Palermo, settima edizione di “Illustramente”, il festival di letture per l’infanzia.

Dal 20 al 24 novembre a Palermo e nei suoi quartieri il festival “Illustramente”, per avvicinare i bambini al mondo della fiaba attraverso la lettura e l’ascolto. Un evento di quattro giorni che vedrà la partecipazione di illustratori e autori siciliani con mostre, workshop, letture e incontri.

Creature di rara bellezza, dalle sembianze umane da capo a busto e squamose code di pesce al posto delle gambe celate nelle profondità marine e decantate in favole e leggende: le sirene. A loro, figure marine dell’immaginario popolare, è dedicato “Illustramente”, la settima edizione del festival dell’illustrazione e della letteratura per l’infanzia dal 20 al 24 novembre a Palermo. L’evento, celebrato in occasione del trentennale della convenzione Onu sui diritti dell’infanzia, organizzato da Coloré Cooperativa Sociale (nata per promuovere lo sviluppo del territorio e soddisfare le esigenze culturali dei bambini disagiati, disabili e normodotati) con direttore artistico Rosanna Maranto è dedicato a Livio Sossi, saggista ed esperto in letteratura per l’infanzia.

A dare risonanza al festival lo slogan: “Quando le sirene avevano le ali” (con riferimento alle fattezze delle figure mitologiche nel mondo greco) e la presenza di autori siciliani e illustratori pronti a diffondere l’importanza della lettura e dell’ascolto con workshop, incontri di studio, mostre e letture sul mondo della fiaba nei quartieri dove la lettura è assente. A dare il loro supporto sette biblioteche di: Pallavicino, Brancaccio, Zen, Capo, Sant’Antonino, Casa Professa e l’Archivio storico, come luoghi di incontro e di realizzazione di attività. 
Mercoledì 20 a Palazzo Steri, si parte con il convegno di apertura sul tema della fiaba e gli incontri in vineria al Sanlorenzo Mercato con illustratori e drammaturghi del mito.
Giovedì 21 Lina Prosa, parla dell’eroina Giovanna D’Arco, mentre Michelangelo Rossato, ideatore dell’immagine della sirena scelta per il festival, incontrerà i ragazzi del quartiere Zen alla biblioteca Giufà.
Venerdì 22 e sabato 23 sono previste visite guidate alla mostra di Zerocalcare allo spazio Zac della Zisa. Sabato saranno ricordati allo spazio Tre Navate ai Cantieri Culturali: Leonardo da Vinci e Andrea Camilleri, con un laboratorio di letture per bambini dai 4 anni in su.
Domenica 24 il gran finale con attività e lo spettacolo di chiusura “Palermo è fiaba”.

“L’impossibile è Noto”, l’esposizione sull’inverosimile ed inaudito nell’arte novecentesca

Cento opere in mostra a Noto, nel Convitto delle Arti dall’11 aprile al 15 novembre, con la mostra “L’impossibile è Noto”. Un percorso di dieci tappe che ripercorre i movimenti artistici del Novecento: Futurismo, Cubismo, Metafisica, Dada e Surrealismo con i loro grandi artisti. A fine mostra un omaggio al surrealista Salvador Dali, con un’intera sala a lui dedicata, per il trentesimo anniversario dalla morte.

Addentrarsi nei dedali della mente, cogliere gli aspetti che sfuggono, euforici e dirompenti come fiumi in piena e resi unici perché privi di senso ed impossibili, sono le opere degli artisti dei movimenti rivoluzionari del Novecento che approdano nella città del barocco con una mostra dal titolo “L’impossibile è Noto”, da giovedì 11 aprile al 15 novembre al Convitto delle Arti di Noto. Cento i capolavori, provenienti da fondazioni, archivi e importanti collezioni private, per l’esposizione curata da Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta e prodotta da Sicilia Musei con il patrocinio del comune netino. Il Futurismo, il Cubismo, la Metafisica, Dada, il Surrealismo, saranno i protagonisti indiscussi con opere dei loro maggiori esponenti: Picasso; Braque; Boccioni; Balla; Severini; De Chirico; Klee; Kandinskij; Masson; Ernst; Dalì; Mirò; Carrà; Man Ray; Marinetti, per citarne alcuni.

