Siracusa: Magris, Canfora, Costa e Cantarella per un viaggio tra i temi dei poeti classici

Tutto pronto all’Orecchio di Dionisio, nel Parco Archeologico della Neapolis di Siracusa, per i quattro appuntamenti organizzati dalla Fondazione Inda che, dal 19 giugno all’1 luglio, vedranno ospiti: Carlo Magris, Luciano Canfora, Lella Costa ed Eva Cantarella per affrontare i temi narrati dai grandi poeti classici in linea con il tema di quest’anno delle tragedie: Donne e guerra.

Uno scenario straordinario: l’orecchio di Dionisio, grotta il cui nome venne dato per la sua forma, dal pittore Caravaggio durante il suo soggiorno a Siracusa, scenario di un appuntamento di elevato spessore culturale per affrontare i temi narrati dai grandi poeti classici. Quattro giorni che vanno dal 19 giugno all’1 luglio, per quattro incontri organizzati dalla Fondazione Inda che rientrano nel programma della Stagione 2019 “Donne e Guerra” e vedranno susseguirsi all’interno del Parco Archeologico della Neapolis, con ingresso libero fino ad esaurimento posti, le più grandi figure del mondo della cultura, dello spettacolo e della letteratura italiana e internazionale.

Il primo incontro è il 19 giugno con la partecipazione del critico, scrittore e saggista Claudio Magris che interverrà su Alcesti, Euridice e l’idea del tempo. Magris in molti dei suoi romanzi e racconti, come Alla cieca e Lei dunque capirà, rivisita o crea l’eco intima e contemporanea di miti e drammi greci la cui forza emerge indirettamente anche nel suo ultimo racconto: Tempo curvo a Krems.
Dopo il critico, mercoledì 25 giugno é  la volta di Luciano Canfora, storico del mondo antico, filologo e profondo conoscitore della cultura classica. Sarà  lui a soffermarsi sul tema Il colpo di stato di Lisistrata: non solo nella commedia di Aristofane ma anche nella realtà contemporanea del V secolo ad Atene, Lisistrata segna una precisa presa di posizione che ha anche una natura politica contro democratici e demagoghi.
Il 29 giugno, l’attrice e scrittrice Lella Costa dialogherà con Margherita Rubino. Il tema dell’incontro è Donne e guerra in Aristofane. Lella Costa, rileggerà, a distanza di 2.500 anni dalla questione femminile a partire dalla Commedia antica, monologhi e scene della “trilogia al femminile” di Aristofane: Festa delle donne, Lisistrata e Donne all’assemblea.
A chiudere la serie di incontri l’1 luglio Eva Cantarella, una delle più importanti studiose del mondo antico che affronterà l’argomento Donne e misoginia nel mondo antico. Autrice del saggio L’ambiguo malanno, libro tradotto in decine di paesi, ripercorrerà episodi e vicende del dramma antico, a partire da Ippolito di Euripide, concentrando l’attenzione sulla misoginia e sull’introduzione di stereotipi in uso ancora oggi.

“Donne e guerra”, Euripide e Aristofane per le rappresentazioni classiche di Siracusa

Dal 9 maggio al 6 luglio 2019 il 55esimo ciclo delle rappresentazioni classiche nel Teatro Greco di Siracusa, dal tema “Donne e guerra: Le Troiane, Elena e Lisistrata”, figure carismatiche a condanna della violenza generata dai conflitti. «Una proposta culturale-dice Pier Francesco Pinelli, consigliere delegato Inda- e teatrale nel solco di una ricerca innovativa ma anche di approfondimento, riflessione e divulgazione del teatro antico».

Un grido di disappunto, per gli atti nefandi che l’uomo arreca ai suoi simili per mezzo delle guerre, si propaga dalla cavea del Teatro Greco di Siracusa e ad esserne fautrici sono le donne, vittime e protagoniste di miti e leggende. Dal 9 maggio fino al 6 luglio 2019, sarà possibile immergersi nell’emozionante ciclo di rappresentazioni classiche che, quest’anno, giunto alla 55esima edizione vedrà come tema “Donne e guerra”: “Le Troiane”, “Elena” e la commedia di Aristofane “Lisistrata”, tre nuove produzioni inserite dalla Fondazione Inda- Istituto Nazionale del Dramma Antico. I titoli esprimono con modi, trame e personaggi tra loro diversi, una critica contro tutti i conflitti. Ne “Le Troiane” di Euripide, tragedia straziante e corale, per la quarta volta in scena dopo le edizioni del 1952, 1974 e 2006, le prigioniere troiane, sono rese schiave e soggiogate dagli eroi greci che hanno vinto la guerra di Troia.

Il dolore delle donne più illustri, Ecuba, Cassandra, Polissena, Andromaca esplode in episodi distinti e mette in risalto l’ineluttabilità del destino di morte e violenza, con cui la volontà di potenza che domina l’universo maschile ha schiacciato l’universo femminile. “Elena“, messa in scena nel 1978, è invece una tragedia sui generis, a tratti comici, nella quale Euripide propone una inquietante dialettica tra vero e falso, tra realtà e apparenza con una vicenda parallela a quella narrata da Omero, dove la vera Elena è stata portata da Hermes nell’isola di Faro in Egitto ed è solo la “sua immagine” ad essere andata con Paride a Troia, dove si consumerà l’inutile strage. In “Lisistrata”, dopo l’edizione del 2010, l’ eroina e portatrice di pace, induce le donne ateniesi, spartane, tebane a uno sciopero del sesso e costringendo gli uomini a stipulare la pace.

