Latte: bene moratoria mutui allevamenti, provvedimento concreto per rilancio settore

Il presidente della Cia Dino Scanavino commenta l’accordo siglato tra Abi e Ministero delle Politiche agricole: “Ora lo sforzo istituzionale sia seguito rapidamente dall’avvio della fase operativa, per consentire liquidità immediata alle imprese in difficoltà”.

c0e6237d0d0eb8dd902018074bf99034-kBHI-U1070609228523mAE-1024x576@LaStampa.itRoma, 17 Marzo – La firma del protocollo d’intesa tra Mipaaf e Abi, che contiene la moratoria di 30 mesi dei debiti bancari degli allevatori italiani, è importante. Si tratta di un provvedimento concreto da cui ripartire per costruire un percorso di rilancio del settore lattiero-caseario e accoglie le richieste che, in più di un’occasione, avevamo avanzato a governo e istituzioni. Lo afferma il presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino, esprimendo soddisfazione per l’accordo siglato ieri fra Martina Patuelli che prevede il meccanismo per la sospensione dei pagamenti dei mutui sottoscritti dalle imprese allevatoriali, attraverso le misure del Fondo latte per la ristrutturazione dei debiti dei produttori del Ministero e l’Accordo per il credito 2015. Adesso -aggiunge il presidente della Cia- è opportuno che lo sforzo istituzionale sia seguito urgentemente dall’avvio della fase operativa da parte degli Istituti di credito, per consentire liquidità immediata alle aziende in difficoltà.  Inoltre, bisogna continuare a lavorare per una più equa retribuzione del latte alla stalla -conclude Scanavino- e spingere verso la rapida definizione di un sistema dell’organizzazione economica del settore che metta al centro un’interprofessione efficace che promuova l’aggregazione del prodotto e la qualificazione dell’offerta.

Operative modifiche a Nuova Sabatini: firmato addendum a convenzione Mise – ABI – CDP

Con la nuova Convenzione sono definite le modalità con cui le banche e le società di leasing potranno concedere i finanziamenti

Img News 1 SabatiniRoma, 17 marzo 2016 – I contributi a favore delle Pmi che acquistano beni strumentali possono da ora essere concessi anche a fronte di finanziamenti erogati dalle banche e dalle società di leasing a valere su una provvista diversa dall’apposito plafond di Cassa depositi e prestiti. A seguito della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dello scorso 10 marzo del decreto attuativo delle modifiche apportate alla “Nuova Sabatini” dal decreto-legge varato dal Governo l’anno scorso, è stato firmato oggi l’addendum alla Convenzione che regola i rapporti tra Mise, ABI e Cassa depositi e prestiti. Con la nuova Convenzione sono pertanto definite le modalità con cui le banche e le società di leasing potranno concedere i finanziamenti anche ricorrendo a una provvista finanziaria propria. Per rendere pienamente operativa la nuova modalità di funzionamento della “Nuova Sabatini”, nei primi giorni della prossima settimana sarà pubblicata la prevista circolare esplicativa, che riporterà in allegato la nuova modulistica e fisserà al 2 maggio prossimo la data di apertura per la presentazione delle domande di agevolazione secondo la nuova procedura.

Banca Riduce alla Disperazione un Pensionato Negando Negoziazione Mutuo

“Le Banche Devono Rispettare la Legge Senza Ridurre alla Disperazione i Cittadini”

