1° Maggio: Giornata Internazionale del Paradismo per i Raeliani

Guida Raeliana Jarel Aymonier: “Si tratta di una nuova società senza lavoro o denaro”

ImageProxy-(1)Las Vegas, 2 Maggio 2016 – Il Movimento per il Paradismo, un ramo del Movimento Raeliano Internazionale (MRI), ha dichiarato il 1° maggio “Giornata Internazionale del Paradismo”. Ma cos’è il Paradismo? “Si tratta di una nuova società senza lavoro o denaro”, ha dichiarato la Guida Raeliana Jarel Aymonier, leader del Movimento per il Paradismo. “Per i Raeliani, l’obiettivo di sopprimere la fame nel mondo in modo che tutti possano nutrirsi gratuitamente di cibo sano e nutriente, è del tutto realizzabile. Non ci saranno più nemmeno persone senza fissa dimora, dal momento che tutti avranno gratuitamente una casa in cui risiedere. Anche l’assistenza sanitaria sarà accessibile a tutti, in modo completamente gratuito”. Aymonier ha spiegato che nel Paradismo gli esseri umani non saranno costretti a eseguire alcun lavoro retribuito. “Ognuno farà ciò che più ama, mentre i robot faranno tutto il lavoro”, ha spiegato. Non ci sarà più denaro.Il dare sostituirà il vendere e il condividere sostituirà il comprare. L’amore sarà la nostra nuova moneta”. Egli nega che Paradismo sia un’utopia. “Se messe a disposizione di tutti invece che di pochi, le attuali conoscenze e tecnologie, combinate con le risorse fisiche di cui disponiamo, sarebbero in grado di trasformare il pianeta in un paradiso”, ha affermato. «Non c’è motivo di temere la povertà, considerando il livello di tecnologia che abbiamo in questo momento”, ha dichiarato Rael, il leader spirituale che ha ispirato il Paradismo. “Se i robot eseguiranno tutto il lavoro e se noi condivideremo equamente tutto ciò che essi produrranno in abbondanza, saremo in grado di liberare l’Umanità dalla schiavitù del lavoro e del denaro”. “È spaventoso che le persone siano portate a credere che dovranno lavorare duramente e preparare le giovani generazioni a lavorare altrettanto faticosamente”, ha detto Aymonier. “I bambini hanno bisogno di sapere che sono stati creati per gioire della vita, non per soffrire o vivere nel costante timore che potrebbero non avere i mezzi per sopravvivere”. Il 1° maggio è stato appositamente scelto per celebrare la Giornata Internazionale del Paradismo. “Questa data coincide con la Giornata Internazionale dei Lavoratori, oppure con la Festa del Lavoro, com’è chiamata in molti Paesi”, ha concluso Jarel. “Essa venne istituita nel 1886 per sostenere il diritto a usufruire di otto ore di lavoro, otto ore di svago e otto ore di riposo. All’inizio, ciò era considerato un’utopia, ma non lo è più oggi per molte persone. Ora, è il momento diportare un nuovo sogno all’Umanità e di fare in modo che questo si realizzi il più velocemente possibile. Questo nuovo sogno consiste nell’avere tutto il tempo che vogliamo per creare, divertirci e riposare, tutti. Questo è ciò che il Movimento per il Paradismo, sostenuto dal Movimento Raeliano, ha invocato in occasione del 1° maggio”. In Italia, sonno stati organizzati eventi a: Roma: Piazza dei Re di Roma Torino: Piazza Castello Milano: Piazza XXIV Maggio Udine: Piazza della Loggia

UNICEF, l’iniziativa dell’Orchidea dedicata ai bambini lavoratori

Giacomo Guerrera: “Oggi 1° maggio, festa di tutti i lavoratori e le lavoratrici, vogliamo dedicare questa iniziativa a tutti i bambini e bambine che nel mondo sono costretti a lavorare”

