Il “Bivio. Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” di Angelo Bruscino vince il Premio Casentino.

Tra i premiati Pier Carlo Padoan per l’Economia, Marco Travaglio per il Giornalismo, Mario Moretti Polegato e  Nicoletta Spagnoli per l’Imprenditoria, Francesco Prati per la Medicina, Giammarco Puntelli per la Critica d’Arte e Veniero Scarselli per la Letteratura

Senza-titolo-16

Roma, 13 Giugno  – Continua a riscuotere un grande successo il “Bivio. Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” di Angelo Bruscino (Mondadori editori), Presidente giovani di Confapi ed imprenditore della Green Economy, che ha vinto il prestigioso Premio Casentino. Tra gli altri premiati Pier Carlo Padoan per l’Economia, Marco Travaglio per il Giornalismo, Mario Moretti Polegato e  Nicoletta Spagnoli per l’Imprenditoria, Francesco Prati per la Medicina, Giammarco Puntelli per la Critica d’Arte e Veniero Scarselli per la Letteratura  Il Premio, la cui consegna si è svolta ieri S. Fedele a Poppi (Arezzo), premia Bruscino nella sezione Narrativa / Saggistica e riporta alla ribalta il tema trattato nel libro: i giovani, la dispersione scolastica, i sogni rivolti al futuro, la fuga dei cervelli e la generazione dei neet che resta di scottante attualità Puntuale all’appuntamento, alla sua scadenza di Giugno, il Premio scientifico-letterario Casentino torna con le sue  proposte, e torna ulteriormente rinnovato come fattivo testimone di una realtà culturale ormai tra le più evidenziabili (anche per la caratteristica relativa alla valorizzazione di giovani talenti e per l’attento vaglio delle opere edite ed inedite); si riaffermano così i valori che nel tempo hanno sempre difeso e rafforzato l’ormai storica radice del Premio, giunto alla sua 41° edizione. Infatti, fondato in epoca pre-bellica da C. E. Gadda, C. Coccioli e N. Lisi, dopo l’interruzione della guerra fu fatto rivivere da Silvio Miano (al cui nome è legata la sezione umanistica) unitamente a Vittorio Vettori. “In Italia parlare di giovani resta sempre più un argomento attuale ed attorno al quale costruire le basi del futuro del paese – dichiara Angelo Bruscino – nelle scorse settimane infatti dati sconfortanti dell’Istat raccontano l’abbandono crescente del sistema universitario da parte dei nostri ragazzi. L’incapacità sempre più evidente del paese nel creare risposte ai Bisogni di una generazione sta contribuendo in maniera determinante a moltiplicare il desiderio di fuga o di abbandono. Eppure – prosegue Bruscino – la nostra risorsa più rara e preziosa continua a trovare forza e risorse straordinarie con le quali affrontare i problemi di una burocrazia ottusa e di un’Italia che preferisce girarsi troppo spesso dall’altra parte, lo testimoniano le migliaia di storie di ragazzi e ragazze che con energia e rabbia reagiscono fondando aziende, coltivando sogni ed immaginando futuro, a volte anche solo seguendo le loro passioni come testimonia anche la splendida classifica del Time che inserisce un giovanissimo speleologo italiano di 31 anni tra i “giovani” che hanno la potenzialità di cambiare il mondo”. Il Premio, tra i più antichi e significativi organizzati su scala nazionale, affida la giuria competente ed integerrima il verdetto che alla fine del suo lavoro di selezione, individua coloro la cui voce è parsa di più vasto significato e risonanza. In anni recenti, il Premio è stato arricchito con la sezione scientifica “Francesco Redi” (Economia, Ricerca, Medicina, Giornalismo).

 

Un successo la presentazione a Potenza del libro di Angelo Bruscino “Il bivio – Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” edito da Mondadori

Alla presentazione del libro del Presidente nazionale dei Giovani Confapi organizzata da Lavoradio sono intervenuti imprenditori e testimoni della scelta tra emigrazione e coraggio di restare

Senza-titolo-19Roma, 19 Maggio – I giovani, il lavoro, l’emigrazione, il coraggio di restare e scommettere in Basilicata il proprio futuro. Di tutto questo si è parlato ieri  mercoledì 18 maggio alla Cappella dei Celestini, a Potenza, nel corso della presentazione del libro “Il bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi”, scritto per Mondadori da Angelo Bruscino, Presidente nazionale giovani Confapi e imprenditore della green economy, che meno di un mese fa ha inaugurato la piattaforma tecnologica più innovativa d’Europa. 

