La Guardia Nazionale Ambientale, eccellenza nelle emergenze

La GNA da un punto all’altro dell’Italia, sempre pronta e spesso citata tra le eccellenze del volontariato, parte integrante del soccorso pubblico

di Romolo Martelloni

La sicurezza, in senso lato, è una delle questioni importanti che interessa la vita quotidiana di ogni cittadino e riguarda moltissimi aspetti sui quali vi è una precisa responsabilità di “governo”: la viabilità, il lavoro, il governo del territorio, la salvaguardia delle persone e dell’ambiente contro i rischi generati dalla natura o dall’uomo.

Tale responsabilità deve tradursi in efficaci provvedimenti legislativi che organizzino con chiarezza gli specifici compiti della complessa macchina di cui si compone l’Amministrazione Pubblica al fine di prevedere, prevenire e gestire le ipotetiche situazioni di emergenza.
In verità la storia recente indica come l’evoluzione normativa segue, cronologicamente, l’onda emotiva del “dopo catastrofe” e non è, invece, frutto di una strategia ragionata e chiara che consenta azioni di governo calibrate per prevenire ed affrontare al meglio le situazioni emergenziali.

La Guardia Nazionale Ambientale e’ una delle organizzazioni presenti sul territorio nazionale dove volontari, uomini e donne, erano li, incessantemente, dall’Adriatico al Tirreno, dal 24 agosto ad oggi senza un attimo di pausa.  Amatrice, Arquata del Tronto, Accumoli, Visso, Ussita, Norcia, Camerino, per citare i luoghi più’ simbolici.

La GNA non opera solo per la salvaguardia del patrimonio ambientale, ma   anche nel settore della protezione civile; ciò significa che in caso di particolari disastri ambientali quali terremoti, inondazioni, incendi, emergenze umanitarie, interventi di primo soccorso in generale, ogni singola guardia, previa dichiarazione di disponibilità, è a disposizione h24 dell’Ente che ne fa specifica richiesta scritta, ovvero, quando se ne presenti l’occasione. Nei casi di calamità naturali, previa verifica della disponibilità delle singole guardie comunicata preventivamente alla Protezione Civile Nazionale, vi è la possibilità di intervenire con squadre della Guardia Nazionale Ambientale che, dietro coordinamento degli organi nazionali, contribuiscono al sostegno delle popolazioni colpite. La partecipazione ad eventi di portata quali lo stato di calamità naturale con chiamata nazionale da’ diritto a qualunque guardia volontaria, se interessata, al mantenimento del posto di lavoro nonché alla retribuzione ordinaria prevista durante il servizio di protezione civile.

La GNA solo per citare gli ultimi esempi  era anche presente sul territorio teramano per le Esalazioni pericolose provocate dallo sversamento di acido peracetico nel depuratore della Ruzzo Reti,  a Mosciano Sant’Angelo (Teramo) che  ha provocato un allarme chimico con la conseguente chiusura per circa un’ora del tratto di autostrada A14 compreso tra i caselli Val Vibrata e Roseto degli Abruzzi, in entrambe le direzioni .     Domenica 29 gennaio due squadre della Guardia Nazionale Ambientale di Montesilvano si sono recati nella Provincia di Teramo per consegnare 220 kg di fiocchi d’avena per i cavalli a due persone che in questo momento sono in difficoltà economiche a causa della distruzione delle stalle e altro. 

Gli uomini e le donne del GNA hanno consegnato nei giorni scorsi al Centro Operativo della Protezione Civile di Penne generi alimentari necessari per sopperire alle necessità di tutti i volontari impegnati nell’operazione di soccorso nei Comuni interessati al grave disastro.

La Guardia Nazionale Ambientale e’ spesso citata tra le eccellenze del volontariato, parte integrante del soccorso pubblico. “Abbiamo attrezzature e mezzi per assistere le persone colpite da calamità e centinaia di volontari formati e pronti ad entrare in azione – sottolinea il Presidente della GNA Alberto Raggi – sono orgoglioso di questi ragazzi”.

Solidarietà: tre defibrillatori consegnati al Polo didattico di Amatrice e Cittareale grazie a NAPOLI NEL CUORE

[AdSense-A]

Grazie allo spettacolo tenutosi lo scorso 25 settembre al teatro dell’Angelo di Roma è stato possibile acquistare ben tre defibrillatori che sono stati donati, con la preziosa collaborazione della Onlus Alcli di Rieti, al Polo Didattico di Amatrice e Cittareale.

