Sotto l’ombrellone si scatena la sindrome di Adone: le donne sbirciano i glutei tonici e gli uomini gli addominali scolpiti dei loro vicini

By 23 Agosto 2018Salute & Benessere

Secondo quanto rilevato dall’Università Popolare delle Discipline Analogiche le donne si focalizzano su glutei più alti e sodi (79%), seni più tonici (68%) e gambe più snelle (59%), mentre gli uomini si concentrano su addominali scolpiti (68%), bicipiti più definiti (65%) e gambe più muscolose (56%).

Gli italiani al mare invidiano gli addominali del vicino di ombrellone e le italiane i glutei tonici delle altre donne. Ad affermalo è stata un’estate di studio e di ricerca per lo psicologo Stefano Benemeglio , padre delle Discipline Analogiche e direttore scientifico dell’Università Popolare delle Discipline Analogiche (UPDA).

Si tratta di un chiodo fisso a cui è stato dato il nome di sindrome di Adone, facendo riferimento al personaggio che nella mitologia greca rappresenta il simbolo dell’ideale di bellezza.

«A scatenare questa ossessione è però un altro disturbo: la sindrome di Dante e Beatrice» sostiene il padre delle Discipline Analogiche che ha così battezzato il complesso caratteristico di sintomi che porta l’individuo a sentirsi incapace di conquistare il proprio sogno perché si autopercepisce perché si autopercepisce poco maschio o poco femminanon all’altezza dal punto di vista delle sue capacità seduttive legate all’essere maschio o all’essere femmina.


«Entro certi limiti questa ossessione è del tutto normale» assicura lo psicologo. Inoltre, secondo quanto osserva l’Università Popolare delle Discipline Analogiche, in tempi normali a soffrire di una lieve forma di sindrome di Adone è appena il 12% degli italiani.

É solo d’estate e al mare -come ha osservato Stefano Benemeglio– che le percentuali aumentano all’89% per le donne ed al 72% per gli uomini.

Quali parti del corpo sono le più invidiate? Secondo quanto rilevato dall’Università Popolare delle Discipline Analogiche  le donne si focalizzano su glutei più alti e sodi (79%), seni più tonici (68%) e gambe più snelle (59%), mentre gli uomini si concentrano su addominali scolpiti (68%), bicipiti più definiti (65%) e gambe più muscolose (56%).

«Per entrambi i sessi è il desiderio di piacersi di più -con il 58% per le donne ed il 55% per gli uomini- a prevalere sul desiderio di piacere di più, che si attesta invece al 42% per le donne ed al 45% per gli uomini» puntualizza Samuela Stano, presidente dell’Università Popolare delle Discipline Analogiche.

Da sempre, durante l’estate, Stefano Benemeglio raccoglie le sue intuizioni, i suoi «Proiettili di Cristallo» -espressione che egli usa per definire le grandi intuizioni che lo hanno portato ad essere annoverato tra i più grandi ricercatori del nostro tempo nel Trattato di Ipnosi di Franco Granone– e le presenta nel convegno di Brindisi che quest’anno avrà luogo dal 24 al 26 agosto presso il Grande Albergo Internazionale.

Padre dell’immenso patrimonio culturale rappresentato dalle Discipline Analogiche,Stefano Benemeglio approfondirà proprio a Brindisi questi ed altri temi nell’ambito di un workshop di 3 giorni (www.eventibenemeglio.it) intitolato «Proiettili di Cristallo».

Lascia un commento