Cinema & Teatro

Roma, alla Casa Internazionale delle donne Isabel Russinova presenta Eva degli iris

By 20 Settembre 2020 No Comments

La terza edizione di A.L.M.A.S  ha come protagonista una grande mecenate della terra, Eva Mameli Calvino narrata dallo spettacolo Eva degli iris di e con  Isabel Russinova con  Paola Cultrera –arpa. Scene e costumi di Wilma Lo Gatto. Prodotto da Ars Millennia production con la regia di Rodolfo Martinelli Carraresi. Roma 23 settembre 2020 ore 18,30,  Casa internazionale delle donne, via della Lungara 19, Sala Tosi

Di Macrì Martinelli Carraresi

A.L.M.A.S    è un appuntamento tematico al femminile dedicato al grande patrimonio culturale del nostro paese, riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo ma molte volte sottovalutato proprio da noi italiani. Il progetto vuole, attraverso proposte originali di drammaturgia teatrale, raccontare personalità femminili della nostra storia che possano essere definite mecenate della cultura e così stimolare attenzione e interesse verso tematiche legate ad arte, cultura, memoria, società presso il pubblico e in particolar modo tra i più giovani, da qui le collaborazioni  di A.l.m.a.s  con  gli atenei: Università  Roma tre, eCampus, Conservatorio Santa Cecilia . Per la sua terza edizione A.l.m.a.s  ha scelto di indirizzarsi su  temi rivolti alla salvaguardia  del nostro pianeta  omaggiando Eva Mameli Calvino, con lo spettacolo Eva degli iris , testo originale di  e con Isabel  Russinova . Eva Mameli Calvino è considerata la precorritrice dei movimenti per la conservazione della natura e Eva  si può definire a tutti gli effetti mecenate del nostro pianeta per l’ impegno e l’amore che gli ha dedicato. Eva Mameli Calvino, oltre ad aver contribuito con i suoi studi  di botanica e biologia ad individuare, scoprire, studiare e salvaguardare  molte specie di flora e fauna della terra, con il suo lavoro e lungimiranza ha anche  offerto a Sanremo l’ opportunità di essere ora  la città dei fiori, contribuendo  così alla valorizzazione ambientale, economica, culturale e  paesaggistica di un territorio, basta ricordare che nel 1925 a Sanremo erano  registrate tre varietà di rose, e dopo gli interventi e gli studi di Eva e Mario Calvino  oggi  ne possiamo contare 7.500.

Breve storico di A.l.m.a.s    


La prima edizione di A.l.m.a.s   è stata incentrata sulla figura dei Anna Maria Luisa de Medici  attraverso un incontro/convegno e una pieces teatrale originale andata in scena nel giugno del 2018 presso la -Casa internazionale della donna- a Roma che ha riscosso notevole successo.  Anna Maria de Medici fu una  grande mecenate e con il suo “patto di famiglia”, che stabiliva che tutti i beni artistici culturali del granducato restassero per sempre all’ interno di esso, salvaguardò gran parte del grande patrimonio della Toscana e del nostro paese.  Per la sua seconda edizione  A.l.m.a.s ha voluto portare alla luce un’altro personaggio femminile della nostra storia  un’altra mecenate di grande importanza, Isabella d’Este. In Padrona del Tempo ritratto di Isabella d’ Este, di e con Isabel Russinova presentato con successo  nel 2019 presso la “Casa internazionale delle donne”  e  anticipato dalla tavola rotonda dal titolo “moda, potere, arte e bellezza , oggi e ieri il femminile a confronto” presso    l’Universita eCampus, si è portato in scena un immensa figura di donna del nostro Rinascimento. “Primadonna del mondo” così veniva descritta nel suo tempo, grande mecenate, protettrice dell’arte e della cultura, fine stratega, il suo gusto,la sua personalità hanno influenzato l’ Europa e le corti del tempo. Le sue preziosissime collezioni, protette nella grotta del suo castello, le opere che ha sostenuto e voluto erigere, proteggere ampliare sono ora tesori inestimabili, come lo è l’impulso che seppe dare alla letteratura, alla pittura . “Che io viva dopo la morte”, questo fù il suo intento.

Eva degli iris.

Eva degli iris è un racconto per il teatro che racconta la figura di Eva Mameli Calvino, dandoci la possibilità di conoscere la sua vita di scienziata, di sognatrice, di persona coraggiosa, delle sue scoperte e sfide  ma anche della sua vita di donna e madre di figli speciali come  Italo e Floriano, il primo uno dei più grandi scrittori del 900, il secondo tra i più autorevoli geologi internazionali. Il racconto si muove tra  ricordi dentro i quali si muovono riflessioni di una vita, ma anche pensieri su obbiettivi e missioni ancora da raggiungere. Sarà proprio la personalità di Eva a stimolare e accompagnare i figli alla propria realizzazione. Gran parte della produzione letteraria di Italo Calvino risente infatti della fascinazione dei luoghi e degli insegnamenti della madre che chiamava la maga buona che amava gli iris, lo stesso vale per il fratello  Floriano cresciuto con la consapevolezza dell’importanza del pensiero libero, che determinerà i passi e le decisioni  più importanti della sua vita. 

L’incontro a teatro,  realizzato con il contributo del fondo PSMSAD, sarà preceduto da una tavola rotonda il 22 settembre 2020 ore 11,30 alla Casa internazionale delle donna via della  Lungara 19, dal titolo  “La donna paladina della grande madre –ruolo della donna nella salvaguardia del pianeta terra” con la partecipazione di:

Isa Maggi, fondatrice e coordinatrice Stati Generali delle donne

Gianni Celata prof Economia dei media e delle ICE 

Università Roma tre – Università Mercatorum

con Isabel Russinova direttore artistico A.l.m.a.s

modera Tiziana Primozich – Direttore Daily Cases 


Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]