Tavolozza d’autunno: i luoghi del foliage

[AdSense-A]

 

Una mappa tutta italiana per vivere lo spettacolo di rossi e arancioni che ha reso celebre il New England: ecco dove fotografare le suggestioni delle foglie che cambiano colore e provare tartufi, vini e altre delizie.

Senza-titolo-27

Sotto i piedi un tappeto croccante, sopra la testa un caleidoscopio di rossi, gialli e arancio. Finalmente è autunno e tempo di foliage, un turismo che conta numerosi fan e che ha reso celebri le foreste sterminate di aceri del New England. Ma non c’è bisogno di andare negli States, anche in Italia ci sono luoghi speciali dove la natura usa tutta la propria tavolozza ottobrina, uno spettacolo da fotografare e pubblicare su Instagram. Soprattutto, in Italia l’autunno ha un gusto speciale: di tartufi e vino novello, di castagne e prodotti tipici da assaggiare con la natura sullo sfondo. Ecco la nostra mappa:

Castello di Petroia

Tra lecci, cerri e querce, quello umbro è un autunno show. Sono 300 gli ettari di boschi intorno al millenario Castello di Petroia, a qualche chilometro da Gubbio (PG), ed è qui che oltre a guardare in su le foglie, si deve guardare in basso, ossia dove si nasconde il prezioso tartufo. Da scovare con un cacciatore esperto affiancato dal suo bracco, vederlo uscire dal suo rifugio nascosto, pronto per essere spazzolato e cucinato, freschissimo, in un’esperienza davvero avvincente. La caccia al tartufo si può vivere dall’inizio sino alla tavola soggiornando al Castello di Petroia dal 1° ottobre al 22 dicembre 2016. Un’offerta speciale, che include una notte di soggiorno al maniero in camera doppia, due ore di caccia con Cesare e il suo cane Stella, una cena completa di bevande e di quattro portate ovviamente a base del tartufo raccolto durante la giornata, preparata dallo chef stellato Walter Passeri, maestro delle tipicità locali umbre.

Per informazioni: Castello di Petroia

Tel. 075 920287

Sito web: www.petroia.it

Area vacanze Alpe di Siusi

Sull’altipiano più grande d’Europa lo spettacolo pittoresco dei boschi in autunno è quasi senza paragoni. Dopo le lunghe passeggiate color arancio, nell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol) la fine dell’estate segna l’inizio di un periodo ricco e goloso. Un mese intero, dal 1° al 31 ottobre 2016, dedicato ai prodotti tradizionali. È laDispensa di Fiè allo Sciliar, un mese gastronomico che dopo 38 anni è diventato anche un libro di ricette, in cui campeggiano i piatti forti: dalla testina di vitello in agrodolce con finferli e pomodori, allo Spiedino di cervo con patate al rosmarino e funghi porcini grigliati. Per tutto ottobre e novembre 2016 poi, osterie e dispense si aprono per la gioia dei buongustai che possono girovagare tra le vette, di maso in maso, alla scoperta di piatti e prodotti tipici, come prevede l’usanza del Törggelen. Ad attenderli speck, salumi e formaggi, accompagnati dal croccante Schüttelbrot e da una fetta di profumato strudel.

Per informazioni: Alpe di Siusi Marketing (Seiser Alm/Südtirol)

Tel. 0471709600

Sito web: www.alpedisiusi.info

 

Val d’Ega

L’autunno delle Dolomiti è una stagione da vivere nei boschi. In Val D’Ega (BZ) organizzano Sette giorni di Natura e Bosco, una serie di escursioni alla ricerca dei tesori autunnali, alla scoperta dei colori, dei sapori e della fauna di questo Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO. Dal 24 settembre all’8 ottobre, una delle più belle foreste d’Europa, ai piedi delle famose montagne Catinaccio eLatemar, diventa lo scenario di un pacchetto vacanziero che promette di regalare emozioni fuori dall’ordinario. Nella prima delle due Settimane Natura e Bosco,dal 24 settembre all’1 ottobre, sono inclusi l’escursione guidata “Alla ricerca di sani tesori autunnali tra boschi e prati”, quella con osservazione mattutina della selvaggina e colazione sulle sponde del lago di Carezza e il percorso alla segheria “Latemar” e alla vecchia segheria “veneziana” di Nova Levante. Nella seconda, dall’1 all’8 ottobre, sono invece compresi un’escursione guidata con osservazione serale della selvaggina e piccolo spuntino tipico, l’itinerario “Vivere il bosco e conoscere la selvaggina“ con l’educatore forestale Andreas Kircher e merenda presso il maso Stadlalm e, ancora, la visita a due segherie.

