Il piacere di pedalare tra i monti dell’Austria del sud

La pista ciclabile della Drava (Drauradweg – R1) unisce tre nazioni europee: Austria, Slovenia e Italia.  Accanto alle infinite occasioni per scoprire il paesaggio e la sua gente, lungo la ciclabile s’incontrano 50 trattorie e alberghi certificati “Drauradweg Wirte”, che viziano gli ospiti con squisite specialità della cucina carinziana dell’Alpe-Adria.

 

copyright_Karnten_Werbung_HeikoMANDL_Nockberge0223 Aprile – La pista ciclabile della Drava ha il suo punto di partenza nella piana di Dobbiaco, in Italia. Grazie alla sua larghezza e alla sua pendenza, questo tratto è molto adatto alle famiglie con bambini piccoli. Il primo cartello “Willkommen in Kärnten” (benvenuti in Carinzia) compare già a Oberdrauburg. Qualche pedalata più avanti è possibile fare una deviazione per Irschen, il villaggio delle erbe ai piedi del gruppo del Kreuzeck: un gioiello naturale nascosto, tutto da vedere, sentire, annusare e gustare. Costeggiando i fianchi boscosi delle Gailtaler Alpen, con le loro erte cime rocciose, si prosegueverso Spittal an der Drau. Il magnifico palazzo rinascimentale Porcia, nel cuore del capoluogo distrettuale, è fra gli edifici storici più importanti della zona del lago Millstätter See. Al suo interno è ospitato un museo etnologico (Museum für Volkskultur) che merita una visita anche per la sua iniziativa dedicata ai bambini (“Museums für Kinder” – MUKI). Da qui si pedala tranquillamente per 40 chilometri lungo la Drava prima di arrivare a Villach. La città a poca distanza dai confini sloveno e italiano riserva innumerevoli attrattive ed escursioni per ogni gusto e per ogni età. Alle KärntenTherme di Warmbad Villach i muscoli stanchi per le lunghe camminate si rilassano piacevolmente nella calda acqua termale. Il castello di Landskron, sopra il lago di Ossiach, è una meta turistica ideale in particolare per le famiglie, grazie agli spettacoli di uccelli rapaci in volo e all’Affenberg, il monte delle scimmie. Chi vuole godersi una meravigliosa vista sulla Carinzia può salire comodamente con la cabinovia Kanzelbahnin vetta all’Alpe Gerlitzen, a 2000 metri d’altitudine. Per concludere in bellezza la tappa ciclistica si può fare una bella gita in battello sul lago di Ossiach o lungo la Drava. La tappa da Villach a Völkermarkt è fra le più varie di tutta la ciclabile della Drava. Vale assolutamente la pena di fare delle deviazioni ai vicini laghi balneabili con acque piacevolmente calde (fino a 28°) : Wörthersee, Faaker See o Klopeiner See, luoghi ideali per un bel tuffo in acqua. Per entrare a contatto diretto con la storia della Carinzia, non bisogna perdere una visita a Frög, vicino a Rosegg, dove sono state rinvenute interessanti sepolture del periodo di Hallstatt. Proseguendo attraverso la valle Rosental, la pista segue in gran parte comode vie alzaie sugli argini. Un altro punto d’interesse lungo il percorso è Ferlach, città di armaioli famosa nel mondo. Gli ambienti fluviali della Drava, con la loro ricca fauna, i panorami mozzafiato sulla catena delle Caravanche, Völkermarkt con il suo museo cittadino e il ponte ferroviario più alto d’Europa… queste sono solo alcune delle grandi attrattive da scoprire lungo la pista ciclabile della Drava, nella Carinzia del sud. La zona intorno al lago più caldo d’Austria, il Klopeiner See, da anni punta sul tema della bicicletta. Per questo i cicloturisti e i biker ritrovano le migliori condizioni per una vacanza attiva, rigenerante e varia in mezzo alla natura. La rete di piste ciclabili ben sviluppata si può esplorare in autonomia oppure con un’esperta guida cicloturistica. Voglia di vivere qualcosa di nuovo? Salire dal fiume in cima al monte? Il Petzen Flow Country Trail, lungo 10 chilometri e con 1000 metri di dislivello, è fra i percorsi per mountain bike più spettacolari d’Europa. Chi non è provvisto di attrezzatura, può noleggiarla direttamente alla stazione di partenza della funivia del Petzen. Dal confine austriaco presso Lavamünd, in una o due tappe giornaliere si raggiunge Maribor, in Slovenia.

Informazioni utili per programmare il viaggio:

Sul sito www.touren.kaernten.at

Informazioni per il pubblico: www.carinzia.at

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]