Tenuta Mara presenta “Tutto in un istante”: il cibo si fa show con Andrea Segrè

Primo grande evento, sabato 21 maggio, per Tenuta Mara, l’azienda che produce il Sangiovese MaraMia, vino al 100% biodinamico: ad inaugurare l’apertura al pubblico della tenuta, Andrea Segrè, fondatore di Last Minute Market, agronomo ed economista di fama internazionale, che presenterà “Cibo”, saggio-manifesto dedicato all’alimentazione “etica”.  Il pubblico potrà visitare la Tenuta, in un “tour sensoriale” tra le opere d’arte del museo en plein air, le viti cullate dalla musica di Mozart, la Tinaia decorata dagli artisti e i suggestivi canti gregoriani della Bottaia.

Senza-titolo-68

San Clemente di Rimini, 21 maggio 2016_Siamo ciò che mangiamo, il frigorifero non mente, e meglio di uno specchio racconta le nostre nevrosi, i nostri cedimenti di fronte a un’industria alimentare che impoverisce il pianeta senza nutrirlo. Ma un’altra alimentazione è possibile: ce lo raccontano esperienze virtuose come quella di Tenuta Mara, a San Clemente di Rimini, e personalità come Andrea Segrè, economista e agronomo di fama internazionale, promotore diun approccio “etico” al Food. Sarà proprio Segrè l’ospite del primo evento aperto al pubblico di Tenuta Mara: sabato 21 maggio gli ospiti valicheranno i cancelli del podere per “Tutto in una Notte”. L’appuntamento, su prenotazione, prevede una visita alla tenuta, una degustazione e una cena, durante la quale Andrea Segrè, accompagnato dalle note del pianoforte gran coda Fazioli nella Sala della Musica, presenterà il suo saggio “Cibo” (Il Mulino): un viaggio nel mondo dell’alimentazione attraverso 55 voci che raccontano la nostra relazione col cibo, un vero e proprio lessico – dislessico che inquadra l’evoluzione della cultura agroalimentare negli ultimi cinquant’anni in Italia. Fondatore di Last Minute Market e promotore della campagna Spreco Zero, presidente delCAAB – Centro Agroalimentare di Bologna, promotore del Parco tematico Agro-alimentareF.I.CO (Fabbrica Italiana Contadina) Eataly World, docente universitario, presidente dellaFondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige – Andrea Segrè è uno dei massimi esperti di temi quali l’etica del cibo e la cultura alimentare. Per Tenuta Mara, la sua partecipazione è il riconoscimento di un percorso che fin dalla concezione si è mostrato innovativo: l’azienda produce il pregiato Sangiovese ‘MaraMia’ da unvigneto biodinamico certificato Demeter, ha bandito i prodotti chimici e i concimi tradizionali, è immersa in un ecosistema naturale speciale, ricco di specie animali e vegetali. Non solo: è un laboratorio di idee e un museo a cielo aperto, il luogo in cui l’arte, la musica e la natura si uniscono creando un’esperienza sensoriale unica. “Tutto in una notte” è una vera e propria Wine & Art Experience che inizia alle ore 18.00, con una vista della Tenuta: la prima sorpresa sono le opere d’arte ‘en plein air’, opere di artisti di fama, sculture, affreschi, istallazioni che fanno capolino in ogni angolo, accompagnando l’intero percorso. Gli ospiti visiteranno il vigneto dove nasce e cresce l’uva che diventerà ‘MaraMia’, cullata 24 ore su 24 dalle note mozartiane diffuse lungo i filari da un sofisticato sistema di casse BOSE. Infine entreranno finalmente nei luoghi sacri del vino: nella Tinaia con i tini in rovere e quelli in cemento, decorati da vari artisti, nella Cantina e nella Bottaia, protetta da due antichi guerrieri cinesi, dove il vino si affina accompagnato da canti gregoriani. Un tour che si conclude con un calice in mano, degustando il MaraMia. Alle ore 20.00 verrà servita la cena, curata da Antonio Palmisani, chef del ristorante NONA, della famiglia Emendatori: gli ospiti troveranno un menù ricco di profumi e sapori del territorio, attento alla stagionalità, delicato e creativo, con numerose entrées, una portata principale, dolci e brindisi.

www.tenutamara.it

 

Spreco zero: a Cortina, proposte per una cucina sostenibile

L’Associazione Italiana Food Blogger lunedì ha fatto “tornare sui banchi di scuola” tutti i presenti all’evento per dimostrare che anche materie povere e semplici possono trasformarsi in un menù a 5 stelle.