Per informazioni: Val D’Ega Turismo

Tel. 0471619500

Sito web: www.valdega.com

Adriana Family Hotel

Gli alberi cambiano colore e si riflettono sulle acque del Lago di Ledro: è l’autunno dell’Adriana  Family Hotel (TN) un angolo di tranquillità incastonato tra le montagne nel cuore del Trentino Alto Adige. Il paesaggio ricco di spunti e luoghi di interesse storico e naturalistico, è un sito privilegiato da cui ammirare le trasformazioni stagionali, tra cime, valli, canyon, cascate e castelli. E per gustare i prodotti d’alpeggio non mancano malghe e rifugi. Per godere del fascino di questo particolare periodo dell’anno, dal 3 al 28 ottobre 2016 e ancora dal 1° al 6 novembre, l’Adriana  Family Hotel, del consorzio italiano specializzato in vacanze per famiglie Italy Family Hotels, propone il pacchetto “Favola d’autunno”.

Per informazioni: Italy Family Hotels

Tel. 0541394851

Sito web: http://www.italyfamilyhotels.it/

B&B Il richiamo del bosco

Querce, faggi e castagni non sono mai stati così belli: è il mese di ottobre. A 15 chilometri da Parma, sui pendii di Sala Baganza, c’è il bosco in cui amava passeggiare la duchessa Maria Luigia sollevando i suoi lunghi strascichi. È il Parco Regionale dei Boschi di Carrega, meta ideale per itinerari fotografici adatta ad ogni gamba perché dolcemente collinare. Per soggiornare proprio in mezzo alla natura del Parco c’è il B&B Il Richiamo del Bosco, a Sala Baganza (PR). I prezzi partono da 80 euro in camera matrimoniale e comprendono una ricca prima colazione a buffet e l’aperitivo di benvenuto. Per assaporare l’autunno a tavola, invece, all’agriturismo La Macchia Tonda di Calestano (PR) il menù propone ricette a base di tartufo nero di Fragno.

Per informazioni: Il Richiamo del Bosco

Tel. 0521338699 – 3358388895

Sito web: www.ilrichiamodelbosco.it

Autunno, tempo di benessere

[AdSense-A]

 

Programmi dedicati a salute e benessere per rigenerarsi nel dolce clima dei Colli Euganei, approfittando delle virtù terapeutiche di Acqua e  Fango termale con la consulenza medico specialistica dei professionisti del Medical Hotel

Senza-titolo-18

Un clima particolarmente mite, il profumo del mosto che arriva dalle cantine in cui nascono apprezzati vini Doc e Docg, la serenità del paesaggio che incantò poeti e viaggiatori, giornate ancora lunghe che permettono – una volta terminate le cure termali – di dedicarsi ad escursioni, attività sportive, visite a Padova, Venezia e alle altre vicine città d’arte: sui Colli Euganei, parco naturale e letterario, ma anche e soprattutto luogo termale di eccellenza fin dai tempi dei Romani, l’autunno è dolce e invita al relax, del corpo e dell’anima. Verdi rilievi nel cuore Veneto, che nei secoli hanno affascinato uomini di cultura e richiamato ospiti da tutto il mondo, attratti dalla bellezza dei luoghi e dalle straordinarie proprietà terapeutiche dell’acqua ipertermale (con temperatura superiore a 67°), che sgorga generosa dal sottosuolo e fa del comprensorio il bacino termale più importante d’Europa. L’Ermitage Bel Air Medical Hotel di Abano Terme, fra i primi hotel termali della zona, gestito da quattro generazioni con competenza e passione dalla famiglia Maggia, propone per l’autunno (il momento migliore dell’anno per andare alle Terme) una serie di programmi che hanno per comune denominatore il benessere e la salute. Tutti sono basati sulle riconosciute proprietà degli elementi termali e sull’efficacia dei servizi di riabilitazione e medicina fisica che la struttura di Abano, primo Medical Hotel della Regione Veneto, può garantire grazie alle sinergie offerte dal centro medico poli-specialistico interno al resort termale esclusivamente dedicato al recupero fisico degli ospiti in cura. L’Ermitage ha 3 sorgenti termali private con una portata di oltre 10.000 litri al minuto: le loro acque sono al centro dell’attività dellostabilimento termale interno all’hotel, che gli ospiti – dopo il preventivo controllo medico – possono frequentare uscendo dalle camere comodamente in accappatoio. Punta di diamante sono le cure con fango e acqua, elementi terapeutici unici ed inimitabili, il cui principio attivo antalgico e antiinfiammatorio è scientificamente certificato e protetto da un brevetto europeo. Integralmente naturale, l’argilla bio-termale utilizzata dall’Ermitage proviene da un laghetto situato ad Arquà Petrarca, sui Colli Euganei. La sua maturazione in acqua termale dura almeno 60 giorni e gli conferisce la plasticità e le caratteristiche chimico-fisiche che lo rendono terapeutico. Fra le molte proposte dell’Ermitage per un autunno rigenerante, tutte con assistenza medica di base, ciascuno può trovare quella che fa al caso suo. Eccone alcune:

