Aqua Film Festival

[AdSense-A]

 

Roma, 6 – 9 ottobre 2016 c/o Casa del Cinema Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Senza-titolo-14

Scade il prossimo 30 luglio il bando per le iscrizioni gratuite per cortometraggi della prima edizione dell’Aqua Film Festival, che si terrà – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti – dal 6 al 9 ottobre 2016 presso la Casa del Cinema di Roma. Il festival sul tema dell’Acqua sarà suddiviso in aree tematiche quali sport, cultura e scienza, moda, arti e performance. Il concorso cinematografico, che si suddivide in 3 temi: l’Acqua DOLCE, l’Acqua MARE e l’Acqua TERME, è diviso in due sezioni: ‘Corti’ della durata massima di 25 minuti e ‘Cortini’ della durata massima di 3 minuti, anche realizzati da cellulare. Fino al 30 luglio 2016 sarà possibile inviare i propri lavori per partecipare al festival nelle due sezioni, contattando [email protected] e visitando il sito www.aquafilmfestival.org. Il progetto nasce da un’idea di Eleonora Vallone, attrice, giornalista ed esperta di metodiche in acqua. Un fitto programma di proiezioni e incontri animerà il festival. Tra i numerosi lavori finora pervenuti ai selezionatori, guidati da Giorgia Priolo, si passa dalla videoarte sperimentale di Subemergency, dell’italiana Debora Vrizzi, diplomata al Centro Sperimentale, al cinema documentario di The Diver, del messicano Esteban Arrangoiz , giovane talento già riconosciuto dai Festival più prestigiosi (Berlino, Cannes) che ha fatto dell’acqua e della problematica ecologica il centro focale delle proprie opere. Spazio anche all’animazione in stop motion con Grace under water, dell’australiano Anthony Lawrence. I corti saranno giudicati e premiati dalla Giuria composta dal suo presidente, il regista Giancarlo Scarchilli; lo scrittore Pietro Belfiore; la cantante Cecile; il Marketing Director di Comingsoon.it, Marco D’Ottavio; l’attore Ludovico Fremont; l’attrice Paola Gassman; il direttore della fotografia Blasco Giurato; l’attrice e regista Simona Izzo; lo scrittore e drammaturgo Giuseppe Manfridi; il montatore Luca Montanari; l’attrice Elisabetta Pellini; il critico musicale e conduttore Dario Salvatori; il regista Massimo Spano; l’attore e regista Ricky Tognazzi e l‘attore e doppiatore Luca Ward. Il festival si fregia anche di un Comitato Scientifico presieduto dal prof. Giovanni SpagnolettiTra gli eventi speciali del festival, la proiezione fuori concorso di “The Answer. La risposta sei tu”, opera prima dell’attore Ludovico Fremont (I Cesaroni; Scrivilo sui muri; Presto farà giorno), fiaba dark che racconta interessi e danni causati dalle multinazionali del tabacco. Protagonista è il ventenne Angel, che, con 4 amici, decide di passare qualche giorno al lago. La vacanza, però, si tramuta in una disavventura dopo il ritrovamento di alcuni animali morti e di una di loro quasi esanime sulle rive del lago. Il film – sottolinea la produzione – “si propone di indirizzare i giovani verso alcune scelte importanti per il loro benessere, focalizzando l’attenzione sul danno ambientale causato dal tabacco che distrugge il Creato, sulla nocività dell’inconsapevolezza e sui subdoli interessi di coloro che dal fumo traggono profitti”. Elisabetta Sgarbi presenterà quindi al festival il suo documentario Il pesce rosso dov’è?, terzo episodio della trilogia che la regista e scrittrice ha dedicato agli uomini e alle donne del Delta Po. Attraverso i racconti dei pescatori, la Sgarbi lancia con questo film un grido d’allarme per la salute di questa zona d’Italia. Altra proiezione speciale, il documentario “La memoria dell’acqua”, del regista cileno Patricio Guzman. Un bottone di madreperla incrostato nella ruggine di una rotaia in fondo al mare: è una traccia dei desaparecidos di Villa Grimaldi a Santiago, il grande centro cileno di detenzione e tortura sotto la dittatura di Pinochet. Un fiume che scorre e il tintinnio delle cascate: è la canzone dell’acqua alla base della cultura dei Selknams, popolazione nativa sudamericana trucidata dai colonizzatori. Due massacri, e la memoria dell’acqua: chiavi narrative per raccontare la storia di un Paese – il Cile – e delle sue ferite ancora aperte.