ImageProxyRoma, 05/02/2016 – Un settantenne catanese, come la maggior parte dei pensionati cerca di “arrotondare” attraverso lavoretti occasionali la sua pensione da 1150 euro.  Ma la salute non glielo permette più. Avendo contratto un mutuo ipotecario per l’acquisto della prima casa nel 2008 con una rata da 692 euro mensili e non riuscendo più a saldarlo senza “strozzarsi” richiede a marzo 2015 una rinegoziazione con riduzione della rata a circa 400 euro mensili. Nonostante norme e direttive ABI consentano la rinegoziazione, il direttore gli nega tale possibilità. “Il pensionato, disperato per timore della revoca del mutuo e di tutte le conseguenze che ne deriverebbero, si è rivolto a noi di Confedercontribuenti per essere assistito” – informa il presidente nazionale Carmelo Finocchiaro – “Non comprendiamo la motivazione del Direttore dell’Istituto di credito che nonostante la disponibilità ad onorare il debito, preferisca mandare in sofferenza e intraprendere procedure esecutive che portano solo ad aumentare lo stato di agitazione e malessere del cliente”. Spesso le “sofferenze” delle banche a cui il ministro Padoan dedica le sue giornate europee sarebbero il frutto della cattiva gestione dei funzionari che dettando “legge” sulle spalle altrui preferirebbero spesso la “rovina” di imprese, famiglie e delle stesse banche mettendo a sofferenza crediti che in realtà non lo sono. Dichiara Finocchiaro: “Aspetteremo un paio di giorni per un incontro risolutivo presso la direzione generale del ‘Credito Siciliano’.  Altrimenti ci rivolgeremo a tutte le Autorità competenti al fine di tutelare il nostro associato a cui abbiamo impedito che si rivolgesse all’usura criminale”. “ In molti purtroppo, a causa delle banche poco collaborative, cadono nel vortice interminabile dell’usura criminale che porta inevitabilmente alla perdita dei beni e soprattutto della dignità umana”  – concludono il presidente Finocchiaro e la coordinatrice nazionale Confedercontribuenti-ANVU Franca Decandia.

Alla conquista del Monte Bianco “a colpi di cocktail”

Courmayeur inaugura Sky Drink, la cocktail competition sul Tetto d’Europa

locandinaCourmayeur, 18 settembre 2015_“Volevamo creare un evento all’altezza, in senso sia figurato che letterale, di Skyway, le nuove funivie di Courmayeur: ecco com’è nata l’idea di Sky Drink, la competizione per barman più alta d’Europa” racconta con soddisfazione l’ideatore del concorso Bernardo Ferro, coordinatore regionale ABI Professional e Capo Barman del Royal di Courmayeur.“Un modo nuovo per celebrare le eccellenze del territorio: dai panorami unici del Tetto d’Europa, da oggi ancora più vicini grazie alla spettacolare Skyway, ai prodotti genuini delle aziende locali, come il Genepì e il Gin di montagna, protagonisti delle ricette dei cocktail in gara”. L’Olimpo dei barman si trova a Courmayeur: è il Monte Bianco. Sulla terrazza dei ghiacciai, in cima a Punta Helbronner, a 3.466 metri di altitudine – ultima stazione della nuova funivia Skyway Monte Bianco – una quarantina di barman selezionati si contenderanno, il prossimo 14 ottobre, la vittoria del primo Sky Drink: il concorso più alto d’Europa, organizzato da ABI Professional Valle d’Aosta. Una celebrazione dei sensi che esalta il palato non meno della vista: dalla terrazza circolare i partecipanti, gli accompagnatori e il pubblico godranno di un panorama a 360° sulla vetta del Bianco, e sugli altri 4000 alpini, il Cervino, il Monte Rosa e il Gran Paradiso (per gli accompagnatori è previsto uno sconto del 10% sulla tariffa intera delle Funivie).

