Iniziativa a sostegno del coordinamento nazionale delle famiglie con disabilità

I caregiver chiedono al Parlamento europeo un prepensionamento o comunque l’erogazione di un sostegno economico assimilabile ad una pensione

di Francesca Barbato
Rn,28/03/06: pedana per portatori di handicap ©Riccardo Gallini_GRPhotoRoma, 5 novembre – Le famiglie con presenza di disabili gravi o gravissimi chiedono che sia loro riconosciuto dallo Stato il faticosissimo impegno di assistenza di cui si fanno carico, spesso per una vita intera. E’ noto infatti che l’assistenza pubblica non è sufficiente a soddisfare le necessità delle famiglie che si trovano in queste difficili situazioni e che spesso i familiari sono costretti a lasciare prematuramente il proprio lavoro o a non lavorare affatto per dare le cure e l’assistenza necessaria ai propri cari (da qui il termine Caregiver). I caregiver, appunto, chiedono allo Stato di riconoscere la continuità delle cure erogate assimilandole ad un lavoro, per il quale riconoscere quindi la possibilità di un prepensionamento o comunque l’erogazione di un sostegno economico assimilabile ad una pensione. La petizione è rivolta al Parlamento Europeo perché in alcuni paesi dell’Europa questo tipo di riconoscimento esiste già e perché si chiede anche di indagare sul fiume di denaro che la nostra amministrazione pubblica eroga agli enti privati accreditati favorendoli rispetto alle cure casalinghe. Credo che ci siano tutti i principi per sostenere questa petizione e invitare gli amici a fare altrettanto andando su questo link: https://www.facebook.com/pages/Coordinamento-Nazionale-Famiglie-di-Disabili-Gravi-e-Gravissimi

Fonte: www.lucianociocchetti.com

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]