Dal Vertice di Ventotene un richiamo alla centralità della Cultura per la rinascita dell’Europa

[AdSense-A]

 

Apprezzamento dell’iniziativa da parte del Presidente di Assomusica, Vincenzo Spera

Senza-titolo-2

Assomusica, l’Associazione Italiana degli organizzatori e produttori di Spettacoli Musica dal vivo, esprime convinto apprezzamento per l’iniziativa del Premier Matteo Renzi al vertice di Ventotene, volta a sostenere il ruolo e la centralità della Cultura per una rinascita dell’Europa, e all’importanza del rilancio dei luoghi stessi della Cultura. “Assomusica accoglie con grande soddisfazione l’iniziativa del nostro premier” dichiara il presidente Vincenzo Spera. “Finalmente, grazie alle azioni del Governo Renzi e del Ministro Franceschini, anche la cultura inizia ad avere il giusto riconoscimento e peso europeo, e comincia a prendere forma l’auspicata legge europea sulla musica, alle cui linee guida Assomusica sta collaborando insieme agli uffici del presidente della Commissione Cultura Silvia Costa. L’auspicio è che proprio a Ventotene, nell’ambito della politica culturale, si possa trovare il lancio di questa nuova legge. L’auspicio è che il Piano Juncker possa essere utilizzato anche per il finanziamento delle industrie culturali e creative”. La musica è una delle espressioni artistiche più apprezzate dal pubblico e sensibili ai grandi cambiamenti del mondo, e l’Italia è uno dei principali paesi  europei quanto a patrimonio e tradizione nel settore. Considerare il suo rilancio e soprattutto una sua legislazione europea, tenuto conto del ruolo strategico nell’ambito delle attività artistiche e culturali del Paese, è di fondamentale importanza.“È lodevole che il Governo italiano sostenga il patrimonio culturale, e spetta a tutti continuare a lavorare insieme affinché anche la musica, parte integrante della Cultura, abbia la dovuta centralità,  riconoscimento e regolamentazione, anche in Europa, e sia finalmente presente con azioni propositive e coese” conclude il presidente Spera.

Assomusica, legge sulla Musica dal Vivo: raccolto l’appello

[AdSense-A]

Il Disegno di Legge a prima firma dell’On. Roberto Rampi e sottoscritto da altri 16 Deputati del PD rappresenta un’ottima base di partenza per colmare un gap normativo che non ha eguali in Europa 

Senza-titolo-21

ASSOMUSICA, l’Associazione Italiana degli organizzatori e produttori di Spettacoli Musica dal vivo, esprime convinto apprezzamento per la Proposta di Legge “Delega al Governo, per la disciplina delle attività musicali contemporanee popolari dal vivo” (AC 3842) firmata da 17 deputati del Partito Democratico. “Assomusica accoglie con grande soddisfazione la presentazione alla Camera dei Deputati della Proposta di legge Delega al Governo”, dichiara il presidente Vincenzo Spera, “e ringrazia, per la determinazione e l’iniziativa, gli Onorevoli Rampi, Arlotti, Ascani, Blazina, Bonaccorsi, Carocci, Cominelli, D’Ottavio, Gribaudo, Malisani, Malpezzi, Manzi, Narduolo, Pini, Raciti, Sgambato, Tentori, che, dopo anni di discussioni, si sono fatti promotori di una proposta condivisibile, lodevole nei contenuti e negli intenti, per disciplinare in maniera organica e puntuale le molteplici esigenze di un settore importante per il nostro Paese, come quello della musica popolare contemporanea, prevedendo anche un fondo per la promozione di questa filiera creativa, importante per la Cultura e per l’economia nazionale. Ancor più, sono grato personalmente per la menzione della nostra Associazione nel testo della Proposta di Legge riportando anche le analisi e le cifre delle nostre indagini di settore. Vorrei cosi condividere questo risultato con gli oltre duemila sostenitori, tra artisti e addetti ai lavori, dell’appello per una legge sulla musica, che lanciammo alcune settimane fa (http://www.assomusica.org/it/appello.html#.V2ASUI6R2eI).

