Vignaioli dell’Alto Adige: “I nostri vini raccontano il rispetto per la terra”‏

Sabato 30 aprile a Bologna una giornata dedicata alla scoperta dei vini dell’Alto Adige e di un’agricoltura rispettosa dell’ambiente

OLYMPUS DIGITAL CAMERARoma, 18 Aprile – I Vignaioli dell’Alto Adige (Freie Weinbauern Sudtirol) sabato 30 aprile propongono al Relais Bellaria Hotel di Bologna un banco d’assaggio con 120 vini e un momento di approfondimento sui temi dell’agricoltura sostenibile.  Dalle ore 13 alle 20, in collaborazione con Onav-Bologna, 24 produttori presenteranno i loro vini con 120 etichette provenienti dalle diverse sottozone alto atesine. Un’occasione per approfondire la conoscenza del territorio e incontrare i produttori che presenteranno personalmente i loro vini e il loro modo di vivere il mestiere di viticoltore. Per tutto il giorno si potranno inoltre gustare prodotti gastronomici tipici del territorio: i formaggi e i salumi affumicati dell’azienda Hackerhof di Dobbiaco e i prodotti da forno di Fritz & Felix di Barbiano. “La sostenibilità ambientale è da sempre al centro del lavoro dei Vignaioli dell’Alto Adige” – spiega il direttore Peter Robatscher – “la portiamo avanti con rigore, metodo e un approccio innovativo. I vitigni Piwi ne sono l’esempio lampante”. Alle 15.30 si terrà il seminario Piwi wines: i vini del futuro? condotto da Werner Morandell. Il produttore di Caldaro, pioniere della viticultura biologica in Alto Adige, racconterà 25 anni di esperienza e studi sui vitigni resistenti e sulle nuove varietà da ibridazione intraspecifica resistenti alle malattie come peronospora e oidio. Seguirà una degustazione di vini Piwi, con posti limitati e su prenotazione (per iscriversi compilare il modulo cliccando qui).

Le etichette proposte in assaggio saranno:
JULIAN 2015 (50% Bronner, 50% Johanniter)
VINO DEL PASSO 2015 (100% Solaris) da 1300mt di altitudine
JULIAN 2008 (50% Bronner, 50% Johanniter)
CLARÌCE 2013 (100% Souvignier gris, methode Lieselehof )
RUBUS 2014 (70% Cabernet Cortis, 25% Marechal Foch, 5% Regent)
SWEET CLAIRE 2014 (100% Bronner).

Info in breve
Data: sabato 30 aprile 2016
Orari di apertura: dalle 13 alle 20
Luogo: Relais Bellaria Hotel, Via Altura, 11/bis – Bologna
Produttori presenti: 24
Ingresso: € 15. Ridotto € 10 per membri ONAV e soci FWS.
Il bicchiere da degustazione è incluso nel biglietto d’ingresso.
Pre iscrizioni sul sito www.onav.it
Seminario e degustazione vini Piwi: Posti limitati.
Parcheggio: gratuito
Info: www.fws.it/it/

Tutti in sella con Gallo Rosso

Il piacere della bicicletta partendo dal maso

Suedtirol, Sommershooting, Südtiroler BauernbundBolzano, 22 marzo 2016 – L’Alto Adige è un vero paradiso per chi è appassionato di bicicletta e la fitta rete di piste e di sentieri dedicati alle due ruote a pedali consente di andare in sella alla scoperta di ogni piccolo paese, valle e città di questa meravigliosa regione. Per esplorare il territorio in bicicletta, apprezzandone gli aspetti più autentici, non c’è niente di meglio di soggiornare in un maso Gallo Rosso che, oltre a garantire strategiche posizioni per percorsi ciclabili, offre ogni mattina delle ricche e prelibate colazioni preparate dalle contadine con i prodotti sani e genuini del maso, ideali per fare il pieno di energie prima di una bella pedalata. Dopo la colazione, appunto, si parte direttamente dal maso per intraprendere sentieri di montagna o piste ciclabili e pedalare, anche nei percorsi più impervi, non rappresenta una fatica, data la bellezza della natura circostante. I percorsi per le biciclette attraversano anche le città e i piccoli paesi, dove ci si muove più velocemente alla scoperta degli angoli più nascosti e dei panorami più incantevoli. Dopo una giornata in bicicletta, tornare al maso accogliente, con la stube, il proprio appartamento dotato di ogni confort e i contadini che viziano i propri ospiti con gustose e ricche merende è un vero piacere. Al maso Häuslerhof di Naz-Scieves, ad esempio, gli appassionati di bicicletta possono trovare il loro ambiente ideale. Il padrone di casa Konrad, infatti, è dotato del patentino di guida per mountain bike ed è a disposizione per consigli e consulenze, oltre che per accompagnare i propri ospiti in varie escursioni. Il maso si trova poi a soli 2,5 km dalla nuova pista ciclabile Bressanone – Brunico – Vipiteno e dalle immediate vicinanze partono diversi sentieri per escursioni in bicicletta. All’Häuslerhof, inoltre, è possibile noleggiare gratuitamente mountain bike, parcheggiare la propria bicicletta nell’apposito garage, richiedere assistenza se c’è bisogno di qualche riparazione, consultare libri specializzati e avere su richiesta un abbondante cestino per il pranzo, in caso di escursioni che occupano l’intera giornata. Ovviamente è un maso in cui anche chi non è appassionato di bicicletta può trovare soddisfazione e relax, dedicandosi magari al Nordic Walking o ad escursioni di sci alpinismo in inverno. http://www.gallorosso.it/it/agriturismo-in-alto-adige/appartamenti-e-camere-in-altoadige/maso/haeuslerhof-naz-sciaves+3075.html 