Senza-titolo-20Dopo i saluti da parte dell’assessore alla Cultura del Comune di Potenza, Roberto Falotico, Il giornalista Vito Verrastro, fondatore di Lavoradio, che ha intervistato l’autore e ha dato vita, nella seconda parte, ad un talk show a cui hanno preso parte Antonio Candela, imprenditore e fondatore a Matera del Comincenter, modello innovativo ed efficace nell’accompagnamento dei giovani alla ricerca attiva del lavoro; Giovanni Oliva, attuale direttore generale del Dipartimento Regionale all’Agricoltura e primo manager italiano ad aver diretto un’azienda di proprietà cinese in Cina; Andrea Frascati, presidente Aidp (Associazione Italiana per la Direzione del Personale) Basilicata e manager delle risorse umane in Smartpaper. A rappresentare le due facce del bivio sono stati Angela Conte, artigiana digitale che ha deciso di restare in Basilicata, e Martino Turturiello, informatico di Balvano, attualmente al lavoro in una startup in Silicon Valley dopo una lunga trafila in Irlanda, Spagna e Stati Uniti, dove ha lavorato per anni alla Apple.

“L’Italia riparte, è ferma, ripartirà ? – si chiede Bruscino nel volume – Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i “Giovani” che nell’ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup.   Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all’alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l’unica capace di ereditare e costruire un domani migliore. Questo saggio è infatti un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo.  Lavoradio, il magazine settimanale nato a Potenza nel 2012 per raccontare il lavoro che c’è o che si può… inventare, è oggi distribuito su 11 radio in 7 regioni d’Italia, con una community di 3.000 fan su Facebook, 1500 follower su Twitter e un canale con oltre 1.000 podcast informativi. Oltre all’informazione e alla formazione, realizzata in scuole e Università, il team di Lavoradio intende accendere i riflettori sul mondo del lavoro, della formazione, dell’orientamento e della crescita personale anche con l’intervento di esperti a livello nazionale, per sensibilizzare opinione pubblica e addetti ai lavori sulla necessità di formare sempre più imprenditori di se stessi.

Presentazione del libro “Il bivio – Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” di Angelo Bruscino

Un successo la presentazione  a Potenza del libro di Angelo Bruscino “Il bivio – Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” edito da Mondadori 

Alla presentazione del libro del Presidente nazionale dei Giovani Confapi organizzata da Lavoradio sono intervenuti imprenditori e testimoni della scelta tra emigrazione e coraggio di restare

I giovani, il lavoro, l’emigrazione, il coraggio di restare e scommettere in Basilicata il proprio futuro. Di tutto questo si è parlato ieri  mercoledì 18 maggio alla Cappella dei Celestini, a Potenza, nel corso della presentazione del libro “Il bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi”, scritto per Mondadori da Angelo Bruscino, Presidente nazionale giovani Confapi e imprenditore della green economy, che meno di un mese fa ha inaugurato la piattaforma tecnologica più innovativa d’Europa. 

potenza-presentazione-libro-il-bivio-di-Angelo-Bruscino

Dopo i saluti da parte dell’assessore alla Cultura del Comune di Potenza, Roberto Falotico, Il giornalista Vito Verrastro, fondatore di Lavoradio, che ha intervistato l’autore e ha dato vita, nella seconda parte, ad un talk show a cui hanno preso parte Antonio Candela, imprenditore e fondatore a Matera del Comincenter, modello innovativo ed efficace nell’accompagnamento dei giovani alla ricerca attiva del lavoro; Giovanni Oliva, attuale direttore generale del Dipartimento Regionale all’Agricoltura e primo manager italiano ad aver diretto un’azienda di proprietà cinese in Cina; Andrea Frascati, presidente Aidp (Associazione Italiana per la Direzione del Personale) Basilicata e manager delle risorse umane in Smartpaper. A rappresentare le due facce del bivio sono stati Angela Conte, artigiana digitale che ha deciso di restare in Basilicata, e Martino Turturiello, informatico di Balvano, attualmente al lavoro in una startup in Silicon Valley dopo una lunga trafila in Irlanda, Spagna e Stati Uniti, dove ha lavorato per anni alla Apple.

