Dottoressa Angela Tecce lascia il Polo Museale della Calabria

[AdSense-A]

 

Dirigerà la Fondazione Real Sito di Carditello

senza-titolo-21

La dottoressa Angela Tecce dopo un anno di intensa attività lascia il Polo Museale della Calabria per dirigere la Fondazione Real Sito di Carditello (Caserta). Ricordiamo alcune iniziative che hanno segnato il suo mandato in Calabria.

XI Giornata del Contemporaneo – Mostra TENDOPOLI – Cosenza – Palazzo Arnone – 11 ottobre/8 novembre 2015

La mostra (Coordinamento scientifico: Nella Mari) ha proposto un’interessante selezione della più recente produzione di Chiara Dynys: Accampamento dei fiori, una serie di tende in metacrilato colorato; Pane al mondo, in cui l’immagine fragilissima di una spiga dorata, metaforico albero della vita, è racchiusa all’interno di una sfera adagiata su di un tappeto ellittico raffigurante il mondo; Tutto, contenitori di idee e di visioni; Solidi Platonici; Duel dove la luce è protagonista donando forma e colore a concetti contrapposti.

Mostra – Mattia Preti dipinge San Sebastiano – Crotone – 22 ottobre/10 novembre 2015

La mostra, curata da Nella Mari e da Giuseppe Mantella, ha ripercorso l’intensa, lunghissima e originale vicenda artistica di Mattia Preti, tra i maggiori esponenti della pittura italiana del Seicento, attraverso l’attenta disamina e il puntuale raffronto – stilistico, iconografico e tecnico – di quattro dipinti raffiguranti San Sebastiano.

Mostra Giovanni Gasparro versus Mattia Preti. Cosenza – Palazzo Arnone – 12 novembre/12 dicembre 2015

dottoressa-angela-tecce

La mostra, curata da Fabio De Chirico, ha proposto un incontro di grande suggestione tra l’opera di Mattia Preti, il più importante pittore calabrese e tra i più illustri rappresentanti dell’arte italiana del Seicento, e l’opera di Giovanni Gasparro, giovane artista pugliese, tra i nomi di punta dell’arte sacra contemporanea.

Il Toro cozzante del Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide al Museo Egizio di Torino

Il Toro cozzante è stato esposto al Museo Egizio (Mostra Pompei e l’Egitto). Il reperto in bronzo raffigura un toro in atto di caricare, appunto “cozzante”, ed è il simbolo della colonia di Thurii, riprodotto come emblema sulle monete della città.

Appuntamenti d’arte – Cosenza – Palazzo Arnone – 10 marzo 2016

Incontri tematici con la storia dell’arte meridionale. Approfondimenti dell’arte dal Seicento fino al contemporaneo, ideati soprattutto per giovani e studenti e con l’intento di coinvolgere un’ampia utenza e accrescere il legame di appartenenza nei confronti del territorio e della sua storia.

Mostra archeologica – ReSONant Ritmi e Suoni: l’arte ritrovata – Vibo Valentia – Museo Archeologico Nazionale – 25 maggio 2016/17 settembre 2016

L’esposizione (Ideazione e progetto scientifico: Adele Bonofiglio) propone reperti provenienti da scavi archeologici o conservati presso altre istituzioni e ricostruzioni desunte da fonti letterarie o iconografiche, ritmi, suoni, declamazioni di testi classici, rappresentazioni scenografiche.

Rassegna del Cinema Archeologico – Parco Archeologico Locri – 14/15/16 luglio 2016

L’iniziativa, dedicata a proiezioni di film a tema archeologico, nata in collaborazione anche con la Fondazione del Museo Civico di Rovereto (Trento), è promossa dal Comune di Portigliola e dal Museo Archeologico Nazionale di Locri – Polo Museale della Calabria.

Il Cavaliere di Marafioti a Locri. Museo Archeologico Nazionale di Locri – 30 luglio 2016

Dal 30 luglio al 7 agosto 2016, presso il Museo Archeologico Nazionale di Locri – Polo Museale della Calabria, si è tenuta l’esposizione temporanea (curata da Rossella Agostino) del Gruppo del Cavaliere di Marafioti, opera in terracotta del V secolo a.C. rinvenuta in località Pirettina (Comune di Portigliola), alle spalle dell’antica città di Locri.

