Nuovo anno per la diplomazia Italo-Azerbaigiana

[AdSense-A]

L’Ambasciatore della Repubblica di Azerbaigian in Italia,  Mammad Bahaddin Ahmadzada  ha ringraziato tutti i partecipanti, augurando un 2017 ricco di iniziative e di ulteriori sviluppi tra l’Italia e l’Azerbaigian

di Domenico Letizia

domenico

Si è svolta nella serata di Mercoledì 14 dicembre presso il complesso di Sant’Andrea al Quirinale teatro dei Dioscuri in Roma un incantevole incontro augurale tra gli amici dell’Azerbaigian. L’evento organizzato dall’ Associazione Interparlamentare Italia-Azerbaigian con la presenza del presidente, il senatore Sergio Divina, con la collaborazione della Camera di Commercio Italo – Azerbaigiana (Itazercom), il Console Onorario Domenico Coco e l’Associazione “Sinergitaly” di Riccardo di Matteo ha visto la partecipazione di numerose personalità della politica, della cultura, dell’associazionismo, dell’economia e della diplomazia. Presente anche l’Ambasciatore della Repubblica di Azerbaigian in Italia,  Mammad Bahaddin Ahmadzada che ha ringraziato tutti i partecipanti, augurando un 2017 ricco di iniziative e di ulteriori sviluppi tra l’Italia e l’Azerbaigian. Durante l’incontro sia il Senatore Divina che l’Ambasciatore Ahmadzada hanno ricordato i fruttosi incroci tra il paese caucasico e l’Italia. L’Azerbaigian è al centro del dibattito politico economico per l’importanza del paese e delle sue istituzioni aperte al mercato e alla laicità per gli investitori occidentali interessati a far accrescere ricchezza e investimenti. Non solo affari, anche il mondo della cultura, della storia e vari settori accademici stanno intrattenendo interessantissimi accordi di varia natura con l’Azerbaigian. Un legame da rafforzare ancor di più nel proseguire del prossimo anno tentando di superare le diffidenze e le difficoltà internazionali dovute anche ad una pressante pressione da parte di forze ostili all’Azerbaigian e al suo sviluppo in ottica occidentale ed Europea. Presenti anche i membri dell’Associazione Amici dell’Azerbaigian Centro Sud Italia.

Pres. della Repubblica, Consegna Targhe d’Argento: Cerimonia al Conservatorio di Napoli

L’evento vede, tra gli altri, il patrocinio del Consiglio d’Europa, del Consolato generale di Francia, dell’Ambasciata di Ungheria, dell’Ambasciata Spagnola in Italia e della Regione Campania. Sul palco tra i premiati Alvaro Siza per l’architettura, Raffaella Pierobon per l’archeologia, Larry A. Walker e David S. Pasco (Usa) per la ricerca scientifica, Luciano Pezzullo per la medicina, Tiziana Bianchi per il giornalismo e molti altri

Senza-titolo-20

Napoli, 24 maggio 2016 – Sabato 28 maggio 2016 a Napoli, nell’Auditorium del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella (via San Pietro a Majella 35), si terrà, a partire dalle ore 18 (ingresso entro le 17:45 per esigenze di protocollo e televisive), la cerimonia di consegna del Premio Internazionale “Sebetia-Ter”, Targa d’Argento del Presidente della Repubblica Italiana. L’evento è organizzato dal Presidente del Centro studi di arte e cultura Sebetia-Ter, Ezio Ghidini Citro, in collaborazione con il direttore del Conservatorio Elsa Evangelista e con il patrocinio del Consiglio d’Europa, del Consolato generale di Francia, dell’Ambasciata di Ungheria, dell’Oficina Culturaldell’Ambasciata Spagnola in Italia, della Regione Campania, dell’Università Parthenope, dellaFondazione Valenzi. Giunto alla trentaquattresima edizione, il Premio assegna riconoscimenti a personalità di rilievo nel mondo della cultura, delle scienze, dell’ingegneria, della medicina, dell’arte, dell’archeologia, della giurisprudenza, della comunicazione, della ricerca e in altri campi del sapere. Tra le personalità premiate di quest’anno: Alvaro Siza per l’architettura, Raffaella Pierobon per l’archeologia, Larry A. Walker e David S. Pasco del Centro nazionale per la ricerca sui prodotti naturali (USA) per la ricerca scientifica, Luciano Pezzullo per la medicina, Tiziana Bianchi per il giornalismo, Claudio Quintano per l’economia. Tra i premiati ancora, l’Amm. Sq. Filippo Maria Foffi, Comandante in Capo della Squadra Navale della Marina Militare, l’Amm. Ispettore C.P. Vincenzo Melone (Comando Guardiacostiera Capitaneria di Porto), il Ten. vascello Paolo Monaco(Comandante C.P. Lampedusa), l’E.I. S.M.O.M. Col. Mario Fine, il Ten. medico Vincenzo Diego Bianchi, il S.Ten. medico Giuseppe Saviano. Saranno, inoltre, premiati i migliori allievi delle Accademie Militari: il S. Ten. Julian Colamedici per l’Arma dei Carabinieri, il S. Ten. Angelo Santori della Guardia di Finanza, l’A.G.M. (SM) Marzio Pratellesi per la Marina Militare, l’Aspirante Garn. Felice Ciacciariello per l’Aeronautica Militare e l’Allievo Capo Scelto di Reggimento Diego Meletti per l’Esercito. Nel corso della serata sarà distribuito il volume dedicato al Sebetia-ter. Maggiori informazioni: www.centrostudisebetia-ter.org Locandina Pdf dei premiati Sebetia-TER 2016

