Roma, 20enne muore investito dall’autobus: l’autista continua la corsa

Il conducente si è fermato solo dopo essere stato raggiunto dalla polizia. Avrebbe detto di non essersi accorto di aver travolto il ragazzo

Alessandro Di Santo-3Roma, 1 marzo – Un ragazzo di 20 anni Alessandro di Santo è morto dopo essere stato investito da un bus la notte di venerdì 27 febbraio a piazza Venezia. Stando a quanto emerso, l’autista avrebbe continuato la corsa e si sarebbe fermato solo dopo essere stato raggiunto dalla polizia alla quale ha dichiarato di non essersi accorto di aver travolto il ragazzo. Il giovane è morto all’ospedale San Giovanni. Il 30enne autista dell’autobus di Atac, avrebbe raccontato che mentre era fermo in piazza Venezia, intorno alle 3.50 di venerdì notte, si sarebbero avvicinati al finestrino sinistro del mezzo alcuni ragazzi, apparentemente ubriachi, che volevano salire sul bus da quel lato, ma essendo fuori dall’area di fermata lo stesso avrebbe ripreso la corsa senza accorgersi di aver investito il giovane. I passeggeri, circa 60, confermano il racconto dell’autista e avrebbero affermato di non essersi accorti di nulla. Come riferito da una nota dell’Agenzia per la mobilità di Roma l’autista sarebbe risultato negativo ai test sull’assunzione di alcol e droga. I vigili del VII Gruppo Appio stanno acquisendo le immagini delle telecamere per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente che sarà accertata dall’indagine, già in corso, da parte delle autorità competenti.

Max Ulivieri denuncia: io disabile lasciato in strada dall’autobus

MUlivieriIl 43enne bolognese affetto da distrofia muscolare racconta la sua disavventura estiva dalle pagine di ‘Repubblica’: abbandonato in strada dal bus attrezzato per il trasporto disabili

Roma, 20 agostoE’ amareggiato Max Ulivieri, 43enne bolognese affetto da distrofia muscolare, che ha deciso di denunciare la sua disavventura estiva attraverso le pagine di ‘Repubblica’. E’ rimasto per un giorno intero bloccato a Piombino, in Toscana: “Avevo chiesto 48 ore prima un mezzo attrezzato ” – spiega, – “ ma quando è arrivato ha tirato dritto e non si è fermato”. Continue Reading

Lutto nazionale: l’Italia piange le vittime dell’incidente in Irpinia

vittime_incidente_autobus_irpiniaStamane si sono tenuti a Pozzuoli i funerali e a piangere le trentotto vittime sono accorse centinaia di persone, molte autorità. Tra i presenti anche il presidente del Consiglio Enrico Letta.

 

Roma, 30 luglio – L’Italia piange oggi le sue vittime innocenti, i pellegrini morti a seguito dell’incidente del bus in Irpinia. Oggi è lutto nazionale.

Stamane si sono tenuti a Pozzuoli i funerali e a piangere le trentotto vittime sono accorse centinaia di persone, molte autorità. Tra i presenti anche il presidente del Consiglio Enrico Letta. “Ci stringiamo alla comunita’ di Pozzuoli, ferita da questa immane tragedia – afferma il Premier  – Piangiamo insieme ai suoi abitanti. Conosco la laboriosità dei puteolani che si risolleveranno proprio nel nome e in memoria dei suoi morti”. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com