Connettiti con noi

Diritti umani

Roma. Maurizio Perazzolo del centro sportivo Le Cupole lancia la nuova stagione del Polo della Salute Method

Tiziana Primozich

Pubblicato

il

Presentati i percorsi del Polo della Salute Method che a partire da settembre vedranno l’impegno di Maurizio Perazzolo affiancato dal prof. Pino Capua e dalla dott.ssa Flaminia Pastori. Lo sport è una medicina naturale

Riparte il programma del Polo della Salute Method, l’approccio medico sportivo nato ben quattro anni fa da un’idea di Maurizio Perazzolo, già consigliere della regione Lazio e fondatore del centro sportivo Le Cupole di Roma. Sin da giovanissimo Perazzolo si affaccia al mondo dello sport diventando nazionale di ginnastica artistica e da allora non se ne è mai allontanato facendo dell’attività sportiva la sua occupazione principale, rivalutando anche zone della periferia romana con i centri sportivi Le Cupole di Acilia e 09 del Torrino. Pochi giorni fa la presentazione dei nuovi percorsi del Polo della Salute Method da lui ideato in tandem con la dott.ssa Flaminia Pastori, che vedono per la nuova stagione anche la presenza autorevole del prof. Pino Capua. Si tratta di un programma che permette al mondo sportivo di occuparsi anche di persone con patologie più o meno gravi, che con un’attività fisica mirata e monitorata su piano medico, possono migliorare la loro condizione e soprattutto ritardare gli effetti della malattia.

“Lo sport è una medicina naturale – ha spiegato Perazzolo ai presenti in conferenza stampa –  ed è ormai riconosciuto anche dall’Oms. Una corretta attività sportiva in presenza di patologie come il diabete, i problemi cardiovascolari, disfunzioni metaboliche e così via, farebbe risparmiare 2miliardi e mezzo l’anno di spesa sanitaria al paese”.  Per questo Maurizio Perazzolo ha costruito con pazienza uno staff di medici, che di concerto con i tecnici sportivi indichino i percorsi personali per tutti coloro che vogliono intraprendere la via dell’attività sportiva, diminuendo strada facendo il carico di farmaci, perché lo sport può davvero sostituire alcune terapie se monitorato da medici esperti.

Approfondiamo insieme nei video della conferenza stampa ed  in quello dell’intervista al prof. Pino Capua, all’interno dell’articolo.

Lascia un commento
Print Friendly, PDF & Email

Categorie