Quel 2 Giugno di 70 anni fa: il contributo della città di Cori alla nascita della Repubblica Italiana

5324 le donne coresi che accorsero alle urne. A Cori la Repubblica vinse con 3712 voti contro i 1155 della Monarchia. Il Partito Comunista Italiano prevalse sulla Democrazia Cristiana per 2135 a 1216 voti.

Senza-titolo-9

Cori, 1 Giugno – La città di Cori ricorda il suo 2 Giugno 1946 alla vigilia della Festa nazionale che commemora la nascita della Repubblica Italiana, a seguito del primo referendum istituzionale a suffragio universale che mise fine alla monarchia dopo 85 anni di regno sabaudo con 12.717.923 voti (54,3%) contro 10.719.284 (45,7%). Il 2 Giugno, insieme alla scelta della forma di Stato, i cittadini italiani, comprese le donne, elessero anche i componenti dell’Assemblea Costituente che doveva redigere la nuova Carta Costituzionale. Votarono 12.998.131 donne e 11.949.056 uomini. Come emerge dai documenti dell’Archivio Storico Comunale di Cori, anche nel centro lepino quella domenica di 70 anni fa fu vissuta come un grande appuntamento con la storia. Per la prima volta in Italia le donne maggiorenni potevano votare per esprimere liberamente la propria preferenza istituzionale e politica, dopo le parentesi del ventennio fascista e della Seconda Guerra Mondiale. 5324 le donne coresi che accorsero alle urne. A Cori la Repubblica vinse con 3712 voti contro i 1155 della Monarchia. Il Partito Comunista Italiano prevalse sulla Democrazia Cristiana per 2135 a 1216 voti. La notte tra il 12 e il 13 Giugno, nel corso della riunione del Consiglio dei Ministri, il Presidente Alcide De Gasperi, prendendo atto del risultato referendario, assunse le funzioni di Capo provvisorio dello Stato repubblicano. L’ex Re Umberto II lasciò volontariamente il Paese il 13 Giugno diretto a Cascais, in Portogallo. Alla sua prima seduta, il 28 Giugno, l’Assemblea Costituente elesse Enrico De Nicola Capo provvisorio dello Stato, con 396 voti si 501. Con l’entrata in vigore della nuova Costituzione della Repubblica Italiana, il 1° Gennaio 1948, De Nicola assunse per primo le funzioni di Presidente della Repubblica.

Anche l’olio extravergine d’oliva DOP Riviera Ligure per il ricevimento del Presidente in occasione del 2 giugno

L’olio DOP Riviera Ligure è quello proveniente dai terrazzamenti del terreno di Lucinasco gestito direttamente dal Consorzio di Tutela.

Senza-titolo-5

Imperia, 1 giugno 2016- Due giugno: festa della Repubblica, festa di unità e di identità nazionale. E sono i 70 anni per questa ricorrenza. Di una Italia conosciuta nel mondo per l’eccellenza della sua cucina e dei suoi prodotti legati al territorio scrigno di biodiversità. Quale migliore unità nazionale nella diversa declinazione delle specialità regionali ? L’occasione è di altissimo profilo. Immaginiamo i giardini del palazzo presidenziale, al Quirinale, a Roma. Immaginiamo già i 2300 invitati immersi nella suggestione della Grande Bellezza. E questi invitati, gli invitati del Presidente, che gustano le specialità stuzzicanti preparate da alcuni istituti alberghieri italiani. L’Italia punta sui giovani da tempo, è giusto. Tra questi c’è anche l’Istituto Nino Bergese di Genova Sestri Ponente. È allora ovvia la proposta di “finger food” tipicamente liguri: focaccia, cima, pesto, una inedita salsa di maggiorana e basilico. E altrettanto ovvio l’impiego di olio extravergine d’oliva DOP Riviera Ligure e del Basilico Genovese DOP. L’olio DOP Riviera Ligure è quello proveniente dai terrazzamenti del terreno  di Lucinasco gestito direttamente dal Consorzio di Tutela.

Senza-titolo-6

Dunque ad etichetta consortile. Dunque dolce, fruttato leggero, coinvolgente e fondamentale nelle preparazioni elencate. Basti pensare solo al pesto al mortaio, recentemente protagonista di un campionato del mondo, perché nel mondo è conosciuto. Grande emozione quindi per i ragazzi del Bergese e grande responsabilità per il dirigente scolastico prof.Angelo Capizzi e suo vice Giovannino Falcone. Per il Consorzio DOP Riviera Ligure si tratta poi del primo passo di un percorso di collaborazione con l’istituto genovese, volto a valorizzare le produzioni alimentari di qualità legate al territorio, certificate e garantite. E al Quirinale si arriva così con un biglietto da visita che convince.