Anche il maso Bachguthof di Silandro si trova nei pressi di diversi percorsi ciclabili che portano alla scoperta della bellissima Val Venosta e offre anche la possibilità di fare molte esperienze direttamente al maso, come imparare il procedimento per fare il miele, raccogliere le mele, vendemmiare e altro. http://www.gallorosso.it/it/agriturismo-in-alto-adige/appartamenti-e-camere-in-altoadige/maso/bachguthof-silandro+4568.html

L’Alto Adige fiorisce a Primavera

Dal 4 marzo al 12 giugno 2016, l’arte culinaria tradizionale, i conigli di Pasqua e una montagna di benessere al Romantik Hotel Stafler di Vipiteno (BZ).

image001Roma, 22 febbraio – In montagna, le stagioni sono una cosa seria. A cambiare non sono solamente temperature e colori ma anche il modo di vivere, il tempo con cui si gode dei piaceri della vista e la composizione della sfilata dei sapori sulla tavola. Per questo, in Alto Adige, l’arrivo della primavera è un evento che mette in movimento una serie di meccanismi, che da millenni accompagnano la vita e il profumo di una terra profondamente legata alla propria natura. Al Romantik Hotel Stafler di Vipiteno (BZ) – alle pendici del Monte Cavallo, tra 6 comprensori sciistici che accolgono di buon grado la fioritura, togliendosi la tuta e gli scarponi, per indossare le calzature più adatte a lunghe passeggiate – la primavera comincia con qualche giorno d’anticipo, necessario per elaborare la più sincera delle dichiarazioni d’amore alla cucina regionale. In occasione della 44esima edizione delle“Settimane della buona cucina della Valle Isarco”, il Pacchetto buongustai propone, dal 4 al 20 marzo 2016, pernottamento in camere arredate con cura e late check-out nel pomeriggio, buffet di colazione delizioso, regionale e rivitalizzante, relax nel centro benessere “Romantica” con piscina coperta e sauna, inclusi gli accappatoi e i teli bagno, menu di degustazione di Peter Girtler. Il tutto a partire da 139 euro a persona per una notte in camera doppia. Ma questo è solo l’inizio di una serie di appuntamenti ai quali sarebbe un delitto mancare. Dal 20 al 28 marzo, sono deliziosi conigli di Pasqua e uova colorate a dare il benvenuto ufficiale alla nuova stagione. “Pasqua – Il periodo degli usi e costumi” includepernottamento in camera 4 stelle arredata con eleganza e amore per i dettagli, nido pasquale dolce e salato all’arrivo in camera, ricca colazione a buffet fino alle 10.30 – con ampia scelta tra 90 ingredienti deliziosi e prelibati e prodotti locali altoatesini di qualità,menu a scelta di 5 portate con buffet di insalate e deliziose creazioni altoatesine e internazionali nell’ambito della mezza pensione, menu pasquale di 6 portate con aperitivo,buono wellness del valore di 25 euro per un massaggio rilassante aromatico e un gettone solarium per uno splendido colore (a camera), una tipica specialità altoatesina alla partenza. Ma quella della Pasqua è solo la prima delle celebrazioni in programma, su una tabella di marcia che prosegue col più dolce dei modi per uscire dal letargo. Dall’1 al 23 aprile, è una vacanza gourmet e wellness a richiamare l’attenzione delle buone forchette, che non possono rimanere indifferenti al pacchetto “Aprile per Buongustai”. Occasione unica per godersi i primi caldi raggi del sole, sorseggiando un bicchiere di latte macchiato o uno Spritz in giardino, l’offerta – valida per qualsiasi categoria di camera – include relax nel centro benessere “Romantica“ – con piscina, sauna finlandese panoramica, bagno di vapore salino, cabina a raggi infrarossi, vasca idromassaggio esterna – ricca colazione a buffet servita fino alle 10.30 nel ristorante, caffè, tè e dolci nel pomeriggio. (20% di sconto su pernottamento e prima colazione). Dall’1 maggio al 12 giugno, “Risveglio di primavera – “Appuntamento con l’Alto Adige” propone 3, 4 o 7 pernottamenti in camera arredata con eleganza, con una serie di accorgimenti che – nonostante tutto – riescono ancora a gettare un dubbio sul fatto che tanta bellezza possa davvero essere reale. Il pacchetto comprende fragole fresche del contadino in camera, ricca colazione a buffet fino alle 10.30 a scelta nel ristorante o nel giardino soleggiato Romantik, menu a scelta di 5 portate con buffet di insalate e prelibate creazioni altoatesine e internazionali nell’ambito della mezza pensione, esperienza sensoriale culinaria a lume di candela con menu esclusivo Romantik con aperitivo frizzante (6 portate l’ultima sera), imperdibile tour in e-bike nell’azienda agricola dell’hotel con tappa al museo tradizionale, pausa nel verde con cestino pic-nic e immersione nel vasto mare infinito di fiori bianchi e colorati della passeggiata sull’antica “Via Imperiale” lungo la Valle Isarco, visita individuale a Castel Tasso, il più importante e meglio conservato nella storia dell’arte dell’Alto Adige (a 10 minuti d’auto; escluso il biglietto d’ingresso), buono wellness del valore di 25 euro per un massaggio aromatico rilassante e 2 gettoni per il solarium (a camera).  Profondamente radicata nella rispettiva regione e plasmata dalla tradizione e dalla consapevolezza della qualità – questo è il senso dell’accoglienza per quasi 200 Romantik Hotels & Restaurants in 9 Paesi europei, che danno il benvenuto ai loro ospiti provenienti da vicino e da lontano. Individualità che sorprende, genuinità che delizia, genialità che cattura – in breve: un atteggiamento molto speciale verso la vita. Maggiori informazioni suwww.romantikhotels.com