Musica-630x350

Mi preme inoltre qui ribadire l’importanza del lavoro comune svolto in questi ultimi due anni a stretto contatto con Parlamentari di entrambe le Camere e, soprattutto, del lavoro di elaborazione e proposte elaborate insieme ad Anci, Arci, Patto per la Musica, Rete dei Festival, l’industria discografica tutta e operatori dell’intera filiera live”. Il Disegno di Legge intende disciplinare con compiutezza il settore delle attività musicali contemporanee popolari dal vivo, con l’obiettivo di conferire un assetto organico e razionale al settore e di prevedere un suo rilancio, tenuto conto della sua importanza strategica nell’ambito delle attività artistiche e culturali del Paese. E’ ora auspicio di ASSOMUSICA che il Governo possa fare tesoro di queste proposte e previsioni legislative quando partirà l’esame del DDL sullo spettacolo dal vivo, atteso per le prossime settimane in Parlamento. “Siamo convinti che una Legge Quadro sulla Musica sia non più rinviabile per colmare definitivamente un gap normativo e culturale che non ha eguali in Europa. E’ il last call per il nostro Paese e ritengo che, con la collaborazione di tutti, questa volta possiamo farcela”, conclude il presidente Spera.

“La Musica dal Vivo: possibili scenari” A Roma convegno promosso da Assomusica

L’incontro si terrà il 19 Maggio nella sede dell’Agis. Sarà presentato il primo rapporto organico del comparto della musica live. Tra gli ospiti il cantautore e produttore discografico Mario Lavezzi

 

image003Roma, 18 Maggio – “La Musica dal Vivo: possibili scenari!”: è questo il tema dell’interessante incontro promosso da Assomusica – Associazione Italiana Organizzatori e Produttori spettacoli di musica dal vivo – che si terrà il prossimo giovedì 19 Maggio, nel corso del quale saranno analizzati e confrontati gli attuali scenari del comparto della musica live in Italia e nei principali Paesi Europei, in occasione dell’assemblea annuale dell’associazione, che compie quest’anno 20 anni. L’esigenza del convegno – afferma Vincenzo Spera, presidente Assomusica – scaturisce dal periodo storico che stiamo vivendo, molto importante dal punto di vista dei mutamenti socio-culturali e dalle incertezze del mercato. Con i rappresentanti di settore in Europa e delle Istituzioni affronteremo e discuteremo delle grandissime potenzialità del live e analizzeremo lo stato del sistema che si muove attorno alla musica dal vivo”. L’incontro si terrà dalle ore 14.30 nella sede Agis di Via di Villa Patrizi 10 a Roma. Dopo i saluti di Carlo Fontana (Presidente Agis), saranno illustrati i risultati della prima ricerca organica sul comparto della musica dal vivo, realizzata in collaborazione con il Cerved. Interverranno la Dott.ssa Nicla Ferrante – coordinatrice progetti di consulenza di marketing turistico e della cultura – e la Dott.ssa Luisa Sovieni – Area Marketing Solutions – Cerved Group SpA. Con il presidente Vincenzo Spera, siederanno al tavolo dei relatori: Onofrio Cutaia (Direttore Generale Spettacolo del MiBACT);Corinne Rigaud (European Commission – Directorate General for Education and Culture – Culture and creativity – Creative Europe programme); il Sen. Pietro Liuzzi (Commissione Istruzione Pubblica, beni culturali – Senato); il Sen. Claudio Martini (Commissione Istruzione Pubblica, beni culturali – Senato); l’On. Roberto Rampi (Commissione Cultura, Scienza e Istruzione – Camera dei Deputati);l’On. Rocco Buttiglione (Commissione Politiche dell’Unione Europea – Camera dei Deputati); Carlo Testini (Responsabile nazionale Cultura ARCI); il Prof. Jens Michow – President BDV- Federal German Association for the Promoters and Event Business/Seniorpartner law firm “Michow&Partner Rechtsanwälte” (Germania); Greg Parmley – Managing Director ILMC/IQ Magazine (Inghilterra); Georges Perot – Founder&Managing Director MESO Music Events (Grecia); Didier Zerath – The DZ Factory, AMA-France Artist Manager’s Alliance (Francia). A seguire, Suggestioni di un artista: intervista a Mario Lavezzi (compositore, cantautore e produttore discografico tra i più celebri della musica italiana) sulla condizione della musica live, osservata dal punto di vista dell’artista, di chi produce e realizza musica per le grandi platee. Sarà presentato, infine, il costituendo network europeo tra i principali operatori della musica dal vivo: ELM European Live Music Network.

