Le avventure di Pinocchio 40 anni dopo

[AdSense-A]

 

Intervista ad Andrea Balestri

Di Francesca Rossetti

Senza-titolo-42

Chi non ricorda da bambino il libro su Pinocchio? Il famoso burattino di legno è stato nostro compagno di avventure nell’infanzia e nel lontano 1972 ne fu tratto un film di grande successo con la regia di Luigi Comencini. Protagonista un vivace bambino toscano, Andrea Balestri, salito agli onori della ribalta e che oggi ci racconta di quella indimenticabile avventura che ha cambiato la sua vita.

Chi è Andrea Balestri e come nacque la Sua esperienza sul set di”Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini?


“Sono una persona come tante altre, la mia esperienza sul set è cominciata grazie a una foto che la produzione fece alla mia classe mentre era alla ricerca del protagonista dello sceneggiato, all’epoca non si facevano casting e Comencini per cercare il suo Pinocchio giro’ molte scuole della Toscana e scatto molte fotografie. Dopo quelle foto fui chiamato con altri bambini per il provino finale a Roma.”

Che persone erano il regista, Nino Manfredi, Gina Lollobrigida e la coppia Franco Franchi – Ciccio Ingrassia che interpretavano Geppetto, la Fata Turchina e il Gatto e la Volpe?

Erano molto pazienti e gentili con me, ma con ognuno di loro avevo instaurato un rapporto speciale e diverso: Manfredi era più paterno, Comencini era molto dolce e paziente e mi spiegava le cose, amava molto parlare. La signora Lollobrigida veniva dai più importanti set del cinema e con lei ebbi un rapporto più distaccato; Franco e Ciccio erano speciali, molto divertenti con me.”

Come si chiamava l’attore che interpretava Lucignolo e come fu ricreato il Paese dei Balocchi?

Si chiama Domenico Santoro e vive a Napoli, con lui spesso giocavo anche se aveva un carattere molto più riservato del mio. La parte del film riguardante il Paese dei Balocchi fu girato vicino a Guidonia, con allestimenti ad hoc.”

Pinocchio

Come si regolò con la scuola all’epoca e quali furono isuccessi raccolti dopo il film in termine di fans e nuove proposte?

Avevo un’ insegnante che mi faceva studiare due ore al giorno e facevo i compiti tutti i giorni. Dopo il film fu un grande successo, devo dire che io sono sempre stato schivo, a me interessava solamente tornare a casa e poter giocare nuovamente con i miei amici di sempre. Dopo Pinocchio ho fatto altri film in cui mi sono divertito molto, poi sono tornato alla vita normale e non ho più continuato”.

Vicino a casa sua, a Pisa, c’è il parco di Pinocchio, a Collodi: alcune scene del film furono girate lì?

No, fu girato tutto nel Lazio.”

Lei oggi si occupa di teatro: ce ne può parlare?


“Riprenderò le date a teatro la prossima stagione con la Commedia brillante comica dal titolo” Il Signore è Servito”, che ha debuttato a Aprile, poi ho in mente una nuova commedia che preparero’ l’anno prossimo, nel frattempo ho girato per TeleGranducato una mini serie di un format tv genere food-comedy dal titolo “In Cucina con Pinocchio”: ad ogni puntata io e il mio aiutante, alla ricerca degli ingredienti della ricetta, ci cacciamo in qualche guaio, ma riusciamo sempre, tra varie peripezie, a portare in tavola un piatto fumante. il Format Tv andrà in onda a partire da Ottobre e in replica anche sul mio canale Youtube.

Che cosa Le ha insegnato Pinocchio come maggiore lezione di vita e rivide più gli attori dopo l’uscita del film?

Li ho rivisti qualche volta ed è stato un piacere incontrarli di nuovo. Pinocchio mi ha insegnato a non fidarmi di chi sembra buono e che c’è sempre qualcosa di buono in chi ti sembra cattivo.”

Un grande grazie ad Andrea e per informazioni https://www.facebook.com/Libro-Io-il-Pinocchio-di-Comencini-di-Andrea-Balestri-84266221734/

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]