Festa dei Musei

[AdSense-A]

Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, Cassano allo Ionio (Cosenza), Sabato 2 e domenica 3 luglio 2016

Senza-titolo-13

Sabato 2 e domenica 3 luglio 2016, con iniziative di sicuro interesse, il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide partecipa alla Festa dei Musei.   Ricco il programma disposto dalla dottoressa Adele Bonofiglio che dirige con piglio e volitività questo conosciuto e apprezzato luogo d’arte. Il Museo ricade nel Polo Museale della Calabria, guidato da quasi un anno dalla dottoressa Angela Tecce.

Questo, di seguito indicato il programma previsto:

SABATO 2 LUGLIO 2016

IL PATRIMONIO PER I BAMBINI  – 9,00 / 14,00

Il Servizio Educativo del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide propone per i bambini dai 6 ai 12 anni la mappa tematica Scopri il tuo Museo, progetto del MiBACT di educazione al patrimonio culturale. L’attività ludico-didattica si focalizza sui reperti archeologici conservati presso il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide. I giovani  visitatori, un po’ come investigatori, in maniera  divertente e stimolante, andranno alla scoperta di storie e curiosità sul mondo degli antichi popoli, che in passato abitarono il territorio della Sibaritide. Prendendo spunto da figure di animali presenti su alcuni reperti saranno, inoltre, raccontate alcune favole di Esopo (favolista greco del VI sec. a.C.). I giovani visitatori, a cura di Itineraria Bruttii onlus, potranno usufruire di un laboratorio di didattica sperimentale che propone la lavorazione dell’argilla e la creazione di tavolette con scrittura antica incisa: greco, cuneiforme e geroglifici.

RASSEGNA NAZIONALE DI ARTE CONTEMPORANEA – ore 18,00 / 20,00

L’Associazione culturale “Art Study Space” presenta VARIAZIONI ERRANTI rassegna nazionale di  arte contemporanea. Interverranno: Adele Bonofiglio, direttore del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide; Myriam Peluso, gallerista; Simonetta Costanzo, psicoanalista – Unical; Paola Orrico, manager culturale e Mimmo Legato, art director – “Art Study Space”. Parteciperanno, altresì, 21 artisti: Lina Francesca Amendola, Luigi Caputo, Giancarlo Caneva, Liliana Condemi, Angela De Luca, Claudio Mario Feruglio, Giuseppina Groccia, Marcello La Neve, Federico Losito, Alessandro Maio, Roberto Mendicino, Domenico Minniti, Brunella Patitucci, Sebastiano Plutino, Oscar Piovosi, Stefania Sammarro, Gianni Serra, Giuseppe Spina, Rosa Spina, Inna Stets, Aldo Toscano.

Nel corso dei lavori sarà presentato il volume Oblivion (Falco Editore), della fotografa Stefania Sammarro.

LO SPETTACOLO DELLA CULTURA  – 20,00 / 23,00

Chiuderà questa attesa giornata un’esibizione musicale dell’arpista Claudia Falcone e dei percussionisti Egidio Palagano e Vincenzo Caiafa.

DOMENICA 3 LUGLIO 2016

Ingresso gratuito previsto in occasione della prima domenica del mese. Orario ordinario: 9.00 – 19.30.

Mostra archeologica ReSÒNAnT Ritmi e Suoni: l’Arte ritrovata

[AdSense-C]

 

Vibo ValentiaMuseo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”- Fino al 17 settembre 2016

Senza-titolo-5

Fino al 17 settembre 2016, a Vibo Valentia, nel Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”, rimarrà aperta al pubblico la mostra archeologica ReSÒNAnT Ritmi e Suoni: l’Arte ritrovata. L’esposizione propone reperti provenienti da scavi archeologici o conservati presso altre istituzioni e ricostruzioni desunte da fonti letterarie o iconografiche, ritmi, suoni, declamazioni di testi classici, rappresentazioni scenografiche. La mostra è dedicata alla cultura musicale; arte molto  importante e assai praticata nel mondo classico, della quale si trovano solo pochi frammenti, spesso anche di difficile interpretazione e con tentativi di riproduzione sonora. Il Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”, diretto dalla dottoressa Adele Bonofiglio, ricade nel Polo Museale della Calabria guidato dalla dottoressa Angela Tecce. Questa esposizione è frutto di una fattiva collaborazione fra enti e istituzioni che operano nel nostro territorio. Solo lavorando nella stessa direzione e in piena armonia è possibile, infatti, realizzare eventi capaci di porre all’attenzione generale il nostro ingente patrimonio culturale. La mostra archeologica ReSÒNAnT Ritmi e Suoni: l’Arte ritrovata rimarrà aperta al pubblico fino al 17 settembre 2016 secondo il seguente orario: 9.00 – 20.00 (19,30 biglietteria) tutti i giorni, escluso lunedì.

