MilanoSiFaStoria. 2.000 studenti di primarie e secondarie coinvolti nelle iniziative per ‘scoprire’ la storia del lavoro di Milano

Parteciperanno anche gli allievi dell’Accademia di Brera e della Civica Scuola di Cinema

milanosifastoriaMilano, 6 novembre 2015 – Scoprire la storia di Milano attraverso i suoi luoghi che nel corso dei decenni si sono trasformati, i suoi personaggi più significativi, il mondo del lavoro, in costante cambiamento. Questo l’obiettivo di MilanoSiFaStoria, la manifestazione organizzata dal Comune di Milano, insieme ad un’ampia rete di associazioni e organizzazioni del territorio, che è iniziata oggi e che è dedicata alle trasformazioni del mondo del lavoro milanese dall’Unità d’Italia a oggi. Saranno circa duemila i bambini e i ragazzi delle scuole primarie, secondarie di primo grado degli istituti Diaz, Barozzi coinvolti nelle iniziative di MilanoSiFaStoria, che prevede un calendario molto intenso fino al 12 novembre e che proseguiranno con altri appuntamenti nei prossimi mesi. Coinvolti direttamente negli eventi della manifestazione anche gli studenti dell’Accademia di Brera e quelli della Civica Scuola di Cinema di Fondazione Milano. Oggi in Sala Alessi a Palazzo Marino, durante l’inaugurazione di MilanoSiFaStoria, sono intervenuti gli assessori Cristina Tajani (Politiche per il lavoro) e Francesco Cappelli (Educazione): “La seconda edizione di MilanoSiFaStoria è dedicata al mondo del lavoro, un omaggio e un riconoscimento importante all’impegno quotidiano di migliaia di persone che qui hanno vissuto e lavorato che hanno reso la nostra città bella, grande e così apprezzata nel mondo.  È soprattutto ai giovani che si rivolgono gli appuntamenti di MilanoSiFaStoria attraverso i quali i ragazzi possono scoprire la storia della nostra città anche grazie alla testimonianza diretta dei loro protagonisti, come nel caso degli ex lavoratori del Portello, dove aveva sede l’ex fabbrica dell’Alfa Romeo e ora è sorto un nuovo quartiere”. “Come Fondazione Milano Scuole Civiche sollecitiamo di continuo i nostri giovani a interrogarsi utilizzando i linguaggi delle discipline artistiche sui temi legati alla storia, e alla storia di Milano in particolare –  ha detto Marilena Adamo, presidente di Fondazione Milano -. Quest’anno la Civica Scuola di Cinema grazie al progetto ‘La fabbrica fantasma’ ha lavorato sulla storia, sul lavoro e su un luogo, che è esso stesso memoria storica della città. Gli studenti hanno ricreato una giornata tipo di alcuni operai degli anni Cinquanta all’interno della Manifattura Tabacchi, dove ora ha sede proprio la Civica Scuola di Cinema. Un progetto che parte dallo studio del luogo e delle fonti, incrocia tecnologia nuova e la narrazione cinematografica per portare in modo emotivo lo spettatore dentro la ‘Storia’. I fantasmi degli operai si rivolgono direttamente agli spettatori, visitatori dal futuro, e li rendono responsabili della conservazione di una memoria storica altrimenti in via di sparizione”. L’ampio programma di iniziative in programma prevede molti incontri che si rivolgono ai ragazzi. A seguire alcune segnalazioni:

Lunedì 9 novembre
Alle ore 9.30, presso il Museo del Risorgimento, in via Borgonuovo 23, si svolge il seminario ‘Percorso alla memoria del lavoro la storia della ex Alfa Romeo Portello raccontata in metropolitana’, durante il quale verrà presentato il progetto, realizzato da studenti e docenti dell’Accademia di Brera, che sarà realizzato dedicato alla storia della fabbrica milanese e che sarà installato presso l’ammezzato della nuova fermata della metropolitana ‘Portello ex Alfa Romeo’. Tra gli altri interviene anche l’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran.

Mercoledì 11 novembre
Alle ore 14.30, presso l’Archivio di Stato, in via Senato 10, si svolge il seminario ‘Cinema e Lavoro’ durante il quale critici, registi ed esperti si confrontano sulla storia e sul ritorno di interesse per il lavoro nella produzione di video, fiction e documentari. Durante l’incontro viene proiettato il documentario ‘La Fabbrica Fantasma’, in collaborazione con la Civica Scuola di Cinema. Intervengono Gaia Formenti, Costantino Corbari, Giancarlo Pelucchi e Sergio Toffetti.

Giovedì 12 novembre
Alle ore 17, presso la scuola secondaria di primo grado ‘Beltrami’, in piazza Cardinal Massaia 2, si svolge la presentazione del progetto didattico ‘C’era una volta la fabbrica’ dedicato alla storia della fabbrica Snia di Cesano Maderno e del villaggio operaio adiacente. Mediante introduzioni storiche, visite guidate, video e laboratori, i ragazzi sono condotti alla scoperta del sito industriale, ora dismesso, aprendo una interessante riflessione sul riuso degli spazi, la riqualificazione e la valorizzazione degli ambienti abbandonati del territorio urbano.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]