L’incontro è aperto al pubblico

 

Roma, si al Concerto di Capodanno/ Spera, Assomusica: “La capitale non poteva restare senza un evento così importante”

Soddisfatto il presidente di Assomusica: “Grazie al Commissario Tronca, al Ministro Franceschini e all’Onorevole Ansaldi per l’impegno profuso”

Vincenzo Spera_presidente AssomusicaRoma, 18 dicembre – “Roma non poteva non festeggiare l’arrivo del 2016 con il grande Concerto di Capodanno. Ringrazio, anche a nome di tutti gli associati di Assomusica del Lazio, il Commissario prefettizio Francesco Paolo Tronca, il Ministro dei beni e delle attività culturali Dario Franceschini e l’onorevole Michele Ansaldi per l’impegno profuso e la grande sensibilità dimostrata in questa particolare occasione”. Il presidente di Assomusica, Vincenzo Spera, commenta così la notizia che conferma il concerto di fine anno, dopo l’annuncio di qualche giorno fa che non si sarebbe svolto. “Roma – prosegue Spera – è la capitale mondiale della cultura. La musica è uno degli elementi fondamentali di aggregazione e socializzazione che può influenzare positivamente la realtà economica e sociale del territorio: Assomusica lavora quotidianamente con tutti gli Enti internazionali affinché possa esserci maggiore consapevolezza di tutto questo da parte delle maggiori Istituzioni e dell’opinione pubblica. Ad esempio, sull’esperienza di molte città del Nord Europa, anche in Italia stiamo cercando di importare la figura del “Sindaco della notte”, con il ruolo di assicurare lo sviluppo delle attività notturne, e in particolare proprio quella della musica dal vivo”. “Ci aspettiamo tantissima gente per il Concerto di Capodanno a Roma – chiude il numero uno di Assomusica – e invitiamo il pubblico ad agevolare il lavoro degli operatori perché l’evento sia un grande momento di festa per salutare il nuovo anno tutti insieme”

‘Card cultura giovani’ del governo Renzi, Spera: “Ottima iniziativa. Gli spettacoli dal vivo fondamentali per sconfiggere il clima di terrore dopo gli attentati di Parigi”

Il plauso del presidente di Assomusica per il provvedimento volto a favorire l’accesso diretto delle nuove generazioni alla cultura

image002Roma, 14 dicembre – “Esprimo grande soddisfazione per il provvedimento del governo volto a favorire l’accesso diretto dei giovani alla cultura. Gli spettacoli dal vivo e la musica live sono uno dei maggiori veicoli culturali per regalare emozioni indelebili, soprattutto dopo il clima di paura e terrore che, purtroppo, si è instaurato in seguito ai vili attacchi terroristici di Parigi”. Il presidente di Assomusica, Vincenzo Spera, commenta così la “card cultura giovani” da 500 euro destinata ai neodiciottenni per assistere a rappresentazioni teatrali e cinematografiche, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo. “La musica live – prosegue il numero uno dell’Associazione tra i Produttori e gli Organizzatori di Spettacoli di Musica dal Vivo – è il settore che, in primis, ha subito una forte contrazione nelle ultime settimane. Gli incentivi economici potrebbero essere una ghiotta opportunità per i giovani che hanno voglia di investire in un settore con una grandissima valenza dal punto di vista sociale e aggregativa. Il governo non si è tirato indietro ed è sceso in campo con una iniziativa lodevole, confermando l’importanza degli spettacoli dal vivo che rappresentano una forma culturale fondamentale per il futuro delle nuove generazioni”.

Tre punti per la musica dal vivo in Europa

Assomusica consegna un documento programmatico alla Commissione Europea al Medimex di Bari

Assomusica al Medimex - consegna del documentoBari, 2 Novembre- “Lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni, in un’ottica europea”. Questo il messaggio lanciato da Vincenzo Spera, Presidente di Assomusica, Associazione Italiana Organizzatori e Produttori spettacoli di musica dal vivo, al Medimex 2015, alla presenza di 15 esperti del settore, provenienti da 8 Paesi Europei. Il gruppo di lavoro ha discusso dei bisogni e delle necessità comuni del settore nei due giorni di lavoro e nei due panel organizzati da Assomusica, ed ha consegnato un primo documento programmatico di 3 punti alla Commissione Europea, nella persona di Alessandro Senesi – Vice Capo Unità della DG Cultura. Il documento è stato messo a punto nelle settimane subito precedenti l’evento e sarà alla base del futuro lavoro con le istituzioni europee. Il primo Panel, LA MUSICA DAL VIVO: RISORSA PER LA CITTA’, ha visto la partecipazione di Chris Garrit, NightMayor della città di Groningen (Olanda) e di Svanhildur Konráðsdóttir, Direttore del Dipartimento della Cultura e del Turismo della città di Reykjavík (Islanda), che hanno illustrato modelli di sviluppo e promozione della musica in Europa, portando all’attenzione dei presenti i propri case history, in grado di dimostrare come tali modelli possano influenzare positivamente la realtà economica e sociale delle città stesse.