Alto Adige. I 7 benefici della sauna a Terme Merano.

Il vademecum per il corretto utilizzo della sauna.

Kraeuteraufguss by Marion LafoglerRoma, 18 febbraio – Sfatiamo un luogo comune: gli effetti positivi della sauna non derivano solamente dal calore ma dal contrasto tra caldo e freddo. Per questo alle Terme Merano, oltre alle “normali” saune, si trova un ambiente originale e raro, la stanza della neve. Questo spazio ricoperto di neve permette un sistema di raffreddamento “secco” e uno sbalzo termico molto più efficace rispetto alle tradizionali docce e vasche di immersione. Per un benessere totale.

Uno sbalzo benefico di 100° C

Quando parliamo di sauna ci immaginiamo un ambiente caldo e più o meno umido, dove aleggiano vapori dal profumo rilassante. Un luogo benefico, dove l’aumento della temperatura corporea porta effetti positivi sull’organismo e una sensazione di benessere sulla psiche. Tutto vero. Per ottenere questi risultati, però, è necessario completare il tutto con il giusto raffreddamento del corpo. L’aspetto davvero importante, infatti, sta proprio nel contrasto tra caldo e freddo. Ecco perché le Terme Merano curano particolarmente anche la seconda parte del processo, grazie alla stanza della neve. Qui le pareti sono completamente ricoperte di neve e il freddo “secco” fa percepire una temperatura meno fredda di quella reale, permettendo così al corpo di passare dai 90° di una normale sauna ai -10° della stanza della neve. Uno sbalzo di 100° C non sarebbe possibile con i tradizionali sistemi di raffreddamento umido, come docce fredde o vasche di immersione, in quanto la temperatura non potrebbe scendere oltre i 10° C.

Le tre fasi per una corretta sauna

L’utilizzo corretto della sauna è indispensabile per raggiungere i benefici desiderati. Sono tre le fasi richieste, in tutto all’incirca mezz’ora di puro benessere. La prima fase prevede il riscaldamento del corpo per circa 10-15 minuti in sauna, dopodiché ci si trasferisce nella stanza della neve, dove si può praticare un massaggio a livello locale con la neve. Il tempo ideale di permanenza è indicativamente di 3-5 minuti per le donne, 4-8 minuti per gli uomini. A seguire la terza fase prevede una pausa di relax di 10-15 minuti. Fondamentali sono l’assunzione di liquidi e la frequenza della sauna, che dovrebbe essere di 1-2 volte alla settimana, 2-3 passaggi per volta, sia in estate che in inverno.

