L’Ass CERVIA VOLANTE propone l’esposizione – AQUILONI?

[AdSense-A]

 

Inaugurazione  6 agosto alle ore 18.30

Senza-titolo-3

Da oltre trent’anni i due gruppi di aquilonisti realizzano e fanno volare svariate tipologie di aquiloni, all’interno di questo lungo percorso si è sviluppata una particolare attenzione con il mondo dell’arte denominata VOLARTE. Nel corso degli anni questo percorso ha visto svilupparsi ed evolversi il binomio “arte-aquiloni”,  coinvolgendo  costruttori di aquiloni e artisti in festival e mostre tematiche. L’esposizione ai Magazzini del Sale propone delle “sculture volanti” ideate e realizzate da Maurizio Cenci e Valter Gambelli.  Tale collaborazione ha coniugato creatività e tecnica in campo aquilonistico. Il risultato sono strutture insolite nella forma, leggere nell’architettura e forse lontane dall’archetipo dell’aquilone che tutti conosciamo, da qui il nome dell’esposizione – AQUILONI? In questo lavoro, durato un paio di anni, Maurizio e Valter hanno  probabilmente gettato le basi  di nuove idee  aquilonistiche e tecniche costruttive, aprendo nuovi orizzonti creativi a sculture volanti inedite e particolari. Più vicine al mondo dell’arte che al mondo del volo. Maurizio Cenci vive a Ferrara. Presidente del Gruppo aquilonisti Vulandra è da anni appassionato costruttore di aquiloni e al loro volo. Altra passione che lo ha da sempre accompagnato è stata la realizzazione di gioielli e sculture.   Valter Gambelli vive a Fano. E’ insegnante di  materie artistiche, pittore, scultore ed incisore da oltre 40 anni. Presente con le sue opere in esposizioni nazionali ed internazionali.  La collaborazione tra i due amici si è concretizzata nella realizzazione di diversi aquiloni dipinti, passando poi a questo ultimo lavoro delle sculture  volanti.  L’esposizione – AQUILONI? Come ormai da lunga tradizione, il club Cervia Volante ha raccolto questa sfida, delineando gli spazi e la tematica come suo usuale. Quindi, sulla scia di altre mostre innovative presentate nel tempo dalla nostra associazione, eccovi ancora una volta qualcosa di insolito, di inusuale, tipico del mondo colorato ma non solo, che sono gli aquiloni.  La struttura degli antichi Magazzini ben si adatta ad ospitare questo genere di sculture, che al loro interno appaiono come prendere il volo e non sono più sculture statiche, ma si librano tra le antiche pietre ricche di salsedine e cariche di storia. L’aquilone, oggetto libero e per sognatori, così diventa arte da ammirare e toccare, appeso ma libero nell’aria salubre degli antichi spazi e trattenuto da un filo invisibile che sale più dalla fantasia che dal terreno, intrappolando nella memoria queste opere e la loro purezza.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]