“L’Italia riparte, è ferma, ripartirà ? – si chiede Bruscino nel volume – Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i “Giovani” che nell’ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup.
Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all’alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l’unica capace di ereditare e costruire un domani migliore.
Questo saggio è infatti un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo.

Lavoradio, il magazine settimanale nato a Potenza nel 2012 per raccontare il lavoro che c’è o che si può… inventare, è oggi distribuito su 11 radio in 7 regioni d’Italia, con una community di 3.000 fan su Facebook, 1500 follower su Twitter e un canale con oltre 1.000 podcast informativi. Oltre all’informazione e alla formazione, realizzata in scuole e Università, il team di Lavoradio intende accendere i riflettori sul mondo del lavoro, della formazione, dell’orientamento e della crescita personale anche con l’intervento di esperti a livello nazionale, per sensibilizzare opinione pubblica e addetti ai lavori sulla necessità di formare sempre più imprenditori di se stessi.

Per ulteriori informazioni e interviste: Sara Napolitano 3203610607 –3496062814

La copertina https://drive.google.com/file/d/0B94EIy0WUeXcTlZKMVVYbXFEd00/view?usp=sharing

La scheda del libro: http://www.mondadoristore.it/bivio-Sogni-speranze-giovani-Angelo-Bruscino/eai978889180355/

Una foto dell’autore: https://drive.google.com/file/d/0B94EIy0WUeXcT2dMQ3lfVkxQRUk/view?usp=sharing

 

“Il Bivio. Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” di Angelo Bruscino vince il Premio Letterario Il Molinello 2016. Oggi a Siena la cerimonia

Il presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confapi riceve il riconoscimento per il libro edito da Mondadori
11350856_10206468176483794_5203873670942518084_nRoma, 5 Marzo – Sarà all’insegna del ricordo del grande poeta Mario Luzi la ventesima edizione del Premio Letterario Internazionale “Il Molinello”, Medaglia del Presidente del Senato, organizzato dall’Associazione Culturale Il Molinello. La Cerimonia di premiazione si svolgerà oggi sabato 5 marzo 2016 alle 16 a Siena al Grand Hotel Apogeo di Bettolle -Sinalunga  e sarà condotta dal giornalista RAI Massimo Lucchesi. La Giuria del “Molinello”, composta dall’ideatrice del Premio e Presidente Nicla Morletti, dai giornalisti e critici letterari Giulio Panzani e Marco Delpino e dal docente di lettere e critico letterario Giovanbattista Alfano, ha reso noti i nomi dei vincitori della ventesima edizione. E il Premio Speciale della Giuria per la saggistica va all’imprenditore napoletano e Presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confapi Angelo Bruscino per il libro “Il bivio – Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” edito da Mondadori. “Sono onorato di essere stato scelto per la sezione speciale del Premio Molinello, dichiara Bruscino, un riconoscimento così longevo e prestigioso, sono felice perchè ricevere questo premio ha un significato che va oltre il riconoscimento al mio lavoro personale: vuol dire che l’argomento di cui tratta, cioè i giovani e la loro attuale situazione lavorativa e sociale in Italia diventa di interesse nazionale e questo mi fa ben sperare nel cambio della cultura di sistema. Riscontro con piacere – continua Bruscino- nel ricevere questo premio che c’è una presa di coscienza, che la situazione attuale non è più accettabile, che deve cambiare, che le logiche e la visione che abbiamo applicato fino ad oggi a questo paradigma devono essere aggiornate ai tempi in cui viviamo. Questo evento è guidato quindi dalla sensibilità verso i giovani e dall’interesse e l’apertura verso il cambiamento.”

