Valdidentro, una Perla in Alta Valtellina

[AdSense-A]

 

Il Comune di Valdidentro è membro dell’associazione Alpine Pearls

Senza-titolo-29

Tra Bormio e Livigno si estende il vasto territorio di Valdidentro, comune alpino diffuso tra pittoresche frazioni, pascoli e valli incontaminate. In questo angolo estremo di Lombardia abitato fin dall’antichità, si può oggi ritrovare l’emozione di immergersi nella natura selvaggia delle alte quote in un ambiente ben conservato ma al tempo stesso accessibile a tutti. Il Comune di Valdidentro è membro dell’associazione Alpine Pearls, il cui disciplinare di qualità è sinonimo di un’offerta turistica in cui il rispetto dell’ambiente si coniuga con il piacere di una vacanza senza stress e senza rinunce, da gustare in una delle 25 incantevoli Perle che aderiscono al circuito.

Nel cuore del Parco Nazionale.

In Valdidentro si incontrano le due più importanti aree alpine protette d’Europa: Il Parco Nazionale dello Stelvio e il Parco Nazionale Svizzero. Con i suoi 134.620 ettari distribuiti tra 4 province, il Parco dello Stelvio è il più grande parco Nazionale europeo. Al suo interno sorge uno dei monumenti naturali più impressionanti di tutto l’arco alpino: il gruppo Ortles-Cevedale, le cui numerose vette, intervallate da profondissime valli e sovrastate da immacolati ghiacciai, hanno scritto la storia dell’alpinismo mondiale. Il Parco in estate si trasforma in una tavolozza di fiori incorniciata dal verde intenso del pregiato cembro e dall’azzurro del cielo, dove l’aquila volteggia libera e sovrana. Qui si passeggia tra i fischi delle marmotte e gli stambecchi aggrappati alle rocce. È la montagna alta, vera, senza compromessi, che a Valdidentro si offre a chi vuole gustarne il fascino severo e fuori dal tempo.

Un eldorado per i camminatori…

I dintorni del capoluogo, le frazioni e il Parco offrono infinite possibilità a chi vuole assaporare il volto sempre cangiante di queste montagne passo dopo passo, sui numerosi e ben segnalati sentieri del comprensorio. Dai rifugi dove assaporare un piatto di pizzoccheri alle più impegnative vette, dai dislivelli minimi di una gita nel bosco alle arrampicate oltre i 2500 m, la Valdidentro è una palestra aperta ai camminatori di ogni livello e di ogni età. La strada che sale dolcemente ai laghi delle Scale e del Cancano, toccando l’inconfondibile profilo delle Torri di Fraele tra rocce e cespugli, è percorribile a piedi o coi mezzi. Più avanti, si passeggia in piano sulle rive dei laghi di Cancano e San Giacomo, sfiorando i 2000 m di quota. Per chi ha buone gambe e vuole immergersi tra le vette per una o più giornate, l’ufficio turistico propone circuiti più impegnativi che possono essere integrati sfruttando l’eccellente portale escursionistico dell’Alta Valtellina.

… e per i ciclisti.

Da anni la Valdidentro è una meta molto amata dagli amanti della mountain bike. Qui si pedala toccando il cielo tra paesaggi sempre diversi, su strade, mulattiere e sentieri di varia difficoltà che in alcuni casi ripercorrono i tracciati storici della Grande Guerra. Ce n’è davvero per tutti i gusti: una biciclettata intorno ai laghi di Cancano oppure una discesa mozzafiato dalla Val Alpisella. O ancora, una scampagnata alla scoperta della Val Viola, da Arnoga fino al confine Svizzero, percorrendo sentieri e mulattiere attraverso pascoli erbosi. Anche il centro abitato di Valdidentro è bike friendly: una pista ciclabile di oltre 10 km attraversa l’intera località unendo le quattro frazioni. E per i più competitivi, anche quest’anno, il 30 luglio, la Perla valtellinese ospiterà l’ormai tradizionale Alta Valtellina Bike Marathon: un indimenticabile tuffo nella natura del Parco dello Stelvio con percorsi da 95 km (Marathon) e 65 km (Classic) e due giornate di Bike Adventure (28-29 luglio) per tutti gli appassionati. Non mancano infine i percorsi per i ciclisti stradali, con i leggendari passi dello Stelvio (2.757 m), del Gavia (2.621 m) e del Mortirolo (1.852 m), protagonisti di tante emozionanti edizioni del Giro d’Italia.

