Ales Bialatski condannato in Bielorussia per aver difeso i diritti umani

Ales_Bialatski_400Deve scontare quattro anni e mezzo di carcere per aver finanziato l’attività del centro Viasna.

 Roma, 13 agosto – Da due anni è in carcere a seguito di condanna emessa per aver finanziato le attività del centro Viasna per i diritti umani. Si tratta di Ales Bialatski attivista bielorusso che ha svolto attività pacifiche in difesa dei diritti umani. La sua organizzazione non è riconosciuta dal governo del suo paese e per questo motivo non può avere un conto bancario, ma ha commesso reato per il governo bielorusso  per aver usato in patria soldi provenienti da un conto all’estero. Secondo Amnesty International, Bialaski è un prigioniero di coscienza e da febbraio è ulteriormente penalizzato: non riceve visite o pacchi di cibo. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]