25 Aprile: Ilaria Piccolo (PD), tra via Tasso, Trullo e Tiburtino III, un pensiero al ruolo delle donne

Ilaria Piccolo: ” “25 aprile e’ Il giorno che ci ha reso liberi”

di Romolo Martelloni

4270ba74167c66dec72d8e1c531ec9a4ROMA, 26 APRILE – “25 aprile e’ Il giorno che ci ha reso liberi. E voglio ricordare,una donna, che era madre e combattente, Ada Gobetti”, così’ Ilaria Piccolo candidata del Pd per il Campidoglio visitando il Museo della Liberazione a Via Tasso e rendendo omaggio al Tiburtino III sotto la targa che ricorda una popolana uccisa da un milite fascista con una fucilata perché’ ha osato protestare e inscenare una manifestazione per il panei: Caterina Martinelli.  Rileva Ilaria Piccolo, che proprio Ada Gobetti ha voluto ricordare e omaggiate le tante donne che  hanno avuto parte attiva nella lotta di Liberazione: “Ada così rievoca nel suo,libro pubblicato nel 1956 “Diario Partigiano” la sua avventura di madre – rileva Ilaria Piccolo – che va a combattere accanto al figlio Paolo, diciottenne, e ne divide i pericoli e i disagi. Non c’è divario tra la donna che sfida le pattuglie tedesche e la madre in perenne ansia per il figlio. Ada è animata da una passione di libertà, da un bisogno di azione, da una femminile concretezza e semplicità”.  Infine al Trullo, l’esponente del Pd,  rendendo omaggio ai caduti  ha voluto infine ricordare i 335 martiri delle Fosse Ardeatine e i tanti romani uccidi dai nazifascisti prima dell ‘entrata degli alleati il 4 giugno del 1944: “un giorno di festa e di dolore per i romani ma anche di speranza  sapendo che al Nord ancora si stava combattendo l’invasore “.

Festività del 25 aprile 2016 – Apertura musei, monumenti e aree archeologiche

 Polo Museale della Calabria 

Cosenza---Palazzo-ArnoneCosenza, 22 Aprile – Il Polo Museale della Calabria, in occasione della festività del 25 aprile 2016, comunica i seguenti orari di apertura e i giorni di chiusura dei luoghi della cultura statali di propria competenza.

 Chiesa di San Francesco d’Assisi – Gerace (Reggio Calabria)

Orario di apertura al pubblico: ore 9.30-12.30; 15.30-17.30

Galleria Nazionale di Cosenza – Cosenza

Orario di apertura al pubblico: ore 10.00-18.00

La Cattolica – Stilo (Reggio Calabria)

Orario di apertura al pubblico: ore 8.00-20.00

Le Castella – Isola Capo Rizzuto (Crotone)

Orario di apertura al pubblico: ore 10.00-13.00; 15.00-17.00

Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” – Vibo Valentia

Orario di apertura al pubblico: ore 9.00-20.00 (19.30 chiusura biglietteria)

Museo Archeologico Nazionale – Crotone

Orario di apertura al pubblico: ore 9.00-19.30

Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide – Cassano all’Ionio (Cosenza)  

Orario di apertura al pubblico: ore 9.00-19.30  (19.00 chiusura biglietteria)

Museo Archeologico e Parco Archeologico dell’antica Kaulon – Monasterace (Reggio Calabria)

Orario di apertura al pubblico: il Museo è chiuso per lavori di ristrutturazione; il Parco è visitabile dalle ore 9.00 fino ad un’ora prima del tramonto

Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone)

Orario di apertura al pubblico: Museo ore 9.00-13.00; 15.00-19.00; il Parco archeologico è visitabile dalle ore 8.30 fino ad un’ora prima del tramonto

Museo e Parco Archeologico Nazionale – Locri (Reggio Calabria)

Orario di apertura al pubblico: Museo e Parco archeologico ore 9.00-19.30; Complesso Museale Casino Macrì ore 9.00-13.00; 14.30-19.15

Museo e Parco Archeologico Nazionale di Scolacium –  Roccelletta di Borgia (Catanzaro)

Orario di apertura al pubblico: Museo ore 9.00-13.00; il Parco è visitabile dalle ore 8.30 fino ad un’ora prima del tramonto

Museo Statale – Mileto (Vibo Valentia)

Orario di apertura al pubblico: ore 10.00-18.00

25 aprile. Il presidente Mattarella a Milano per il 70° anniversario della Liberazione

La città Medaglia d’oro della Resistenza apre la Casa della Memoria e festeggia con un programma di circa 100 eventi 