0716ValdidentroMobilita

Un tuffo nella storia.

La Valdidentro, abitata già in epoca medioevale, incrociava un’importante via commerciale tra la Repubblica di Venezia e i paesi di lingua tedesca attraverso l’Engadina. La testimonianza più importante di questi transiti sono le cinquecentesche Torri di Fraele, un tempo parte di una delle numerose fortificazioni a guardia dell’omonima valle. La sottostante valle delle Scale prende il nome dalle traversine infisse nella roccia per consentirne l’ascesa, lungo un percorso tracciato forse già in epoca romana. Anche le acque termali di Valdidentro, oggi sfruttate nei moderni centri di Bagni Vecchi e Bagni Nuovi, erano conosciute e apprezzate già in epoca romana. Passeggiando nelle frazioni e nei dintorni si incontrano dimore tradizionali, chiesette e cappelle spesso di grande pregio artistico, come la Chiesa di S.S. Martino e Urbano di Pedenosso, dalla quale si spazia su tutta la Valdidentro e sul gruppo montuoso della Cima Piazzi. In epoche più recenti la valle è stata segnata dalle tragiche vicende della Grande Guerra, di cui restano vie di comunicazione, ruderi e reperti, e dalla realizzazione di una delle più impressionanti opere di ingegneria idraulica in Italia: il complesso idroelettrico del Cancano in Val di Fraele, che ancora oggi fornisce energia pulita alla lontana metropoli milanese.

Un comune “dolcemobile”

Il Comune di Valdidentro aderisce con entusiasmo alla filosofia Alpine Pearls della mobilità dolce in vacanza, per un soggiorno senza automobile, rispettoso della montagna e dei suoi ritmi. La lunga pista ciclopedonale che attraversa il centro abitato permette di muoversi tra le frazioni del paese senza pericolo e senza stress. In estate alcune valli laterali sono chiuse al traffico, ma sono facilmente raggiungibili grazie a un servizio navetta, per godersi la pace e la bellezza della natura a piedi, in mountain-bike o magari su una carrozza trainata dai cavalli. Il servizio di trasporto pubblico è capillare e frequente, con circa 40 autobus in circolazione da Bormio che garantiscono collegamenti ottimali con tutte le località dell’Alta Valtellina. Per chi soggiorna nelle strutture convenzionate l’utilizzo dei mezzi pubblici dell’Alta Valtellina è gratuito, così come per i possessori della Welcome Card, che dà diritto a una serie di agevolazioni e sconti su numerose altre attività e servizi.

Emozioni d’estate a Limone Piemonte

[AdSense-A]

 

Limone Piemonte è la più meridionale tra le località che aderiscono al network Alpine Pearls

Senza-titolo-1

Limone Piemonte è la più meridionale tra le località che aderiscono al network Alpine Pearls, una collana di incantevoli Perle distribuite lungo l’intero arco alpino la cui la ricca offerta turistica si sposa con il rispetto dell’ambiente e la filosofia “slow” della mobilità dolce in vacanza. Seppur distante solo una sessantina di chilometri dal mare, Limone è una cittadina montana a tutti gli effetti, con il suo centro storico pedonale impreziosito dalle caratteristiche architetture alpine e una vocazione sciistica ed escursionistica di antica tradizione. Con l’arrivo dell’estate, Limone si trasforma in un’animata meta di villeggiatura in grado di soddisfare i gusti di tutti, dagli sportivi ai contemplativi, con un ricco calendario di iniziative da gustare nella cornice unica delle Alpi Marittime.

Pedalare a un passo dal cielo

Limone Piemonte sorge nel cuore di una regione storicamente interessata da intensi traffici militari e commerciali. La vicinanza della Liguria ha fatto sì che su queste montagne transitassero i preziosi carichi di sale destinati alle città francesi e italiane, lungo la millenaria Via del Sale. In quanto terre di confine, Limone e i suoi dintorni ospitano inoltre numerose postazioni e opere militari a testimonianza dei conflitti che hanno opposto l’Italia alla Francia negli ultimi due secoli. Questo ricco passato ha lasciato in eredità una fittissima rete di strade e mulattiere che si snodano in alta quota attraverso paesaggi incontaminati e quasi lunari, tra ponti, gallerie e ricoveri abbandonati i cui profili si fondono con la roccia delle montagne. I fondi ben mantenuti, le pendenze dolci e le lunghe distanze si prestano ottimamente ad essere affrontati in mountain bike, con numerosissime possibilità e varianti adatte a tutti i livelli di preparazione, e dislivelli che in poche decine di chilometri spaziano dai 2500 metri degli ultimi rifugi al mare. Da quest’anno è inoltre riaperta al pubblico la strada militare Limone-Monesi: 40 km di pura estasi a un passo dal cielo, completamente chiusi al traffico veicolare ogni lunedì e martedì della settimana. Presso l’attrezzato Bike Park gestito dalla Riserva Bianca alcuni dei numerosi impianti di risalita del comprensorio sciistico resteranno aperti anche in estate per gli amanti del downhill e del freeride.