Ponte del 2 giugno in Friuli Venezia Giulia tra Enogastronomia, Relax e Spiagge

Il Friuli Venezia Giulia offre un pieno di relax ed attività da svolgere nei 4 giorni del ponte, complice la varietà di scenari e destinazioni che la Regione offre.

Senza-titolo-11

Udine, 30 maggio 2016 – Non sai dove andare per il Ponte del 2 giugno 2016? Il meteo variabile ancora non ti fa decidere? Il Friuli Venezia Giulia offre un pieno di relax ed attività da svolgere nei 4 giorni del ponte, complice la varietà di scenari e destinazioni che la Regione offre. Vediamo insieme i pacchetti e le iniziative speciale studiate per il Ponte del 2 Giugno in Friuli Venezia Giulia. Un primo pacchetto promozionale prevede 4 giorni in Friuli Venezia Giulia con l’offerta combinata 2 giorni in Hotel a Udine più 2 giorni di Hotel in spiaggia a Lignano Pineta. Con questo pacchetto si ha una vacanza che vale doppio con i seguenti servizi compresi nel pacchtto:

  • 4 gg e 2 mete di vacanza: 2 gg a Lignano Pineta in riva al mare per la prima tintarella e l’ingresso al mondo di divertimento Acquasplash e 2 gg a Udine per un weekend vivace con un evento enogastronomico, il 1° Mercato dei Vignaioli indipendenti FIVI sabato 4 giugno 2016, un evento che vi avvicinerà alla cultura del Friuli Venezia Giulia per il vino
  • 2 gg in città e 2 gg al mare per il primo sole presso l’Hotel Erica 3*S con piscina privata, a pochi passi dalla spiaggia e 1 ingresso per Acquasplash Lignano, per una giornata di pieno sole e divertimento.
  • Totale Euro 140.00/per persona in camera Matrimoniale/Doppia B&B, incl. bici, garage e wi-fi gratis* *riservato Ospiti Hotel Suite Inn Udine + Hotel Erica Lignano Pineta

Un altro pacchetto prevede 2 giorni di City Break il prossimo weekend lungo grazie al Ponte del 2 giugno 2016 a Udine:

  • Soggiorno n. 2 gg a Udine in Hotel Suite Inn dal 2 giugno al 4 giugno
  • sistemazione in camera matrimoniale, BB, 2 persone,
  • n. 2 inviti ingresso a evento Open Day di sabato 4 Giugno 2016 dalle 10.00 alle 19.30 1°Mercato dei Vignaioli Fivi, presso Cantina Peccol Vini, centro storico di Udine
  • n. 1 itinerario  di scoperta del Collio, “Best Destination Travel 2016” secondo la guida viaggi Lonely Planet: l’itinerario da seguire in libertà è creato per condividere i “luoghi da non perdere” della zona di produzione vini denominata Collio, da Udine verso Gorizia,  secondo le conoscenze del luogo di Hotel Suite Inn in collaborazione con Azienda vinicola Flaibani
  • Servizi Buffet BB, parking, wifi
  • Totale Euro 140.00 / per persona Offerta Weekend a Udine Ponte del 2 Giugno
Eventi di interesse del weekend:
1° Mercato dei Vignaioli indipendenti Fivi a Udine Per tutti gli appassionati del vino e non, è un’occasione imperdibile per conoscere da vicino l’oro del Friuli Venezia Giulia, attraverso i racconti di chi il vino davvero lo vede nascere e ne cura lo sviluppo. Verrete accolti da chi fa il viticoltore per professione e passione nella storica Enoteca Peccol Vini, che è anche rinomata bottiglieria come pure locale di mescita ben noto agli Udinesi con un meraviglioso cortile interno, dove si susseguiranno presentazioni e animazioni adatte a tutti, comprese narrazioni sul mondo del vino nel rispetto primario della terra dedicate ai più piccoli.