La terapia dolce e naturale contro l’invecchiamento articolare

Ideale per la prevenzione dell’invecchiamento osteo-articolare, il Programma Termale Dolce 7 notti si basa sulle cure termali classiche, attraverso sedute di Fango-balneo-terapia e un cicli di Massoterapia.

Alimentazione, Terme e Fitness dedicati alla prevenzione cardio – vascolare

Per chi vuole approfittare delle terme per rimettersi in forma, il Programma Fit mira a prevenire le malattie metaboliche, ridurre il grasso in eccesso e far recuperare la capacità aerobica. Abbina i cicli di Fango-balneo-terapia e Massoterapia ad un Programma nutrizionale e Cardio fitness interamente personalizzato sull’età e sulle esigenze fisiche di ogni singolo cliente. Il programma è definito insieme a un medico specialista della nutrizione e agli operatori del centro laureati in fisioterapia e scienze motorie a seguito di specifici test fisiologici che vengono ripetuti a fine soggiorno per analizzare i risultati.

Acqua Termale e chinesi terapia per migliorare autonomia e capacità di movimento

Ideato per la cura del dolore e il recupero della funzione motoria, il Programma Fisio abbina il potere terapeutico dell’acqua all’efficacia della medicina fisica a indirizzo riabilitativo e prevede, sotto consulenza medico specialistica sia ortopedica che fisiatrica, sedute di idro-chinesi terapia individuali e un ciclo di Sedute personalizzate di Fisioterapia a secco.

I piaceri dell’ozio

Per chi ha poco tempo a disposizione è stato messo a punto il Programma Otium con un con programma breve, ma efficace, di cure termali.

Sos cervicali e schiena

[AdSense-A]

 

Alto Adige. Anche in autunno, benessere e salute a Terme Merano.

Senza-titolo-11

Collo rigido, dolore diffuso alle spalle, mal di schiena sono i più comuni sintomi che derivano dal disturbo cervicale e che si fanno sentire di più nel cambio di stagione. A volte, in assenza di patologie specifiche, può essere sufficiente sciogliere nodi e tensioni che si sono accumulati nel tempo. Terme Merano ha messo a punto nuovi trattamenti ad hoc, che si aggiungono ai pacchetti del centro Spa & Vital dedicati al benessere della schiena.

Benessere di schiena e cervicale

Tra le novità 2016 di Terme Merano, un trattamento specifico si prende a cuore il benessere di questa parte del nostro corpo così sensibile: è il Massaggio schiena-cervicale-testa, che con delicatezza va a rilassare le rigidità localizzate.  Specifico invece per tutto il dorso è il pacchetto Benessere per la schiena, altra novità 2016, intensivo e riattivante. Si inizia con una seduta in Cabina a infrarossi (max. 40 min.), si prosegue con un Massaggio schiena intensivo (45 min.) e a seguire ingresso di 2 ore alle Terme Merano. Le novità vanno ad arricchire l’offerta già ampia del centro Spa & Vital. Si va dal Massaggio terapeutico mirato, che contribuisce ad alleviare disturbi fisici  al Massaggio sportivo per sciogliere tensioni muscolari e rigidità articolari dopo l’attività sportiva o l’affaticamento fisico, e ancora il Massaggio parziale schiena.