Una palestra all’aria aperta

In estate i dintorni di Limone Piemonte e il vasto territorio tutelato del Parco naturale delle Alpi Marittime si trasformano in un’immensa palestra naturale all’aria aperta dove ritemprare i muscoli e lo spirito. I sentieri intorno al paese si sviluppano lungo i pendii erbosi con dislivelli dolci e panorami sempre differenti. Adatti a tutte le tipologie di escursionista – dalla famiglia con bambini al trekker piu’ avventuroso – sono curati, ben segnalati e si percorrono in assoluta sicurezza dalla primavera all’autunno inoltrato. Anche gli amanti degli sport più “estremi” troveranno soddisfazione nel variegato e maestoso ambiente alpino che circonda la Perla piemontese: dalle vie ferrate all’arrampicata su roccia, dal canyoning alla canoa fino all’hydrospeed, le possibilità per gli appassionati sono innumerevoli e segnalate da apposite pubblicazioni. Numerose associazioni sportive operano a Limone e nei comuni limitrofi per accompagnare neofiti ed esperti alla scoperta delle opportunità offerte dal territorio.

Il treno delle meraviglie

Limone Piemonte è una delle pochissime località alpine italiane direttamente raggiunte dalla ferrovia. La linea Ventimiglia-Limone, il cui progetto fu avviato per volontà del conte Camillo Benso di Cavour a metà del XIX sec., è un tracciato di poco meno di 100 km che dal mare sale velocemente agli oltre 1.000 m del Col di Tenda, sul confine italo-francese, per poi entrare nel paese di Limone e da lì proseguire fino a Cuneo. Oltre a essere un’opera di rara perizia tecnica, il “treno delle meraviglie” percorre una delle valli più suggestive, selvagge e ricche di storia in Europa: la Val Roia, che per millenni ha rappresentato lo sbocco naturale tra il Piemonte e il mare. Raggiungere Limone in treno significa immergersi in un paesaggio incantato in modo sostenibile e rispettandone i delicati equilibri.

Primavera car free nelle Perle delle Alpi‏

Le località alpine che aderiscono al circuito Alpine Pearls, inaugurano la nuova stagione con tante proposte di attività all’aperto e offerte benessere per gustarsi il risveglio della montagna coccolati dall’ospitalità Alpine Pearls.

HeilstollenRoma, 29 Aprile – I raggi tiepidi del sole primaverile sciolgono la neve nelle valli e restituiscono agli occhi i colori sgargianti e inconfondibili delle Alpi, richiamando un turismo fatto di passeggiate e relax. Le località alpine che aderiscono al circuito Alpine Pearls, il consorzio internazionale di comuni montani impegnati nella promozione di un turismo sostenibile e a “mobilità dolce“, inaugurano la nuova stagione con tante proposte di attività all’aperto e offerte benessere per gustarsi il risveglio della montagna coccolati dall’ospitalità Alpine Pearls.

ImageProxy (2)Trekking e benessere sulle Alpi Bavaresi

Le Perle tedesche di Bad Reichenhall e Berchtesgaden, nell’omonimo parco naturale, sono toccate da uno dei più bei percorsi escursionistici della regione, il Salzalpensteig. Con ben 233 km di sentieri ben segnalati e suddivisi in 18 tappe, affrontabili anche singolarmente, il tracciato si snoda in un mondo di montagne, laghi, cultura e tradizioni lungo le antichissime vie del sale a cavallo tra Austria e Germania. Per muoversi sulla rete stradale, gli ospiti possono fruire della Kurkarte, la carta ospiti che vale anche come biglietto autobus in tutta la regione turistica. Le Perle bavaresi sono anche mete storiche di soggiorni climatici e curativi. L’aria alpina, i laghi sorgivi, i fanghi, i trattamenti a base di pino mugo, le inalazioni di salgemma e i bagni termali sono solo alcuni dei metodi ereditati dalla tradizione e rielaborati in moderni protocolli terapeutici. Nel Königlicher Kurgarten, l’antico parco termale di Bad Reichenhall, si cura anche lo spirito con i numerosi concerti offerti dalla filarmonica cittadina.