 

Ancora una volta “Napoli nel cuore” ha portato ad un risultato concreto. Grazie allo spettacolo tenutosi lo scorso 25 settembre al teatro dell’Angelo di Roma è stato possibile acquistare ben tre defibrillatori che sono stati donati, con la preziosa collaborazione della Onlus Alcli di Rieti, al Polo Didattico di Amatrice e Cittareale. I defibrillatori di ultima generazione sono stati consegnati il 5 gennaio alla presenza del sindaco di Rieti Simone Pietrangeli, all’assessore di Amatrice Bruno Porro e alla dirigente scolastica Maria Rita Pitoni, responsabile del Polo Didattico di Amatrice e Cittareale.
Il grande successo di pubblico della IV edizione dell’evento che ha avuto come protagonisti Pino Ammendola, Antonello Avallone, Joe Barbieri, Maurizio Casagrande, Franco Gargia, Mario Maglione, Tosca, Vittorio Viviani e tanti atri artisti, ha avuto così un esito pienamente coerente con lo spirito e la storia di questa manifestazione.
Dopo il defibrillatore donato al liceo Garibaldi, i mobili alla casa famiglia di corso Novara e i frigoriferi per i pasti ai senza tetto della Comunità di Sant’Egidio di Napoli, anche quest’anno dunque “Napoli nel cuore” ha voluto  lasciare un segno reale, tangibile sostenendo l’acquisto di queste attrezzature sanitarie di grande importanza per le popolazioni del reatino colpite dal sisma.
E’ cambiato il territorio di destinazione quindi, ma non la filosofia che ha sempre caratterizzato la raccolta alla base di questa manifestazione. Andare oltre le singole esigenze del momento e pensare al futuro, ad un bene che possa rimanere nel tempo per queste persone anche quando i riflettori dei media non saranno accesi sulle loro vicende. Essere di concreto aiuto a chi rimane, a una popolazione che non può e non deve lasciar morire il proprio territorio e che è chiamata fermamente a reagire con l’aiuto di tutti, anche della cultura.

IL CALCIO PER RICOMINCIARE

[AdSense-A]

Sabato 19 novembre 2016 – Dalle ore 9 presso il Centro di Preparazione Olimpica
Acqua Acetosa “Giulio Onesti” – Roma. 
Incontro di calcio tra: Associazione Calcio e Solidarietà Giornalisti Rai , Agenzia del Demanio , Vigili del Fuoco. Triangolare di calcio per le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016. Sarà presente Sergio Pirozzi,  Sindaco di Amatrice


calcioAltro appuntamento legato alla solidarietà per l’Associazione Calcio e Solidarietà Giornalisti Rai. Sabato 19 novembre, presso la struttura del CONI all’Acqua Acetosa di Roma, si terrà un incontro triangolare che vedrà scontrarsi i calciatori della stampa con le rappresentative dell’Agenzia del Demanio (presente in campo anche il direttore Roberto Reggi) e dei Vigili del Fuoco. L’occasione è quella di un concreto sostegno ai terremotati di Amatrice: a fine partita sarà infatti consegnato un assegno con il ricavato di alcune donazioni direttamente al Sindaco di Amatrice, che interverrà per l’occasione. Saranno anche presenti 2 atleti delle Fiamme Rosse, Alberto Arpino (scherma) e Mattia Placidi (Tuffi). A conclusione dell’evento le squadre saranno poiu premiate con targhe e coppe messe a disposizione dall’Associazione Calcio & Solidarietà giornalisti Rai. L’incontro è aperto a tutti.

L’Associazione Calcio e Solidarietà Giornalisti Rai, squadra sportiva nata nel 1996 che ha all’attivo più di 90 partite, nel corso di questi anni ha raccolto insieme alla Polizia di Stato più di 4 milioni di euro per beneficienza. Grazie a questi fondi, tra l’altro,  è stato costruito un centro polifunzionale in un villaggio dello Sri Lanka.  La formazione è  testimonial Unicef, l’organizzazione delle Nazioni Unite a cui viene devoluto il 15% del ricavato di ogni incontro.