Un progetto che non vuole solo ripercorrere il mezzo secolo più importante dell’arte del Novecento, ma anche allenare l’occhio e la mente alla percezione di queste diverse correnti estetiche e di pensiero le quali, proprio quando sono poste l’una accanto all’altra, esprimono meglio la loro essenza, nella loro opposizione e differenza, a volte nel loro conflitto. Un percorso espositivo di 10 tappe: l’invenzione del movimento nella fotografia e nella pittura; Futurismo e Cubismo; Metafisica e Dada tra Europa e Italia; Surrealismo; il Futurismo negli anni trenta; tra volo-sogno e cosmo; Astrattismo e Astrattismo lirico; Mirò e Depero; l’Astrattismo e la materia; Dalì stravaganze, focus sul futuro. In conclusione, un tributo a Salvador Dalì, per il trentesimo anniversario dalla sua morte, con un’intera sala a lui dedicata con opere uniche, bozzetti, oggetti e stravaganze in suggestivo allestimento multimediale. Un’appendice della mostra si troverà nelle due sale esterne che danno sul cortile del Museo, per un approfondimento del dialogo tra movimenti significativi che hanno cambiato ed influenzato parte dell’arte novecentesca, mettendo a confronto due grandi uomini e rivoluzionari: Marinetti e Rammelzee.

Siracusa e Caravaggio, in arrivo la Crocifissione di Sant’Andrea tela gemella di quella esposta a Cleveland

Il 13 aprile sarà inaugurata a Siracusa la mostra in itinere su Caravaggio e l’amico Mario Minniti, organizzata dalla Soprintendenza e l’assessorato regionale ai Beni culturali fino al 10 gennaio 2020. A dialogare con “Il seppellimento di Santa Lucia” dipinta dal Merisi per la città, la tela con la “Crocifissione di Sant’Andrea” gemella di quella già esposta nel museo d’arte di Cleveland.

Un’arte solenne, dove predomina la realtà con un utilizzo maestoso della penombra e della luce tali da rendere ciò che si ha davanti agli occhi espressione di naturalezza e di una drammatica potenza espressiva, appartenente al pittore e maestro della luce Caravaggio, pseudonimo di Michelangelo Merisi. A beneficiare di tanta bellezza, la città di Siracusa, dove il 13 aprile sarà  inaugurata la mostra “Caravaggio Experience” curata dalla Soprintendenza e l’assessorato regionale ai Beni culturali, che proseguirà fino al 10 gennaio, dedicata al pittore e al suo amico Mario Minniti, conosciuto durante gli ultimi anni romani e che gli fu accanto durante il suo soggiorno nella città aretusea. Atteso l’arrivo  della “Crocifissione di Sant’Andrea” opera gemella della più celebre del museo di Cleveland, proveniente dalla collezione privata Spier di Londra, ed in precedenza appartenuta alla Back Vega di Vienna, come specificato dal quotidiano La Sicilia di oggi.

Un’occasione unica, poiché l’opera dialogherà con “Il seppellimento di Santa Lucia” sull’altare maggiore della chiesa di Santa Lucia alla Badia a piazza Duomo con un percorso itinerante: il capolavoro in prestito sarà esposto nella sala Caravaggio della Soprintendenza, in piazza Duomo, a pochi passi dalla chiesa dove si trova il quadro dipinto dal pittore a Siracusa. Poco distante, entrando da un portone nelle mura dell’arcivescovado, si potrà ammirare la mostra dedicata a Mario Minniti allestita tra l’intrico di vie dell’Ipogeo siracusano. «Il dialogo tra le due opere di Caravaggio – dice Fabio Granata, assessore alla Cultura del Comune – consentirà il miracolo della percezione di un paesaggio caravaggesco originale e inedito, reso ancora più suggestivo dalla contestuale “Caravaggio Experience” allestita nel tratto sotterraneo della stessa piazza, nel cuore dei suoi misteriosi ipogei». Saranno esposte alcune opere di Minniti per completare il contesto espositivo, dove si potrà assistere all’arte pittorica basata sulla “maniera” caravaggesca dell’artista siciliano e siracusano”.

Ciclopica, la mostra inedita con 100 sculture pensata per Siracusa

Ciclopica, la mostra di sculture mai realizzata prima in Sicilia, dal 27 marzo al 30 ottobre a Siracusa nell’ex concento di San Francesco D’Assisi con ben 100 statue. Affinità di artisti e materiali accompagnano lo spettatore stimolando la sua intelligenza e invitandolo a scoprire piccoli ed imponenti pezzi artistici che secondo il curatore Vincenzo Sanfo “resteranno in mente e vi ritorneranno nel tempo”.

