UNICEF Italia lancia “Agenda per l’infanzia: i conti non tornano”‏

Scheda dati sulla situazione dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia

minori na sbarcati17 novembre 2015- “La recente approvazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile impegna tutti gli Stati a raggiungere progressi per lo sviluppo umano. La novità più importante dell’Agenda Globale, infatti, è che i traguardi in essa fissati riguardano tutti i paesi del mondo. I diritti dell’infanzia e dell’adolescenza trovano spazio in questa Agenda, come UNICEF Italia vogliamo impegnarci in un monitoraggio permanente delle politiche e degli interventi che il Governo italiano metterà in atto. Per farlo partiamo da una ricognizione dei dati ufficiali esistenti sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza in diversi ambiti, per capire lo stato dell’arte ed individuare le misure che possono fare la differenza”, ha dichiarato il Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera.

I dati presentati prendono in esame i seguenti ambiti:

1-L’importanza di un buon inizio: Allattamento al seno e Servizi socio – educativi per la prima infanzia.

2- Non lasciamo spazio alle discriminazioni: Povertà; Minorenni Migranti e rifugiati/arrivi; Minorenni di origine straniera/cittadinanza.

3- Protezione da sfruttamento e abuso: Violenza; lavoro minorile.

4-Spazi a misura di bambini e adolescenti: situazione abitativa; edilizia scolastica.

5- Non lasciamoli per strada: abbandono e dispersione scolastica; consumo di sostanze psicotiche e abuso di alcol.

6- La disponibilità per tutti delle alternative di scelta.

La raccolta dati è uno strumento fondamentale per mettere in atto misure mirate ed efficaci e per raggiungere i bambini e gli adolescenti più a rischio, quelli che più di tutti rischiano di non avere una giusta opportunità nella vita. I dati presentati rappresentano una sintesi di quanto già prodotto per settori di competenza da diverse Istituzioni nazionali e dall’Istituto Nazionale di Statistica.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]