Lunedì 23 novembre ad Ance Foggia confronto su rigenerazione urbana con l’Assessore alla Pianificazione territoriale della Regione Puglia Anna Maria Curcuruto

L’associazione accenderà i riflettori sull’importanza della rigenerazione urbana per il rilancio delle periferie e al contempo del settore edile

Eletto-presidente-BIANCOFIORE1Foggia, 20 novembre – La rigenerazione urbana, il rilancio delle periferie e l’intervento dei privati: saranno questi alcuni dei temi su cui verterà  il confronto organizzato da Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) Foggia con l’Assessore alla Pianificazione territoriale della Regione Puglia Anna Maria Curcuruto  che si terrà lunedì 23 novembre a Foggia (Via Valentini Vista Franco 1) alle 15. L’associazione guidata dal Presidente   Gerardo Biancofiore (che è anche Presidente del gruppo PMI Estero dell’ANCE)  e Presidente di ANCE Foggia Gerardo Biancofiore accenderà così i riflettori sull’importanza della rigenerazione urbana per il rilancio delle periferie e al contempo del settore edile nel corso del consiglio direttivo a cui sono stati invitati la Curcuruto, il direttore Legislazione mercato Privato dell’Ance Marcello Cruciani, i rappresentanti dell’Arca (edilizia popolare) e i Sindaci della Provincia di Foggia. “La rigenerazione urbana- dichiara Biancofiore- è quel processo attraverso cui si agisce sulla città per darle un aspetto nuovo e competitivo. La rigenerazione della città è un’attività che mira non solo ad una riqualificazione fisica, necessaria per rilanciare l’immagine urbana, a livello estetico, ma è affiancata da interventi di natura culturale, sociale, economica ed ambientale, finalizzati ad un incremento della qualità della vita, nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale e di partecipazione sociale. Oggi più che mai il tema della rigenerazione urbana si incontra con quello di periferie che si sentono sempre più abbandonate dallo Stato e in cui in città medie come Foggia la criminalità e in grandi città anche il terrorismo trovano terreno fertile. L’Assessore Curcuruto nei suoi anni a Bari ha compreso tutto questo e ora ci aspettiamo che lo faccia anche per l’intera Puglia. Una regione in cui abbiamo una normativa farraginosa che non ha incentivato negli ultimi anni in alcun modo le imprese ad intervenire.  Imprese che con regole chiare sono pronte a fare la loro parte.”

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com