ImageProxy (3)Neukirchen e le cascate miracolose di Krimml

il Parco Nazionale Alti Tauri, nel cui cuore sorge la Perla austriaca di Neukirchen, con i suoi oltre 1.800 kmq di superficie è la più estesa area a tutela naturale d’Europa. Numerosi percorsi escursionistici di diversa difficoltà si snodano tra le rocce, i ghiacciai e i prati verdeggianti delle malghe, al cospetto di cime imponenti, tra paesaggi naturali di incomparabile bellezza. Tra le mete più famose del Parco, le cascate di Krimml impressionano i visitatori per l’altezza del salto e gli scenari che si godono dal sentiero che ne risale il getto. Da secoli le cascate sono apprezzate anche per le riconosciute proprietà antiasmatiche dell’aerosol sprigionato dall’acqua che si infrange sulle rocce. A partire da maggio, chi soggiorna in una delle strutture convenzionate riceverà la National Park Summer Card MOBIL, con numerose prestazioni in mobilità dolce incluse e l’utilizzo gratuito di autobus e trenino tra Krimml e Rauris.

ImageProxy (4)Passeggiate e bagni di fieno in Val Passiria

La Perla di Moso in Passiria è la porta di accesso al Parco Nazionale Alto Tessa, la più estesa area a tutela naturale di tutto l’Alto Adige con i suoi numerosi sentieri tra malghe, cascate, laghi alpini e accoglienti punti di ristoro. Gli uffici turistici della valle offrono visite guidate al Parco e ai suoi masi, con pranzo tipico e digressioni sulla storia e le tradizioni regionali. La straordinaria varietà floreale del Parco offre anche l’occasione per conoscere e sperimentare le proprietà curative delle erbe, con escursioni didattiche a tema e i tradizionali bagni di fieno con le erbe raccolte nei pascoli d’alta montagna. Per le gite e le escursioni, grazie allaMobilcard Alto Adige (disponibile nelle versioni da 1/3/7 giorni al costo di 15/23/28 euro) è possibile usufruire senza limiti della rete di trasporto pubblico della regione. Niente auto, niente stress e tanta natura!

Un bagno caldo all’ombra dei ghiacciai

La Perla di Valdidentro e l’omonima valle, in Alta Valtellina, offrono il punto di partenza ideale per immergersi nel più esteso parco nazionale d’Europa: il Parco Nazionale dello Stelvio. Qui, tra aquile, camosci e marmotte, numerosi percorsi escursionistici guidano i camminatori attraverso i colori straordinari dell’alta montagna, con gradi di difficoltà e dislivelli adatti a tutte le gambe. Per finire la giornata in relax, le vicine terme dei Bagni di Bormio ti aspettano con le loro acque minerali che sgorgano dalla viva roccia tra i 37 e i 43 °C, in un contesto naturale senza eguali. Trascorrere una vacanza in Valdidentro significa anche potersi muovere senza usare l’automobile e spostarsi gratuitamente all’interno della località e del comprensorio dell’Alta Valtellina utilizzando i mezzi pubblici gratis, grazie alla Welcome Card.

Un San Valentino speciale nelle Perle delle Alpi

Le località montane che aderiscono al circuito Alpine Pearls offrono a tutti gli innamorati l’opportunità di sorprendere la propria anima gemella regalandole giornate romantiche e speciali

downloadRoma, 9 febbraio – San Valentino è alle porte e le incantevoli località montane che aderiscono al circuito Alpine Pearls offrono a tutti gli innamorati l’opportunità di sorprendere la propria anima gemella regalandole giornate romantiche e speciali. Una vacanza in coppia nelle Perle delle Alpi è l’occasione ideale per rilassarsi, assaporare l’aria frizzante e i paesaggi imbiancati e riscoprire il calore dell’ospitalità alpina. Alpine Pearls ha raccolto alcune proposte per un San Valentino indimenticabile e originale.

