Kazakhistan, Rapporto Amnesty: la tortura è radicata. Nessuno è responsabile

amnesty-international-logo

 Il presidente Nursultan Nazarbaev inganna  la comunità internazionale con promesse non mantenute.

Roma, 11 luglio – In un nuovo rapporto pubblicato oggi, Amnesty international ha accusato il presidente del Kazakhistan, Nursultan Nazarbaev, di ingannare la comunità internazionale con promesse non mantenute di sradicare la tortura e indagare sull’uso della forza letale da parte della polizia. Il rapporto, intitolato ‘Vecchie abitudini: l’uso regolare della tortura e dei maltrattamenti in Kazakhistan’, denuncia come le forze di sicurezza agiscano con impunità e come la tortura nei centri di detenzione sia la norma.  Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]