I 7 benefici della sauna

Se avrete eseguito correttamente le varie fasi della sauna, dal riscaldamento al raffreddamento, fino al relax, potrete godere di tutti gli effetti positivi che derivano da questa pratica salutare. Innanzitutto l’allenamento dei vasi sanguigni: se con il caldo i vasi si dilatano, con il freddo si restringono immediatamente, producendo un particolare flusso ematico che giova alla pelle, ai muscoli e ai tessuti. In secondo luogo, a trarre vantaggio soprattutto dalla stanza della neve, sarà il sonno, azioni fredde favoriscono infatti il rilassamento e il riposo, grazie alla produzione di endorfine. Terzo beneficio si ha nei muscoli, costretti a lavorare di più per produrre calore, stimolando il metabolismo a bruciare più grassi. Il freddo inoltre cura particolarmente bene piccole ferite muscolari, come contusioni e stiramenti. La sauna fredda può lenire, quando non guarire, dolori cronici di articolazioni e della schiena. Il freddo di fatto riduce temporaneamente la sensibilità al dolore, dopo pochi minuti nella stanza della neve muscoli e articolazioni si lasciano muovere più facilmente. Applicazioni fredde aiutano anche in caso di dolori reumatici o di artrosi. La pelle si rassoda e diventa più elastica, grazie all’azione disintossicante sull’organismo e fortificante sui tessuti. Il miglioramento della circolazione sanguigna comporta anche un maggiore apporto di ossigeno ai tessuti. Infine il freddo agisce sul sistema immunitario, migliorando le capacità difensive del corpo, grazie da una parte alla circolazione sanguigna, dall’altra proprio al maggiore apporto di ossigeno ai tessuti.

Non solo sauna fredda

L’area sauna di Terme Merano si compone, oltre che della stanza della neve, di vari ambienti caldi. Ci sono il Caldarium, il Sanarium o biosauna, la nuova sauna finlandese esterna di 85 metri quadrati, il bagno di vapore Trauttmansdorff che ospita la stufa per effettuare le gettate di vapore.  Venerdì 4 marzo 2016 si potrà vivere l’ultimo appuntamento della stagione con le Pools & Sauna Special Nights: piscine e saune aperte fino a mezzanotte. A partire dalle ore 20 in sala bagnanti e nel reparto saune si vivrà un’atmosfera magica e rilassante con speciali giochi di luce, musica e intrattenimento. Nell’area esterna delle piscine sarà posizionato un maxischermo con proiezioni di concerti e musical, mentre un menu particolare a tema soddisferà il palato di chi vorrà cenare nel Wintergarten vicino alla sala bagnanti. Nella sauna finlandese esterna sarà possibile assistere a speciali gettate di vapore al fieno altoatesino, mentre si potranno effettuare particolari peeling nel bagno di vapore Trauttmansdorff.

 

Info: Terme Merano, www.termemerano.it, tel. 0473.252000.

Dolovino on Snow, un viaggio di-vino all’Alpe di Siusi

Domenica 13 marzo 2016 buongustai ed estimatori partecipano ad un tour tra malghe fra le Dolomiti innevate, assaporando circa 60 calici di qualità dell’Alto Adige/ Südtirol.

image006 (1)Roma, 14 febbraio – Zona vitivinicola d’eccellenza, l’Alto Adige custodisce tra le sue vette dolomitiche (Patrimonio Mondiale UNESCO) produzioni d’autore e vigneti da cui sbocciano calici di qualità. Vini che nascono dalla passione di chi li produce, rinsaldando il legame con la propria terra e la tradizione. Così, il 13 marzo 2016, buongustai ed intenditori potranno immergersi tra le distese imbiancate di neve dell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol), girovagando sugli sci, sullo snowboard, lo slittino o semplicemente a piedi, alla scoperta di 4 malghe in cui si stappano bottiglie dei produttori più importanti del territorio altoatesino. Saranno i protagonisti di Dolovino onSnow, l’appuntamento organizzato dal Consorzio Vini Alto Adige con l’ufficio turistico dell’Alpe di Siusi, che invitano ad un viaggio di-vino tra le nobili stille altoatesine e le specialità gastronomiche locali. Ad ogni baita, dove ad attendere i degustatori ci saranno 2 esperti, si potranno assaporare fino a 15 vini, per un totale di circa 60 produzioni. Il tour comincia alle 10.00 e si protrae fino alle 16.00 del 13 marzo. Tra le baite in cui soffermarsi a degustare c’è la Malga Tschötsch, che si trova direttamente sulla pista da sci della Bullaccia ed ha una vista spettacolare sull’Alpe di Siusi. La Malga Sanon invece è il tipico rifugio dalle atmosfere familiari e sforna piatti tipici tutto il giorno. C’è poil’Alpenhotel Panorama, che gode di una vista a 360° sulle Dolomiti e sulle piste da sci. E l’Albergo Icaro, al centro della zona sciistica dell’Alpe di Siusi. Ad ogni sosta, gli estimatori del vino potranno deliziarsi non solo di prelibatezze locali, ma anche dibuona musica.