Grande affluenza di pubblico anche per il secondo Panel, intitolato EUROPEAN LIVE MUSIC NETWORK, con la partecipazione di Alessandro Senesi, Deputy Head of unit – European Commission – Directorate General for Education and Culture, Directorate Culture and creativity – Creative Europe Programme – Culture Unit; Greg Parmley, Managing Director ILMC (Inghilterra); Georges Perot, Founder & Managing Director MESO Music Events(Grecia); Nicola Sinisi, Direttore Radio Rai (Italia); Peter Smidt, Manager at Buma Cultuur / Creative Director at Eurosonic  (Olanda); Manfred Tari, Managing Editor Pop100 (Germania); Vincenzo Spera, Presidente di Assomusica (Italia) oltre a Audrey Renet, Live DMA (Francia); Francoise Jolivet , Attilio Perisssinotti, NEBM (Olanda); Aline Renet Prodiss (Francia); Nuno Saraiva, AMAEI (Portogallo); Kartsen Scholermann –  LivecKomm(Germania).

Al centro del Panel la musica dal vivo in Europa, con l’obiettivo comune di promuovere la collaborazione stretta tra gli operatori, al fine di favorire una legislazione adatta, raccogliere fondi e sviluppare programmi dedicati alla musica dal vivo. “La musica dal vivo in Europa”, sottolinea il Presidente di Assomusica, Vincenzo Spera, “si presenta come una realtà̀ differenziata e disomogenea, a livello legislativo nei diversi paesi, priva di una rete rappresentativa. Per questo stiamo promuovendo ‘European live music network’ che metta in rete tutte le associazioni europee che si occupano di musica dal vivo”.  “Con i rappresentanti degli altri Paesi – conclude il Presidente Spera – oggi abbiamo consegnato un primo documento rappresentativo delle esigenze comuni del settore alla Direzione Generale dell’Istruzione e Cultura della Commissione Europea. Il nostro impegno non finisce qui: contiamo di partecipare e portare il nostro manifesto alla conferenza di Londra, prevista a marzo, e a giugno a Cannes”.

 

Assomusica al Medimex di Bari

La musica dal vivo: risorsa per la città il 29 ottobre; European Live Music Network il 30 ottobre

image003Bari, 26 ottobre- Assomusica, associazione italiana organizzatori e produttori spettacoli di musica dal vivo, sarà presente nella Hall 1 del padiglione espositivo del Medimex 2015 con l’organizzazione di due Panel: il primo, giovedì 29 ottobre, dalle ore 18 alle 19, dal titolo LA MUSICA DAL VIVO: RISORSA PER LA CITTA’; il secondo, venerdì 30 ottobre, dalle ore 15 alle 16.30, dal titolo EUROPEAN LIVE MUSIC NETWORK. Nel Panel del 29 ottobre verranno presentati modelli di sviluppo e promozione della musica in Europa; due “case history” che illustrano come tali modelli possano influenzare positivamente la realtà economica e sociale delle città stesse: Il caso Olandese illustrato da Chris Garrit Sindaco della notte della città di Groningen. Il caso Islandese illustrato da Svanhildur Konráðsdóttir Direttore del Dipartimento di cultura e turismo della città di Reykjavík.

Relatori

Chris Garrit Night Mayor of the city of Groningen (Olanda)

 Svanhildur Konráðsdóttir Director of the department of culture and tourism at Reykjavík City (Islanda)

 Nel secondo Panel, EUROPEAN LIVE MUSIC NETWORK, si parlerà di come si presenta la musica dal vivo in Europa, ossia come una realtà estremamente frammentata e differenziata nei diversi paesi. C’è l’opportunità per tutti gli operatori e le associazioni europee di agire, uniti e motivati, per rappresentare gli interessi del settore della musica dal vivo presso le massime istituzioni Europee. Uno degli obiettivi di Assomusica è proprio quello di promuovere la collaborazione stretta tra gli operatori, come ad esempio riesce a fare benissimo il mondo del cinema e dell’audiovisivo, al fine di favorire una legislazione adatta, raccogliere fondi e sviluppare programmi dedicati alla musica dal vivo. Questo sforzo federativo di Assomusica ha incontrato un notevole interesse da parte di molti operatori in diversi paesi europei.