Schiena in forma con la natura

Anche la natura contribuisce alla salute, in particolare a Terme Merano, dove il centro Spa & Vital è all’avanguardia sull’utilizzo di ingredienti altoatesini. È così che il miele, oltre ad essere un compagno fidato di colazione e merenda, diventa anche un ottimo alleato per il benessere, grazie al Massaggio alla schiena con miele altoatesino, dall’effetto disintossicante. Schiena in forma anche con il pacchetto “Profumi altoatesini” comprensivo di: Bagno salino al pino mugo dell’Alto Adige (20 min.), Massaggio alla schiena con essenze altoatesine (20 min.) e ingresso di 2 ore alle Terme. Per un’esperienza di benessere romantica, oltre che salutare, si può scegliere il pacchetto “Relax per due”, dall’effetto calmante, rilassante e rivitalizzante. Si inizia con un Peeling con schiuma di sapone alla mela per due (20 min.), si prosegue con un Bagno con olio aromatico per due (20 min.), un Massaggio alla schiena per due con vari oli aromatici a scelta (20 min.) e per finire un ingresso di 2 ore alle Terme.

Splendido autunno

Relax e passeggiate nella natura. Una vacanza a Merano è l’ideale per staccare la spina dalla routine quotidiana. Tra le strutture partner delle Terme l’hotel Meranerhof****S propone il pacchetto “Tempo per due – offerta romantica”, valido dal 6 agosto al 14 ottobre 2016. L’offerta comprende: 3 pernottamenti in camera doppia con vista sulle montagne, 1 bottiglia di Prosecco in camera, colazione in camera su richiesta e cena gourmet di quattro portate, sorpresa romantica, 1 ingresso di 3 ore piscine e saune a Terme Merano

Gli italiani cercano l’amore sul web

Per affrontare meglio l’autunno ormai dietro l’angolo, aumenta l’utilizzo dei siti di incontri: a cercare l’amore sul web è il 71% degli italiani. É quanto risulta da un’indagine di Aristofonte.com, il portale di incontri che si rivolge ai single di tutte le età.

Gli-italiani-cercano-sempre-di-pi-l-amore-sul-web-c205c2e612d36a448a2958282fc939d5Roma, 10 settembre, 2015- Più di 2 italiani su 10 sono iscritti a un portale di incontri, il 10% addirittura a 2 o più portali. E c’è poi chi l’amore o un’avventura la cerca nei social network e negli altri portali web: il 71% degli italiani. È quanto risulta da un’indagine di Aristofonte.com, il portale di incontri che si rivolge ai single di tutte le età per una vasta gamma di potenziali relazioni, dall’amicizia al matrimonio. Ma il dato più sorprendente che emerge dalla ricerca di Aristofonte.com è che il corteggiamento «online» è il canale preferito dall’89% delle persone, mentre incontrarsi per caso, ad esempio in un locale, è diventato fuori moda. L’«offline», infatti, resta il canale preferito solo dall’11% degli italiani. E anche dopo il primo appuntamento secondo Aristofonte.com Internet prevale come luogo dove continuare a incontrarsi virtualmente, scambiando messaggi e condividendo foto e altri contenuti. «A cambiare maggiormente di pari passo con il diffondersi di questa modalità di socializzazione virtuale è che per chi decide di cercare un partner sul web oggi non c’è che l’imbarazzo della scelta: la rete offre maggiori possibilità di selezionare il partner più affine e lo schermo del computer aiuta ad essere più aperti e diretti»puntualizzano i responsabili di Aristofonte.comAltra curiosità messa in evidenza da Aristofonte.com è che con il rientro dalle vacanze l’utilizzo dei siti di incontri è aumentato considerevolmente: si rientra alla quotidianità, agli impegni professionali e anche alla ricerca con rinnovato impegno dell’anima gemella per potere meglio affrontare l’autunno che ormai è dietro l’angolo.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]