Weekend di relax nel Parco Naturale delle Dolomiti Friulane

ImageProxyImmersa negli splendidi scenari delle Dolomiti Friulane, la Perla di Forni di Sopra è una delle più belle e conosciute località turistiche della Carnia. Forni si trova nel cuore di un’ampia conca soleggiata, circondata da fitti boschi e dagli ambienti straordinari e incontaminati del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane. Uno scenario incantato che si presta non solo alle attività a contatto con la natura, ma anche a una fuga romantica e di relax. L’Hotel Posta, struttura storica situata nel centro del paese, propone alle coppie un weekend di San Valentino (12-14 febbraio) in mezza pensione con accesso all’area wellness e piscina. Per muoversi in modo ecologico su prati e sentieri innevati, gli ospiti potranno utilizzare gratuitamente le ciaspole messe a disposizione dall’hotel. 

Settimana neve e wellness per innamorati a Cogne

ImageProxy (1)Per tutto il mese di febbraio 2016 l’Hotel du Grand Paradis & Spa la Baita e l’Hotel Sant’Orso & Spa Lebois di Cogne propongono a tutti gli innamorati sette notti (di cui una omaggio) in mezza pensione tra coccole e relax, con accesso all’area Spa e uno speciale massaggio di coppia. Un’occasione da non perdere per trascorrere giornate romantiche in una Perla dal fascino intramontabile, circondati dalla maestosa natura del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Meta storica di un turismo montano di alta classe, Cogne ha saputo mantenere intatta la bellezza dei suoi paesaggi e del suo caratteristico centro storico. Nel rispetto della mobilità dolce targata Alpine Pearls, a Cogne ci si muove con le navette gratuite che collegano le frazioni del paese oppure a piedi lungo i numerosi e ben segnalati sentieri pedonali. Per una vacanza davvero senza stress!

Camera romantica a Interlaken

ImageProxy (2)Sovrastata dalle vette maestose di Eiger, Mönch e Jungfrau e splendidamente incastonata tra due laghi, La Perla elvetica di Interlaken attira da più di un secolo visitatori da tutto il mondo. Gli scenari sono quelli incontaminati e fiabeschi delle montagne svizzere, resi ancora più affascinanti dalle numerose vestigia di un turismo Belle Époque che su queste rive ha celebrato i suoi fasti. Le valli che circondano Interlaken sono la meta ideale per una passeggiata nella natura, mentre i caratteristici trenini permettono di scalare le altissime vette circostanti senza rinunciare al comfort. In questa cornice di romanticismo e nostalgia gli innamorati troveranno il nido ideale per trascorrere un weekend d’amore. Dal 10 al 20 febbraio lo storico Hotel Carlton Europepropone due notti in coppia con colazione in una camera doppia romanticamente decorata, utilizzo wellness esclusivo e aperitivo per innamorati. L’offerta è completata dall’accesso gratuito al mondo di ghiaccio Ice Magic (incluso noleggio pattini) e una promozione skipass (72 CHF/persona) per il comprensorio Jungfrau nel periodo del soggiorno. A 450 CHF/coppia.

Weekend San Valentino con Merenda Reale

ImageProxy (3)La Perla di Ceresole Reale, sul versante piemontese del Parco Nazionale del Gran Paradiso, è un piccolo paradiso d’altri tempi incastonato in fondo a un’incantevole vallata già riserva di caccia esclusiva dei Savoia. In questa natura incontaminata, tra stambecchi, volpi, aquile e marmotte, è bello affacciarsi sui paesaggi innevati e sul lago ghiacciato al centro del paese per gustarsi una fuga romantica dallo stress cittadino e riscoprire lo straordinario patrimonio gastronomico di questi luoghi. Il Rifugio Escursionistico Guido Muzio, l’Hotel Blanchetti, l’Hotel Chalet del Lago e l’Hotel Meublè Sport di Ceresole hanno organizzato un San Valentino speciale con cena a base di ricette tipiche del territorio, pernottamento in camera doppia con prima colazione, “Merenda Reale” con le prelibatezze della nobile arte pasticcera torinese e noleggio delle racchette da neve per 2 persone per 2 giorni, nel weekend 13-14 febbraio (a partire da 60 euro/persona). Un’occasione gustosa e golosa per conoscere la nostra Perla piemontese e vivere in coppia il fascino discreto di una villeggiatura… da re!

NFO
CONTATTO ALPINE PEARLS
Management Alpine Pearls – Karmen Mentil – Weng 42, A-5453 Werfenweng
Mail: [email protected]m – Tel: +43 660 3199366

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]