8

Ideazione e progetto scientifico: Adele Bonofiglio; contributi: Adele Bonofiglio, Rossella Agostino, Giuseppe Sellari, Giorgia Gargano, Mariangela Preta, Anna Maria Rotella, Paola Vivacqua.

Allestimento: Rosa Maria Valia, Nicola Stillitano, Nicolina Ferraro.

Mostra archeologica

ReSÒNAnT Ritmi e Suoni: l’Arte ritrovata

Vibo ValentiaMuseo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”

Fino al 17 settembre 2016

 

Il Polo Museale della Calabria: la sua istituzione e le sue attività

Locri (Reggio Calabria) –  Mercoledì 20 aprile 2016 – ore 17.30

Dott.ssa Angela Tecce -  Direttore Polo Museale della CalabriaRoma, 18 Aprile – Mercoledì 20 aprile 2016, alle ore 17.30, a Locri (Reggio Calabria), nella sede del Museo Archeologico Nazionale di Locri, si terrà un incontro sul tema Il Polo Museale della Calabria: la sua istituzione e le sue attività. Interverranno: Angela Tecce, direttore del Polo Museale della Calabria e Rossella Agostino, Vincenzo Ammendolia, Gregorio Aversa, Adele Bonofiglio e Nella Mari, direttori dei musei e dei luoghi d’arte afferenti al Polo. Questi i luoghi d’arte e le strutture museali ricadenti nel Polo Museale della Calabria con i relativi responsabili attenzionati nell’assise locrese:

Cosenza – Galleria Nazionale di Cosenza: Nella Mari;

Locri (Reggio Calabria) – Parco archeologico e museo archeologico di Locri e Museo e Parco archeologico antica Caulonia di Monasterace (Reggio Calabria): Rossella Agostino;

Roccelletta di Borgia (Catanzaro) – Parco Archeologico e Museo archeologico nazionale di Scolacium, Parco archeologico e museo archeologico di Capo Colonna (Crotone) e Museo archeologico nazionale di Crotone: Gregorio Aversa;

Capo Rizzuto (Crotone) – Le Castella, La Cattolica di Stilo (Reggio Calabria) e la Chiesa di San Francesco d’Assisi di Gerace (Reggio Calabria): Vincenzo Ammendolia;

Cassano all’Ionio (Cosenza) – Museo archeologico nazionale e Parco della Sibaritide e Museo archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia: Adele Bonofiglio

