguito a manifestazioni di piazza della popolazione contro gli sprechi di denaro per i mondiali che si terranno in Brasile, contro la corruzione e per una distribuzione più equa del reddito, il clima è incandescente e la preoccupazione resta alta in attesa dell’evento: “il Papa è sereno — dice padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa vaticana —, sa che le manifestazioni non sono contro di lui o contro la Chiesa e ha la più totale fiducia nelle capacità delle autorità brasiliane nel fronteggiare la situazione”. Continue Reading

Scandalo Ior, arrestato dalla Guardia di Finanza un alto prelato

In manette anche un broker e un funzionario dei servizi segreti

Roma, 28 giugno – Un alto prelato di Salerno, monsignor Nunzio Scarano, un broker e un funzionario dei servizi segreti dell’Aisi, Giovanni Maria Zito,  sono stati arrestati questa mattina a Roma dal Nucleo di polizia valutaria della Guardia di Finanza, per corruzione e truffa.  L’operazione è avvenuta nell’ambito dell’inchiesta sullo Ior della Procura di Roma anche se, a quanto si apprende, gli arresti farebbero parte di un filone autonomo. La notizia arriva a distanza di qualche giorno dall’istituzione ,da parte di Papa Bergoglio, di una commissione proprio per vigilare sull’istituto bancario, con lo scopo di “raccogliere puntuali informazioni sull’andamento”.

ior

XXVI Giornata mondiale lotta alla droga. Oggi al via “Nemmeno di striscio”

nds13Competizioni sportive,concerti, incontri ed infopoint si svolgeranno in tutta Italia fino al 27 giugno.

Roma, 21 giugno – Si aprono oggi, venerdì 21 giugno, le iniziative organizzate nell’ambito della campagna “Nemmeno di striscio”, promossa da Modavi Onlus, Asi Ciao e Opes Italia per celebrare la 26esima Giornata mondiale per la lotta alla droga, fissata dall’Onu nel giorno del 26 giugno. Gazebo informativi, incontri sportivi ed eventi culturali e musicali si susseguiranno in tutta Italia fino a giovedì 27 giugno, per lanciare un messaggio chiaro contro ogni dipendenza. Tra le tante iniziative, i tornei sportivi di beachsoccer, beachvolley e beachrugby presso la manifestazione Cancelli Village, sulle rive di Castelporziano (Roma); i tornei di baseball, rugby e basket organizzati dall’Associazione Fenice Julia in collaborazione con il Comune di Fogliano (Gorizia); il torneo Memorial Nino Troìa a Montelepre (Palermo), il Meeting di Frascati di Atletica Leggera e l’adesione dell’intero team ciclistico VPM Porto Sant’Elpidio in occasione del Gran premio internazionale Città di Corridonia (Macerata). Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]