Il 75% delle romane e il 72% delle Milanesi disponibili a sperimentare una relazione con un partner con 20 anni di più

Le ventenni preferiscono l’uomo maturo: stile di vita più sicuro, cene e weekend pagati, così secondo il portale Aristofonte.com l’uomo maturo seduce sempre di più
Quanto-incide-la-differenza-di-età-in-una-coppiaRoma, 14 gennaio – Le coppie in cui l’uomo è molto più grande rispetto alla donna stanno aumentando in maniera considerevole. È come se in fondo alle donne, soprattutto di oggi, non piaccia l’emancipazione femminile cui si sono battute negli anni Sessanta e che invece vedano di buon occhio i regali, le cene pagate e tutte le galanterie che di certo un uomo molto maturo riesce a dare rispetto al giovanotto appena uscito dall’università. Le ventenni di oggi hanno capito di dover dividere il costo della cena con il giovane fidanzatino e, soprattutto in tempo di crisi, hanno capito che forse è più semplice, in fondo, che la cena te la paghi il quarantenne maturo. A metterlo in evidenza è il portale Aristofonte.com (www.aristofonte.com), il primo sito web italiano dedicato alle donne giovanissime in cerca di uomini sensibilmente più grandi e, naturalmente, agli uomini maturi desiderosi di trovare una ragazza ventenne di cui prendersi cura e a cui insegnare l’arte di amare. Secondo Aristofonte.com, nella fascia di età compresa tra i 18 e i 30 anni il 75% delle romane e il 72% delle milanesi sono disponibili a sperimentare una relazione con un uomo che ha 20 anni di più. E non c’entra lo stato sociale delle ragazze o la disponibilità economica delle loro famiglie. Così Aristofonte.com sta raccogliendo numerose adesioni con molte ragazze registrate, soprattutto nella fascia di età compresa tra i 21 e i 28 anni (75% delle iscritte). «Incontrare un uomo maturo ha i suoi vantaggi. In primo luogo, non devi preoccuparti di dover pagare una cena o aiutarlo con le finanze», spiega Patrizia, una giovane studentessa che è stata tra le prime a iscriversi al portaleAristofonte.com. «Un uomo più grande», prosegue Patrizia, «si prende cura di te e al tempo stesso è ben felice di pagare i tuoi conti e perfino le tue schede telefoniche. Si può godere di viaggi e vacanze e, se ci si dovesse anche sposare, lui potrebbe assicurare un buono stile di vita molto più facilmente di quanto possa fare uno più giovane».

 

La top 10 delle icone sexy del 2016

Ecco le 10 donne più belle del mondo secondo Aristofane.com, l’attrice e modella inglese Lily Collins, la giovanissima statunitense Chloë Moretz e Jennifer Lawrence sono in cima alla classifica

01_lily_collinsRoma, 7 gennaio- La Top 10 del 2016 del portale Aristofonte.com (www.aristofonte.com), la classifica che annovera al suo interno alcune delle più celebri attrici e top model del pianeta, vede Lily Collins, protagonista dell’ultima versione cinematografica di“Biancaneve”, conquistare quest’anno il primo posto. Sul podio nella graduatoria di Aristofonte.com rispettivamente al secondo e terzo posto si posizionano anche la giovanissima attrice e modella Chloë Moretz (18 anni), che quest’anno vedremo sul grande schermo quale protagonista del film “La Quinta Onda”, e la più famosa Jennifer Lawrence, già Premio Oscar a 23 anni che quest’anno vedremo nuovamente al cinema nel film “X-Men: Apocalisse”. Nella classifica stilata da Aristofonte.com, sito di incontri online dedicato agli uomini che cercano relazioni con donne più giovani e alle donne che prediligono gli uomini più grandi di loro, seguono poi al quarto posto l’attrice statunitense Willa Holland, che continueremo a vedere nel 2016 nel ruolo di Thea Queen tra i protagonisti della serie tv “Arrow”, al quinto posto l’attrice inglese Emma Watson, interprete del trio protagonista di “Harry Potter” e più recentemente protagonista dei thriller “Regression” per la regia di Alejandro Amenábar e “Colonia” per la regia di Florian Gallenberger, e al sesto posto Emily Bett Rickards, l’attrice canadese tra i protagonisti della serie tv “Arrow” ed ora anche nel cast del dramma sentimentale “Brooklyn” del regista irlandese John Crowley. Poi, in compagnia di queste attrici di grande successo accomunate nella Top 10  di Aristofonte.com oltre che dalla bellezza anche e soprattutto dal loro sex-appeal, in settima posizione troviamo la giovanissima modella ravennate Caterina Ravaglia(21 anni), protagonista sulle passerelle internazionali e celebre anche per avere posato per fotografi di fama mondiale come Peter Lindbergh, Patrick Demarchelier, Paolo Roversi ed Oliviero Toscani, seguita all’ottavo posto dall’attrice, cantante e modella statunitense Hayden Panettiere, star delle serie tv“Heroes” e “Nashville”. Chiudono la graduatoria di Aristofonte.com, collocandosi rispettivamente al nono e decimo posto, le attrici statunitensi Kristen Stewart, chiacchierata interprete della serie cinematografica “Twilight” e più recentemente tra i protagonisti di“Anesthesia”, “American Ultra” ed “Equals”, e Dakota Fanning recentemente protagonista insieme a Richard Gere del film “Franny – The Benefactor”, opera prima del regista esordiente Andrew Renzi.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]