Tra passato e presente. Natale a Palazzo Arnone

Galleria Nazionale di Cosenza 18 dicembre 2015 – ore 17.00

Palazzo ArnoneCosenza, 16 dicembre – Venerdì 18 dicembre 2015, alle ore 17.00, in occasione delle festività natalizie, Palazzo Arnone ospiterà un incontro dedicato all’arte antica e contemporanea, promosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dal Comune di Cosenza. Alla manifestazione interverranno Angela Tecce, direttore Polo Museale della Calabria; Mario Occhiuto, sindaco e presidente della Provincia di Cosenza; Margherita Eichberg, soprintendente Belle Arti e Paesaggio della Calabria; Salvatore Patamia, direttore Segretariato Regionale MiBACT per la Calabria; Carmine Gesualdo, comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza; Francesco Bruno, sindaco di Belmonte e Nella Mari, direttore della Galleria Nazionale di Cosenza. Angela Tecce e Margherita Eichberg presenteranno al pubblico l’Annunciazione di Belmonte Calabro che sarà esposta nelle sale di Palazzo Arnone. L’opera, proveniente dalla Chiesa dell’Annunciazione in Belmonte Calabro, databile alla fine del sec. XV, è esempio mirabile della ripresa, in ambito napoletano, di forme pittoriche strettamente legate all’ambiente catalano-valenciano-andaluso. La tavola dell’Annunciazione, oggetto negli ultimi anni di un nuovo restauro, viene restituita al grande pubblico come una delle opere più interessanti nel panorama artistico meridionale. Presenterà il dibattito storico-artistico in corso sull’attribuzione dell’opera Melissa Acquesta.  Mario Occhiuto presenterà l’iniziativa BoCS Art con il curatore Alberto Dambruoso, direttore artistico de I Martedì Critici, l’associazione culturale che, in collaborazione con il Comune e la Provincia di Cosenza, ha ideato e promosso il progetto di Residenza artistica Cosenza 2015, vincitore del Premio Smau Napoli 2015 sezione ‘Communities’ nell’ambito delle città più innovative d’Italia. La sezione di arte contemporanea della Galleria Nazionale di Cosenza ospiterà, fino al 17 gennaio 2016, una significativa selezione curata da Gemma-Anais Principe, che ne illustrerà i criteri espositivi. Carmine Gesualdo parlerà dei compiti e delle attività di tutela dei Carabinieri del Nucleo Patrimonio Culturale della Calabria. Concluderà la serata una performance musicale diretta da Remo De Vico, compositore e sound designer che sarà accompagnato da alcuni elementi della Slaps Orchestra, formazione di musica elettronica che, suonando per 24 ore consecutive, ha di recente battuto il record di esibizione live. Al termine della manifestazione sarà disponibile da Palazzo Arnone il servizio navetta AMACO che accompagnerà il pubblico interessato al lungofiume, dove avrà luogo alle ore 19.00 il finissage della Residenza BoCS art in corso. L’Annunciazione di Belmonte Calabro e le opere degli artisti della Residenza artistica Cosenza 2015 resteranno esposte in Galleria secondo il seguente orario: 10.00/18.00, tutti i giorni tranne il lunedì.

Elenco artisti in mostra

AfterAll

Davide D’Elia

Niccolò De Napoli

Ninni Donato

Alessandro Fonte

Paolo Grassino

Raffaella Mariniello

Shawnette Poe

Giacomo Roccon

Vincenzo Rusciano

Giovanni Termini

ZEROOTTOUNO

Laboratorio didattico Museum Children Ebook Galleria Nazionale di Cosenza

Cosenza – Palazzo Arnone, Domenica 6 dicembre 2015 – ore 11.00

locandinaCosenza, 4 dicembre – Domenica 6 dicembre 2015, alle ore 11.00, a Cosenza, Palazzo Arnone, nellambito delliniziativa MiBACT Domenica al Museo, il Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Tecce e la Galleria Nazionale di Cosenza, guidata da Nella Mari, presentano il Laboratorio didattico Museum Children Ebook. Il laboratorio, incentrato su un approccio ludico educativo, si propone di rendere fruibile ai più piccoli il patrimonio artistico della Galleria Nazionale di Cosenza, anche attraverso la lettura dell’ebook Viaggio fantastico nella Galleria Nazionale di Cosenza. Nel corso della manifestazione i giovani partecipanti potranno scoprire Palazzo Arnone e ripercorrendone le vicende conoscere l’avvincente contesto storico, culturale e umano della città di Cosenza e i capolavori della Galleria Nazionale di Cosenza.  È prevista, inoltre, una divertente caccia al tesoro. I bambini, insieme ai loro genitori, metteranno in pratica le nozioni acquisite e potranno riprodurre i dipinti che hanno colpito la loro immaginazione. L’iniziativa è curata da Anna Cipparrone, responsabile del progetto Museum Children Ebook e si avvale del coordinamento scientifico di Nella Mari.