sprecoCortina d’Ampezzo, 30 agosto 2015_ La buona, “vecchia” polenta, le patate della sera prima, il pane ormai non più morbido: cibo da buttare? Tutt’altro: un’occasione preziosa per fare un menù creativo e gustoso, nel rispetto dell’ambiente e, perché no, anche delle nostre tasche. Una necessità reale, concreta e attualissima, considerato che «nel bidone della spazzatura domestico gettiamo ogni anno 8,1 miliardi di euro all’anno, ovvero 6,5 euro settimanali a famiglia per 630 grammi circa di cibo sprecato. E questo spreco “costa” come mezzo punto di PIL». Lo ha affermato il professor Andrea Segré – fondatore di Last Minute Market, promotore dal 2010 della campagna europea “Un anno contro lo spreco” e ideatore della rete SprecoZero – protagonista del Talk di lunedì 24 agosto a Cortina d’Ampezzo assieme al Sottosegretario Barbara Degani e al Sindaco Andrea Franceschi. Il dibattito ha visto intervenire anche Anna Maria Pellegrino, presidente dell’Associazione Italiana Food Blogger, che ha sottolineato l’importanza di riabbracciare abitudini virtuose in cucina, diffusissime in un tempo di ristrettezze non così lontano, ma quasi dimenticato per il mutare delle abitudini e la trasformazione dell’alimento in un prodotto di consumo. Le sue parole hanno introdotto la seconda parte dell’appuntamento, ovvero la dimostrazione pratica, ciotole e mestoli “alla mano”, di come si possa ridare nuova e gustosa vita ai cibi di avanzo, “buoni” da molti punti di vista. Un vero e proprio cooking show che ha visto avvicendarsi ben tre food blogger, nel cuore degli spazi del Cristallo Hotel SPA & Golf, per dare vita a un menù completo e appetitoso, utilizzando prodotti locali e di recupero dalla Cena di Note tenutasi il 23 agosto nel 5 stelle lusso di Cortina. Ad accendere i fornelli, Greta De Meo che – dal Lazio con amore – ha presentato la ricetta de I Caniscioni di Gaeta incontrano le Dolomiti: un connubio ricco dei sapori della cucina nazionale tra Nord e Centro Italia. Giulia Robert dal Piemonte ha reinterpretato un piatto tipico come i Casunziei, trasformando un cibo semplice ed economico come le patate in uno squisito e irresistibile ripieno, tutto da spizzicare durante la fase di impasto. Dulcis in fundo, la veneta Cinzia Martellini Cortella  ha preparato un French Mais con Chantilly di ricotta e frutti di bosco, trasfigurando alcune fette di polenta avanzata nella base perfetta per una composizione delicata ed equilibrata di sapori montani. A seguire la degustazione a impatto zero, che ha entusiasmato i presenti con l’assaggio sia di prodotti locali sia della Panada, preparata da Anna Maria Pellegrino ricorrendo al pane in eccedenza proprio della Cena di Note del 23 agosto. Un momento reso ancor più conviviale dal brindisi offerto daBisol in collaborazione con il Cortina Wine Club.

 

A Cortina tutto il gusto dello Spreco Zero : proposte per un’alimentazione sostenibile a quota 2.413 metri

Ridurre lo spreco alimentare: questo il tema centrale del “Talk con Andrea Segré e Degustazione a SprecoZero a due passi dal cielo”, in programma lunedì 24 agosto sul prato del Rifugio Averau.

RifugioAverau_ © BandionCortina d’Ampezzo, 21 agosto 2015_ La montagna: spazio di libertà e di riflessioni “alte” come quella sulla sostenibilità, in relazione tanto all’alimentazione quanto all’ambiente: questo il focus del Talk con Andrea Segré e Degustazione a SprecoZero a due passi dal cielo, in programma lunedì 24 agosto alle ore 11.30 sul prato del Rifugio Averau, a quota 2.413 m. Un incontro che, insieme al Sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani e al Sindaco di Cortina Andrea Franceschi, vedrà protagonista Andrea Segrè, fondatore di Last Minute Market, promotore dal 2010 della campagna europea “Un anno contro lo spreco” e ideatore della rete SprecoZero, membro del Comitato ristretto di esperti che ha redatto la Carta di Milano, documento di intenti sulla sostenibilità alimentare condiviso dagli Stati che partecipano a Expo 2015. Andrea Segrè, autore de “L’oro nel piatto” (Einaudi 2015), saggio-intervista sui temi dell’educazione alimentare, è oggi a capo del Comitato tecnico-scientifico del Ministero dell’Ambiente per il Programma nazionale di prevenzione dei rifiuti e per la realizzazione del primo Piano nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare (PINPAS). Il talk sarà condotto da Fabrizio Ferragni, vicedirettore TG1. L’incontro coinvolgerà opinion leader tra istituzioni, associazioni di categoria, organizzatori di eventi, rappresentanti del mondo accademico e dei consumatori, per una riflessione allargata sullo sviluppo sostenibile e sul benessere di una località – sottolinea il Sindaco Franceschi – «da sempre attenta al rispetto dell’ambiente, grazie ad una tradizione millenaria. Da sei anni il Comune usa energie rinnovabili e, nell’ambito della raccolta differenziata, lo scorso agosto abbiamo raggiunto quota 64% sul totale di rifiuti prodotto nel territorio comunale: risultato, questo, molto importante per una località turistica». A seguire un aperitivo a impatto zero, con prodotti locali e di recupero dall’evento gastronomico Cena di Note del 23 agosto al Cristallo Hotel Spa & Golf: a cucinarli saranno i food blogger dell’Associazione Italiana Food Blogger. Anna Maria Pellegrino proporrà in degustazione la Panada o Zuppa di pane di segale, preparata utilizzando il pane in eccedenza della Cena di Note. Ma non solo. Le blogger, da Est a Ovest, dal Nord al Centro Italia, dimostreranno in un appassionante show cooking in quota, come si possa ridare nuova e golosa vita ai cibi di recupero, con un occhio alla tradizione culinaria ampezzana. Greta De Meo (gretascorner.blogspot.it) – dal Lazio con amore – presenterà I Caniscioni di Gaeta incontrano le Dolomiti, mentre Giulia Robert dal Piemonte reinterpreterà un piatto tipico come i Casunziei di patate. Dulcis in fundo, la veneta Cinzia Martellini Cortella  dimostrerà con il suo French Mais con Chantilly di ricotta e frutti di bosco, come un’ispirazione francese possa sposarsi perfettamente con i prodotti locali. A rendere l’ambiente ancor più “frizzante”, il brindisi offerto da Bisol in collaborazione con il Cortina Wine Club.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]