Il volume
Riuscirà l’Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica?  Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” (Mondadori): il nuovo libro dell’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino.   “L’Italia riparte, è ferma, ripartirà ? – si chiede Bruscino nel volume – Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i “Giovani” che nell’ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup.   Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro  e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all’alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l’unica capace di ereditare e costruire un domani migliore, questo Saggio cerca di dare un contributo positivo alla rinascita della nostra nazione attraverso il racconto di un’Italia difficile, ma anche eccezionale e capace di salire alla ribalta con le sue giovani imprese, le sue espressioni creative ed innovative “. Questo saggio è infatti un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo.

Un successo la presentazione a Milano alla Mondadori di Piazza Duomo del libro di Angelo Bruscino “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi”

Nel libro, edito da Mondadori, l’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi presenta un’istantanea di storie di sogni e speranze dei giovani italiani cresciuti nella peggiore crisi economica dopo quella del 1929

autore e relatoriMilano, 24 febbraio – E’ stata un successo ieri pomeriggio  la presentazione a Milano alla libreria Mondadori di Piazza Duomo di “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” (Mondadori): il nuovo libro dell’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino. La presentazione si è aperta con un confronto con l’autore, moderato dal Condirettore di Italiaoggi Marino Longoni, a cui hanno preso parte l’amministratore di Affaritaliani.it e partner di Quadrivio SGR  Luca Greco, il Fondatore di Cioccolatitaliani Vincenzo Ferrieri, il fondatore e Presidente Foodation Riccardo Cortese e il segretario generale di Competere.EU Roberto Race. “Questo saggio- ha dichiarato ieri Bruscino- è   un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo.” “L’Italia riparte, è ferma, ripartirà ? – si chiede Bruscino nel volume – Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i “Giovani” che nell’ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup.  Ed é la Città di Milano a guidare la riscossa di questi giovani imprenditori che, con inventiva e sfidando gli atavici problemi di credito e burocrazia, non si fanno scoraggiare, ma insistono nel voler realizzare il loro futuro nello Stivale.  Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro – continua Angelo Bruscino – e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all’alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l’unica capace di ereditare e costruire un domani migliore, questo Saggio cerca di dare un contributo positivo alla rinascita della nostra nazione attraverso il racconto di un’Italia difficile, ma anche eccezionale e capace di salire alla ribalta con le sue giovani imprese, le sue espressioni creative ed innovative “.

PMI: Accordo Confapi Fiom: un’iniziativa storica per il rapporto con i sindacati

Angelo Bruscino : “Essere innovatori per rispondere con soluzioni nuove a problemi vecchi questo è il compito ed il ruolo che la mia generazione ha in questa società.”

Maurizio Casasco  Maurizio Landini e Angelo BruscinoRoma, 23 febbraio “Oggi è una giornata storica per il rapporto Pmi sindacati. La Confapi grazie alla grande intuizione del nostro presidente Maurizio Casasco e l’impegno del rappresentante della FIOM Maurizio Landini, si è lanciata in un progetto di Welfare Attivo che risponde con i fatti ad un’esigenza che condizionerà fortemente il futuro delle nostre imprese e dei nostri lavoratori, creare un modello di formazione continuo che premi il merito di lavoratori o dei loro figli, finanziando 160 borse di studio che accompagnano dal primo anno al titolo finito gli studenti per prepararli in maniera professionale ed adeguata a rispondere alle nuove sfide del mondo del lavoro.” E’ entusiasta il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confapi Angelo Bruscino  in occasione dell’accordo tra l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, l’Ente Bilaterale Metalmeccanici (E.B.M.), Confapi e Fiom Cgil Nazionale. “Siamo felici che proprio un’associazione di categoria come la Confapi unitamente al sindacato e al sistema universitario rappresentato in questa fase da Tor Vergata abbia creato un modello virtuoso di investimento sui giovani e quindi sul nostro futuro, aprendo ci auguriamo una strada percorribile anche dagli altri sindacati di categoria. Le PMI sono per necessità sempre calate fortemente nel presente e vivono con difficoltà, ma anche con passione questi tempi difficili, a cui siamo soliti rispondere con volontà, creatività ed innovazione, la nostra forza è stare già un passo avanti nel domani, Obbiettivo Laurea è un ottimo esempio di questo sentimento costruttivo e propositivo come è dimostrazione concreta che quando Imprese e Sindacato si impegnano insieme sui tempi della modernizzazione del lavoro, lo stesso diventa più certo, sicuro, roseo. Essere innovatori per rispondere con soluzioni nuove a problemi vecchi questo è il compito ed il ruolo che la mia generazione ha in questa società. Nell’era dell’economia della conoscenza, dove il sapere vale e fa la differenza, tra il passato ed il futuro, il compito di formare gli uomini e le donne è fondamentale, dopo i tristi risultati che hanno visto l’Italia essere indicata come la nazione con il minor tasso di laureati tra i paesi occidentali.”

