1966-2016…ANCORA BEAT. Sabato 17 e domenica 18 settembre 50° del beat italiano

[AdSense-A]

 

Due giorni di celebrazioni del movimento  che ha rivoluzionato l’Italia, sia culturalmente che socialmente

senza-titolo-41

Sabato 17 e domenica 18 settembre appuntamento unico allo SPIRIT DE MILAN (via Bovisasca 59 – ingresso €15 senza consumazione), che ospiterà le celebrazioni del 50° anniversario del beat italiano, il movimento che ha rivoluzionato l’Italia sia culturalmente che socialmente. Durante il weekend alcuni dei più importanti gruppi dell’epoca si daranno appuntamento nello spazio nato nella gloriosa struttura delle Cristallerie Fratelli Livellara, per dare vita a “1966-2016…ANCORA BEAT”, un evento musicale e di costume in cui “riportare in vita” i caratteri beat e il life style dell’epoca. A partire dalle ore 17.00 di sabato 17 settembre, presentati da Bob Scotti e Alberto “Tricheco” Travella, si alterneranno sul palco dello Spirit de Milan The Five Four, The Mads, The Pretty Face, Franco Serena, Gian Pieretti, Gli Uragani, i New Dada e I Corvi. A seguire, Dj Henry continuerà a far ballare il pubblico con un dj set in puro “mood ‘60”. Domenica 18, l’appuntamento è con il brunch dalle ore 13.00. Dopo le presentazioni dei libri “Ma Che Cover Abbiamo Noi” (di Claudio Scarpa) e “Batti Un Colpo” (di Gianni dall’Aglio), dalle ore 16.00 continuerà la buona musica dal vivo insieme a altre band storiche del calibro di The Re-Beat, The Beat Circus, I Rudi, i Combos, Gli Avvoltoi con Gene Guglielmi, i Tubi Lungimiranti, i Fuggiaschi, Santino Rocchetti, The Rokes (Bobby e Mike) e i Ribelli. La due giorni dedicata al beat si concluderà con l’incontro-dibattito delle ore 18.00 “COS’E’ ANCORA (IL) BEAT?”, a cui parteciperanno i giornalisti Roberto Caselli, Giordano Casiraghi, Enzo Gentile, Matteo Guarnaccia, Luca Pollini e Claudio Scarpa. Oltre all’ottima musica dal vivo, alle risate e al ballo, allo SPIRIT DE MILAN vengono accontentati anche gli amanti della buona tavola: dall’orario dell’aperitivo a notte fonda, è possibile gustare il meglio dei piatti della cucina milanese “della nonna” circondati dall’atmosfera sincera da “vecchia Milano”. Da quest’anno, Spirit de Milan è diventata un’associazione di promozione sociale e per accedere agli spazi interni della gloriosa fornace è necessario essere soci: la tessera annuale (valida fino al 31 dicembre) prevede un contributo di 5.00€.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]