  • Quando: 4 Giugno 2016 – dalle 10.30 alle 19.30
  • Dove: Udine, presso Peccol Vini in via C.Percoto 2
  • Per chi piace e  incuriosisce il mondo del vino, fatto di persone autentiche appassionate del proprio lavoro.
  • Dove dormire: Hotel Suite Inn Udine, situato nel centro di Udine, l’Hotel Suite Inn offre il WiFi gratuito in tutta la proprietà, un bar in loco e un parcheggio privato incluso nella tariffa. Alloggerete in camere dotate di TV a schermo piatto con canali calcio Sky e bagno privato. Ogni mattina colazione a buffet con prodotti freschi e alterative prive di glutine.Ubicato in una zona ideale per la pratica del ciclismo, l’Hotel Suite Inn è provvisto di biciclette gratuite e vi attende a 43 km dall’Aeroporto di Trieste-Ronchi dei Legionari.
  • Per informazioni sui pacchetti: www.suiteinn.it[email protected]hotelsuiteinn.it, tel: 0432 50 16 83

2 Giugno. Oltre 15mila visitatori alla scoperta dei tesori d’arte di Palazzo Marino tra concerti, mostre e visite guidate

Sindaco Pisapia:“Una straordinaria giornata di festa per i cittadini”

palazzo_museo_630.jpgMilano, 3 giugno  – Sono stati oltre 15mila i milanesi e i turisti che hanno deciso di celebrare la festa della Repubblica andando alla scoperta della casa dei Milanesi, Palazzo Marino, che da oggi, e per tutto il periodo di Expo, sarà aperto gratuitamente al pubblico con visite guidate. Ad accogliere i visitatori, durante la giornata, il Sindaco Giuliano Pisapia, che nel primo pomeriggio è stato anche a Palazzo Isimbardi dove ha incontrato numerosi gruppi di cittadini in visita per scoprire la sede Città metropolitana  .“Ho incontrato molte famiglie, milanesi, italiani, turisti stranieri e tantissimi bambini. È stata una straordinaria giornata di festa dedicata alle migliaia di persone che da questa mattina erano in coda per entrare a visitare Palazzo Marino. Sui loro volti ho visto sorrisi, gioia e addirittura sorpresa nello scoprire le bellezze che la ‘Casa dei milanesi’ custodisce. Anche stupore quando entravano nell’ufficio del Sindaco e mi trovavano lì ad accoglierli. Giornate come quella di oggi sono momenti in cui i cittadini possono ritrovare la vicinanza delle istituzioni e sentirsi parte di una grande comunità. Bello poi vedere i milanesi spiegare aneddoti e curiosità ai turisti”. Nel corso della giornata i visitatori hanno potuto ammirare, oltre ai luoghi  dove normalmente si svolge l’attività amministrativa come l’Aula del Consiglio comunale, l’ufficio del Sindaco, Sala dell’Orologio, Sala Urbanistica e Sala Gialla, quattro nuove sale che per la prima volta si sono svelate al pubblico (Tempere, Arazzi, Trinità e Resurrezione) con i loro tesori d’arte. In programma poi eventi musicali nel Cortile d’Onore. Per l’occasione i presenti hanno potuto visitare anche tre mostre allestite all’interno del Palazzo. Una dedicata al tema del volontariato e della partecipazione, allestita in Sala Alessi . Mentre la Sala Verde, l’anticamera del Consiglio, ospita “Identità Milano”, un percorso lungo il patrimonio simbolico della città, che racconta cosa rappresenta la città oggi nell’immaginario collettivo attraverso l’evoluzione dello stemma e dei simboli della città e della comunità, i volti di 200 milanesi rilevanti tra nativi e adottivi, le icone dell’arte, i profili dei palazzi storici e moderni, i luoghi topici. Il Loggiato del primo piano ha fatto poi da suggestiva cornice all’esposizione fotografica “Under Cover Milano” a cura del collettivo di fotografi CROP, uno sguardo che invita il pubblico a riflettere sul concetto di confine territoriale e sulla nuova Città Metropolitana. Nel pomeriggio il Cortile d’Onore di Palazzo Marino ha ospitato il tradizionale Concerto della Banda Musicale della Polizia locale di Milano seguito da quello della Civica Orchestra di Fiati. In serata il Cortile d’Onore è stato palco ideale per la canzone d’autore della “Scuola Milanese”. Una performance all’insegna dell’autenticità ideata e condotta da Carlo Fava, Folco Orselli, Claudio Sanfilippo, scritta in collaborazione con Gianluca Martinelli. Oltre a raccontare le loro storie in musica ispirate alla città di Milano lo spettacolo è stato l’occasione per ricordare maestri come Jannacci e Gaber.

