UNICEF: ogni anno più di 2milioni di bambini in Asia meridionale muoiono ‏ prima di aver compiuto 5 anni

L’Asia meridionale continua ad essere uno dei luoghi più a rischio nel mondo per  affrontare una gravidanza o per partorire, con il secondo più alto numero di mortalità materna

campagna-acqua-e-sanita-dell-UNICEF_mainstory1Roma, 12 settembre – “Ogni anno più di 2 milioni di bambini in  Asia meridionale muoiono per cause prevenibili prima di aver compiuto 5 anni e più del 35% dei bambini della regione soffre di malnutrizione cronica”, ha detto Karin Hulshof, Direttore Regionale UNICEF per l’Asia Meridionale nel presentare il nuovo rapporto “Improving Children’s Lives, Transforming the Future – 25 years old child rights in South Asia”.

Questi i principali dati del Rapporto:

Circa 8 milioni di bambini con meno di 1 anno non sono  stati vaccinati.

  • Più del 45% delle ragazze si sposa prima dei 18 anni; il 18% prima dei 15 anni.
  • In Asia Meridionale vive il più grande numero di bambini malnutriti al mondo.
  • Circa 700 milioni di persone sono costrette a defecare all’aperto.
  • Circa 100 milioni di bambini sotto i 5 anni non sono stati registrati alla nascita.

Secondo il nuovo rapporto lanciato dall’UNICEF negli ultimi 25 anni sono stati fatti  progressi in campo sanitario e per il benessere dei bambini in Asia Meridionale, ma restano ancora evidenti diseguaglianze. “L’Asia meridionale continua ad essere uno dei luoghi più a rischio nel mondo per  affrontare una gravidanza o per partorire, con il secondo più alto numero di mortalità materna”, ha continuato Hulshof. “Troppi bambini sono sposati e troppe bambine non sono mai nate. Ma insieme possiamo invertire questa tendenza”. Il rapporto  è stato pubblicato per celebrare i 25 anni della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (CRC).  Tutti i paesi dell’Asia meridionale hanno incluso aspetti della Convenzione nella legislazione nazionale e hanno organizzato Ministeri e istituzioni di controllo dedicate alle questioni dell’infanzia. In molti paesi sono state emanate legislazioni progressiste, che stabiliscono i diritti dei bambini applicabili al campo della salute, dell’istruzione, della protezione e della partecipazione. La povertà intensa e le disparità impediscono a milioni di bambini in Asia meridionale di vivere in condizioni dignitose, di sviluppare il proprio potenziale  e di operare scelte sul loro futuro. “Per il 25° anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza dobbiamo assicurare ai bambini e alle madri l’accesso ai servizi sanitari, buona nutrizione e bagni privati. Abbiamo anche bisogno di provvedere ad un’istruzione di qualità e di creare opportunità per i bambini. La buona notizia è che abbiamo le conoscenze e approcci innovativi per realizzare un cambiamento positivo per le vite dei bambini in Asia meridionale”, ha detto Hulshof. L’UNICEF Asia meridionale per i 25 anni della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza lancia “[email protected]”,  una campagna per i diritti dei bambini con l’obiettivo di migliorare l’istruzione per le ragazze in Afghanistan, di prevenire la malnutrizione in India, porre fine alle defecazioni all’aperto in Nepal e assicurare a tutti i bambini in  Bangladesh la registrazione alla nascita.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]