unicef-660x3301 maggio 2016- Ancora oggi prosegue in 1.700 piazze di tutta Italia – grazie al sostegno di migliaia di volontari-  l’iniziativa UNICEF dell’Orchidea.“Oggi 1° maggio, festa di tutti i lavoratori e le lavoratrici, vogliamo dedicare questa iniziativa a tutti i bambini e bambine che nel mondo sono costretti a lavorare”- ha dichiarato il Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera – “150 milioni di bambini tra i 5 e i 14 anni nei paesi in via di sviluppo, circa il 16% di tutti i bambini e i ragazzi in quella fascia di età, sono coinvolti nel lavoro minorile. Nei paesi meno sviluppati, circa un bambino o ragazzo su 4 (tra i 5 e i 14 anni) lavora, correndo seri rischi per la sua salute e il suo sviluppo. La più alta percentuale di bambini lavoratori si trova in Africa Subsahariana (il 25% di quelli tra i 5 e i 14 anni); in Asia Meridionale il 12% dei bambini nella stessa fascia d’età svolge lavori potenzialmente dannosi. In Asia Meridionale sono 77 milioni i bambini lavoratori: in Pakistan l’88% dei bambini tra i 7 e i 14 anni che non vanno a scuola, lavora; in Bangladesh sono il 48%, in India il 40%”. L’UNICEF lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile con programmi di sensibilizzazione, prevenzione e reinserimento scolastico o lavorativo per bambini lavoratori, ex-bambini soldato e bambini di strada, che prevedono orari flessibili, metodologie didattiche partecipative e un apprendimento che contempla competenze utili per la vita quotidiana e per la formazione professionale. Ancora oggi in tutta Italia migliaia di volontari dell’UNICEF offriranno – a fronte di un contributo –  una pianta di orchidea (di tipo Phalaenopsis, conosciuta anche come “Orchidea farfalla”), che simbolicamente rappresenta la speranza di un futuro pieno di colori per tanti bambini. I fondi raccolti con questa iniziativa di solidarietà verranno destinati ai programmi di protezione dell’infanzia, nell’ambito della campagna UNICEF “Bambini in pericolo”, che ha l’obiettivo di salvare e proteggere tutti i bambini vulnerabili, i “più poveri tra i poveri”, aiutandoli a costruire un futuro dignitoso. Testimonial d’eccezione dell’iniziativa è lo storico Ambasciatore dell’UNICEF Lino Banfi, protagonista, con la piccola Sara di uno spot televisivo e radiofonico, disponibile su https://www.youtube.com/watch?v=lToEqZhDPAM

 

 L’Orchidea UNICEF: Un gesto concreto per proteggere i bambini.

 Per informazioni sulle piazze dove trovare l’Orchidea UNICEF: www.unicef.it/orchidea Numero verde: 800-745000

Primo maggio sulla neve: a Cortina il rito dell’ultima discesa in pista‏

Prima di appendere gli scarponi da sci al chiodo, c’è ancora tempo: fino al 1 maggio impianti aperti in Faloria, per salutare la stagione invernale con un ultima discesa sulle piste di Cortina. Sempre domenica, il tredicesimo Trofeo Faloria Ski Challenge per tutti gli irriducibili degli sci larghi e la prima edizione dell’evento “a tutto gusto” Cortina Food Lovers al Rifugio Faloria.

Cortina_Ski_Faloria_2014_www.bandionCortina d’Ampezzo, 28 aprile 2016_Primo maggio “all’ampezzana”, per tutti gli appassionati disci. Prima di mettere da parte gli scarponi, complici anche le nevicate dei giorni scorsi, ancora un’ultima discesa sulle nevi meravigliose della ski area Faloria, i cui impianti saranno aperti fino a domenica 1 maggio (www.cortinadolomiti.eu/IT/piste-impianti-cortinadampezzo/). Qui, tra una discesa e l’altra, è d’obbligo una sosta nella terrazza solarium del Rifugio Faloriacon vista su uno dei più bei panorami offerti dalle Dolomiti ampezzane: occasione imperdibile per una pausa di relax e, magari, per la prima tintarella. Il primo maggio, poi, l’evento Cortina Food Lovers in Rifugio dove, dalle ore 12.00 alle 19.00, sarà possibile gustare gli assaggi gourmet preparati da alcuni rinomati locali della zona con live music by Mad Scramble (A/R in funivia e assaggi gourmet: euro 28,00 | Info: +39 0436 2517 | [email protected] | www.cortinacube.it). Domenica 1 maggio andrà inoltre in scena la tredicesima edizione del Trofeo Faloria Ski Challenge: una tradizione che è divenuta ormai un rito per molti irriducibili degli sci larghi. Appuntamento, dunque, sulla pista Tondi del Faloria, per la gara di slalom gigante che è anche una festa di fine stagione: per salutare l’inverno e darsi appuntamento al prossimo anno (quota iscrizione: euro 10,00 | Iscrizione e ritiro pettorali: Sciovia Tondi fino alle ore 9.40; inizio gara sulla pista Tondi a partire dalle ore 10.00 | Info: +39 0436 5889 | +39 0436 2517 | +39 0436 4740 | www.cortinacube.it).

