Cina : nuovo codice penale disattende diritti umani

25388Amnesty International monitora il nuovo codice penale cinese e denuncia: non tiene conto dei diritti umani

 Roma, 21 luglio – Il primo Gennaio 2013 sono entrati in vigore gli emendamenti al Codice di Procedura Penale apportati dall’undicesimo Congresso Nazionale del Popolo della Repubblica Popolare Cinese – quinta sessione. Si tratta del secondo cambiamento del Codice del 1979, dopo quello avvenuto nel 1996. In sostanza una modifica attesa da 15 anni. Amnesty International ne ha analizzato per sei mesi l’attuazione ed è arrivata alla conclusione che il nuovo codice di procedura penale cinese ha reso legali una serie di violazioni dei diritti umani mentre i pochi miglioramenti introdotti non vengono rispettati. Ma quali sono le modifiche che rappresentano un passo in avanti per il diritto procedurale penale cinese in tal senso? Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]