Incontro del Direttore Polo Museale della Calabria con i direttore dei Musei Cosenza

Palazzo Arnone, Venerdì 20 novembre 2015 – ore 11.00

Dottoressa Angela TecceCosenza, 17 novembre – Venerdì 20 novembre 2015, alle ore 11.00, a Cosenza, Palazzo Arnone, la direttrice del Polo Museale della Calabria, Angela Tecce, terrà il primo incontro con i direttori appena nominati dal Ministero nei Musei afferenti al Polo per delineare le linee della futura attività. Queste, di seguito indicate, le sedi, con i relativi direttori, che dovranno elaborare con la guida della dottoressa Tecce le strategie per valorizzare la Calabria, i suoi tesori d’arte, il suo patrimonio culturale e favorire un turismo d’eccellenza capace di dare impulso al tessuto economico e sociale della Regione. Cosenza – Galleria Nazionale di Cosenza: Nella Mari;  Locri (Reggio Calabria) – Parco archeologico e museo archeologico di Locri e Museo e Parco archeologico antica Caulonia di Monasterace (Reggio Calabria): Rossella Agostino;  Roccelletta di Borgia (Catanzaro) – Parco Archeologico e Museo archeologico nazionale di Scolacium, Parco archeologico e museo archeologico di Capo Colonna (Crotone) e Museo archeologico nazionale di Crotone: Gregorio Aversa;  Capo Rizzuto (Crotone) – Le Castella, La Cattolica di Stilo (Reggio Calabria) e la Chiesa di San Francesco d’Assisi di Gerace (Reggio Calabria): Vincenzo Ammendolia; Cassano all’Ionio (Cosenza) – Museo archeologico nazionale e Parco della Sibaritide e Museo archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia: Adele Bonofiglio.

Mostra: Giovanni Gasparro versus Mattia Preti

Galleria Nazionale di Cosenza 12 novembre 2015 – ore 17.00

Cristo e la cananeaCosenza, 10 novembre – Giovedì 12 novembre 2015, alle ore 17.00, a Cosenza, Palazzo Arnone, nell’ambito delle celebrazioni per il IV centenario della nascita di Mattia Preti, sarà inaugurata la mostra Giovanni Gasparro versus Mattia PretiL’iniziativa è promossa dalla Regione Calabria e dal Segretariato Regionale MiBACT per la Calabria con il coordinamento scientifico del Polo Museale della Calabria, della Galleria Nazionale di Cosenza e della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Calabria. Interverranno: Angela Tecce, direttore Polo Museale della Calabria; Nella Mari, direttore Galleria Nazionale di Cosenza; Margherita Eichberg, soprintendente Belle Arti e Paesaggio della Calabria; Salvatore Patamia, direttore Segretariato Regionale MiBACT per la Calabria e Fabio De Chirico, direttore Servizio I – Arte e architettura contemporanee Direzione generale Arte e architettura contemporanee e periferie urbane – MiBACT. Sarà, inoltre, presente l’artista Giovanni Gasparro. La mostra, a cura di Fabio De Chirico, propone un incontro di grande suggestione tra l’opera di Mattia Preti, il più importante pittore calabrese e tra i più illustri rappresentanti dell’arte italiana del Seicento, e l’opera di Giovanni Gasparro, giovane artista pugliese, tra i nomi di punta dell’arte sacra contemporanea. Il progetto espositivo prende spunto da alcune opere di Mattia Preti della Galleria Nazionale di Cosenza capaci di suscitare grande pathos e forte coinvolgimento al ricco immaginario figurativo di Giovanni Gasparro. L’artista dà vita così ad una sorta di dialogo trans-epocale con l’arte del grande maestro del passato pervenendo ad una personale e originale rilettura. La mostra, oltre al ciclo di opere che traggono diretta ispirazione dai capolavori di Mattia Preti, propone ulteriori lavori dell’artista pugliese che tendono a dare forza e vigore all’incontro fra realtà artistiche e culturali lontane e differenti in uno stimolante rapporto dialettico reso possibile dalla fruizione ravvicinata delle opere e dal percorso espositivo di grande fascino che si respira nelle sale della Galleria Nazionale di Cosenza. Tra le opere di Giovanni Gasparro, realizzate tra il 2009 ed il 2015, si segnalano: Torculus Christi. Torchio mistico con San Gabriele dell’Addolorata e Santa Gemma Galgani che rimanda al Crocifisso fra i santi Bruno e Francesco d’Assisi di Mattia Preti; Nell’ora della prova ispirata ai due dipinti raffiguranti Ercole libera Teseo e Ercole libera Prometeo del corpus pretiano del museo cosentino e ancora la serie di specchi dipinti, tra questi La Veronica che richiama l’opera di medesimo soggetto della collezione Carime della Galleria Nazionale di Cosenza. La Mostra Giovanni Gasparro versus Mattia Preti resterà aperta al pubblico fino al 12 dicembre 2015 secondo il seguente orario: 10.00/18.00, tutti i giorni tranne il lunedì.