Un’impresa imponente, complessa quella che ha permesso di portare in Sicilia ben 100 statue dei più grandi artisti italiani ed internazionali per una mostra mai realizzata prima nell’Isola, unica per complessità e completezza ed il suo nome lo conferma, Ciclopica inaugurata mercoledì ed aperta al pubblico dal 27 marzo al 30 ottobre nel complesso dell’ex convento di San Francesco D’Assisi a Siracusa. La mostra, a cura di Vincenzo Sanfo, presidente del Centro Italiano delle Arti e la Cultura di Torino, è un progetto di Sicilia Musei, in collaborazione con Diffusione Italia International Group e l’associazione Dietro le quinte con il patrocinio della città aretusea.

Ricco l’elenco di artisti, da quelli noti ai minori: Rodin; Alberto Giacometti; Man Ray; Roberto Capucci osannato da Valentino Garavani e Karl Lagerfeld; Franco Garelli; Sebastian, il più grande scultore messicano vivente ed erede della monumentalita di Diego Rivera; Umberto Mastroianni; Floriano Bodini; Giuseppe Maraniello; Rabarama; Mario Giasone che vantava tra i suoi affezionati collezionisti Umberto e Gianni Agnelli, e molti altri. Opere di piccole e grandissime dimensioni che dialogano con lo spazio, realizzate in marmo, bronzo, carta, terracotta, poliuretano, plastica e vetroresina per una mostra che non ha un andamento cronologico, ma cerca di stimolare l’intelligenza dello spettatore con assonanze tra artisti, sculture e materiali. È una panoramica sul concetto di scultura dalla fine dell’’800, anche se la prima opera è una testa di Buddah del 1600, ai giorni nostri con tre direzioni geografiche: Africa, con le maschere tribali; Europa con statue greco-romane e Asia con opere di artisti della seconda generazione tra cui le teste dei Guerrieri di Xian, rivisitate da Zhang Hongmei, artista della scena contemporanea cinese.

Noto, Corrado Bonfanti invita le comunità siciliane in America a partecipare all’Infiorata

L’appello, del sindaco di Noto Corrado Bonfanti alle comunità siciliane in America per la 40esima edizione dell’Infiorata, a partecipare con la realizzazione di bozzetti su disegno che saranno valutati da una commissione creata per la circostanza. Importanti anche i suggerimenti per eventi collaterali nei tre giorni dell’evento con il coinvolgimento di artisti, ballerini e cantanti

Un luogo di fuga, quell’”amara terra” che non basta più, non dà da mangiare e non offre possibilità. La Sicilia, terra amata, desolata, calpestata, protagonista del grande esodo migratorio di fine Ottocento ed attualmente la regione con più emigrati all’estero. Valigia in mano ed in viaggio per il Nuovo Mondo dove dare il proprio contributo, un destino di molte famiglie scelto come tema della 40esima infiorata di Noto “Siciliani in America”(Canada e Usa), il 17,18 e 19 maggio. Un riconoscimento, attraverso 16 pannelli, a tutte le donne e agli uomini con le loro storie, la loro fantasia, talento, e ai grandi personaggi siciliani che hanno illuminato con la loro esistenza il progresso, la cultura, l’arte, la scienza, la politica e il costume in Usa e Canada. Una iniziativa nata con la collaborazione dell’on. Nissoli eletta in rappresentanza degli italiani del nord America.

Dare un benvenuto ed un ringraziamento a coloro che hanno continuato ad amare l’Isola, questo è il messaggio del sindaco Corrado Bonfanti che invita gli stessi a collaborare con: la presentazione di 16 bozzetti che raccontino storie, simboli e personaggi siciliani in America: storie di quotidianità o di chiara fama; la storia dei viaggi e degli arrivi; i simboli o gli eventi importanti per le comunità in America. Otto dei sedici bozzetti saranno scelti tra quelli realizzati dalle comunità in America, al fine di valorizzare il talento e la capacità dei creativi delle nostre comunità siciliane emigrate. Quelli prescelti saranno poi riprodotti a terra dagli stessi autori (se presenti a Noto) e trasformati infine dai maestri infioratori, quelli invece non utilizzati per l’evento, saranno valorizzati in una mostra dedicata. La conferenza stampa si terrà anche a New York alla fine di marzo a data ancora da stabilire.

