Courmayeur Wine Fest, 22 etichette vinicole valdostane in vetrina ai piedi del Monte Bianco‏

La partecipazione è legata all’acquisto del calice del Courmayeur Wine Fest, che si può trovare in prevendita a Courmayeur e ad Aosta o direttamente alla fiera. Per tutto il giorno, fino a sera, sono in programma assaggi, musica itinerante, animazioni e laboratori per bambini e ragazzi sul tema del vino. 

courmayeur-wine-festCourmayeur, 15 aprile 2016_ È iniziato il conto alla rovescia, Courmayeur si prepara ad ospitare, lunedì 25 aprile, la prima edizione assoluta del Courmayeur Wine Fest, una fiera interamente dedicata alla filiera corta delle etichette vinicole locali. Protagonisti, 22 produttori provenienti da tutta la Valle d’Aosta: da Ermes Pavese e la Cave Mont Blanc, che rappresentano i territori dell’Alta Valle, fino alla Pianta Grossa di Donnas, al capo opposto della regione. Teatro della manifestazione, il Museo Transfrontaliero e il Jardin de l’Ange, nel centro storico di Courmayeur, dove, dalle ore 11 alle ore 19, sarà possibile scoprire e degustare i vini accompagnati da eccellenze gastronomiche a km zero: i formaggi dei Fratelli Panizzi e le specialità dell’azienda Pan per Focaccia, entrambi di Courmayeur, e i prodotti di Mont Blanc Salumi, di Morgex. L’atmosfera di festa coinvolgerà il pubblico, tra musica itinerante – violini, percussioni e strumenti tradizionali a cura de L’Orage – e passeggiate in carrozza. Bambini e ragazzi potranno divertirti in compagnia degli animatori professionisti de Lo Tatà, che organizzeranno laboratori creativi, giochi sul tema del vino e attività divertenti come la pigiatura dell’uva e la corsa delle botti. La partecipazione alla manifestazione (la fiera e le animazioni) è legata all’acquisto del Calice del Courmayeur Wine Fest (costo 10 €), che si può trovare in prevendita a Courmayeur e ad Aosta e direttamente al Museo Transfrontaliero nel giorno dell’evento. In serata, su prenotazione, la festa prosegue al vicino Hotel Royal e Golf, che ospiterà un aperitivo e una cena a cura degli Chef de Montagne, i 5 chef stellati della Valle d’Aosta, Maura Gosio, Agostino Buillas, Alfio Fascendini, Fabio Iacovone e Piergiorgio Pellerei. Per concludere la giornata tra saune, massaggi e relax, chi si presenterà presso il QC Terme di Pré-Saint-Didier potrà godere di uno sconto del 20% sull’ingresso alla Spa dell’hotel. L’invito è valido esclusivamente lunedì 25 aprile dopo le ore 17.30.

Il Courmayeur Wine Fest è organizzato dalle maggiori associazioni di settore: A.B.I. Professional Valle d’Aosta (Associazione Barmen Italiani) e da A.I.S. Valle d’Aosta (Associazione Italiana Sommelier).

Non solo sci, in Valle D’Aosta

Tra benessere, avventure sulla neve, cucina tradizionale e su misura, l’inverno 2015 al Romantik Hotel Jolanda Sport di Gressoney (AO).

