Francesco Alberoni e la sociologia dell’anima

Intervista al famoso sociologo autore de  L’arte d’amare

francesco-alberoniDi Francesca Rossetti

Roma, 21 Aprile – Francesco Alberoni è da sempre uno dei nomi di punta della sociologia in Italia, spesso presente in televisione e sui giornali con rubriche molto seguite: ecco cosa ci racconta della sua interessante professione.

Chi e Francesco Alberoni?

 E’  il maggior  studioso  dei  movimenti collettivi  come processi  che,  partendo dallo stato nascente  generano partiti chiese, nazioni . In  questo campo le sue  opere  principali sono Genesi (1989) , Leader e  Masse (2007) Movimento e istituzione (2014)in cui espone una vera teoria  della storia in cui sono importanti i movimenti. Egli  applicato il concetto di stato nascente all’innamoramento nel libro  Innamoramento e amore  ( 1979) Tradotto in venticinque  lingue. Segue  L’amicizia  (1984)  l’Erotismo 81986) Ti amo ( 1996)  Sesso e  amore ( 2006 )  poi   opere di  narrativa come I dialoghi degli amanti (  2009) e Racconti d’amore (2010 ). Il suo ultimo libro è  L’arte d’amare (Sonzogno). Ha svolto consulenza nel campo della comunicazione  strategica  per le principali imprese italiane Barilla,  Bassetti , Fiat , Miralanza,  Merloni Frau , Tods  e molte altre. E’ stato Rettore dell’università   di Trento, ha  ideato e realizzato l’Università IULM di Milano  di cui  è stato Rettore.  E stato presidente della Associazione Italiana di Sociologia,   della  Rai Radiotelevisione Italiana, del Centro Sperimentale di Cinematografia ed editorialista  de  Il  Corriere  della Sera e  Il Giornale. ?

Come nasce la mia passione ?

 Dall’adolescenza,  vedendo la guerra, i fanatismi religiosi e politici  e la forza travolgente dell’innamoramento

A quali grandi filosofi si rifa ?

 A Freud, Max Weber, Durkheim  ma anche altri perchè Alberoni ha una preparazione tanto scientifica che storica

Problematiche tratta

Tutto il campo dell’amore  per qualunque età. Ma di solito non tratto i problemi degli  adolescenti. Ho scritto anche un libro divulgativo fatto di domande e di risposte, “Lezioni d’amore”, Rizzoli 2006

Nessuna malattia porta realmente alla morte

Per la medicina cinese quando termina l’energia ancestrale del rene la vita finisce perché il corpo esaurisce completamente le sue forze

di Fiorella Capuano

downloadRoma, 24 dicembre – Solo quando l’anima ha terminato il suo accordo arriva il momento della sua separazione dal corpo fisico che ha scelto di abitare. Nessuna malattia è mai causa di morte, ma solo l’idea che abbiamo della nostra fine è la vera motivazione della nostra dipartita. Per la medicina cinese che studio e pratico da oltre vent’anni, quando termina l’energia ancestrale del rene la vita finisce perché il corpo esaurisce completamente le sue forze. La malattia o meglio il Programma Biologico Sensato della Natura è solo un avvertimento che non stiamo utilizzando al meglio le nostre forze, che qualcosa nel nostro corpo ha bisogno di essere compreso, che qualcosa nella nostra coscienza ha necessità di essere integrata…. l’anima chiede di compiere un prossimo passo evolutivo. Non esiste malattia che non possa essere guarita nel campo dell’olismo, perché quando si da simultaneamente all’anima, al corpo e allo spirito la possibilità di riallinearsi nell’equilibrio perfetto, la malattia come è arrivata così svanisce. Questa è la mia esperienza e missione di vita. Non ho mai avuto nessun insuccesso, salvo quando le persone si ostinano ad ignorare le leggi cosmiche. La Guarigione profonda dell’anima consiste nel comprendere le leggi universali degli opposti e dell’alternanza, dell’equilibrio e dell’energia. Definire la guarigione “spirituale” è un errore grossolano poiché lo spirito eterno che è in noi, il nostro Se Superiore è già evoluto, non ha bisogno di guarire da nulla, esso è già allineato con il proposito universale dell’equilibrio perfetto, segue naturalmente le leggi cosmiche. Viceversa è l’anima che ancora intimamente legata al corpo emotivo, ha bisogno di evolvere a maggior coscienza per lasciare radicare in se lo spirito eterno. Quando questo accade la persona vive uno stato di estasi di perfetta salute e benessere. Per me la guarigione è semplice e naturale, è come respirate correttamente, è una grande risata che a volte stenta ad uscire. Ma quando esce questa grande risata è un’infinita pace nel cuore. Grazie a tutte le persone che mi seguono in questo processo di guarigione personale che è in realtà una grande guarigione della collettività e della Terra.

Fiorella Capuano Riceve presso il Giardino di Pace Italia in Puglia e a Roma 333.747.9520

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]