Recanati, I giorni del giovane favoloso

[AdSense-A]

 

Sabato 2 Luglio ospita Alberto Sironi, Mauro Mazza e Peppe Servillo

Senza-titolo-3

Sabato 2 luglio proseguono a Recanati I Giorni del Giovane Favoloso. In festa con Giacomo. Musica, costumi d’epoca, spettacoli, mercatini e degustazioni animano la città immersa in suggestive atmosfere ottocentesche dedicate all’illustre concittadino Giacomo Leopardi. Accanto ai tanti eventi che attendono i visitatori nel centro storico, alle ore 18 al Cortile Palazzo Venieri l’appuntamento è con Un regista a zonzo, tra poesia, teatro e televisione conversazione conAlberto Sironi, regista della fiction Il Commissario Montalbano (ingresso gratuito). A seguire, alle ore 19, è sempre il cortile di Palazzo Venieri ad ospitare il secondo Aperitivo letterario realizzato in collaborazione con La Bibliofila di San Benedetto del Tronto che vede protagonista Mauro Mazza, giornalista alla guida del Tg2, RaiUno e RaiSport, e il suo secondo romanzo “Il destino del papa Russo”. Alle ore 23 (inizialmente previste alle ore 21 e posticipate per la concomitanza con la partita Italia-Germania) al Colle dell’Infinito proseguono le Sere all’Infinito con Peppe Servillo – leader degli storici Avion Travel, artista multiforme, cantante, attore, compositore e sceneggiatore –voce recitante nell’Histoire du soldat di Stravinskij accompagnato daPathos Ensemble: Silvia Mazzon al violino, Mirco Ghirardini al clarinetto e Marcello Mazzoni al pianoforte. Nel 1918, durante la prima guerra mondiale Igor Stravinskij musica Histoire du soldat, che è una fiaba russa tratta dalla celebre raccolta di Afanas’ev. Un soldato che torna a casa in licenza, incontra il diavolo che riesce a convincerlo a dargli il suo violino in cambio di un libro magico. Accortosi dell’imbroglio il soldatino recupera il violino, con il quale riesce a guarire e sposare una principessa, ma quando decide di tornare al suo villaggio, il diavolo lo porta via con una marcia trionfale. Il tutto tradotto in napoletano da Servillo che affascina per “la mimica del viso, i movimenti del corpo, la tessitura vocale e le indiscutibili capacità attoriali”. L’opera è composta da vari pezzi brevi, a carattere vivace, tipo marce, valzer, tango e ragtime ed è ispirata alle fiabe della tradizione russa che raccontano dell’eterna ambivalenza dell’uomo tra bene e male con un inatteso e singolare finale. Peppe Servillo è uno dei grandi interpreti della scena musicale italiana. Debutta nella musica con gli Avion Travel nel 1980. La sua storia coincide in gran parte con quella del suo gruppo che, in circa trent’anni di lavoro, ha pubblicato numerosi album conquistando importanti riconoscimenti. Nel 1998 con gli Avion Travel partecipa al Festival di Sanremo con la canzone Dormi e sogna, vincendo il premio della critica e il premio della giuria di qualità come miglior musica e miglior arrangiamento. Nel 2000 il gruppo vince a Sanremo con il brano Sentimento oltre ad aggiudicarsi il premio della giuria di qualità per la musica e l’arrangiamento. Inizia nel 2003 una proficua collaborazione artistica con due musicisti argentini, Javier Girotto e Natalio Mangalavite che si concreta negli anni a seguire nella realizzazione di due album. Nel 2007 esce l’album degli Avion Travel Danson Metropoli – Canzoni di Paolo Conte vincitore di un disco d’oro. Nel 2010 vengono presentati al Festival di Venezia due film nei quali Peppe è presente in veste d’interprete: Into paradiso di Paola Randi ePassione di John Turturro. Lo stesso anno collabora come attore in teatro col fratello Toni allo spettacolo Sconcerto. Nel mese di ottobre 2012 esce l’album Peppe Servillo & Solis String Quartet Spassiunatamente omaggio alla cultura e alla canzone classica napoletana. Nel 2013 è in tournée teatrale assieme al fratello Toni con la commedia di Eduardo De FilippoLe voci di dentro. Nel 2015 è di nuovo a teatro con il fratello Toni ed il quartetto d’archi Solis String Quartet con lo spettacolo La parola canta, un concerto, un reading, un recital che celebra Napoli attraverso poesia e canzone.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]