Il progetto
Una sperimentazione senza precedenti che – a partire da “Tor Vergata” – sarà replicata in altri e prestigiosi Atenei italiani e che prevede una collaborazione per il cofinanziamento di ben 160 borse di studio triennali per la frequenza ai corsi di laurea in presenza e/o a distanza, a partire dall’anno accademico 2016-2017. Le borse di studio saranno destinate ai lavoratori e figli di lavoratori di aziende metalmeccaniche (più tecnicamente che versano nell’EBM, Fondo bilaterale Confapi Fiom- CGIL) con copertura totale delle spese per:
·      corso di laurea triennale (iscrizione, materiale didattico,  vitto, alloggio- laddove si scelga università in luogo diverso da quello di residenza);
·      corso triennale di laurea on line.

Solo per i migliori. Le borse di studio saranno concesse per il primo anno, oltre che su basi reddituali, su valutazione del percorso di studi precedente mediante una selezione operata da un Comitato tecnico- scientifico. Per gli anni successivi saranno confermate in base a criteri di merito (esami sostenuti e voti ottenuti). Oggi si dà il via ad un innovativo progetto di welfare attivo per combattere il gap tutto italiano di laureati, per contrastare il calo degli immatricolati, per ridare speranza di un futuro ai lavoratori e alle loro famiglie, nella convinzione che l’investimento in formazione e capitale umano sia uno dei migliori antidoti alla crisi. A favore di un “diritto alla laurea” non solo per giovani, ma anche per lavoratori intenzionati a migliorare le proprie capacità e conoscenze.

Oggi 22 febbraio a Milano alla Mondadori di Piazza Duomo la presentazione del libro di Angelo Bruscino “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi”

Nel libro, edito da Mondadori, l’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi presenta un’istantanea di storie di sogni e speranze dei giovani italiani cresciuti nella peggiore crisi economica dopo quella del 1929
7193afee-fd0d-4ff9-ae4f-a2867c844da6Roma, 22 febbraio – Riuscirà l’Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica?  Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” (Mondadori): il nuovo libro dell’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino, che sarà presentato oggi lunedì 22 febbraio alle 18 e 30, a Piazza Duomo 1 presso la libreria Mondadori.  La presentazione si aprirà con un confronto con l’autore a cui prenderanno parte l’amministratore di Affaritaliani.it e partner di Quadrivio SGR  Luca Greco, il Fondatore di Cioccolatitaliani Vincenzo Ferrieri, il fondatore e Presidente Foodation Riccardo Cortese e il segretario generale di Competere.EU Roberto Race. Modererà il Condirettore di Italiaoggi Marino Longoni.  “L’Italia riparte, è ferma, ripartirà ? – si chiede Bruscino nel volume – Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i “Giovani” che nell’ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup.  Ed é la Città di Milano a guidare la riscossa di questi giovani imprenditori che, con inventiva e sfidando gli atavici problemi di credito e burocrazia, non si fanno scoraggiare, ma insistono nel voler realizzare il loro futuro nello Stivale.  Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro – continua Angelo Bruscino – e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all’alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l’unica capace di ereditare e costruire un domani migliore, questo Saggio cerca di dare un contributo positivo alla rinascita della nostra nazione attraverso il racconto di un’Italia difficile, ma anche eccezionale e capace di salire alla ribalta con le sue giovani imprese, le sue espressioni creative ed innovative “. Questo saggio è infatti un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo.