Promuoversi su Youtube: ecco le tecniche che i grandi artisti usano per aumentare le visite

[AdSense-A]

 

Tutti i segreti tecnici per promuovere la propria immagine

vascoSapete come i grandi artisti utilizzano Youtube e come fanno ad aumentare massivamente le proprie visite sul più famoso sito di video al mondo? Usano trucchi, consigli e linee guida che in molti conoscono ma che in pochi applicano al proprio canale. Ecco una traccia da seguire per emulare molti cantanti, utile per ricordarsi di tutti quegli elementi da tenere in considerazione ogni volta che si vuole aumentare il numero di visite e di iscritti a youtube. Prima di tutto ricordarsi che il problema non è il semplice realizzare un video musicale bellino, breve, in hd e divertente per far si che si raggiunga un certo numero di visualizzazioni. Se rispondono a determinate caratteristiche, anche i video un pò più lunghi e magari noiosi per qualcuno vanno benissimo per chi cerca informazioni su un determinato argomento, ma l’importante è  creare engagement con l’utente o il consumatore finale. Chi vende tagliaerba è interessato realizzare un video dove si mostra come taglia l’erba l’ultimo modello tecnologico in vendita nel suo negozio e gli interessa che quel video venga visualizzato dagli appassionati di giardinaggio o da giardinieri alla ricerca di strumenti che rendano il lavoro più facile da svolgere mentre a chi vende musica interessa che sia il grande pubblico a seguire il suo canale ed ascoltare i suoi brani. Ecco perchè dicevo che non è solo un semplice “realizzare video”, bisogna raggiungere un obiettivo tramite quel video, che può essere l’aumento della brand awareness, il fornire tutorial specifici oppure diventare seguiti e popolari come cantanti. Ecco quindi i tre punti importanti da tenere in considerazione per qualsiasi canale YouTube:

1. Fornisci tutte le informazioni necessarie e stimola la curiosità.. La home page è il biglietto da visita del canale, deve quindi essere ben curata dalla copertina alle informazioni sull’attività e i link di contatto. In particolare, scegliete una immagine di copertina adeguata che presenti in modo chiaro cosa fate e chi siete, deve essere un vero e proprio spot pubblicitario. Un buon esempio può essere quella di Vasco Rossi.  Nella sezione informazioni potete scegliere quali link inserire e il consiglio è di inserire quelli che portano alle pagine del sito più strategiche. Nel caso della Apple per esempio, il fatto di non inserire alcun link potrebbe essere un’occasione sprecata! Certo, per loro non lo è più di tanto, ma è solo per farvi capire cosa voi NON dovete fare.

  1. Quante visite per cominciare?

Vuoi informare, divertire oppure istruire il tuo pubblico? Identificare l’obiettivo e stabilire delle linee guida valide per tutti i video che andrai a pubblicare ti permette di focalizzare in modo preciso cosa vuoi comunicare agli utenti attraverso il canale ma sappi che se un video parte gia da un numero alto è piu facile che venga seguito, è piu facile che compaia sulle ricerche interne di Youtube ed è piu facile che aumenti spontaneamente visite.  Un video che viene presentato ed ha 1/2 visite o poche decine, anche se puo sembrare normale perche una volta che un video si carica ovviamente parte con il contatore che segna zero, non salirà rapidamente come un altro video. Youtube ha un sistema interno che premia i video che una volta che sono stati caricati ricevono 100.000 e piu visite nell’arco di pochi giorni, percio come fare per scattare tra i big? Facile, o meglio…si puo fare! Per prima cosa preparati a fare letteralmente scoppiare di visite il tuo contatore, poi appena il video è online condividilo su tutti i tuoi canali, ed invialo a tutti i tuoi amici chiedendo di fare lo stesso, poi recati sul sito magicviral.com e acquista uno dei pacchetti di promozione per video su Youtube, dopo di che ricordati di chiedere a tutti di commentare il video. Se riesci ad arrivare sopra le 100.000 visual nell’arco dei primi 3 giorni il gioco è praticamaente fatto, il video diventera quasi sicuramente virale.