mattarellaMilano, 16 aprile – Milano, Medaglia d’oro della Resistenza, festeggia i 70 anni dalla Liberazione con un ricco programma di manifestazioni ed eventi che animeranno la città dal 18 al 29 aprile e che culmineranno con la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella giornata del 25 aprile. “Sarà un palinsesto ricchissimo – dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno – che unirà ai consueti appuntamenti istituzionali una serie di iniziative culturali diverse e diffuse in tutta la città. L’obiettivo è coinvolgere i cittadini, anche i più giovani, per far conoscere i luoghi milanesi simbolo della Liberazione e recuperare la memoria di quel periodo storico attraverso le testimonianze e i racconti. Un ringraziamento, dunque, a tutti i soggetti che con il loro contributo hanno reso possibile questo calendario in cui spicca l’inaugurazione della Casa della Memoria”. “È un onore che il Presidente della Repubblica abbia deciso di affiancare Milano in questa ricorrenza straordinaria, che vedrà tutta la città partecipe e coinvolta – dichiara la vicesindaco Ada Lucia De Cesaris –. L’apertura della Casa della Memoria, unitamente ai diversi momenti di memoria e ricordo, vuole essere il riconoscimento del patrimonio di valori che caratterizzano la nostra democrazia e che Milano vuole raccontare e trasmettere alle generazioni future”. La presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è prevista nella giornata del 25 aprile alle ore 12, presso il Piccolo Teatro di via Rovello dove interverranno, nell’ordine, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il professor Lucio Villari, il presidente nazionale ANPI Carlo Smuraglia e infine il presidente Mattarella.
Gli altri appuntamenti istituzionali
Si svolgerà giovedì 23 aprile, presso il Campo della Gloria del Cimitero Maggiore, la Cerimonia in onore dei Caduti della guerra della Liberazione. La mattina di sabato 25 aprile, tra le 8,30 e le 10, sarà dedicata alla deposizione delle corone in onore ai Caduti. Alle ore 14, in corso Venezia angolo via Palestro, la partenza del corteo che si concluderà in piazza Duomo con i discorsi ufficiali. Un’ultima ma significativa iniziativa avrà luogo in via Bergognone, sede degli uffici della Direzione Risorse Umane. Nell’edificio comunale è presente una lapide a memoria dei partigiani: giovedì 23 aprile vi sarà deposta una corona con lo scoprimento di una targa commemorativa. In occasione del 70° anniversario della Liberazione, apre a Milano il luogo in cui sarà accolta e raccontata la memoria cittadina, la Casa della Memoria.
La Casa della Memoria
Si trova in via Confalonieri 14 e sarà inaugurata il 24 aprile alle ore 11, con il taglio del nastro alla presenza del sindaco Giuliano Pisapia e dei presidenti delle associazioni che avranno sede nell’edificio: l’inaugurazione prevede una visita degli spazi e la prima proiezione dell’esperienza multimediale “Gli occhi della Resistenza” dello studio artistico Danny Rose. Il 25 aprile la Casa sarà accessibile durante la mattinata, chiuderà in corrispondenza del corteo e riaprirà alle 18 con una serata di letture, musiche e performance curata da Andrea Kerbaker.
Il 26 aprile l’edificio rimarrà aperto dalle 10 alle 18 con ulteriori proiezioni multimediali. Saranno circa 100 gli eventi realizzati a Milano tra il 18 e il 29 aprile per il 70° anniversario della Liberazione.
Le iniziative e gli eventi
Tra le principali novità di questo anniversario, due siti internet che a partire da oggi seguiranno gli eventi.
Sulla pagina  www.comune.milano.it/liberazione sarà possibile consultare l’intero palinsesto delle iniziative, costantemente aggiornato.
Inoltre su www.mi4345.it saranno raccolte le mappe dei luoghi della memoria. Il progetto, realizzato a cura di Fondazione Memoria della Deportazione e Politecnico di Milano, consentirà di conoscere la storia dei luoghi attraverso schede di approfondimento presenti sul sito (cui si potrà accedere anche grazie a codici presenti sui luoghi, che basterà inquadrare con dispositivo digitale per collegarsi direttamente alle pagine internet).
La copertura di tutti gli eventi sarà garantita anche grazie al contributo di Radiopopolare con il programma ‘Radio Milano Liberata’ (www.radiomilanoliberata.it). I racconti, le testimonianze, i luoghi simbolo della Liberazione si affiancheranno, fino al 25 aprile, al dialogo con gli ascoltatori e alla cronaca, anche in diretta, delle numerose iniziative in corso.
Radiopopolare è anche promotrice di altri eventi, tra cui ‘Liberi di cantare e ballare’, iniziativa organizzata insieme ad ARCI, ANPI e INSMLI, con un evento speciale che si terrà la sera del 24 aprile al Cortile delle Armi del Castello Sforzesco.
Numerosi gli eventi organizzati da ANPI, tra cui la mostra ‘Dal pane nero al pane bianco – L’ alimentazione in Italia tra Fascismo, guerra e liberazione’ che sarà inaugurata martedì 21 aprile al Museo del Risorgimento (dove resterà fino al 28 giugno) e sarà dedicata al tema ‘La Resistenza alla guerra e alla fame’ attraverso immagini, fotografie, documenti e testimonianze. Si svolgerà presso l’Università degli Studi di Milano (Palazzo Greppi) il Convegno ‘Il 1945 e la transizione del Dopoguerra’, con 4 sessioni tra il 22 aprile e il 24 aprile. L’evento, organizzato da INSMLI, Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia, sarà preceduto il 22 aprile dalla lectio magistralis di Valerio Onida, presidente emerito della Corte Costituzionale e presidente INSMLI. Avrà luogo il 23 aprile il recital di riflessione e omaggio alla memoria della Resistenza, con musiche dal vivo. Ampio spazio sarà dedicato alle rappresentazioni cinematografiche e teatrali, tra cui, in particolare, quelle di (T)TT – Tre Teatri di Territorio che, nella giornata del 24 aprile, realizzerà diversi momenti musicali e narrativi con la collaborazione di altri teatri e associazioni e parteciperà alla performance di apertura della Casa della Memoria. Novità del 70esimo anniversario, la prima edizione del ‘Premio Ponti di Memoria per l’impegno civile’, destinato a personaggi o enti che si sono distinti nel recupero della memoria e nella sua trasmissione alle nuove generazioni. La premiazione si svolgerà il 23 aprile al Teatro dal Verme.

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]