Lunedì 22 febbraio a Milano alla Mondadori di Piazza Duomo la presentazione del libro di Angelo Bruscino “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi”

Nel libro, edito da Mondadori, l’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi presenta un’istantanea di storie di sogni e speranze dei giovani italiani cresciuti nella peggiore crisi economica dopo quella del 1929

Il Bivio copertinaRoma, 19 febbraio – Riuscirà l’Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica?  Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” (Mondadori): il nuovo libro dell’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino, che sarà presentato lunedì 22 febbraio alle 18 e 30, a Piazza Duomo 1 presso la libreria Mondadori.  La presentazione si aprirà con un confronto con l’autore a cui prenderanno parte l’amministratore di Affaritaliani.it e partner di Quadrivio SGR  Luca Greco, il Fondatore di Cioccolatitaliani Vincenzo Ferrieri, il fondatore e Presidente Foodation Riccardo Cortese e il segretario generale di Competere.EU Roberto Race. Modererà il Condirettore di Italiaoggi Marino Longoni.  “L’Italia riparte, è ferma, ripartirà ? – si chiede Bruscino nel volume – Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i “Giovani” che nell’ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup.  Ed é la Città di Milano a guidare la riscossa di questi giovani imprenditori che, con inventiva e sfidando gli atavici problemi di credito e burocrazia, non si fanno scoraggiare, ma insistono nel voler realizzare il loro futuro nello Stivale.  Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro – continua Angelo Bruscino – e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all’alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l’unica capace di ereditare e costruire un domani migliore, questo Saggio cerca di dare un contributo positivo alla rinascita della nostra nazione attraverso il racconto di un’Italia difficile, ma anche eccezionale e capace di salire alla ribalta con le sue giovani imprese, le sue espressioni creative ed innovative “. Questo saggio è infatti un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo.
Angelo Bruscino (Avellino 1980) è un imprenditore impegnato nella green economy. Riveste il ruolo di amministratore e socio in diverse aziende che si occupano del recupero di materie prime e secondarie derivanti dalla raccolta differenziata e dalla depurazione delle acque. Giornalista pubblicista è autore di numerosi articoli a carattere economico e politico, collabora con diversi quotidiani e siti di informazione da ultimo l’Huffington Post.
Impegnato nell’approfondimento dei temi che riguardano la crescita sostenibile, è un convinto assertore di un nuovo paradigma sociale che vede la nascita in Italia di un modello di industria per l’ambiente. E’ fellow del think tank Competere.Eu e socio della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Nel 2014 è stato eletto presidente dei Giovani Imprenditori della Confapi. Nella sua attività di saggista ha pubblicato per Libreriauniversitaria.it i saggi: Lo sviluppo sostenibile (2008) e Il turismo sostenibile (2011), per Tullio Pironti Editore il libro: Quanto ci costa essere italiani. Diario della giovane impresa ai tempi della crisi (2013).

Oggi 28 gennaio al Comune di Mercogliano la presentazione il libro di Angelo Bruscino “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi”

Nel libro, edito da Mondadori, l’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi, presenta un’istantanea di storie di sogni e speranze dei giovani italiani cresciuti nella peggiore crisi economica dopo quella del 1929

Il Bivio copertinaRoma, 28 gennaio – Riuscirà l’Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica?  Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” (Mondadori): il nuovo libro dell’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino che sarà presentato oggi giovedì 28 gennaio, alle 17 nella sala consiliare del Comune di Mercogliano, alla presenza del Sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo, dell’Assessore alla cultura Lucia Sbrecia, il Presidente della Confapi di Avellino, Ciro Ciaccio, il Consigliere della Regione Campania e componente della Commissione Istruzione e Cultura, Ricerca Scientifica, Politiche Sociali  Carlo Iannace, modera il giornalista Alfredo Picariello, direttore di Più Economia. “La rinnovata attenzione  – dichiara Bruscino – delle grandi multinazionali del mondo digital come Cisco e Apple per l’Italia ed in generale per la Campania  con importanti investimenti che puntano a formare giovani in zone difficili come Scampia è un segno di grande speranza e fiducia ed una testimonianza che il Bivio tra oggi e domani è chiedere alle nostre istituzioni ed ai nostri ragazzi di puntare sempre più sulla conoscenza vero ed unico paradigma della rivoluzione economica di questo secolo e grande opportunità per i nostri straordinari ragazzi”.  Questo saggio è un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato. Ne esce il ritratto di una generazione preoccupata per il domani, in crisi di valori e di modelli, ma questi ragazzi chiamati con i più fantasiosi nomignoli, da Bamboccioni, a Choosy, a Neet, continuano a essere la nostra speranza per ridisegnare un futuro e un destino più roseo di quello che si è vissuto in questi anni.”Il futuro dei nostri giovani è estremamente legato alla formazione che riceveranno nel nostro sistema scolastico ed universitario, – dichiara Angelo Bruscino –  nell’era dell’economia della conoscenza, la differenza verrà fatta soprattutto da quanto sapremo approfondire i temi dell’innovazione e della creatività. Per questa ragione è necessario che l’Italia usi tutti gli strumenti possibili nel tentativo di creare una generazione di cittadini del mondo che mantengano le loro radici e la loro capacità di essere uomini e donne del fare qui nello stivale. Dobbiamo ritornare ad essere importatori di giovani menti e non solo esportatoti come accaduto negli ultimi anni, questo il nostro Bivio, la nostra vera sfida.”

