Tripadvisor: Ecco i Trucchi per Arrivare nella Top 10 con le Recensioni Positive

TripAdvisor si è affermata come punto di accesso ad una serie di servizi e strutture alberghiere e di ristorazione

unnamed-(2)Roma, 18 maggio 2016 – Il famoso sito di recensioni TripAdvisor consente agli utenti di esprimere un’opinione su ristoranti o alberghi in modo da consigliare o meno agli altri utenti della community la struttura, sottolineando in una recensione pubblico cosa ha funzionato e cosa no nella loro esperienza. Le recensioni di TripAdvisor sono state spesso messe in discussione dagli stessi proprietari delle strutture, poco inclini ad essere “giudicati” e soprattutto poco felici delle recensioni negative. Ma esistono dei “trucchi” per arrivare ai vertici delle classifiche su Tripadvisor e restarci? Cosa deve fare un ristoratore od un albergatore per rimanere in alto e cavalcare l’onda delle prenotazioni online che tanto sta facendo discutere in questo periodo? È vero, sono i clienti reali a lasciare commenti buoni o cattivi su TripAdvisor, ma a volte ci sono dietro vere e proprie agenzie che si occupano di scrivere recensioni positive, la più famosa Recensionitripadvisor.it , mentre altre volte ci sono gli albergatori stessi dietro alcune delle recensioni che non potendo controllare in toto le recensioni quantomeno cercano un modo di ottenere che le recensioni vengano scritte e scritte bene. Come fanno? Lo spiega la direzione degli hotel di lusso WST di Chicago, i cui dirigenti, scoperto quanto era facile farsi pubblicità attraverso il passaparola, il web ed i social media si sono posti l’obiettivo di raggiungere le prime posizioni su TripAdvisor per tutti e 7 gli alberghi del gruppo, riuscendoci. Senza trucchi e senza inganni, hanno adottato un atteggiamento a tal punto “proattivo” nei confronti dei clienti e dei social media da raggiungere il successo su tutti i fronti forse ricevendo un aiutino dall’esterno cosi come indicato in questo link

  1. Hanno coinvolto lo tutto lo staff al completo in quello che stava succedendo su TripAdvisor e sugli altri social network e preparandolo a gestire e rispondere a tutti i commenti in maniera cauta e intelligente.
  2. Hanno assunto le persone più sorridenti e gentili possibili per offrire ospitalità “autentica” e lasciare sempre elettrizzati i clienti dopo l’esperienza di soggiorno e dunque disponibili a pubblicare recensioni positive
  3. Hanno ascoltato quello che viene detto nelle recensioni, facendo investimenti sia sul marketing legato ai social media sia su tutto ciò che poteva soddisfare i clienti e destinato oltre il 40% del budget disponibile a questi investimenti.
  4. Hanno imparato a rispondere o meno alle recensioni con il giusto atteggiamentointervenendo concretamente in caso di commenti negativi e tutelandosi forse affidando la propria reputazione ad agenzie esterne come quella sopra indicata che puo fornire un “aiutino.
  5. Ce hanno fatta! Dopo 6 mesi di intervento sono arrivati in alto: di seguito l’intervista fatta dal consulente alberghiero Eding Markl Dristofer