Aqua Film Festival

[AdSense-A]

Roma, 6 – 9 Ottobre 2016 – Casa del Cinema. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Senza-titolo-19
Si terrà – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti – dal 6 al 9 ottobre 2016 presso la Casa del Cinema di Roma la prima edizione dell’Aqua Film Festival, rassegna di opere cinematografiche, dedicate al prezioso puro e limpido elemento e fonte di vita, ma anche ampio contenitore di simposi, workshop, seminari, talk, incontri, tavole rotonde, mostre, sfilate, rappresentazioni e corsi specialistici, anche per ragazzi, sul tema dell’Acqua, interpretato nelle sue nelle sue diverse forme e funzioni. Il progetto nasce da un’idea diEleonora Vallone, attrice, giornalista ed esperta di metodiche in acqua. Il festival sarà suddiviso in aree tematiche quali sport, cultura e scienza, moda, arti e performance e promuove un concorso cinematografico con 3 temi che riguardano: l’Acqua DOLCE, l’Acqua MARE e l’Acqua TERME, diviso in due sezioni: ‘Corti’ della durata massima di 25 minuti e ‘Cortini’ della durata massima di 3 minuti, anche realizzati da cellulare. Fino al 15 luglio 2016 sarà possibile inviare i propri lavori per partecipare al festival nelle due sezioni, Corti e Cortini, contattando [email protected] e visitando il sito www.aquafilmfestival.orgUn fitto programa di proiezioni e incontri animerà il festival. Tra i numerosi lavori finora pervenuti ai selezionatori, guidati da Giorgia Priolo, si passa dalla videoarte sperimentale diSubemergency, dell’italiana Debora Vrizzi, diplomata al Centro Sperimentale, al cinema documentario di The Diver, del messicano Esteban Arrangoiz , giovane talento già riconosciuto dai Festival più prestigiosi (Berlino, Cannes) che ha fatto dell’acqua e della problematica ecologica il centro focale delle proprie opere. Spazio anche all’animazione in stop motion con Grace under water, dell’australiano Anthony Lawrence. I corti saranno giudicati e premiati dalla Giuria composta dal suo presidente, il regista Giancarlo Scarchilli; lo scrittore Pietro Belfiore; la cantante Cecile; il Marketing Director di Comingsoon.it, Marco D’Ottavio; l’attore Ludovico Fremont; l’attrice Paola Gassman; il direttore della fotografiaBlasco Giurato; l’attrice e regista Simona Izzo; lo scrittore e drammaturgo Giuseppe Manfridi; il montatore Luca Montanari; l’attrice Elisabetta Pellini; il critico musicale e conduttore Dario Salvatori; il regista Massimo Spano; l’attore e regista Ricky Tognazzi e l‘attore e doppiatore Luca Ward. Il festival si fregia anche di un Comitato Scientificopresieduto dal prof. Giovanni Spagnoletti.  Tra gli eventi speciali del festival, la proiezione fuori concorso di “The Answer. La risposta sei tu”, opera prima dell’attore Ludovico Fremont (I Cesaroni; Scrivilo sui muri; Presto farà giorno), fiaba dark che racconta interessi e danni causati dalle multinazionali del tabacco. Protagonista è il ventenne Angel, che, con 4 amici, decide di passare qualche giorno al lago. La vacanza, però, si tramuta in una disavventura dopo il ritrovamento di alcuni animali morti e di una di loro quasi esanime sulle rive del lago. Il film – sottolinea la produzione – “si propone di indirizzare i giovani verso alcune scelte importanti per il loro benessere, focalizzando l’attenzione sul danno ambientale causato dal tabacco che distrugge il Creato, sulla nocività dell’inconsapevolezza e sui subdoli interessi di coloro che dal fumo traggono profitti”. Elisabetta Sgarbi presenterà quindi al festival il suo documentario Il pesce rosso dov’è?, terzo episodio della trilogia che la regista e scrittrice ha dedicato agli uomini e alle donne del Delta Po. Attraverso i racconti dei pescatori, la Sgarbi lancia con questo film un grido d’allarme per la salute di questa zona d’Italia. Altra proiezione speciale, il documentario “La memoria dell’acqua”, del regista cileno Patricio Guzman. Un bottone di madreperla incrostato nella ruggine di una rotaia in fondo al mare: è una traccia dei desaparecidos di Villa Grimaldi a Santiago, il grande centro cileno di detenzione e tortura sotto la dittatura di Pinochet. Un fiume che scorre e il tintinnio delle cascate: è la canzone dell’acqua alla base della cultura dei Selknams, popolazione nativa sudamericana trucidata dai