Relatori

Alessandro Senesi Deputy Head of unit European Commission Directorate General for Education and Culture  Directorate Culture and creativity Creative Europe Programme – Culture Unit

 Greg Parmley Managing Director ILMC (Inghilterra)

 Georges Perot Founder & Managing Director MESO Music Events (Grecia)

 Nicola Sinisi Direttore Radiofonia Rai (Italia)

 Vincenzo Spera Presidente Assomusica (Italia)

 

Tavolo tecnico

 Audrey Guerre Coordinator Live DMA (Francia)

 François Jolivet Membro del Consiglio di Fedelima (Francia)

 Nuno Saraiva Vice President AMAEI (Portogallo)

 Jeremy Davies Director of Root Music (Inghilterra)

 Peter Smidt Manager at Buma Cultuur /  Creative Director at Eurosonic  (Olanda)

 Attilio Perissinotti Membro del Consiglio di Network Europe (Olanda)

 Aline Renet Conseiller Stratégique & Relations Institutionnelles Prodiss (Francia)

 Karsten Schölermann Livekomm – Live Musik Kommission / Boardmember (Germania)

 Francesca Billi Euradia International – Responsabile progetti Europei (Spagna)

 Manfred Tari Managing Editor Company name Pop100 (Germania)

 Malika Seguineau Director Prodisse (Francia)

 

Assomusica a Milano per sostenere una nuova legge nazionale per il settore della musica dal vivo

Il 23 ottobre il presidente Vincenzo Spera relatore al Convegno di ‘Musica Viva’ dal titolo: “Un patto per la musica live nelle città del futuro”

vincenzo spera4Milano, 20 ottobre- Il ruolo dei promoter e il futuro del settore della musica live in Italia. Sono due dei temi che saranno affrontati nei prossimi convegni che vedranno la partecipazione del Presidente di Assomusica, Vincenzo Spera. Quanto è importante il ruolo e la figura del promotore di musica dal vivo nella società odierna? È questo il convegno dal titolo “Live music Italy, evolution and businnes models”, in programma il 21 ottobre nell’ambito del “Linecheck – Informal Music Meeting”, al quale il presidente Spera sarà tra i relatori. Il presidente dell’Associazione dei Produttori e gli Organizzatori di Spettacoli di Musica dal vivo, inoltre, sarà anche tra i relatori del Convegno nazionale di “Musica Viva” intitolato “Un patto per la musica live nelle città del futuro”, che si svolgerà a Palazzo Reale di Milano il 23 e 24 ottobre. Due giorni intensi di incontri per far convergere le diverse istanze di rinnovamento che si stanno attivando nel paese nel settore della musica live, col fine di dare vita a due giornate di riflessione che producano un patto concreto verso una nuova legge nazionale per la musica dal vivo, con un riequilibrio di normative e competenze tra il Ministero degli Interni, del Lavoro e dei beni e delle attività culturali e del turismo. Gli incontri coinvolgeranno soggetti pubblici e privati, tra i quali i rappresentanti del Governo, del Parlamento, di enti locali, di associazione di imprese e categoria, e tanti altri rappresentanti della filiera della musica live.

Dall’Europa un supporto formale al settore della musica live, una vittoria per Assomusica

Sarà istituito un Forum permanente. Soddisfatto il Presidente Vincenzo Spera dopo l’incontro al “Reeper Bahn Festival” di Amburgo

 

Corinne Rigaud e Vincenzo Spera (Presidente Assomusica)Amburgo, 29 settembre, 2015- “È di fondamentale importanza la costituzione di un’efficace rete europea per affrontare tematiche prioritarie per players e paesi europei attivi nel settore degli eventi dal vivo”. Lo ha ribadito con forza il Presidente di Assomusica Vincenzo Spera, in occasione dell’incontro che si è tenuto al “Reeper Bahn Festival” di Amburgo, ad un anno dall’inizio del lavoro con la Direzione Generale Educazione e Cultura della Commissione Europea. Dall’Europa, grazie all’apporto decisivo del Presidente Vincenzo Spera, è giunto un supporto formale per importanti iniziative di azione propositive, coese e federate, annunciando la costituzione di un Forum dedicato al settore, che si aprirà ufficialmente al “Midem” di Cannes, già dalla prossima edizione. Dopo l’incontro di Amburgo, alla volontà dei rappresentanti del settore, è possibile unire la ricettività istituzionale. Un altro importante traguardo dell’Associazione Italiana dei Produttori e Organizzatori di Spettacoli di Musica dal Vivo, che da anni si batte per un settore florido, che registra ben sette miliardi di euro di fatturato annui (in Europa e solo per la musica popolare contemporanea), una cifra di gran lunga superiore a quella del settore cinematografico, ma che non beneficia ad oggi di misure di sostegno e sviluppo adeguate. Il lavoro proseguirà al Medimex di Bari il 29 e 30 ottobre con due appuntamenti organizzati da Assomusica, cui parteciperanno i più importanti rappresentanti di Enti, Istituzioni e associazioni Europee del settore dello spettacolo dal vivo, nonché i cosiddetti “Sindaci della Notte” di alcune capitali della musica.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com