ItaliaPrimo piano

Roma: chiusa dal 23 ottobre la stazione “Repubblica” della metro A, gravi le ripercussioni

By 11 Marzo 2019 No Comments

La diminuzione del flusso turistico in questa area, dovuto proprio alla chiusura della stazione metro, per di più aggravata dalla crisi economica, sta mettendo in seria difficoltà tutte le attività della zona che rischiano così la chiusura definitiva

 di Ettore Lembo

“Raggi, Meleo e Cafarotti vadano in piazza a chiedere scusa a commercianti e cittadini, é intollerabile e surreale che, a quasi 5 mesi, da quel 23 ottobre, una stazione metropolitana strategica per la mobilità, il commercio e il turismo in città come quella di Piazza della Repubblica sia ancora chiusa, senza che Sindaco e Assessori, sulla carta, competenti in materia abbiano mostrato il minimo impegno per tentare di risolvere le enormi criticità che questo disservizio sta comportando. Mi unisco alla rabbia dei tanti commercianti con i quali continuiamo ad essere in contatto e che, neppure a distanza di 5 mesi, ricevono risposte da un’amministrazione colpevolmente e vergognosamente disinteressata al problema. Il teatro dell’Opera, le attività ricettive di via Nazionale, i moltissimi negozi, storici e non, di Piazza della Repubblica e delle vie limitrofe; totalmente abbandonati da un Sindaco che prometteva di prendere a schiaffi la crisi con il miglioramento dei servizi, per non parlare della sicurezza, in un quartiere che di sera non sembra neppure più Roma. Il Sindaco e la sua allegra compagnia, anche su questo tema dimostrano una superficialità allarmante che offende una delle più prestigiose Capitali Europee e tutti coloro che con il proprio lavoro contribuiscono, tra mille insidie, a promuoverne l’immagine in Italia e nel mondo”.


Questa nota è stata diffusa il 5 marzo da Marco Visconti, Delegato all’Ambiente della Capitale per Fratelli D’Italia, dopo un incontro tenutosi con i commercianti della zona di piazza della Repubblica. Ci si attendeva l’intervento del Sindaco o di chi avesse voce in capitolo, per la riapertura della fermata della metro, oramai dissequestrata e ripristinata dopo i fatti del 23 ottobre, quando si ruppe una delle scale mobili provocando alcuni feriti di cui uno grave. Un disagio enorme per chi deve recarsi in quella zona, sia per lavoro che per turismo. Ricordiamo che siamo in centro città, ma non bisogna sottovalutare la perdita enorme di introiti per i commercianti della zona. La diminuzione del flusso turistico in questa area, dovuto proprio alla chiusura della stazione metro, per di più aggravata dalla crisi economica, sta mettendo in seria difficoltà tutte le attività della zona che rischiano così la chiusura definitiva.

Per questo motivo era stato chiesto dai commercianti un incontro con il Sindaco per discutere le problematiche inerenti la mancata riapertura di questa fermata della Metro. Incontro andato deserto per il mancato intervento del Sindaco Pentastellato e di coloro i quali possano avere un ruolo attivo nel disbrigo di questa disagevole situazione. Ancora una nota assolutamente negativa di questa amministrazione, secondo il Visconti, inammissibile per una città come Roma Capitale.

Lascia un commento