Il programma:

Ore 9 – presentazione delle squadre
Ore 9.45 – tre partite di 45 minuti ciascuna:
•Agenzia del Demanio vs Rappresentativa solidarietà giornalisti Rai
•Rappresentativa Vigili del Fuoco vs Perdente incontro A
•Rappresentativa Vigili del Fuoco vs Vincente incontro A
Ore 12 – consegna dell’assegno simbolico con il ricavato di alcune donazioni al Sindaco di Amatrice

ASSOCIAZIONE CALCIO E SOLIDARIETÀ GIORNALISTI RAI
Presidente: Americo Mancini
Presidenti Onorari: Michele Giammarioli
Vice Presidenti: Maurizio Severino
Consiglio Direttivo: Nicola Iannello, Claudio Presutti, Giampiero Scarpati, Ivan Epicoco,     Fabrizio Tumbarello, Francesco Puglielli
Allenatore: Piero Spagnoli

FORMAZIONI

Associazione Calcio e Solidarietà Giornalisti Rai
Piero Spagnoli  – Allenatore, Gr3
Americo  Mancini – Giornalista parlamentare/Presidente Associazione
Marco Rho – Team manager, Isoradio
Lorenzo Lorenzini – Radio RAI
Beppe Incocciati  – Ex calciatore
Patrizio Oliva – Campione olimpico e del mondo di Pugilato
Claudio Presutti – TeleVideo RAI
Nicola Iannello – TeleVideo RAI
Fabrizio Tumbarello – RAI Sport
Fabio Pietroiusti – Rai Sport
Alessio Maldini – Gr  Sport
Mario Sileoni  – TG 2
Max De Tomassi  – Radio 1 “Brazil”
Fabrizio Del Moro – Rai 1
Enrico Antonucci – Rai 1
Alessandro Puri  –  Radio 1
Roberto Colelli  – Rai 1
Claudio Marini – Rai 1
Luca Rufini – Rai 2
Lorenzo Grego – Radio 3
Antonio D’Alessandri – Radio 1

Agenzia del Demanio
Vincenzo Capobianco – Presidente, DR Veneto
Stefano Lombardi – Mister,DR Sicilia
Vittorio Vannini – Dirigente accompagnatore, DR Sicilia
Roberto Reggi – Capitano, Direttore Agenzia
Vincenzo Campanella – DR Puglia e Basilicata
Paolo Damian  – DR Veneto
Daniele D’Anna – DR Emilia Romagna
Elio Di Lallo -DR Abruzzo e Molise
OrazioGiannetto – DR Sicilia
Elia Magi – DR Marche
Gaetano Marcone – DR Puglia e Basilicata
Maximilian Munda -DR Sicilia
Andrea Nardini – DR Toscana e Umbria
Manolo Parisi –  Dr Lazio
Alessandro Penzo – DR Veneto
Emiliano Pierini – DR Toscana e Umbria
Fabio Pisa – DR Piemonte e valle D’Aosta
Gianluca Porcu – DR Piemonte e valle D’Aosta
Maurizio Raffaele – DR Lombardia
Pasquale Scognamiglio – Direzione Generale – Roma – Direzione Risorse
Arturo Simone – DR Campania
Gianluca Simpatico -DR Abruzzo e Molise
Roberto Sperandeo – Direzione Generale Roma, Direzione Servizi al Patrimonio
Vincenzo Tarantino – DR Sicilia
Carmine Testa – DR Campania
EfremBarbazza -DR Veneto

Vigili del Fuoco
Fabrizio Santangelo – U.A.S.Presidente
Marco  Mania – AfmpAll.
Massimo Bastianelli – Apcf
Lamberto Cignitti – U.A.S.
Luigi Cippone – S.F.O.
Marco  Croce – Roma
Emanuele Esposti – S.C.A.
Marco  Evangelista -Roma
Gianluigi Ferrari – Afmp
Maurizio Fringuelli  – Siena
Simone Gonnella – C.O.N.
Sergio  Inzerillo  – S.F.O.
Fabio Italia – D.C.R.F.
Simone Madonna – Roma
Roberto Mariani – Roma
Stefano Mengoni – C.O.N.
Carlo Metelli – S.C.A. Cap.
Carlo Nico – Roma
FabioPomponi  – Roma
Antonio Saragnese – I.S.A.
Marco  Scacco – C.O.N.
Giuseppe Stasio – I.S.A.
Riccardo Vinciguerra – S.C.A.
Franco Zappa – D.R.L.

L’amatriciana di Eataly per Amatrice

[AdSense-A]

 