 Sito web: www.seiseralm.it

Alto Adige. L’inverno con i Vitalpina Hotels

Corso di cucina per imparare a fare i canederli

ciaspole 2b - Vitalpina HotelsRoma, 9 febbraio – Meta privilegiata dell’inverno, l’Alto Adige è lo scenario ideale per dedicarsi agli sport sulla neve. Se poi si sceglie per la propria vacanza una struttura Vitalpina Hotels, all’attività outdoor si può abbinare il relax nella Spa. Altro ingrediente indispensabile: l’ottima cucina con i prodotti tipici del territorio. Dallo sci alle ciaspole, dai massaggi ai corsi di cucina: tutte le proposte dei Vitalpina Hotel per l’inverno 2016.

Ciaspole e Spa

.Non solo sci. Per chi ama godersi il panorama innevato le passeggiate con le racchette da neve sono l’ideale, perché permettono di addentrarsi lentamente in posti non raggiungibili diversamente. Tra le strutture Vitalpina, l’Hotel Bergschlössl**** di Luson propone il pacchetto “Escursioni & benessere in inverno”, valido fino al 12 marzo 2016. L’offerta comprende: 7 notti in 3/4 pensione, 1 escursione guidata con le ciaspole e picnicnella natura incontaminata dell’Alpe di Luson, guida escursionistica, 1 Pedicure e 1 Massaggio Hot Stone (75 min.), ingresso libero al centro benessere, acqua di fonte montana & tisana benessere.  Racchette da neve anche a Merano e dintorni con l’Erlebnishotel Waltershof****, struttura Vitalpina Hotels, che propone il pacchetto “Sole, benessere e molto altro”, valido dal 28 febbraio al 20 marzo 2016. L’offerta comprende: 7 notti inmezza pensione, aperitivo di benvenuto, 2 escursioni con le ciaspole, 1 peeling depurativo al fieno con spazzola, 1 linfodrenaggio disintossicante, un bicchiere di prosecco da gustare nella vasca idromassaggio riscaldata all’aperto.

 

Come ti preparo i canederli

Tra i piatti della cucina altoatesina i canederli sono senza dubbio quelli più tipici e apprezzati. Da oggi si potrà imparare a cucinarli anche a casa, grazie alla proposta del Falkensteiner Hotel & Spa Sonnenparadies**** di Terento, struttura dei Vitalpina Hotels. Dal 28 febbraio al 5 marzo 2016 il pacchetto “Sciare al sole” comprende: 6 notti in 3/4 pensione, 1 ciaspolata guidata con noleggio di ciaspole zaini e bastoni in hotel, 1 tour guidato del Sellaronda (skipass non incluso), 1 passeggiata con le fiaccole, corso serale per imparare a fare i canederli, 1 serata di musica, gettate di vapore in sauna, accesso libero all’oasi Acquapura SPA con Spa kit.  “Benessere e Gourmet” anche all’Hotel Lärchenhof**** di Maranza, struttura dei Vitalpina Hotels. Valido fino al 3 aprile 2016, il pacchetto comprende: 3 notti da giovedì a domenica o 4 notti da domenica a giovedì, trattamento di mezza pensione, 1 bottiglia di prosecco e un carpaccio di frutta in camera, domenica menu gala con 6 portate, 1 massaggio viso, capo, nuca (ca.25 min) per lei, 1 massaggio piedi (ca.25 min) per lui.

La vacanza per l’escursionista

La vacanza dedicata all’escursionista e allo sportivo, che ama svolgere attività fisica e movimento, possibilmente a contatto con la natura, attento all’alimentazione che dev’essere sana, equilibrata e completa, e che non disdegna il relax, preferibilmente a base di ingredienti naturali. È questa la filosofia dei Vitalpina Hotels Alto Adige/Südtirol, 36 strutture a conduzione familiare distribuite nel territorio altoatesino. Tutti gli albergatori sono provetti escursionisti, pronti a guidare gli ospiti in estate e inverno attraverso l’affascinante mondo delle montagne altoatesine. Hotel di alto livello che rispondono a rigidi criteri di selezione e mettono il mondo dell’escursionismo al primo posto.

Alto Adige. Fine stagione allo Sport & Kurhotel Bad Moos****S di Sesto.

Fuori dall’hotel le piste per lo sci. Dentro l’ottima cucina e l’innovativa Spa per gli amanti della montagna senza sci.

Das Foto darf ausschlie§lich fŸr Marketingma§nahmen des Kur-und Sporthotels "BAD MOOS" in Sexten-SŸdtirol-Italien verwendet werden. Jegliche Nutzung Dritter ist mit dem Bildautor www.guenterstandl.de gesondert zu vereinbaren.Roma, 4 febbraio – Che siate amanti dello sci o apparteniate al gruppo degli Slons (snow lovers no skiers), la stagione invernale si saluta allo Sport & Kurhotel Bad Moos****S di Sesto. Nella Val Fiscalina gli sciatori trovano piste perfette per tutti i gusti e pacchetti con ogni comfort, pensati appositamente per gli sportivi. All’interno la vacanza continua all’insegna del benessere, delle coccole e dell’ottima cucina, per chi cerca un’alternativa allo sci.