50esimo anniversario di indipendenza del Ghana

I giovani Italo-Ghanesi perfettamente integrati in Italia raccontano le loro esperienze in un giorno di festa che celebra l’indipendenza del Ghana, loro paese d’origine
di Francesco Di Bartolomeo
IMG_5366Roma, 23 Marzo, presso la residenza dell’Ambasciatrice del Ghana a Roma Molly Anim Addo, ha avuto luogo un party per commemorare il cinquantanovesimo anniversario della dichiarazione di indipendenza del paese africano. Presenti varie personalità del mondo diplomatico. A ricevere i graditi ospiti, l’Ambasciatrice Molly Anim Addo che  ha celebrato questa importante giornata con un breve ma incisivo discorso. Oltre a ricordare ai presenti, il significato di questa ricorrenza, la rappresentante diplomatica ha parlato dell’attuale situazione di convivenza pacifica nel suo paese (sesto in Africa e cinquantaquattresimo nel mondo per livello di sicurezza), e ha segnalato gli importanti e proficui rapporti con l’Italia gratificati negli ultimi periodi dalla visita del premier Renzi nel paese subshariano e da un recente incontro tra la stessa Ambasciatrice  col Presidente Mattarella, verso il quale, la diplomatica ha rivolto parole di ringraziamento e cordialità. In seguito la comunità dei ragazzi ghanesi ha intonato l’inno del Ghana e quello di Mameli, e ha intrattenuto gli invitati con una sfilata di vestiti tipici africani. Insieme a loro a conclusione dell’incontro, ha cantato un giovane rapper di Brescia esperto di lingua e cultura ghanese. Miracoli del terzo millennio! Durante la festa abbiamo intervistato due giovani membri della comunità ghanese.
IMG_5389La prima, Charlyn,  ha spiegato il significato di questo  giorno celebrativo nella storia del suo paese d’origine, festa dell’indipendenza del Ghana primo paese dell’Africa subshariana  proclamata nel 1957, sottolineando l’importanza per loro ghanesi perfettamente integrati in Italia di ricordare tale avvenimento che restituisce in parte a loro,  un senso di appartenenza con una Patria lontana e spesso poco conosciuta. La Italo- Ghanese Ivana alla domanda ” Cosa ti manca dell’Italia quando sei in Ghana?” ha risposto  candidamente:” La cucina!” Una risposta che la dice lunga su l’ integrazione ormai e piena e consapevole di questi giovani africani!

Libia, ambasciata agli italiani:”Lasciate il paese”

Stamattina i tagliagole del Daesh hanno occupato la radio di Sirte e controllano parte della città

 

Members of the Libyan pro-government forces, backed by locals, gather next to the Central Bank, near Benghazi portRoma, 14 febbraio – L’ambasciata italiana a Tripoli, dopo l’aggravarsi della situazione in Libia, ha esortato i connazionali a rientrare in Italia per motivi di sicurezza. Stamattina i tagliagole del Daesh hanno occupato la radio di Sirte e controllano parte della città. Il presidente dell’Egitto al Sisi ha invitato i connazionali a lasciare precipitosamente la Libia. L’invito, già diffuso sul sito ‘Viaggiare Sicuri’ con una nota pubblicata il 1 febbraio, è stato rinnovato con grande preoccupazione anche dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni a SkyTg24 commentando le notizie sulla presenza dell’Isis a Sirte: “L’Italia è minacciata dalla situazione in Libia, a 200 miglia marine di distanza”. E continua:” Al di là delle drammatiche vicende dell’immigrazione, con una terribile situazione di sfruttamento, la Libia è uno Stato fallito, e l’Isis può avere un buon gioco. L’Italia insieme all’Onu promuove una mediazione tra le diverse forze, se non si ottiene l’obiettivo bisogna ragionare con l’Onu sul da farsi. L’Italia è pronta a combattere nel quadro della legalità internazionale, non possiamo sottovalutare la minaccia, in una situazione che si sta deteriorando”.
 

Terrorismo, Usa ordina ai concittadini di abbandonare immediatamente lo Yemen

 

UsaL’intelligence americana avrebbe intercettato l’ordine di attacco di Aymen al Zawahiri.

Roma, 6 agosto – Cresce l’allarme terrorismo in America e in tutte le Ambasciate sparse nel mondo, in particolare nei Paesi definiti a “rischio”.   Il dipartimento di Stato americano ha infatti ordinato l’immediata evacuazione di tutto il personale non indispensabile della legazione dallo Yemen, e a tutti i cittadini statunitensi di abbandonare il Paese. L’ordine fa seguito ad una serie di warning ricevuti dall’intelligence americana a seguito dei quali è stata disposta la chiusura di numerose ambasciate, per lo più in paesi a maggioranza musulmana.  Continue Reading

Egitto, a Roma manifestazione pro Morsi davanti l’ambasciata

ambasciata EgittoAlcuni militanti della fratellanza islamica sono scesi in piazza per chiedere la riabilitazione  del presidente deposto.

Roma, 13 luglio – Dopo le manifestazioni milanesi del 1 e 10 luglio scorso, di stampo opposto, anche a Roma alcuni militanti della fratellanza islamica sono scesi in piazza per chiedere la riabilitazione in Egitto del presidente deposto Mohamed Morsi. Nel pomeriggio di oggi circa 50 persone, quasi appartenenti alla moschea El Huda del quartiere di Centocelle, si sono radunate di fronte all’ingresso dell’ambasciata egiziana di via Salaria, rivendicando la liceità dell’elezione di Morsi. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]