Connect with us

Ambiente & Turismo

Smog Roma: FI- Ecoitaliasolidale, previste anche dal Sindaco Gualtieri le inutili “domeniche ecologiche” nel 2022

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

In questi anni si è fatta solo demagogia ed i blocchi delle auto più inquinanti per alcuni giorni, in recepimento di normative nazionali e regionali, non hanno  dato risultati positivi per l’aria che respirano i romani

“Anche la nuova amministrazione guidata dal Sindaco Gualtieri ripropone con una memoria di Giunta del 16 dicembre, le inutili “domeniche ecologiche” previste per il prossimo 2 e 30 gennaio 2022, il 20 febbraio ed il 13 marzo. Dimostrando come, anche in questo caso,  non cambia nulla rispetto alla precedente amministrazione Raggi”.

E’ il commento di Piergiorgio Benvenuti responsabile della Consulta Ambiente di Forza Italia a Roma e Presidente del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale e di Fabio Rosati, Responsabile della Consulta Trasporti di FI e  Vice Presidente di Ecoitaliasolidale.

“In questi anni si è fatta solo demagogia ed i blocchi delle auto più inquinanti per alcuni giorni, in recepimento di normative nazionali e regionali, non hanno  dato risultati positivi per l’aria che respirano i romani.  Vorremmo ricordare che  Roma è fra le peggiori città italiane in tema di  performance ambientali e vivibilità, anche secondo il  dossier Ecosistema urbano dello scorso anno, trovandosi  all’89esima posizione, in fondo alla classifica per le scarse performance ambientali. Peggio di Roma nel territorio della Regione Lazio c’è solo Latina al 98esima posizione.

Il blocco delle auto per quattro giornate l’anno  crea  solo disagi ai cittadini ed alle attività commerciali,  l’unico a beneficiare il Comune che incassa le multe. 

Ancora una volta chiediamo –proseguono Benvenuti e Rosati – di sospendere la pratica delle Domeniche ecologiche a Roma, inutili e dannose, adottando invece ben altre soluzioni come il controllo dell’emissione dei riscaldamenti soprattutto dei grandi uffici e delle mega strutture commerciali, un adeguato e più moderno trasporto pubblico, l’effettivo utilizzo dei mobility manager, mobilità alternative, la necessità di sforzi costanti di decarbonizzazione in tutti i settori emissivi.  Sollecitiamo ancora una volta soluzioni efficaci a difendere l’ambiente –concludono  Benvenuti e Rosati – non certo riproporre le demagogiche ed inutili  “domeniche ecologiche ”.

Print Friendly, PDF & Email