 Only for skiers

Non solo lo skipass. Per finire la stagione, lo Sport & Kurhotel Bad Moos include nel soggiorno anche Ski test e tour sciistico, un’occasione da non perdere per tutti gli amanti della montagna attiva. Valido dal 13 al 31 marzo 2016, il pacchetto “Ski Experience Alto Adige” comprende: 7 pernottamenti in mezza pensione, 6 giorni di Skipass Dolomiti di Sesto, 6 giorni di Ski-test, 1 tour sciistico “Giro delle Cime”. Disponibile anche la versione short stay con: 4 pernottamenti in mezza pensione, 4 giorni di Skipass Dolomiti di Sesto, 4 giorni di Ski-test, 1 tour sciistico “Giro delle Cime”. Appena fuori dall’hotel si trovano gli impianti di risalita della Croda Rossa che, grazie al collegamento con il Monte Elmo, mettono a disposizione oltre 90 km di piste. Inoltre, direttamente in hotel, è possibile noleggiare tutta l’attrezzatura sportiva necessaria, scegliendo tra una vasta gamma di sci, scarponi, caschi e molto altro.

La vacanza per gli Slons

Amano la montagna e la neve, magari non disdegnano anche una passeggiata in mezzo ai boschi imbiancati, ma preferiscono di gran lunga coccolarsi nella Spa e godersi una buona cena davanti al caminetto scoppiettante. Sono gli Slons, ovvero gli “snow lovers no skiers”. Per loro lo Sport & Kurhotel Bad Moos è un rifugio accogliente e di classe, dove concedersi una vacanza all’insegna del più completo benessere. Nella SPA Bad Moos rivive l’antica tradizione dei bagni termali di Moso, l’originale bagno di fieno altoatesino dall’effetto benefico, la ricetta alpina che impiega erbe e fiori aromatici per trattamenti rilassanti. Coccole da concedersi individualmente o da condividere con il partner. Ambienti unici si trovano nell’area sauna, nel percorso Kneipp e nella grotta Sulfurea, in particolare nelle sale realizzate di recente, l’area relax con caminetto e la meravigliosa Panoramic Sauna St. Valentin con la Stube Gotica. La serata continua all’insegna del benessere, con un aperitivo nella lounge davanti al caminetto acceso e una cena nell’elegante e raffinata sala ristorante, con vista sull’esterno. La gastronomia dello Sport & Kurhotel Bad Moos soddisfa anche i palati più esigenti, con l’utilizzo dei prodotti tipici e stagionali altoatesini e gli eccellenti vini locali.

E le famiglie?

Lo Sport & Kurhotel Bad Moos pensa anche alle famiglie e ai suoi piccoli ospiti. Tra le offerte da prendere al volo, il pacchetto “Dolomiti Super Kids”, valido dal 19 marzo al 3 aprile 2016. I bambini con meno di 8 anni hanno diritto a soggiorno e skipass gratuito, fino ai 12 anni 50% di sconto e riduzioni sul corso di sci e noleggio per tutti i bambini. L’offerta è valida nel rapporto di 1 bambino per 1 genitore, per una permanenza minima di 7 notti. Sulla Croda Rossa i bambini possono ammirare la famiglia dei pupazzi di neve giganti e percorrere con gli sci attraverso il bosco il Sentiero didattico “Renna Rudi” di 1,2 km, con 9 figure che spiegano loro le regole per sciare in piena sicurezza. Proprio sulla Croda Rossa vive la più piccola mandria di renne delle Alpi e l’unica in Italia, ogni giovedì si potrà assistere al foraggiamento. Inoltre sul Monte Elmo si può visitare la Malga per bambini, una bellissima area giochi in legno con la riproduzione in miniatura di alcune malghe di montagna. Le malghe sono completamente in legno, con piccoli tavoli, armadi, comodini, panche e perfino un lettino vero, che con il suo piumone rosso, sembra essere in attesa del suo piccolo proprietario, forse lo gnomo che, di ritorno dopo una giornata di lavoro, vi si stenderà per fare il suo meritato pisolino!

 Info: Sport & Kurhotel Bad Moos****S, via Val Fiscalina 27, Sesto Moso (BZ) – tel. 0474.713100 www.badmoos.it

 

La Stella di Betlemme: mito o realtà?

