L’alta gioielleria delle Marche di Bellissimo – since 1861 a Singapore

Bellissimo –since 1861 arriva fino a Singapore alla fiera internazionale della gioielleria SIJE 2015

 image1San Benedetto del Tronto, 8 luglio – Continua il percorso di promozione internazionale della manifattura orafa made in Marche nel mondo. Questa volta l’alta gioielleria marchigiana firmata Bellissimo –since 1861 arriva fino a Singapore. Dopo il successo negli Emirati Arabi, il gruppo di Bellissimo continua infatti a rafforzare l’immagine del brand attraverso la partecipazione ad importanti fiere del settore, e l’organizzazione di brillanti eventi promozionali, cocktail, esposizioni di pezzi artistici selezionati, allestimenti speciali in location private.Destinazione di questa nuova missione commerciale del gruppo Bellissimo è la fiera internazionale della gioielleria di Singapore, la SIJE – Singapore International Jewelry Expo 2015, dal 2 al 5 luglio al Marina Bay Sands Expo and Convention Centre, un modernissimo centro composto da hall per meeting, convention ed esposizioni, sale dotate di attrezzature ad alta tecnologia, e un complesso in cui sono inseriti hotel dotati di cascate e sky park sulla sommità, un museo, punti vendita di brand internazionali del lusso, ristoranti, teatri, locali, casinò, in un mix tra business e divertimento veramente unico. La fiera SIJE è l’evento più rappresentativo del settore nel mercato del Sud-Est Asiatico, con ben 180 espositori da 20 Paesi differenti del Mondo. E’ un appuntamento dedicato sia ai buyer e operatori che al pubblico e racchiude un sunto della migliore produzione e design gioielliero internazionale.L’abbondanza di gemme naturali e risorse legate al mondo dei preziosi nei Paesi Asiatici, insieme ad un importante incremento nel 2014 nel numero di individui ad alto reddito nella società di Singapore, fornisce un’opportunità impareggiabile di sviluppare velocemente un nuovo importante mercato della gioielleria proprio a Singapore.L’evento fieristico SIJE diventa un vero e proprio attrattore nei confronti di target d’alto livello, sia personaggi influenti della società di Singapore, che buyer e distributori del settore e acquirenti d’alta fascia dalla Cina e dall’India, i due mercati asiatici maggiormente competitivi, trasformandosi quindi nell’appuntamento clou per chi è alla ricerca di preziosi, accessori moda di lusso e produzioni orafe d’altissima manifattura e qualità delle materie prime. Il gruppo di designer e creativi di Bellissimo che dà vita con successo a queste azioni di promozione commerciale internazionale (le creazioni del marchio Bellissimo sono in vendita anche sul nuovo shop online www.bellissimo1861.it) guidato dal presidente di Art For Job, Sandro Angelini, è composto da: Marco Meletti, con la raffinatezza della gioielleria classica artigianale, rappresentante del gioiello italiano senza tempo, incontro tra buon gusto e creatività, che ha proposto una pregevole selezione di gioielli con particolari pietre preziose di colore. E ancora, dalle inesauribili idee e il design contemporaneo di Sigismondo Capriotti, che s’ispira alle colorate cupcake e alla più fantasiosa pasticceria, per proporre i deliziosi gioielli, da mangiare con gli occhi, della collezione “La Vita Dolce”.  E poi, dalla creatività del designer Roberto Gatti che non finisce di stupire con le eleganti produzioni d’alta gioielleria ispirate dalla multiculturalità, ricche di contaminazioni ed esperienze che percorrono il mondo in lungo e in largo, dall’Europa agli Emirati Arabi, Stati Uniti, America Latina, Sudafrica.Le novità di Bellissimo continuano con la collezione di gioielli-scultura del designer Silvano Zanchi: vere opere artistiche da indossare in cui l’oro è modellato, in forme inaspettate, intorno a pietre dalle rare sfumature. Per continuare con Loredana Corbo che presenta la sua collezione di creazioni e accessori moda, con un mix spensierato e affascinante di pietre semipreziose, materiali naturali e argento, puntando su colori glamour come l’ametista e il quarzo verde, per un total look in stile totalmente italiano. La fantasia poi non ha confini nelle forme e nelle volute dei gioielli-merletto di Maria Traini, il frutto di una preziosa collaborazione con la cooperativa Oikos, per la realizzazione di una collezione che ha già trovato un grande riscontro a Dubai: una linea di bijou e accessori d’alto artigianato che unisce la tradizione delle antiche tecniche del merletto a tombolo a fuselli di Offida (AP) con il design contemporaneo più leggiadro e d’effetto.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]