L’amatriciana di Eataly per Amatrice

[AdSense-A]

 

Un gesto di solidarietà gastronomica per il Centro Italia

Senza-titolo-18

Il Centro Italia sta vivendo una terribile tragedia umanitaria in seguito al terremoto che ha colpito con particolare violenza Umbria, Marche e Lazio tra il 23 e il 24 agosto. Eataly vuole dare il suo contributo nelle operazioni di soccorso e ricostruzione e lo fa attraverso iniziative di solidarietà che coinvolgono i negozi in Italia e all’estero. In Italia Eataly aderisce a “Un futuro per Amatrice”, campagna di solidarietà e raccolta fondi promossa da Carlo Petrini. Il Presidente di Slow Food e Terra Madre ha chiesto ai ristoranti di tutto il mondo di inserire per un anno in menu il piatto simbolo della città di Amatrice (RI), l’Amatriciana: l’obiettivo è quello di sostenere le popolazioni colpite dal terremoto e pensare fin da oggi al loro futuro. Per questo da sabato 27 agosto in tutti gli Eataly d’Italia per ogni piatto di amatriciana ordinato presso i Ristorantini verranno donati 2 € al Comune di Amatrice: di questi, 1 € sarà devoluto da Eataly e 1 € dal cliente. Inoltre tutti i clienti che lo vorranno, potranno fare una donazione libera al Comune di Amatrice direttamente alle casse di Eataly. Anche Eataly Monaco propone per tutto il mese di settembre l’amatriciana in menu: il 50% del ricavato sarà donato direttamente al Comune di Amatrice in favore della ricostruzione. Presso le casse sarà inoltre possibile effettuare una donazione libera. Negli Stati Uniti, invece, Eataly promuove la raccolta fondi “Amatriciana per Amatrice”: dall’1 al 30 settembre per ogni piatto di amatriciana venduto nei Ristoranti di Eataly NYC Flatiron, Eataly Chicago e Eataly NYC Downtown 5 $ saranno donati al Comune di AmatriceInoltre martedì 6 settembre si terrà presso l’Osteria della Pace di Eataly Downtown una cena di raccolta fondi durante la quale gli ospiti potranno gustare un menu di 6 portate curato e presentato dagli chef Mario Batali, Daniele Boulud, Riccardo Orfini e la chef pasticcera di Eataly Katia Delogu. Il 100% del ricavato sarà devoluto al Comune di Amatrice per assistere nelle operazioni di soccorso.

L’innovazione si fa in cucina: degustazione dell’Amatriciana Antiaging all’Università di Roma Tor Vergata.

Venerdí 18 dicembre 2015 dalle ore 11.00 alle ore 13.00, Università di Roma TorVergata, Dipartimento di Chirurgia ed Estetica

88404cc32e28cb36c3101e49d3660d71Roma, 25 novembre – In merito al ciclo di lezioni del Master di Medicina Estetica dell’Università di Roma Tor Vergata tenute dalla Dottoressa Chiara Manzi docente di nutrizione antiaging, nonché presidente dell’ Art joins Nutrition Academy, sarà presente lo Chef AjN Andres Upegui, diplomato in Culinary Nutrition presso Art joins Nutrition Academy, per preparare la sua Amatriciana Antiaging, secondo un metodo che applica la nutrizione antiaging alle tecniche di cucina. Durante questo showcooking innovativo, ospitato per la prima volta in una Università italiana, gastronomia e scienza si incontreranno per affermare ancora una volta che il cibo di qualità è il principale fattore che determina la buona salute dell’uomo. Lo Chef dimostrerà come sia possibile trasformare un piatto della tradizione romana in un pasto non solo completo dal punto di vista nutrizionale, digeribile e gustoso ma addirittura antiaging.

 Essendo i posti limitati, Vi chiediamo di comunicarci la vostra partecipazione scrivendoci a [email protected]oppure chiamando al 0521 1640539
Chiara Manzi
Chiara Manzi è la fondatrice e presidente di Art joins Nutrition Academy, prima Accademia europea di Culinary Nutrition, dedicata alla formazione di nutrizionisti, cuochi e medici. È inoltre presidente dell’Associazione per la Sicurezza Nutrizionale in Cucina e autrice del libro “Antiaging con gusto’’ (ed. Sperling&Kupfer).
Andres Felipe Upegui Sanchez
Chef e fondatore della Andres Upegui Consulting, societá di consulenza per la ristorazione, eventi, catering e formazione. Diplomato in Culinary Nutrition presso Art joins Nutrition Academy.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]