Autostrade: Terre degli Equi contro aumento A-24 insostenibile

Mario Innocenzi: “Sulla carta sono stati promessi tanti investimenti per giustificare gli aumenti tariffari e il rinnovo delle concessioni senza gara”

di Romolo Martelloni

A24-PanoramicROMA, 6 gennaio – “L’Autostrada più’ cara d’Europa aumenta ancora i pedaggi. Una situazione insostenibile per far piacere alla lobby dei concessionari e in particolare all’Autostrada dei Parchi l’A24”. E’ la critica dell’Associazione Terre degli Equi, il territorio che abbraccia molti paesi tra Lazio e Abruzzo a ridosso dell’autostrada A24 percorsa quotidianamente da chi si reca a Roma o l’Aquila per lavoro.  “La politica lobbystica dei concessionari che sta letteralmente impoverendo tutta la mobilità del Paese. È inaccettabile dover sostenere nuovi aumenti dei pedaggi autostradali perché lo vogliono le lobby a scapito dei cittadini, che già devono affrontare una crisi economica generale», ha detto in proposito Mario Innocenzi consigliere comunale di Marano Equo. «Nonostante i gestori autostradali – sottolinea l’Associazione Terre degli Equi – abbiano ridotto i costi di gestione con l’automatizzazione, la riduzione dell’occupazione e della sicurezza, continuano a vedersi, autorizzati dal Governo, aumenti di tariffe del tutto ingiustificati. La rete autostradale è la più vecchia d’Europa e già abbondantemente ammortizzata, i traffici sono in ripresa e sono stati sempre in crescita nel passato trentennio, esclusi gli ultimi due anni. I 23 concessionari continuano a realizzare extra-profitti, senza avere vincoli di tutela dell’ambiente e di miglioramento del servizio. Sulla carta sono stati promessi tanti investimenti per giustificare gli aumenti tariffari e il rinnovo delle concessioni senza gara”. Secondo Innocenzi, infine ” I gestori hanno imposto al Governo la logica della rendita di posizione monopolista in contrasto con gli interessi generali di sviluppo, con la tutela dei consumatori e le norme europee». 

Al via al piano ristrutturazione rete aree di servizio autostradale: più efficienza ed economicità

Ministro Guidi e Ministro Delrio firmano decreto su cui c’è parere favorevole Conferenza Regioni

Un addetto alla pompa di benzina incrocia le braccia nel giorno dello sciopero dei benzinai a Roma 18 giugno 2014. ANSA/ANGELO CARCONI

Roma 7 agosto 2015 – Maggiore economicità ed efficienza nei servizi autostradali a favore dell’utenza per l’esercizio sia delle attività commerciali e ristorative, sia delle attività di distribuzione di carburanti e lubrificanti. È l’obiettivo del decreto firmato oggi dal Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi e dal Ministro delle Infrastrutture e dei Traporti Graziano Delrio che approva il piano di ristrutturazione della rete delle aree di servizio autostradali, sul quale è stato ottenuto il parere favorevole della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Il decreto contiene l’elenco delle aree, il cronoprogramma e il Documento Procedurale che definisce le modalità di espletamento delle gare per l’affidamento dei servizi di distribuzione dei carbolubrificanti e delle attività commerciali su tutte le 463 aree di servizio autostradali, compresa la rete ANAS e i raccordi e tangenziali. Il Piano di ristrutturazione è stato elaborato sulla base degli Atti di Indirizzo dei Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti e dello Sviluppo Economico del 29 marzo 2013 e del 29 gennaio 2015.  Nel Piano sono previste misure di razionalizzazione della rete delle aree e misure di rivisitazione delle modalità dei servizi all’utenza, finalizzate:

–          all’esercizio in alcune aree da parte di uno stesso soggetto delle attività oil e non oil, per consentirne l’esercizio in termini economici;

–          all’accorpamento della gestione di alcune aree di servizio, prevalentemente ubicate in corrispondenza dello stesso punto sui due sensi di marcia;

–          all’ampliamento dei servizi di rifornimento self-service, in particolare nell’orario notturno, ma assicurando comunque la presenza del personale;

–          alla chiusura in prospettiva di un numero limitato di aree di servizio la cui gestione economica, anche con le modalità sopra indicate, non risulta comunque possibile.

 

Nel Piano è stata posta particolare attenzione alla necessità della salvaguardia dei livelli occupazionali, stabilendo precise indicazioni nei bandi di gara per ridurre al minimo la possibile perdita di posti di lavoro del personale sia dei servizi di ristorazione, sia dei servizi di distribuzione carburanti.

Autostrade: sospeso sciopero dopo intesa al MISE

La decisione è stata presa a seguito di una riunione tecnica richiesta al ministero dalle Associazioni sindacali dei gestori degli impianti di distribuzione carburanti

Un distributore di benzina a Roma, 01 ottobre 2013.   ANSA / ETTORE FERRARI

Roma, 18 giugno  – Si è svolta ieri  presso il Ministero dello Sviluppo Economico la riunione tecnica richiesta dalle Associazioni sindacali dei gestori degli impianti di distribuzione carburanti per proseguire l’esame sulle problematiche legate alla ristrutturazione della rete delle aree di servizio presenti sulle reti autostradali e alle prossime gare. All’incontro – presieduto dal Sottosegretario Simona Vicari – hanno partecipato dirigenti del MiSE e del MIT, le organizzazioni sindacali dei gestori, dei concessori autostradali e dei servizi di ristorazione, l’Unione Petrolifera e i rappresentanti delle Regioni interessate. Sulla base della condivisione delle proposte derivate dal dialogo con le associazioni sindacali e le altre associazioni del settore il MiSE e il MIT ritengono di poter concludere entro il mese di giugno la predisposizione del piano di ristrutturazione sul quale sarà acquisito il parere delle Regioni. A fronte della richiesta da parte del Mise e del MIT le associazioni sindacali hanno quindi annunciato la sospensione dello sciopero indetto per i giorni 24 e 25 giugno. “Le organizzazioni sindacali, nel sospendere lo sciopero hanno dimostrato grande senso di responsabilità. Ora lavoriamo per concludere l’iter per le date annunciate”, ha dichiarato il Sottosegretario Vicari al termine della riunione”.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]