Un gesto di solidarietà gastronomica per il Centro Italia

Senza-titolo-18

Il Centro Italia sta vivendo una terribile tragedia umanitaria in seguito al terremoto che ha colpito con particolare violenza Umbria, Marche e Lazio tra il 23 e il 24 agosto. Eataly vuole dare il suo contributo nelle operazioni di soccorso e ricostruzione e lo fa attraverso iniziative di solidarietà che coinvolgono i negozi in Italia e all’estero. In Italia Eataly aderisce a “Un futuro per Amatrice”, campagna di solidarietà e raccolta fondi promossa da Carlo Petrini. Il Presidente di Slow Food e Terra Madre ha chiesto ai ristoranti di tutto il mondo di inserire per un anno in menu il piatto simbolo della città di Amatrice (RI), l’Amatriciana: l’obiettivo è quello di sostenere le popolazioni colpite dal terremoto e pensare fin da oggi al loro futuro. Per questo da sabato 27 agosto in tutti gli Eataly d’Italia per ogni piatto di amatriciana ordinato presso i Ristorantini verranno donati 2 € al Comune di Amatrice: di questi, 1 € sarà devoluto da Eataly e 1 € dal cliente. Inoltre tutti i clienti che lo vorranno, potranno fare una donazione libera al Comune di Amatrice direttamente alle casse di Eataly. Anche Eataly Monaco propone per tutto il mese di settembre l’amatriciana in menu: il 50% del ricavato sarà donato direttamente al Comune di Amatrice in favore della ricostruzione. Presso le casse sarà inoltre possibile effettuare una donazione libera. Negli Stati Uniti, invece, Eataly promuove la raccolta fondi “Amatriciana per Amatrice”: dall’1 al 30 settembre per ogni piatto di amatriciana venduto nei Ristoranti di Eataly NYC Flatiron, Eataly Chicago e Eataly NYC Downtown 5 $ saranno donati al Comune di AmatriceInoltre martedì 6 settembre si terrà presso l’Osteria della Pace di Eataly Downtown una cena di raccolta fondi durante la quale gli ospiti potranno gustare un menu di 6 portate curato e presentato dagli chef Mario Batali, Daniele Boulud, Riccardo Orfini e la chef pasticcera di Eataly Katia Delogu. Il 100% del ricavato sarà devoluto al Comune di Amatrice per assistere nelle operazioni di soccorso.

Terremoto: Garavaglia, bastano 2 dei 7 miliardi che ci porta via l’Europa per ricostruire

[AdSense-A]

 

Garavaglia: “Amatrice, Accumoli, Arquata  possono tornare a splendere come una volta purché’ ricostruite da mani esperte”

di Romolo Martelloni

Senza-titolo-14
“Sbloccare il Patto di Stabilità’ per ricostruire? Il problema delle risorse e’ bello che risolto: ogni anno l’Europa ci porta via 7 miliardi, se anche solo 2 ci tornano indietro per la ricostruzione, in 10 anni si fa un gran lavoro”. Con una breve nota interviene, riguardo lo sblocco del patto di stabilità’ per i comuni colpiti dal terremoto, il coordinatore degli assessori finanziari in Conferenza Regioni e Assessore all’economia della Lombardia Massimo Garavaglia il quale ricorda anche come esiste, oltre al Friuli “un grande esempio di ricostruzione: Scanno in Abruzzo ricostruita, dopo il devastante terremoto del 1915 con epicentro nella Marsica, dai muratori bergamaschi, vero gioiello di borgo invidiato in tutto il mondo. Amatrice, Accumoli, Arquata – sottolinea infine Massimo Garavaglia – possono tornare a splendere come una volta purché’ ricostruite da mani esperte: in fondo e’ la mano dell’uomo che fa la differenza”.

Terremoto – Cosa sta facendo la Regione Lazio e cosa puoi fare tu

[AdSense-A]

 

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è arrivato questa mattina ad Amatrice per fare il punto della situazione con il sindaco, le forze dell’ordine, gli operatori e i volontari della Protezione Civile.

Senza-titolo-1

I primi soccorsi

Sul posto sono stati allestiti 4 punti medici avanzati gestiti dall’Ares 118 Lazio, ci sono 70 ambulanze di soccorso, 3 elicotteri di soccorso dell’Ares 118 Lazio. Altre 5 eliambulanze sono in arrivo da altre regioni. È arrivata nel reatino la colonna mobile regionale composta da 4 cucine da campo, 20 macchine movimento terra e 71 tende con circa 500 posti letto disponibili.

Come puoi dare il tuo aiuto?

Abbiamo predisposto l’apertura straordinaria dei centri donazione sangue di Roma e Rieti, qui tutte le info per donare http://goo.gl/E2AS2I

Se non strettamente necessario, evita di percorrere la via Salaria così da agevolare il transito dei mezzi di soccorso impegnati tra Roma e Rieti. Se ti trovi nelle zone colpite dal sisma, togli la password WiFi al tuo modem e permetti ad altre persone di accedere ad internet così da alleggerire le reti telefoniche cellulari.

Come contattare la Protezione Civile per le emergenze?

In caso di emergenza o necessità puoi chiamare il contact center della Protezione Civile al numero 800.840.840 o la nostra sala operativa della Protezione Civile al numero 803.555

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]