Maccarese, riapre BAUBEACH

Venerdì 1 maggio riapre la prima spiaggia attrezzata per cani liberi e felici d’Italia

 

bau-bau-maccarese-romaRoma, 28 aprile- Con diciotto anni di esperienza sul campo ma ancora tanta voglia di inventare, il prossimo primo maggio  ​il Baubeach® di Maccarese, la  prima spiaggia attrezzata per cani liberi e felici d’Italia, riaprirà le sue porte, con il Patrocinio del Comune di Fiumicino. La struttura, unica a poter usare il Marchio Registrato BAUBEACH®, per non cadere in confusione con altri lidi accessibili ai cani, è garante di alcune priorità che si rendono necessarie in presenza di animali: il benessere dei cani, la sicurezza, il controllo sanitario, l’attività educativa. Inoltre Baubeach® garantisce il comfort, con attrezzature balneari, studiate anche per le esigenze del cane, acqua potabile a volontà, servizio di lavaggio del cane, pronto soccorso veterinario.  L’estate che si annuncia in questi giorni sarà accompagnata da una mostra permanente della ​fotografa ​naturalista Claudia Candido con commenti a cura di Patrizia Daffinà, ​presidente della A.S.D. Baubeach Village dal titolo “L’Ultimo Paradiso”, in cui si affiancano immagini del reportage dalle Galapagos a scatti effettuati in spiaggia, commentando la similitudine dei ​luoghi ​unici, tali perché protetti da qualcuno che preserva il loro cuore. Le riflessioni etologiche e relazionali che prendono spunto dalla ​mostra, che si esplicherà in uno Slideshow il 4 luglio,  si ritroveranno nelle attività proposte, che spaziano dal Pentadog®, una disciplina sportiva e cinofila di coppia, inventata di sana pianta al Baubeach®, che verrà condotta dai due ​istruttori Enzo Morelli e Corrado Trelanzi, con l’obiettivo di misurare il grado di empatia tra le persone e i loro cani, escludendo la competitività e l’agonismo, prediligendo il benessere naturale e armonico, fino ad arrivare alle proposte gastronomiche del Ristoro Vegan al 100%  studiato per avere un minimo impatto ambientale, proporre una alimentazione che escluda il dolore e lo sfruttamento animale e prediliga il cibo sano, fresco, biologico ed etico. Le calde giornate d’estate saranno un’occasione per conoscere meglio il proprio cane e le sue eventuali problematiche, sia comportamentali che di salute: a tal proposito sono previsti incontri settimanali gratuiti e stage con l’EducatoreCarlo Montaruli, alcune date con il Dott. Manuele Cascioli, ​veterinario esperto in Medicina Biologica Naturale, oltre a chi proporrà eventuali percorsi fisioterapici per cani con problematiche legate alla mobilità (Dottori Silenzi e Rasola).  Per garantire il Benessere  fisico e mentale ci saranno, come sempre, corsi totalmente gratuiti di Yoga e di Pilatesstage gratuiti con la Associazione Vitala Yoga®, incontro sul tema “Le Costellazioni Familiari” ,trattamenti Ajurvedici il sabato da giugno. Baubeach® è anche Arte: a luglio previsti i Concerti della Luna Piena, (il 3 e il 31) in cui ​artisti ​amici degli ​animali (Sara Berni e The Hots), porteranno le loro note dopo gli AperiVegan previsti ogni week end, mentre ad ​agosto il laboratorio di arte orafa Bluemonde® presenterà la Collezione Baubeach®. Spazio anche alle presentazioni di libri per bambini a tema, con laboratori interattivi annessi, come Bauhamas di Laura Grassi GuidaBaubeach® è sempre stato un ​luogo, oltre che di svago e benessere, di profondo impegno animalista. Per questo sono in cartellone eventi che sostengono il lavoro di persone che hanno impiegato la loro vita per difendere i diritti delle specie più deboli: dall’instancabile Gianluca Felicetti, Presidente della LAV che presenterà il 6 giugno il suo ​libro “Oltre il filo spinato di Green Hill” scritto con Michela Kuan, alle giornate dedicate a Thegreenplace, un santuario per animali liberati dallo sfruttamento umano per un’esistenza in libertà.  Il cuore di Baubeach batte forte per creare i presupposti ad un mondo dove ci sia spazio per il rispetto e l’empatia tra le ​specie. Dal 1998, anno della sua nascita, l’obiettivo è sempre stato questo e quest’anno lo ha voluto ricordare stampando sulle t-shirt promozionali la citazione meravigliosa e tagliente, della grande etologa inglese Jane Goodall “Il futuro del nostro pianeta dipende da noi. Siamo noi che possiamo fare la differenza. E se riusciamo a lasciare anche il più piccolo segno, possiamo cambiare il mondo in una notte”. 

Il programma completo dell’ Estate Baubeach 2015 sul sito www.baubeach.net

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]