Giornate Europee del Patrimonio 2015

Polo Museale della Calabria 19/20 settembre 2015

Fig.3_CS_CollCARIME_Ruysch_Natura morta_miniReggio Calabria, 17 settembre, 2015- Il Polo Museale della Calabria, la cui direzione è stata assunta dalla dottoressa Angela Tecce, partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio, che si terranno sabato 19 e domenica 20 settembre 2015, con numerose iniziative, organizzate dalle singole direzioni dei siti museali.

Questo in dettaglio gli eventi previsti:

Cosenza – Palazzo Arnone – Galleria Nazionale di Cosenza 19/9/2015 ( ore 20,00 – 24,00)

Cibo tra terra e cielo nelle opere esposte della Galleria Nazionale di Cosenza”. Apertura straordinaria della Galleria Nazionale di Cosenza sui temi proposti per le Giornate europee 2015 e in relazione alla partecipazione della Calabria all’Expo. Sono previste visite guidate nelle quattro sezioni della Galleria e una visita dal titolo: “Cibo tra terra e cielo su opere riguardanti il tema”: una riflessione sul rapporto profondo tra l’uomo e il soprannaturale, tra cibo dell’anima e cibo del corpo, vissuto attraverso i capolavori della Galleria, con le straordinarie opere di Luca Giordano, le nature morte di Giuseppe Recco e Rachel Ruysch sino a Umberto Boccioni.

Cosenza – Palazzo Arnone – Galleria Nazionale di Cosenza 20/9/2015 (ore 17,00/20,00)

Eleganza mediterranea – sezione fotografica in occasione del ventennale del Premio “Ago d’Oro

Il tema del food verrà ripreso con i manichini sartoriali, collocati tra le opere della Galleria72 le tavole fotografiche realizzate da numerosi autori, con modelle non professioniste che indossano gli abiti degli stilisti Renato Balestra, Raffaella Curiel, Rosy Garbo, Marella Ferrera, Egon Von Furstenberg, Gai Mattiolo, Jamal Taslaq, Celli couture ed Erica Pagano impreziositi dai gioielli dell’orafo Gerardo Sacco.

STILO – LA CATTOLICA 19/9/2015 (ore 8,00/20,00); 20/9/2015 (ore 8,00/20,00)

IL PARCO DELLA CATTOLICA: presentazione al pubblico

Il sito della Cattolica di Stilo è al centro di un importante programma di valorizzazione finalizzato al miglioramento e all’estensione della sua fruibilità, perseguita attraverso la costituzione di un parco attrezzato che offre la possibilità di visitare contestualmente il monumento e i vicini ruderi del Monastero delle Vergini di Santa Chiara. L’evento in programma riguarda la presentazione e l’apertura al pubblico del Parco con visite guidate che accompagneranno i visitatori lungo il percorso che si snoda attraverso i resti del Monastero per giungere al cenobio bizantino. Ai visitatori verrà offerta una lettura storica e artistica delle emergenze monumentali e del contesto paesaggistico nel quale sono inserite.

MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAPO COLONNA 19/9/2015 (ore 20,00/24,00)

Le macchine di Leonardo

L’esposizione comprende 19 modellini di macchine leonardesche, di particolare interesse didattico. La mostra sarà accompagnata da visite guidate.

Museo Archeologico Nazionale di Crotone 19/9/2015 (ore 20,00/24,00)

Apertura straordinaria con spettacolo musicale e visita guidata

L’apertura straordinaria notturna prevede la visita guidata da parte del Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Crotone intervallata da brani eseguiti da un gruppo musicale di classica e jazz. L’evento, tenutosi già lo scorso mese di febbraio, ha riscosso notevole successo e potrebbe diventare un’occasione ricorrente per i cittadini crotonesi per accostarsi al patrimonio di uno dei più apprezzati musei archeologici della Calabria.

