Back to school: a settembre riprendono i corsi base di arte casearia

[AdSense-A]

 

All’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia in provincia di Treviso (TV) ripartono i corsi base per aspiranti produttori di formaggi artigianali. Dal 5 settembre, per una settimana ogni mese, si potranno imparare tecniche di produzione e apprendere le principali nozioni per avviare un piccolo caseificio.

Senza-titolo-1

Camice bianco, cuffietta, blocco per gli appunti e tanta voglia di imparare. Tutto è pronto all’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia in provincia di Treviso (TV), dove dal 5 al 10 settembre riprenderanno i corsi base per aspiranti casari. Tra insegnamenti teorici sulle diverse tipologie di formaggio e di latte, lezioni di marketing del prodotto caseario ed esempi pratici di produzione, i corsisti impareranno da esperti professionisti del settore le competenze necessarie ed indispensabili per diventare specialisti nella trasformazione del latte di qualità. Dedicato a chi vuole apprendere l’antico mestiere del casaro e avviare una professione, il corso base di una settimana, che si terrà presso le sale della storica Latteria Perenzin, prevede dalle 8.30 alle 17.30 una full immersion dove acquisire i capisaldi della lavorazione artigianale del latte, al termine del quale verrà rilasciato un attestato. La sessione dei corsi base autunno/inverno dell’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia continuerà poi fino a dicembre nelle seguenti date: 3 – 8 ottobre; 7 – 12 novembre e 5 – 10 dicembre. Per chi volesse ricevere maggiori informazioni sui corsi e sulle possibilità lavorative che le lezioni dell’AIAC spalancano anche a chi non è del settore, lo staff dell’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia sarà presente dal 25 al 28 ottobre al Padiglione 2 Stand I 062 della fiera Cibus Tec di Parma, il Salone delle Tecnologie per l’Industria Alimentare.

Per info, costi e date sui prossimi corsi:

+39 0438/21355 oppure mail a: [email protected]

Sede: Via Cervano 85, Bagnolo di S. Pietro di Feletto (TV)

www.accademiacasearia.com

Come sopravvivere felici con due vacche e dieci capre, l ’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia organizza i primi corsi avanzati del 2016

Corsi per tutti i gusti, anche a San Valentino. Si parlerà ad esempio di valorizzazione dei formaggi, di come sopravvivere felici con due vacche e dieci capre e come produrre formaggio nel proprio garage di casa. I seminari rivolti a stagionatori, affinatori e agricoltori si terranno domenica 31 gennaio e 14 febbraio presso la sede dell’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia a Bagnolo nel trevigiano.

imgTreviso, 21 gennaio – Approfondimenti curiosi e interessanti rivolti ad operatori del settore lattiero-caseario, quelli proposti dall’ Accademia Internazionale dell’Arte Casearia e che hanno l’obiettivo di sviluppare e ampliare le competenze di un casaro qualificato secondo i profili professionali richiesti dal settore in continua evoluzione. Il lavoro del casaro è un’arte antica che in tempi recenti si è evoluta grazie all’innovazione tecnologica, un settore che offre oggi sempre nuove opportunità, soprattutto nell’ambito delle piccole realtà di produzione artigianale. Domenica 31 gennaio l’Accademia propone una full immersion su come valorizzare i formaggi. I partecipanti, grazie a lezioni teoriche e ad esempi pratici di affinamento, impareranno le tecniche di maturazione e trasformazione del formaggio, affrontando argomenti che spazieranno dal confronto tra il metodo di affinamento francese e quello italiano, alla preparazione di una perfetta salamoia, alla corretta gestione dei magazzini, fino alla formatura e alla fase di ubriacatura dei formaggi. “Due cuori e una stalla: come vivere in simbiosi con la natura” sarà invece la lezione proposta a San Valentino, domenica 14 febbraio, corso dedicato agli “Allevatori innamorati”. Nel simpatico programma anche una lezione di come fare il formaggio “perfino nel garage di casa”. Il seminario affronterà inoltre argomenti come la lavorazione della robiola vaccina e caprina e della caciotta pasta morbida, continuerà poi con la visita ai magazzini della Latteria Perenzin con cenni sull’analisi dei sistemi di stagionatura. A conclusione un dibattito sulle concrete possibilità di avviare un’attività casearia familiare redditizia, che segua i ritmi e i tempi della natura. I corsi sono a numero chiuso, si svolgeranno dalle 8.30 alle 17.30 e comprendono il pranzo e un aperitivo finale presso il ristorante PERannesso alla Latteria Perenzin.

Alla fine verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per info e costi sulla partecipazione ai corsi avanzati del 31 gennaio e del 14 febbraio:

0438 – 21355 oppure mail a: [email protected]

Sede: Via Cervano 85, Bagnolo di S. Pietro di Feletto (TV)

www.accademiacasearia.com

A Treviso, l’arte del formaggio

Da marzo a maggio riprendono i corsi dell’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia, dedicati alla formazione di casari, che aspirano ad imparare tutte le tecniche per produrre formaggi artigianali di qualità.

di Ram

 

CarloPiccoli-durante-una-lezione-pratica-ai-ragazzi-argentini-del-corso-Accademia-Arte-CaseariaTreviso, 20 febbraio – Italiani e internazionali, età media 30-45 anni, titolo di studio media superiore e laurea, questo l’identikit di chi frequenta i corsi dell’Accademia dell’Arte Casearia, oltre 300 i giovani che hanno conseguito il diploma di casaro in soli due anni di attività. Numerosi anche nel 2015 i corsi rivolti a chi vuole imparare le tecniche di lavorazione del latte e scoprire i segreti per produrre formaggi artigianali. Il primo incontro è fissato dal 9 al 14 marzo nella sede della Latteria Perenzin a Bagnolo (Tv), e si rinnoverà poi una volta al mese, dando così la possibilità a curiosi e appassionati di scoprire i segreti dell’arte casearia. Carlo Piccoli, mastro casaro di Latteria Perenzin e Direttore dell’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia, ha fatto della formazione dei giovani casari uno dei suoi impegni principali ed ha portato la propria trentennale esperienza nel settore anche nelle aule del Senato, durante l’incontro con la Commissione Agricoltura tenutosi lo scorso 21 gennaio. A Roma Piccoli ha posto l’accento sull’importanza di investire nella ricerca e nella formazione di imprenditori agricoli, sempre più sensibili alla salvaguardia ambientale, un impegno che porta avanti dal 2011 grazie ai corsi dell’AIAC. Oggi l’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia è un punto di riferimento importante nella filiera del latte, che parte dalle stalle per arrivare alla formazione dei casari di domani, essendo l’unica realtà in Italia in grado di offrire un percorso interdisciplinare specifico con lezioni di tecnologia casearia, sia pratica che teorica, durante le quali vengono forniti i principali strumenti utili ad aprire un piccolo caseificio, nonché esempi pratici di produzione artigianale. Un corso della durata di una settimana dove viene incentivata la figura del produttore di formaggi di qualità, che oggi più che mai deve essere in grado di elevare l’artigianalità agroalimentare del Made in Italy, sia sul territorio che nel mondo.

Queste le date dei prossimi corsi:

  • Dal 9 al 14 marzo
  • Dal 20 al 25 aprile
  • Dal 25 al 30 maggio

Per info e costi delle attività didattiche:

tel. 0438 21355 oppure mail a: [email protected]

www.accademiacasearia.com

 

 

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]