3. A cosa devo prestare attenzione per ultimo punto? Alla descrizione. Crea una descrizione al video che sia adeguata e che preveda le keywords corrette. Ricordati inoltre di inserire delle call to action utilizzando Bitly o altri riduttori, e di monitorare le reazioni valutando i click ricevuti, sono importanti ti permettono di vedere dove si dirigono i visitatori del video…magari acquisteranno il brando su itunes oppute visiteranno il tuo sito ma se non li tracci, non lo saprai mai. Basta seguire questi tre punti chiave ogni volta che si vuole aprire o migliorare un canale YouTube per ottenere maggiori visualizzazioni e iscrizioni. Se volete approfondire e scoprire ulteriori dritte e consigli utili si può seguire il sito magicviral.com.

È Uscito “Il Manuale dell’Artista”, il Primo Vademecum Gratuito per Aiutare gli Artisti nella Professione

È disponibile gratuitamente in formato ebook e cartaceo in tutta Italia “Il Manuale dell’Artista”, il primo vademecum dedicato agli artisti dello spettacolo, strumento necessario per potersi muovere tra le maglie burocratiche del settore.

ImageProxyRoma, 15 aprile 2016 – Nel settore dello spettacolo ci sono aspetti che esulano dalla parte artistica finendo in quella, molto più noiosa, che è la parte burocratica. In internet circolano tante notizie che dicono tutto e il contrario di tutto e negli anni questo ha creato, e continua a creare, grande confusione per la disperazione degli artisti che non sanno più a chi credere e come comportarsi. Alla soluzione di questo problema è finalizzata la nuova iniziativa promossa da Esibirsi soc. coop. che ha appena pubblicato “Il Manuale dell’Artista: per Musicisti, Attori, Band, Animatori, Dj, Presentatori, Prestigiatori, Vocalist….” Scritto da Giuliano Biasin, co-fondatore e attuale vice presidente della Cooperativa Esibirsi, si tratta di un manuale d’informazione fatto su misura per gli artisti. Una pubblicazione nella quale si possono trovare, concentrate in 24 facciate compreso copertina, tutte le informazioni riguardanti il tema “esibirsi in regola” spiegate in modo semplice, chiaro ed intuitivo (anche sotto l’aspetto grafico in modo tale che le informazioni vengano adeguatamente recepite da chi legge. Utile non solo agli artisti, ma anche ai gestori di locali che ospitano attività di spettacolo e organizzatori di eventi visto che la maggior parte delle responsabilità e eventuali sanzioni, in caso di controlli, ricadono su di loro. Nella seconda parte il manuale presenta alcuni consigli e suggerimenti circa la promozione della propria attività artistica e su come proporsi a locali e organizzatori. L’autore del manuale, Giuliano, dichiara: “Fin da quando abbiamo avviato lacooperativa nel 2002, abbiamo fatto dell’informare la nostra principale mission. In particolare negli ultimi anni abbiamo intensificato il nostro operato in tal senso con workshop gratuiti, consulenze, un blog di informazione, campagne social aventi ad oggetto post informativi. Questo nostro manuale è un ulteriore strumento finalizzato a formare ed informare, facendo chiarezza in un settore dove c’è da sempre tanta confusione”. Il Manuale dell’Artista è scaricabile gratuitamente al link www.ilmanualedellartista.it, è altresì disponibile gratuitamente in forma cartacea in alcuni negozi di strumenti musicali che espongono l’apposita locandina. In alternativa è possibile riceverlo al termine dei vari workshop organizzati da Esibirsi, o lo si può richiedere allo stand Esibirsi presente in diversi eventi durante l’anno in giro per l’Italia. Chi volesse ricevere direttamente a casa la copia cartacea, con il solo costo della spedizione potrà richiederlo a [email protected].