Giovedì a Napoli il Ministro Giannini presenta il libro di Angelo Bruscino “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi”

Nel libro, edito da Mondadori, l’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi, presenta un’istantanea di storie di sogni e speranze dei giovani italiani cresciuti nella peggiore crisi economica dopo quella del 1929

Il Bivio copertinaNapoli, 15 dicembre – Riuscirà l’Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica?  Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” (Mondadori): il nuovo libro dell’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino che sarà presentato giovedì 17 dicembre alle 16 a Napoli presso il Circolo degli Artisti a Piazza Trieste e Trento, 48 alla presenza del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Stefania Giannini, del Rettore dell’Università Federico II di Napoli Gaetano Manfredi, del Vice Presidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola e del Deputato alla Camera Giovanni Palladino. A moderare l’incontro sarà il Vice Direttore del Tg1 Gennaro Sangiuliano. Questo saggio è un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato. Ne esce il ritratto di una generazione preoccupata per il domani, in crisi di valori e di modelli, ma questi ragazzi chiamati con i più fantasiosi nomignoli, da Bamboccioni, a Choosy, a Neet, continuano a essere la nostra speranza per ridisegnare un futuro e un destino più roseo di quello che si è vissuto in questi anni.”Il futuro dei nostri giovani è estremamente legato alla formazione che riceveranno nel nostro sistema scolastico ed universitario, – dichiara Angelo Bruscino –  nell’era dell’economia della conoscenza, la differenza verrà fatta soprattutto da quanto sapremo approfondire i temi dell’innovazione e della creatività. Per questa ragione è necessario che l’Italia usi tutti gli strumenti possibili nel tentativo di creare una generazione di cittadini del mondo che mantengano le loro radici e la loro capacità di essere uomini e donne del fare qui nello stivale. Dobbiamo ritornare ad essere importatori di giovani menti e non solo esportatoti come accaduto negli ultimi anni, questo il nostro Bivio, la nostra vera sfida.”


Angelo Bruscino (Avellino 1980) è un imprenditore impegnato nella green economy. Riveste il ruolo di amministratore e socio in diverse aziende che si occupano del recupero di materie prime e secondarie derivanti dalla raccolta differenziata e dalla depurazione delle acque. Giornalista pubblicista è autore di numerosi articoli a carattere economico e politico, collabora con diversi quotidiani e siti di informazione da ultimo l’Huffington Post.
Impegnato nell’approfondimento dei temi che riguardano la crescita sostenibile, è un convinto assertore di un nuovo paradigma sociale che vede la nascita in Italia di un modello di industria per l’ambiente. E’ fellow del think tank Competere.Eu e socio della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Nel 2014 è stato eletto presidente dei Giovani Imprenditori della Confapi. Nella sua attività di saggista ha pubblicato per Libreriauniversitaria.it i saggi: Lo sviluppo sostenibile (2008) e Il turismo sostenibile (2011), per Tullio Pironti Editore il libro: Quanto ci costa essere italiani. Diario della giovane impresa ai tempi della crisi (2013).

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]