Aspettando il Natale, sulla scia della stella cometa, uno spettacolo per grandi e piccini al Planetarium Alto Adige di San Valentino in Campo (BZ), dal 20 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016.

image001Bolzano, 6 dicembre – Il mito della stella cometa affascina grandi e bambini fin dalla notte dei tempi. Tra leggenda e realtà, già a partire dal secondo secolo dopo Cristo, gli astronomi hanno iniziato a porsi domande sull’astro che – come si legge nel Vangelo di Matteo – guidò i Re Magi alla capanna di Betlemme in cui nacque Gesù,. Nel tempo sono state avanzate le ipotesi più strane: una cometa eccezionale, una stella nova, un pianeta sconosciuto? Cosa hanno osservato in realtà quella notte gli uomini dell’antica Giudea? Un evento straordinario o una ricostruzione fantastica? Chi vuole saperne di più può assistere allo spettacolo “La stella di Betlemme”, che sarà ospitato dal Planetarium Alto Adige di San Valentino in Campo (BZ), in Val d’Ega, dal 20 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016. La prenotazione è obbligatoria: via e-mail all’indirizzo info@planetarium.bz.it o telefono al numero 0471.610020 (dal martedì al venerdì, dalle 9 alle 16, il sabato dalle 15 alle 20 e la domenica dalle 13.30 alle 18). Durata della spettacolo: circa 55 minuti. Biglietti: 4 euro per i bambini, 7 euro per gli adulti. Consigliato per bimbi a partire dai 10 anni.

La neve a misura di bambino

Yeti, Re leggendari, Orsi sulla neve e sconti sulle piste: la Val D’Ega (BZ) è sempre grande, per i più piccoli

image006Bolzano, 3 dicembre – Nell’immenso parco giochi bianco che è la Val D’Ega (BZ), nel cuore delle Dolomiti – patrimonio dell’Umanità UNESCO – i bambini sono gli ospiti più attesi. Ogni anno, le piste si reinventano nelle forme e nei modi, offrendo nuove prospettive a un divertimento che sembra non conoscere fine. Ai bambini fino a 8 anni (nati cioè dopo il 28.11.2007) viene concesso uno skipass gratuito (esclusi stagionali, tessere a valore e 12 giorni nella stagione) per lo stesso periodo del familiare maggiorenne adulto pagante. La gratuità è intesa nel rapporto “un bambino per un genitore”. Ma questo è solo l’inizio. Nel comprensorio di Carezza, il nuovo Kinderland, a Malga Frommer, è una modernamanovia, unica nel suo genere in Alto Adige, che permette ai più piccoli di avventurarsi nel palazzo di cristallo di Re Laurino, dove un tempo erano alacremente all’opera gli gnomi. Lunga 110 metri e con un dislivello di 18 metri, la struttura ha una capacità di trasporto di 650 bambini l’ora. Inoltre, lungo la pista Laurin 1, da Malga Frommer a Nova Levante, è in fase di realizzazione un tracciato tematico dedicato a Re Laurino: attraverso 6 stazioni i bambini potranno conoscere l’affascinante leggenda legata al suo nome e quello di Similde. La Val d’Ega è poi l’unico luogo al mondo in cui può capitare di sciare a casa di un orso, andare all’asilo degli Yeti e prendere confidenza con la neve e gli sci nel giardino bianco di un vero e proprio Re. Sulla pista Eben, a Obereggen, Brunoland – il parco dell’ Orso Bruno, padrone di casa che ogni settimana fa visita ai bambini – dispone di tappeti di trasporto di 50 m e 30 m, un castello gonfiabile, un tunnel di neve, una giostra e altre installazioni pensate per offrire svago ogni giorno dalle ore 10 alle 16. Per i bambini alloggiati presso le strutture alberghiere dell’Associazione Turistica Val d’Ega, l’entrata é gratuita con il Brunoland Pass. Nello Yeti’s Kinderland a Obereggen,  grazie a una combinazione di sci, gioco e animazione, dalle ore 9.00 alle 16.00. anche i più piccoli sono in grado di fare il grande passo ed entrare nel mondo dello Yeti Mini Club, dotato di un tappeto mobile, di una giostra e di molti altri giochi ancora. Me è Re Laurino, la cui figura ha ispirato il nuovoKinderland Re Laurino, presso la stazione a monte della cabinovia Hubertus a Carezza, a reclamare il titolo di sovrano del Rosengarten. Caroselli, slitte, giochi gonfiabili e tanto altro sono le attrazioni principali di questo luogo incantato, in cui si impara a sciare ma non si smette mai di divertirsi. Inoltre, ogni mercoledì, uno skitour fiabesco porta le famiglie con bambini (da 5 a 10 anni) sulle orme di re Laurino e del suo magico mondo fatto di miti e di leggende, attraverso i prati del Latemar – Hotel Moseralmtschein. Per i piccoli aspiranti freestyler, l’attrazione più invitante è il Carezza Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, a Carezza, una struttura con appositi  spazi, per divertirsi su curve ripide, jumps, rails, boxes e kicker tutti su misura. Per gli amanti delle slitte, l’Alpine Coaster a Predazzo/Ski Center Latemar, con i suoi 900 metri di dossi salti ed acrobazie, è un vero e proprio must. Chi non ha troppa confidenza con gli sci e le tavole può comunque contare su piste di pattinaggio e ristoranti, malghe e baite che hanno sempre un occhio di riguardo per i più piccoli. Infine, da segnalare qualche piccola attenzione, che contribuisce a rendere la Val D’Ega, ancora di più, un comprensorio a misura di bambino. In tutti i noleggi, si trovanosnowboard già da 1m di lunghezza, sci a partire da 70cm e scarponi da sci già dal numero 24. I prezzi sono a scalare a seconda della lunghezza dell’attrezzatura. Infine, anche la Val D’Ega viene contagiata da Dolomiti Superkids. Dal 19 marzo 2016 fino a fine stagione, i bambini sotto gli 8 anni hanno alloggio e skipass gratis, mentre quelli fino a 12 anni pagano la metà. L’offerta è valida per una permanenza minima di 7 giorni in camera con i genitori per massimo due bambini e abbinata all’acquisto contestuale di uno skipass per adulti.