Sound Development City Spedizione per artisti di tutto il mondo

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

Sound Development CityCori, 3 Aprile – Sound Development City è una spedizione di 3 settimane in due città (che cambiano ogni edizione) rivolta agli artisti di qualsiasi disciplina, provenienti da tutto il mondo e di tutte l’età. La 5^ edizione si terrà a Madrid e Casablanca, dal 6 al 25 Settembre 2016. Il progetto intende offrire agli artisti l’opportunità di sviluppare le loro competenze, di sperimentare, e di vivere le incognite di una vera avventura. Per candidarsi occorre presentare il modulo di domanda, insieme ad una proposta di progetto, il Curriculum Vitae, il proprio portfolio ed un breve video messaggio. La partecipazione alla spedizione per coloro che verranno selezionati è gratuita e tutte le spese coperte dall’organizzazione. Per i partecipanti è inoltre prevista una piccola retribuzione. Per partecipare c’è tempo fino all’11 Aprile 2016. Per maggiori informazioni consultare il sito http://sound-development-city.com/

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

Cheap Festival 2016: invito per artisti

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

 

CHEAP FESTIVAL 2016 INVITO PER ARTISTICori 2 aprile – Cheap è un festival a cadenza annuale che porta avanti un progetto di rigenerazione urbana degli spazi comuni attraverso una delle forme di public art più innovative e vitali degli ultimi anni: la Street Poster Art. Quest’anno Cheap vuole provare a raccontare per immagini il tema del “limite”, inteso non solo come confine geografico tra stati territoriali, ma anche come livello massimo al di sopra e al di sotto del quale si praticano azioni, si vivono emozioni, si innalzano ostacoli e si costruiscono possibilità di cambiamento. Il limite è inteso da Cheap come il margine oltre il quale la fantasia trova respiro, in una narrazione collettiva sui flussi migratori e sui mutamenti culturali, politici ed emozionali che innescano nelle nostre società. L’invito è aperto a tutti coloro che vogliono proporre progetti di poster art. La partecipazione, gratuita, può avvenire singolarmente o in gruppo; i collettivi verranno comunque considerati come persone singole. Ciascun candidato o gruppo può partecipare proponendo da uno a tre opere, che devono pervenire all’organizzazione del Festival non oltre le 24.00 dell’11 Aprile 2016. Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.cheapfestival.it/2016/01/open-call-2016-il-limite/

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

 

Arriva da Londra Genialsong.com, la prima piattaforma di promozione musicale per gli artisti emergenti

Una macchina dal potente “motore” in grado di aiutare i nuovi musicisti a promuoversi

ImageProxyLondra, 31 dicembre 2015 – Arriva da Londra Genialsong (www.genialsong.com), la prima piattaforma di comunicazione e promozione musicale dedicata agli artisti emergenti italiani. Grazie alla collaborazione con importanti partner del settore Genialsong è la prima piattaforma certificata in grado di costruire il successo dei nuovi artisti, una vera e propria macchina di promozione musicale attiva nelle tre più importanti nazioni europee, Regno Unito, Spagna e Italia, oltre che negli Emirati Arabi e America Latina. Genialsong.com vuole essere insomma una vera e propria base di lancio per il successo dei nuovi artisti emergenti, fra cui cantanti, musicisti e band musicali, offrendo loro una importante promozione musicale a prezzi accessibili per tutti. Una macchina dal potente “motore” in grado di aiutare i nuovi musicisti a promuoversi, mettendoli “in vetrina” ed aiutandoli a dare visibilità e vita al loro progetto musicale. Genialsong fa capo alla Thomas Music & Art Ltd, nota società britannica nel settore, che da diversi anni lavora in ambito musicale come casa discografica, organizzazione di eventi e comunicazione con sede nel cuore di Londra, città considerata, insieme a New York, la patria della musica internazionale . Ed è propria nell’ambiziosa Londra che nasce  la piattaforma di Genialsong.com, con l’intento di voler dare un’opportunità ma soprattutto uno slancio a tutti quei lavori musicali creati da artisti o gruppi emergenti che sfortunatamente da soli e senza un valido supporto non riescono a farsi spazio nel mondo della discografia, delle radio e dei media in generale. Quante volte ci siamo detti ascoltando un singolo di qualche artista: “Peccato che questo artista, con queste belle qualità che ha, nessuno lo conosca”, oppure “Che peccato che questa bella canzone non riesca ad avere il successo che merita”? Genialsong vuole risolvere questo problema di visibilità e promozione degli artisti emergenti, mettendo a loro disposizione tutta una serie di servizi professionali di promozione musicale finora inaccessibili e che grazie all’esperienza, ai consigli ed al supporto della Thomas Music & Art Ltd potranno dare una speranza ed una possibilità in più ai nuovi artisti per poter realizzare i propri sogni. Tentativi, speranze, sogni e voglia di farcela che si rispecchiano nel motto della piattaforma “Just Believe”, cioè “Credici e basta”.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]