colonizzatori. Due massacri, e la memoria dell’acqua: chiavi narrative per raccontare la storia di un Paese – il Cile – e delle sue ferite ancora aperte. “L’Aqua Film Festival – nelle parole della direzione artistica – intende valorizzare l’elemento Acqua sul territorio, come fonte di vita , di energia, di salute, di memoria, da amare, rispettare, valorizzare e temere, attraverso l’immagine in movimento catturata dall’Uomo, sotto forma di messaggio sociale di libertà, di sport di arte, consapevolizzando chi ne ha in abbondanza e aiutando i Paesi che non ne hanno”. L’Aqua Film Festival è realizzato dall’Associazione di volontariato Universi Aqua, che riunisce esperti e tecnici delle varie anime che rappresentano l’acqua come Spettacolo e nei suoi differenti quotidiani aspetti. Un particolare rilievo sarà dedicato all’opera della Marina Militare che quotidianamente svolge un’azione di controllo e di salvaguardia che consente ogni anni anno di salvare migliaia di vite umane e di proteggere questo immenso patrimonio. La Marina Militare è sensibile alle tematiche ambientali e alla diffusione di un’educazione marinara volta al rispetto e alla valorizzazione del mare come importante risorsa per un paese peninsulare come l’Italia. La Marina mette a disposizione le sue realtà “più naturalmente marinare e ecologiche” quali le barche a vela e le navi scuola per il sostegno delle attività di promozione e diffusione di tali importanti tematiche in collaborazione con le associazioni ambientaliste interessate quali MAREVIVO e WWF. Un obiettivo della Marina è standardizzare la flotta allo scopo di ridurre al minimo le emissioni utilizzando propulsioni alternative a impatto zero, come il GNL. Grazie al patrocinio del CONI sarà descritta l’importanza degli sport acquatici per la salute e per la conoscenza della natura, oltre a ospitare i grandi campioni che ci hanno resi fieri in tutto il mondo. Tra i partner di questa prima edizione, Amref Health Africa, la più grande organizzazione sanitaria africana, senza fini di lucro che opera nel Continente dal 1957. Da sempre, per Amref, la salute nasce all’interno delle comunità locali. È attraverso il coinvolgimento attivo delle popolazioni, del personale locale e dei sistemi sanitari pubblici che si realizzano miglioramenti a lungo termine. Per questo i protagonisti del cambiamento sono i beneficiari stessi degli interventi e il 97% del personale che lavora con Amref in Africa è africano. Perché siano gli Africani, ogni giorno, a prendersi cura dell’Africa. Oggi Amref opera in 26 Paesi a sud del Sahara con 172 progetti di promozione della salute. Attraverso centri sanitari e unità mobili garantisce assistenza medica alle popolazioni nomadi e rurali. Aqua Film Festival beneficia anche del sostegno della Fondazione Prince Albert II de Monaco(www.fpa2.com), che opera per la protezione dell’ambiente e la promozione dello sviluppo durevole su scala mondiale. Altro partner, Marevivo – il cui barcone ospita la conferenza stampa del 15 giugno 2016 – associazione nazionale con trent’anni di esperienza nella tutela del mare e delle sue preziose risorse, che si avvale, per le sue attività in Italia e all’estero, del supporto dei comitati scientifico e giuridico, di 30 delegazioni territoriali, di una divisione subacquea e di un’organizzazione capillare di volontari e iscritti. Media partner del festival,Coming Soon, editore leader nella promozione cinematografica con il sito internetwww.comingsoon.it e l’applicazione per tablet e smartphone più utilizzata dagli appassionati di cinema (Coming Soon Cinema). Sponsor, la Scuola Nazionale di Cinema, settore del Centro Sperimentale di Cinematografia dedicata all’insegnamento delle professioni del cinema, che offre un programma didattico strutturato per aree interdisciplinari e finalizzato alla specifica preparazione in regia, sceneggiatura, recitazione, fotografia, montaggio, tecnica del suono, produzione, scenografia, arredamento e costume ha l’obiettivo di scoprire e formare nuovi talenti. Sponsor tecnico è Aquaniene The Sport Club, punto di incontro e aggregazione aperto al pubblico, per chi ama lo sport e ne condivide i valori, nato dalla passione, il coraggio e la volontà che da sempre contraddistinguono la filosofia sportiva del Circolo Canottieri Aniene.