MUSEO E PARCO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI LOCRI 19/9/2015 (ore 20,00/24,00)

Fig.2-Locri_Tempio di MarasaRitualità, religiosità e sacralità del cibo – Tradizioni, rituali e religiosità del cibo tra passato e contemporaneità

L’evento rientra nell’ambito di un progetto sul cibo nell’antichità iniziato il 16 maggio 2015 durante “La Notte dei Musei” con l’argomento “Il cibo quotidiano nel mondo greco e romano” e proseguito il 10 luglio 2015 con la manifestazione “Dolce come miele – cibo e convivialità”. Questo incontro verterà sulla relazione fra cibo e religione, non solo nel mondo antico ma anche in riferimento alla tradizione popolare calabrese. Nelle vetrine del Museo sarà allestita una piccola mostra sull’argomento.

MUSEO ARCHEOLOGICO DI MONASTERACE 20/9/2015 (ore 20.00 – 24.00)

Il Simposio a Kaulonia. Banchetto all’interno della Casa del Drago

Viene riproposta la ricostruzione virtuale con modello 3d dell’andron della “Casa del Drago” della colonia achea di Kaulonia, presentata per la prima volta all’Expo 2015. L’installazione è costituita da uno schermo sul quale verrà proiettata la ricostruzione di questo ambiente dove si svolgeva il simposio, proprio all’interno del museo che ospita i reperti recuperati nello stesso scavo, posto nell’area archeologica adiacente. Tramite una consolle touchscreen si potrà navigare ed entrare all’interno dell’andron, dove sono stati ricostruiti gli arredi e posizionati i reperti utilizzati per il “syn pinein”, ovvero il bere insieme degli antichi greci. Prima della dimostrazione e della messa a disposizione dei partecipanti del sistema multimediale, si terrà una breve conferenza sul simposio nell’antichità e sul ritrovamento della Casa del Drago. A fine serata ai partecipanti sarà offerta una degustazione di vini a cura di aziende vitivinicole locali.

MUSEO ARCHEOLOGICO DI SCOLACIUM 19/9/2015 (ore 20,00- 24,00)

L’ultima notte di Scolacium

Lo spettacolo rievoca, con parti recitate, balletti ed immagini, la fine della colonia romana di Scolacium, con la simulazione di un evento catastrofico.

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DELLA SIBARITIDE 19/9/2015 (ore 20,00/24,00)

Il vino e la Sibaritide

La visita guidata avrà come tema la produzione, l’uso del vino e le ritualità connesse al suo consumo. Attraverso gli oggetti esposti nel museo, un’archeologa, specializzata nello studio dell’alimentazione antica, descriverà come questo prodotto venisse utilizzato nella vita quotidiana e nelle attività di carattere sacro nella Sibaritide. La visita si snoderà per le sale del museo partendo dalla sala della protostoria dove è esposta una coppa proveniente da Broglio di Trebisacce, ritrovata nelle fondazioni di una grande capanna del bronzo recente. Tra gli altri reperti si segnalano le coppe ioniche della necropoli di Francavilla, un cratere a figure rosse dalla tomba principesca di Cariati, una lucerna romana con rappresentazione della favola di Fedro della volpe e l’uva e le numerose anfore ritrovate nella città romana di Copia, presso le tabernae che si affacciavano lungo le strade principali, un dolio per la conservazione del mosto ritrovato in una villa romana a Rossano.

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE “V. CAPIALBI” DI VIBO VALENTIA 19/9/2015 (ore 20.00 – 24.00)

Vibo Fig.3_miniDall’antichità con sapore … di cipolla e non solo. Ricette e sapori dell’antica Calabria

Secondo appuntamento nell’ambito delle manifestazioni per Expo e Territori promosse dalla Regione Calabria. Nel suggestivo scenario del cortile del castello, andrà in scena uno showcooking a cura di uno chef che preparerà alcuni piatti dal vivo cercando di replicare un antico ricettario di età romana. Contestualmente saranno approfonditi, a cura di una archeologa esperta di alimentazione antica, alcuni aspetti dell’arte culinaria di età greca e romana. La serata si concluderà con l’offerta delle pietanze presentate in precedenza, uno spettacolo musicale dal vivo e una visita guidata alla mostra itinerante allestita per l’occasione, sfruttando i reperti presenti nelle diverse vetrine del museo e attinenti al tema del cibo.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]