image00622 novembre – A 1637 di altitudine, con accesso diretto dall’impianto di risalita, il Romantik Hotel Jolanda Sport di Gressoney La Trinitè (AO) è una porta che si apre sui sogni degli sciatori, che si traducono nella realtà dei 180 chilometri di piste hi-tech di Monterosa Ski. Ma i motivi per trascorrere una vacanza in questo delizioso albergo arredato in stile tradizionale Walser vanno ben oltre lo sci. Il centro benessere, in cui – come a ricordare che la tradizione, da queste parti, non è solo una parola e ha molto a che fare con le pratiche che garantiscono il relax – si insinuano travi e legni vecchi, è dotato di piscina con idromassaggio, sauna finlandese con minipiscina esterna a 9 gradi, biosauna, bagno turco, palestra e una zona beauty, dove mani esperte eseguono trattamenti specializzati , rigorosamente con prodotti naturali, bagni aromatizzati nella vasca idromassaggio della Principessa e rilassantissimi bagni di fieno. Anche le camere sono un tuffo nel passato, con la testa che emerge in un presente di comodità, mentre la cucina – in cui tutto è fatto in casa – propone un repertorio enogastronomico, capace di soddisfare tutti i gusti, a partire dai piatti tipici (come le Kneflene Walser, piatto tipico di Gressoney), fino ai secondi elaborati e ai dolci realizzati dal pasticcere. Il cuoco residente ha un occhio di riguardo per la cucina Vegetariana, Vegana e quella gluten free, tanto che molti dei dolci sono preparati appositamente per i celiaci. Per venire al piatto forte invernale, quello servito sulle piste da sci, può essere sufficiente sapere che Gressoney è una delle poche stazioni invernali a proporre l’Eliski con l’accompagnamento delle guide alpine, che ci si può cimentare con le arrampicate sulle cascate di ghiaccio o con il Freeride, lo Sci Alpinismo e il Telemark, per tornare nell’atmosfera caratteristica e rilassante del centro benessere.  Profondamente radicata nella rispettiva regione e plasmata dalla tradizione e dalla consapevolezza della qualità – questo è il senso dell’accoglienza per i quasi 200 Romantik Hotels & Restaurants in 9 Paesi europei, che danno il benvenuto ai loro ospiti provenienti da vicino e da lontano. Individualità che sorprende, genuinità che delizia, genialità che cattura – in breve: un atteggiamento molto speciale verso la vita.

Maggiori informazioni su www.romantikhotels.com.

Canova ad Aosta: una speciale visita guidata dalla storica dell’arte Daria Jorioz

Aosta, Centro Saint-Bénin Mercoledì 23 settembre 2015, ore 17.00

canovalancioAosta, 23 settembre, 2015- L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che, nell’ambito della manifestazione Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste, il Centro Saint-Bénin di Aosta ospita, mercoledì 23 settembre 2015, con inizio alle ore 17.00, una visita guidata alla mostra, dal titolo Antonio Canova e la permanenza del classico. La visita, condotta dalla storica dell’arte Daria Jorioz, intende offrire alcune suggestioni sulla scultura canoviana e sul neoclassicismo, partendo dalle opere in mostra. Dalla Danzatrice con le mani sui fianchi, al gruppo scultoreo per il monumento a Maria Cristina d’Austria, dal busto in marmo di Ettore alle tempere e ai dipinti autografi, un viaggio alla riscoperta di un grande artista italiano, che ha fatto rivivere la bellezza della statuaria antica partendo dal recupero della grande cultura classica e ci ha lasciato capolavori indiscussi quali Amore e Psiche del Museo del Louvre e le celebri Grazie dell’Hermitage di San Pietroburgo. Il biglietto d’ingresso ridotto alla mostra, del costo di 4 euro, comprende la visita guidata. L’ingresso per i minori di 18 anni è gratuito. Restano inoltre attive le altre riduzioni. Per prenotazioni telefoniche, chiamare lo 0165.274401. Il programma dettagliato delle iniziative di Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste è disponibile sul sito internet www.regione.vda.it.

Aosta, un morto per influenza H1N1

Direttore sanitario Usl, non è fatto eccezionale e consiglia la vaccinazione come regola di prevenzione

Sanita': l'ospedale Umberto Parini di AostaRoma, 20 gennaio – Un sessantenne valdostano è morto due giorni fa all’ospedale di Aosta a causa di una febbre provocata da un’influenza virale, la H1N1. L’uomo era ricoverato da alcuni giorni in ospedale per pluripatologie. Anche una donna è stata colpita dalla stessa influenza ed è ricoverata in gravi condizioni in Rianimazione; è probabile che nelle prossime ore venga trasferita a Torino. Sono immediatamente scattati i protocolli di sicurezza per il personale infermieristico quando c’è un sospetto di malattia infettiva. “Non è un fatto eccezionale – commenta all’Ansa Massimo Veglio, direttore sanitario dell’Usl valdostana – e rientra nella casistica. Ne approfitto per invitare ‘caldamente’ i cittadini a vaccinarsi”.

Fonte: Ansa

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]