I edizione dell’Aqua FilmFestival

Roma, 5 – 8 maggio 2016, MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo

logo AQUAFILMFESTIVALRoma, 26 ottobre- Si terrà dal 5 all’8 maggio 2016 presso il complesso museale del MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma la prima edizione dell’Aqua Film Festival, rassegna di opere cinematografiche dedicate al prezioso puro e limpido elemento e fonte di vita, ma anche ampio contenitore di simposi, workshop, seminari, talk, incontri, tavole rotonde, mostre, sfilate, rappresentazioni e corsi specialistici sul tema dell’Acqua, interpretato nelle sue molteplici applicazioni e angolazioni. L’acqua è elemento e rappresentazione di Vita, grazie ed intorno alla quale l’uomo ha potuto sviluppare i suoi insediamenti e le sue civiltà, le arti e le culture (pittoriche, figurative, scultoree e teatrali), le scienze e conoscenze in ambito ingegneristico, architettonico e di tutela e mantenimento dello stato di benessere e salute, nei suoi aspetti più propriamente fisico-sportivi e nel suo impiego a fini terapeutici e riabilitativi. Da millenni l’elemento Acqua risulta inoltre magnifica ed inesauribile fonte d’ispirazione per letterati, poeti, autori teatrali, ma soprattutto nei tempi moderni di registi, sceneggiatori e maestri di fotografia del Cinema, che hanno creato sul tema ‘acqua’ splendidi e immortali capolavori. Aqua Film Festival, progetto nato da un’idea di Eleonora Vallone, attrice, giornalista ed esperta di metodiche in acqua, ha visto la sua crescita ed evoluzione con Aqua Film Festival ONLUS, organizzazione che riunisce esperti e tecnici delle varie anime che rappresentano l’elemento acqua come Spettacolo e nei suoi differenti quotidiani aspetti e coinvolgimenti. Aqua Film Festival si pone dunque come straordinario ponte tra ‘Cinema, maestro di Vita’ e ‘Acqua, elemento di Vita”. Il festival sarà suddiviso in aree tematiche quali sport, cultura e scienza, moda, arti e performance e Aqua Film Festival promuove un concorso cinematografico con 3 temi che riguardano: l’Acqua DOLCE, l’Acqua MARE e l’Acqua TERME, diviso in due sezioni: cortometraggi della durata max di 25’ ciascuno e ‘Cortini’ della durata max di 3’ ciascuno. Per i vincitori del concorso, dal titolo Sorella Acqua, sono previsti premi speciali quali il Premio per la migliore colonna sonora ispirata all’Acqua e il Premio per il miglior lavoro realizzato nelle scuole che racconti l’Acqua attraverso le immagini. Un premio sarà consegnato anche al miglior progetto per risparmiare l’energia dell’acqua nel mondo e trovare le migliori idrovie per i diritti all’Acqua. Il programma prevede l’inaugurazione con uno show di presentazione, proiezioni e convegni su sport e lifestyle, moda, musica e videoarte, ma anche talk di approfondimento e incontri con relatori internazionali quali scienziati, medici, artisti e sportivi che abbiano avuto un’importante esperienza di vita con l’Acqua. Spazio anche al benessere in acqua con lezioni per la coppia e per le future mamme con la direttrice stessa del festival, pioniera dell’Acquagym. Saranno coinvolti anche i più piccoli, con workshop e laboratori studiati per bambini nelle scuole.L’Aqua Film Festival – nelle parole della direzione artistica – intende sensibilizzare e consapevolizzare sul tema dell’Acqua, attraverso le arti e la cultura in modo trasversale, sottolineandone la sua importanza per l’intera umanità e proponendo soluzioni per valorizzarne il patrimonio comune”. L’Aqua Film Festival è realizzato dalla Taylor Servizi con il patrocinio del CONI e l’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale e altri prestigiosi Patrocini e Sponsor.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]