Dal maso, direttamente sulle piste da sci

Sono tanti gli agriturismi Gallo Rosso in prossimità degli impianti sciistici dell’Alto Adige.

Suedtirol, Gsieser Tal, Winter, Filmdreh fŸr SBB,Bolzano, 29 novembre 2015 – Gli agriturismi Gallo Rosso offrono una serie di vantaggi per chi ama trascorrere una vacanza all’insegna del relax e del contatto diretto con la natura. I contadini dei masi Gallo Rosso hanno una naturale predisposizione all’ospitalità e a far sentire i propri ospiti completamente a loro agio, coccolandoli e coinvolgendoli nelle attività quotidiane del maso, facendo loro scoprire i vari aspetti della cultura e della tradizione altoatesina. Per iniziare, il risveglio in un maso Gallo Rosso è allietato da una ricca e gustosa colazione che la contadina prepara con le proprie mani, utilizzando solo prodotti provenienti dal maso e il “buongiorno” è dato dai sapori veri e intensi, di cui si è perso il ricordo, come frutti, marmellate, yogurt, latte, uova e molto altro. Mangiare cibi di cui si conoscono la provenienza e la genuinità è un privilegio assoluto. Alcuni masi Gallo Rosso offrono anche la possibilità, per la posizione in cui si trovano, di abbinare ai consueti relax e silenzio nella natura, la comodità per la vicinanza agli impianti sciistici. Più di 470 dei 1600 masi Gallo Rosso, infatti, sono distanti dagli impianti di risalita meno di 5 chilometri e 147 masi sono situati a meno di 1 chilometro dalle piste da sci. La posizione del maso rispetto alla vicinanza alle piste da sci è uno dei criteri, nel sito Gallo Rosso, inseriti tra i filtri per la ricerca del maso ideale. Trattandosi poi di strutture piccole, con una disponibilità di posti limitata, è consigliabile prenotare prima possibile, una volta trovato il maso che risponde alle proprie esigenze, per garantirsi una vacanza indimenticabile. In questi masi trovano soddisfazione sia coloro che amano sciare, sia chi preferisce dedicarsi ad altro, come fare delle belle camminate nella neve con le ciaspole, magari accompagnati dal contadino, alla scoperta delle tracce e delle orme lasciate dagli animali selvatici; oppure una passeggiata a cavallo o sulla slitta trainata dai cavalli per ammirare i boschi e le valli innevati. Anche i più sedentari possono trascorrere ore piacevoli praticando attività all’interno del maso, come aiutare la contadina a fare i biscotti, imparare i segreti delle tradizionali ricette altoatesine o semplicemente leggere un libro al caldo della stube, sorseggiando una tisana fatta con le erbe dell’orto dell’agriturismo. I bambini poi, oltre a giocare nella neve, possono accudire gli animali nella stalla o aiutare anche loro la contadina in cucina. Tra le varie opportunità offerte da Gallo Rosso, si segnalano i seguenti masi in prossimità degli impianti sciistici: il Rameishof a Malles, nelle immediate vicinanze dell’area sciistica per famiglie di Watles e a soli 3 chilometri dal centro sci di fondo di Schlinig; il Gutonhof a Selva di Val Gardena in prossimità del comprensorio sciistico Val Gardena/Saiser Alm, che fa parte del circuito Dolomiti Superski, con oltre 1200 chilometri di piste e il Wegmacher a Castelrotto che si trova a 4 chilometri dalle piste da sci e che peraltro è uno degli agriturismi Gallo Rosso che offre la mezza pensione.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com