Nato nel febbraio del 2000 dall’idea di un gruppo di programmatori, TripAdvisor si è imposto con la rapidità del fulmine come il sito più importante per quanto riguarda la recensione di strutture alberghiere prima e di locali di ristorazione poi ma dal 2000 si porta dietro un po’ di  polemiche. Il dibattito su Tripadvisor dura da un po’ di anni tanto che due anni fa è stato condannato a pagare una multa di 500.000 euro poi ritirata dal contestatore ed in questo periodo di prossimità all’estate il dibattito diventa più acceso che mai. Durante l’estate infatti, tutti, chi più chi meno, chi come cliente e chi come esercente, hanno maggiormente a che fare con le recensioni ed i feedback per orientarsi al meglio nelle proprie scelte di acquisto o nelle proprie strategie di vendita. La piattaforma è stata una delle prime ad adottare la strada esclusiva dell’user-generated content: i pareri inclusi sono infatti tutti provenienti dagli utenti, e la redazione si riserva solo il compito (relativo viste le polemiche suscitate) di verifica della veridicità delle opinioni e quindi diventa difficile per la stessa filtrare proprio tutte le recensioni che riceve. Sicuramente è grazie alle recensioni che TripAdvisor si è affermata come punto di accesso ad una serie di servizi e strutture alberghiere e di ristorazione, diventando una delle porte di entrata principali per le attività di questo tipo. Le polemiche verso Tripadvisor continuano ma con queste è cresciuto anche il numero di albergatori felici e soddisfatti per aver visto aumentare il proprio giro dei clienti

Tripadvisor: Ecco Come si Ottengono Più Recensioni Positive Grazie all’ “Aiutino”

Aumentare anche a mezzo campagne di marketing il proprio numero di recensioni Tripadvisor positive è diventato ultimamente una delle operazioni più facili da perseguire per ristoranti ed alberghi grazie alla nascita di alcuni servizi online che aiutano ad ottenere più recensioni positive

unnamed-(1)Milano, 10 maggio 2016 – E’ arrivata la bella stagione e con questa la voglia di andare in vacanza o a cena fuori. Dove cercare un buon ristorante o una località balneare adeguata? Le ricerche ci dicono che oltre l’80% degli utenti che abitualmente navigano almeno una volta al giorno in rete, con smartphone o con pc tradizionali, utilizza sistemi di prenotazione come Booking o Tripadvisor per controllare le recensioni e farsi un’idea della struttura in cui andare a soggiornare o mangiare. Le recensioni influenzano le scelte e le prenotazioni degli utenti? Se si in che modo? Un interessante sondaggio realizzato recentemente da TripAdvisor in collaborazione con PhoCusWright getta nuova luce sulla relazione sempre più stretta tra commenti online e prenotazioni, da qui la tendenza degli operatori di cercare di aumentare le recensioni positive. Con che tipo di risultati? I risultati di chi punta sulle recensioni sembrano reali dato che gli utenti non si fidano degli hotel che non hanno recensioni online e soprattutto, prestano molta attenzione agli hotel che rispondono ai loro clienti ed a come rispondono. Questi i dati di maggior interesse emersi finora dagli studi delle recensioni di TripAdvisor:

  • Soprattutto recensioni positive: il 74% degli utenti scrive recensioni su TripAdvisor per raccontare un’esperienza positiva. L’idea che sul sito ci siano soprattutto recensioni negative sarebbe dunque un falso mito o un’impressione scorretta.
  • Massima credibilità: chi spera che TripAdvisor perda credibilità può darsi pace. Come abbiamo già spiegato in un precedente articolo, gli utenti si fidano del sito. Il 98% degli intervistati avrebbe affermato di considerare le recensioni di TripAdvisor una espressione accurata dell’esperienza di viaggio.
  • Recensioni, tappa obbligata prima di prenotare: l’87% ha dichiarato che le recensioni “aiutano a sentirsi più sicuro nella scelta di prenotazione.” Dunque prima di prenotare, oramai valutare la reputazione online è una scelta quasi obbligata.