Scuola, Calabria punta su educazione finanziaria

L’Abi ha considerato l’esperienza calabrese una “Best practice” sulla gestione consapevole del denaro e la promozione dell’autoimprenditorialita’
logo_patti_chiariRoma, 9 settembre – “L’educazione finanziaria e’ fondamentale per migliorare la qualità dell’istruzione nella nostra regione, sia per promuovere la legalità economica che lo sviluppo finanziario, anche in funzione della rilevazione internazionale delle competenze nelle scuole che comprendono anche i temi finanziari, oltre alle abilita’ relative alla lettura, alla matematica e alle scienze”. In questo modo l’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha introdotto la riunione operativa sull’educazione finanziaria nelle scuole calabresi, per mettere in rete le varie esperienze che si stanno svolgendo sul territorio. A questo riguardo, ha ricordato l’esperimento pilota che la Regione Calabria e l’Ufficio Scolastico Regionale hanno svolto nell’anno scolastico 2012-2013 con il Consorzio “Patti Chiari” dell’Associazione Bancaria Italiana. I risultati di questo progetto sono stati illustrati da Monica Rivelli del Consorzio “Patti Chiari” che ha evidenziato il successo dell’iniziativa. Il tema e’ stato svolto nell’ambito dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” che ha coinvolto scuole di ogni ordine e grado. Rivelli ha parlato di “esperienza pionieristica” che ha coinvolto 214 scuole con 20.500 tra studenti e docenti. Argomenti trattati sono stati: la circolazione del denaro, il pagamento delle tasse, l’educazione al risparmio e la natura di una banca. L’Associazione Bancaria Italiana ha considerato l’esperienza calabrese una “Best practice” sulla gestione consapevole del denaro e la promozione dell’autoimprenditorialita’.
E’ quindi intervenuto il Vice Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Giuseppe Mirarchi, che ha illustrato le risultanze dell’attività di Educazione Finanziaria realizzata in partenariato con gli interlocutori presenti e le relative prospettive future proponendo, con il supporto tecnico della Referente regionale Franca Falduto, un piano operativo d’intervento finalizzato al coinvolgimento di tutte le Istituzioni scolastiche della Calabria nell’arco di un triennio. Il Direttore regionale della Banca d’Italia Luisa Zappone ha evidenziato che le varie iniziative hanno obiettivi comuni ma utilizzano strumenti diversi. Ha ringraziato la Regione Calabria per l’azione di coordinamento su questo tema così strategico, poichè la Banca d’Italia intende accrescere la competenza degli strumenti finanziari per fare in modo che il rapporto con le banche sia più consapevole e trasparente, anche per ridurre un contenzioso crescente.
Ha evidenziato l’attività di formazione dei docenti, che viene svolta in base alla convenzione con il Ministero della Pubblica Istruzione.
Il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Catanzaro Antonio De Nisi ha evidenziato il progetto nazionale di educazione alla legalità che si sta svolgendo dal 2011. Caligiuri ha evidenziato che sono progetti che si integrano e sarebbe necessario uniformare le rilevazioni delle varie attività tenendo conto dei criteri adottati dall’OCSE-PISA. Si e’ deciso di costituire un Gruppo di lavoro coordinato dall’Ufficio Scolastico Regionale, coadiuvato dalla Regione Calabria. Si provvederà a integrare i tre progetti in via di realizzazione in quest’anno scolastico 20154-15, con l’intenzione di coinvolgere tutte le scuole nell’arco di un triennio. L’Ufficio Scolastico Regionale inviterà i Dirigenti ad individuare i Referenti per l’educazione finanziaria dei 382 Istituti scolastici della regione, per pianificare un’azione di formazione con la Banca d’Italia. Si partirà dalle scuole dei comuni ad alta densità criminale e dalle prime classi e tutte saranno il canale privilegiato per distribuire materiale ed aumentare la cultura finanziaria. La prossima riunione operativa si terrà i primi di ottobre e sarà anticipata da una conferenza stampa che si terra’ il 23 settembre 2014 alle ore 10 a Catanzaro presso la Banca d’Italia in occasione della presentazione della nuova banconota da 10 euro.

 

Kyenge incontra vertici Abi

kyengeUn nuovo fondo per le giovani coppie al centro dell’incontro tra ministro Integrazione e Antonio Patuelli   

Roma, 22 ottobre – La ministra per l’Integrazione, con delega alle Politiche giovanili, Cécile Kyenge, ha incontrato oggi il Presidente dell’Associazione bancaria italiana, Antonio Patuelli. Nel corso del colloquio, Kyenge e Patuelli hanno affrontato temi di attualità e di impatto sociale su cui si sviluppa la collaborazione tra le politiche sociali e il mondo bancario. Per la ministra e Patuelli “è fondamentale l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa a soggetti con basso reddito e con contratti di lavoro a tempo determinato”. “Proprio con questo obiettivo – ha sottolineato la ministra Kyenge – stiamo lavorando insieme per la definizione del Protocollo d’Intesa che renda operativo il Fondo per ‘Giovani Coppie’”. Si è parlato anche di inclusione finanziaria e di integrazione economica e sociale dei migranti – temi cari alla ministra Kyenge –  argomenti che saranno affrontati  al Forum Abi, che si terrà a Roma il 28 e 29 ottobre presso la sede dell’Abi, cui la ministra prenderà parte.

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]