 

Festa della Repubblica. Il 2 giugno Palazzo Marino apre alla città, con nuove sale, eventi musicali e mostre

Uno spazio dedicato ai bambini, visite gratuite in Galleria alla scoperta dei restauri appena terminati e un ‘live’ speciale di ‘Scuola Milanese’

downloadMilano, 31 maggio – Dall’apertura di Palazzo Marino che, per la prima volta, “svelerà” al pubblico quattro nuove splendide sale, alle visite gratuite in Galleria Vittorio Emanuele per scoprire i restauri appena conclusi: sarà una Festa della Repubblica ricca di iniziative, quella che il 2 giugno il Comune offrirà a milanesi e turisti. La “casa” dei milanesi sarà aperta alla città tutto il giorno, dalle 10 alle 20: l’ingresso è libero e gratuito e, per l’occasione, cittadini e turisti potranno ammirare nuovi spazi rimasti nascosti fino ad oggi, assistere agli eventi musicali nel Cortile d’Onore e visitare una mostra sul volontariato in Sala Alessi, oltre a un’esposizione sul “brand” Milano allestita nell’anticamera del Consiglio comunale. Per la prima volta si potrà entrare in quattro nuove sale al piano terra: la Sala delle Tempere con tele del Seicento, la Sala degli Arazzi con opere che illustrano la vita dell’imperatore romano Marco Aurelio, la Sala della Trinità con affreschi attribuiti a Giovan Mauro della Rovere detto il Fiammenghino, la Sala della Resurrezione con affreschi di Giovanni da Lomazzo. Oltre a questi spazi prestigiosi e inediti, i visitatori potranno vedere, sempre al piano terra, la Sala Alessi, l’Aula del Consiglio comunale con l’anticamera – dove, come detto, è stata allestita per tutti i mesi di Expo la mostra “Identità Milano” proveniente dalla Triennale – la Sala dell’Urbanistica, la Sala Gialla, la Sala Verde/Marra, il Cortile d’Onore. Il percorso proseguirà al primo piano, dove si potrà camminare lungo il Loggiato, la Sala Giunta, l’ufficio del Sindaco e la Sala dell’Orologio. Un appuntamento particolare sarà dedicato ai bambini: dalle ore 11 alle ore 14 nel cortile del Comune si giocherà per scoprire la nuova app “Palazzo Marino Kids”. Nel pomeriggio si terranno le tradizionali esibizioni musicali nel Cortile d’Onore di Palazzo Marino: alle 15.30 il Concerto della Banda Musicale della Polizia locale di Milano, alle 17.30 il Concerto della Civica Orchestra di Fiati. A seguire, intorno alle 18.30, il Cortile d’Onore farà da splendida cornice alla canzone d’autore di “Scuola Milanese”: una forma inedita di spettacolo all’insegna dell’autenticità, un progetto di intrattenimento culturale ideato e condotto da Carlo Fava, Folco Orselli, Claudio Sanfilippo, scritto in collaborazione con Gianluca Martinelli. Oltre a raccontare le loro storie in musica ispirate alla città di Milano, Fava, Orselli e Sanfilippo daranno voce ai maestri della canzone d’autore, da Jannacci a Gaber.Per tutta la giornata, inoltre, la Sala Alessi ospiterà la mostra sul tema del volontariato e della partecipazione. Da ‘LightUp!’, programma di volontariato giovanile, a ‘Volontari per un giorno’, la più grande campagna mai realizzata a Milano, a ‘Volontari, energia per Milano’, fino alla ‘Casa delle Associazioni’, saranno esposti lavori, progetti e materiali interattivi. Per informare i cittadini sull’apertura di Palazzo Marino negli spazi comunali sono stati affissi 1.000 manifesti della campagna “Bella, Milano” . Il 2 giugno, dalle ore 10, in via Silvio Pellico partiranno ogni 30 minuti visite guidate gratuite in cui sarà illustrato il restauro, appena terminato, del complesso monumentale. Le persone interessate dovranno presentarsi al punto di ritrovo (cortile di via Silvio Pellico 6) negli orari stabiliti (10, 10.30, 11, 11.30, 12, 16, 16.30, 17, 17.30, 18). I gruppi saranno di 25 persone. Ad accompagnarli saranno i progettisti del Comune di Milano e di Prada che, insieme a Versace e Feltrinelli, ha realizzato il restauro. Approda infine a Palazzo Isimbardi, nel Cortile d’Onore, la mostra itinerante sulla Costituzione italiana inaugurata proprio a Palazzo Marino il 2 giugno dello scorso anno. La mostra, dedicata ai 12 principi fondamentali della Costituzione, permette a tutti i cittadini di riscoprire, in maniera semplice e intuitiva, i capisaldi della nostra Repubblica, sia in forma scritta sia sotto forma di illustrazione grafica. Realizzata dagli architetti Lorenzo Gaetani ed Enrico Delitala, l’esposizione è stata ospitata nei mesi scorsi dall’Anpi nella Loggia dei Mercanti e in alcuni luoghi significativi nelle diverse zone della città.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]