Da questi dati è facile capire che aumentare anche a mezzo campagne di marketing il proprio numero di recensioni Tripadvisor positive è diventato ultimamente una delle operazioni più facili da perseguire per ristoranti ed alberghi grazie alla nascita di alcuni servizi online che aiutano ad ottenere più recensioni positive, con tanto di spiegazioni riguardo le modalità di intervento e relative tariffe. Uno su tutti Recensionitripadvisor.it di cui spesso si è sentito parlare sui media. Ecco cosa viene dichiarato sul sito del fornitore del servizio: “Il servizio di marketing è stato progettato per migliorare rapidamente il modo in cui operi su TripAdvisor ®. Il risultato è un significativo aumento garantito di recensioni TripAdvisor ®.” Mentre sulla pagina della FAQ si spiega che il servizio, progettato e costruito per operare facilmente su TripAdvisor garantisce un incremento rapido di recensioni positive. “ll sistema di marketing è stato progettato per garantire che la tua azienda riceva un significativo aumento di recensioni positive su TripAdvisor ®, grazie a questo sistema non dovrai più preoccuparti delle recensioni su TripAdvisor ® e la tua popolarità aumenterà’ gradatamente ai primi posti” tanto che alla domanda della garanzia del servizio leggiamo: “Cosa succede se non ricevo il numero di recensioni positive promesso?” Garantiamo il numero di recensioni TripAdvisor ® positive nel tempo indicato, sulla base della nostra esperienza e automaticamente il rimborso dell’importo della tariffa alla fine del periodo nel caso in cui le recensioni positive promesse non vengano ricevute dalla tua scheda ovvero scritte dagli utenti TripAdvisor ® che la visitano. Ad esempio, se vi sono state promesse contestualmente all’acquisto di un servizio di marketing 10 recensioni positive in 60 giorni perché questo fa parte del pacchetto di marketing che hai acquistato e la tua scheda ne ha ottenute solo 8, allora sarete rimborsati del 20% del importo pagato. I rimborsi vengono elaborati automaticamente e non vi è alcuna necessità di presentare richieste formali basta una semplice mail. Potrai al termine del servizio comunque tenerti tutto il materiale di marketing che ti abbiamo inviato”. Insomma, gli operatori turistici ed i ristoratori che tanto hanno avuto da ridire sulle opinioni postate su TripAdvisor ora hanno vita più facile con la gestione delle recensioni grazie all’ “aiutino”.

Pioggia a Pasqua? Prenotare nelle città d’arte costa meno

Prezzi hotel in calo dell’11% rispetto la media mensile: picco di Milano con il -30%. Verso il tutto esaurito Genova e Torino

trivago_last minute PasquaMilano, 3 aprile  – I musei aperti a Pasqua potrebbero salvare le vacanza di chi non si fa fermare dalla pioggia, prevista per la maggior parte del weekend. I viaggiatori dell’ultimo minuto che cercheranno una camera – per il periodo tra il 3 e il 6 aprile – in una delle 10 città d’arte analizzate dall’Osservatorio Trivago risparmieranno in media l’11% rispetto al prezzo mensile. Picco per Milano con un calo del 30%. In termini di disponibilità alberghiera, Genova va verso il tutto esaurito con solo il 7% di hotel che ancora accetta prenotazioni online. Alle sue spalle Torino con il 13%: la città della Mole festeggia in questi giorni la recente apertura del nuovo Museo Egizio, dopo tre anni di lavori. Buone le performance anche di Venezia, Firenze e Napoli: secondo i dati di trivago.it, gli hotel di queste tre città mostrano una disponibilità poco al di sotto del 20%. A Roma, invece, quasi un hotel su quattro ha ancora camere disponibili, nonostante sia la città più ricercata per Pasqua. Bologna e Milano, con un tasso di disponibilità alberghiera rispettivamente del 50% e del 53%, fanno da fanalino di coda della top 10. Pur con prezzi a notte per camera doppia standard in calo del 30% rispetto alla media mensile (140€ contro 199€), la città Meneghina si conferma anche a Pasqua tra le città più impegnative da un punto di vista di budget, anche se fuori dal podio. Al primo posto è ancora una volta Venezia, con un costo pari a 234€ in linea con la media mensile, seguita da Firenze (155€) e Roma (152€). Tra le mete più economiche per le festività pasquali, vince la palma Palermo (79€), che è anche tra le città che registrano il maggior calo di prezzi sul mese (-18%).

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]